Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

Messaggi dalla Rete (da Amici-Lettori) - COMMENTI RICEVUTI PER "LA DAMA BIANCA".

Monia Di Biagio - Mar Feb 08, 2005 7:39 pm
Oggetto: COMMENTI RICEVUTI PER "LA DAMA BIANCA".
DI SEGUITO I COMMENTI RICEVUTI PER "LA DAMA BIANCA".

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Questo Topic è DEDICATO, esclusivamente ai: "Commenti Post Lettura", che ho ricevuto e riceverò, per il mio Libro "La Dama Bianca".

1°- DUNQUE: Se hai già letto il libro, puoi cominciare pure a commentarlo qui di seguito, CLICKANDO SU "POST REPLAY".

2°- E' da intendersi, sin da ora, che: ogni giudizio positivo o negativo che sia, sarà comunque gradito e da me ben accetto.

3°