Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

Giochi Linguistici - Proviamo con: IL TAUTOGRAMMA?

Monia Di Biagio - Mar Nov 07, 2006 7:19 pm
Oggetto: Proviamo con: IL TAUTOGRAMMA?
Tautogramma

Un tautogramma è un componimento nel quale tutte le parole hanno la medesima lettera iniziale.

Tipico gioco linguistico, il tautogramma rappresenta per certi versi l'inverso di un lipogramma.

"Veni, vidi, vici" (Venni, vidi, vinsi)

è il celeberrimo messaggio con cui, secondo Plutarco, Cesare comunicò al Senato la sua vittoria su Farnace re del Ponto: tre semplici parole che, nella loro sinteticità, esprimevano in modo perfetto quanto rapida e facile fosse stata quell'impresa.

Ma Cesare volle rendere il suo annuncio ancor più prezioso sul piano linguistico, scegliendo tre parole che iniziano tutte con la lettera V.

Quando un accorgimento del genere si applica in una frase di maggiori proporzioni, ovvero in una poesia, si può allora parlare di "tautogramma", un genere che, dopo essere stato frequentemente usato nella latinità, si ritrova più raramente nelle epoche successive.

L'esempio più noto è senz'altro quello di un verso di Ennio, venerato come il "padre" della poesia latina, che nel suo monumentale poema epico "Annales" celebra la storia di Roma dalle origini sino ai tempi dell'autore (239-169 a.C.).

In un passo degli "Annales" egli cita Tito Tazio, leggendario re dei Sabini che prese le armi contro Roma per vendicare il ratto delle donne del suo popolo, così dicendogli

"O Tite, tute, Tate, tibi tanta, tyranne, tulisti"

("O re Tito Tazio, quanti travagli hai tu dovuto sopportare").

Tutte le parole di quel verso, salvo il vocativo O, iniziano con la lettera T.

Le storie letterarie ci indicano alcuni poeti, tra cui Clément Marot (uno dei "grands rhétoriqueurs"), il secentista Ludovico Leporeo ed il contemporaneo Jacques Prévert, quali autori di tautogrammi, anche se in brevi segmenti.

Altri autori, anche se attualmente quasi del tutto dimenticati, hanno compiuto invece nel campo del tautogramma vere e proprie imprese poetiche, che li rendono degni di una nostra ammirata citazione:

Ucbaldo di Saint-Amand, vissuto sul finire del secolo IX, che dedicò all'arcivescovo di Magonza la "Egloga de calvis" in 164 versi tutti con parole inizianti per C;

il domenicano Léon Plaisant, che fece stampare nel 1530 ad Anversa un poemetto in 250 versi dal titolo "Pugna porcorum" in cui le iniziali sono sempre P;

il tedesco Cristiano Pierius che, a sua volta, ha edito nel 1576 un poema dal titolo "Christus crucifixus" (ristampato a Jena nel 1708) in cui i versi tautogrammatici in C sono addirittura 1200.

Collegamenti esterni

-Collezione di tautogrammi:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monia Di Biagio - Mer Nov 15, 2006 4:40 pm
Oggetto: Tautogramma in "A" di Monia
Tautogramma in "A" di Monia: Amari Amori.

Ecco il mio. Lo composi qualche tempo fa, proprio per partecipare ad un esperimento poetico, sui Tautogrammi. Provateci anche voi!

“Amari Amori”

Amari Amori,
amanti acerrimi
ammantano anfratti angusti:
abiti abbandonati accanto all'acanto.

Assedio assai assecondato.
Anime agghiacciate
ansimano ardori animali.

Aspide asserragliato.
Apice amoroso,
ammaliante apoteosi, annegata.

Amare ancora:
artificiale aurora
attesa aberrante
amarissimo assenzio.

Addio agognato amore!

Monia Di Biagio
Monia Di Biagio - Mar Nov 21, 2006 6:35 pm
Oggetto: Tautogramma in "S" di mareblu
Tautogramma in "S" di mareblu: Solfeggiano stelle.

mareblu ha scritto:
Solfeggiano stelle

Solfeggiano stelle sul soffitto dei sogni

scuotendo, soffocate da stasimi di solitudine,

stantie stanchezze.

Serenità sparge

il sacro seme della serenità

dal silenzioso seno della sera,

saccheggiando coi sabbiosi sandali della saggezza

gli spettri scuri di sbagliate sembianze.

E sento lo sguardo sbiadire

lo scarto del superfluo

per scegliere sempre schiette scommesse

contro la schiumosa soglia di una scompaginata società.

Angela, alias mareblu.

Monia Di Biagio - Mar Nov 21, 2006 6:53 pm
Oggetto:
smile 3 Brava Angela! E grazie per esserti cimentata oltre che nell'Acrostico anche nel Tautogramma.

smile 20 Debbo per forza dire però, sperando di non dispiacerti, che per un "tautogramma perfetto", dovresti evitare di usare le preposizioni, soprattutto se il tautogramma che stai componendo non è in "D". Ed il tuo è in "S".

Dunque, come consiglio, fossi in te, proverei soltanto a togliere le preposizioni in più (del, della dei, ecc.) e provare a rendere comunque (ma in altro modo) il senso della frase o dei versi, ovvero, trattandosi di un Tautogramma in "S" farei cominciare tutte le parole con la lettera "S", come hai fatto tu, senza però intervalli di articoli e preposizioni.

Ad esempio tu hai scritto:

Citazione:
dal silenzioso seno della sera,


Potresti comunque rendere questo verso, per un "tautogramma perfetto", scrivendo:

"silenzioso seno serale"

Anche togliendo le preposizioni in più in questo verso, (tipo: dal e della) il senso resterebbe comunque invariato. E tutte le parole nel verso comincerebbero con la lettera "S".

E se questo lo facessi con ognuno dei tuoi versi, questo tuo tentativo, sarebbe un "tautogramma in piena regola".

smile 3 Anche se debbo aggiungere che le eccezioni poetiche ammettino "il tautogramma" anche come lo hai scritto tu!
Monia Di Biagio - Sab Mar 03, 2007 3:55 pm
Oggetto: Tautogramma in "M" di Raffa
Tautogramma in "M" di Raffa: Malessere.

RAFFA ha scritto:
Malessere.

Mordo mani malferme…
mi maledico.

Maldestra memoria,
mi mandi messaggi
mormorando melensi melodie,
mi martelli!

Malinconicamente mi muovo,
mai marionetta ma maschera.

Misera me,
madre mancata,
mente malata,
madreperla macchiata...
meglio morire!

Mio malgrado mi manchi,
magica marea,
musica, malvasia, mestizia,
mio magnetico, malizioso maestro.

Monia Di Biagio - Sab Mar 03, 2007 3:59 pm
Oggetto:
smile 37 Complimenti Raffa: bellissimo Tautogramma!

Più che egregia la scelta delle parole, la loro mescolanza e la loro musicalità. Intenso inoltre il senso di tutto il testo poetico.

Poesia bella, bella, bella! Bravissima.
Raffa - Sab Mar 03, 2007 9:15 pm
Oggetto:
E se lo dici tu sono ultrafelice, grazie!!!!!!!!!!

smile 4
Aquilone - Dom Mar 04, 2007 12:04 pm
Oggetto: Il Mio Tautogramma
Tautogramma in "S" di Aquilone: Sara.

Posto qui il mio Tautogramma e considerato che il frammento non è male lo inserisco anche nelle mie opere, posso?

Poggio Mirteto 4 Marzo 2007

Sara

Sale scale,
Scegliendo scalini sicuri.

Sa solamente
Solfeggiare stelle,
Sui sassi scoscesi.

Studia soltanto
Saggezza, semina sapere.

Salgemma, sapore
Sapiente, sola sarai su
Scogli saggiandolo.

Studia stella,
Sudando sali.

Solo sole sfiorandoti
Saprà sapientemente,
Scolpire sfumature.

Scopri sera scura,
Sapori serali saggerai.

Sergio De Angelis
Monia Di Biagio - Lun Mar 05, 2007 1:57 pm
Oggetto:
smile 30 Certamente che puoi Sergio! Molto bello e ben studiato anche questo tuo Tautogramma. Ben fatto il richiamo a quello di Angela "mareblu", molto toccante e musicale questa strofa:

"Solo sole sfiorandoti
Saprà sapientemente,
Scolpire sfumature."

smile 41
Tutti i fusi orari sono GMT
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB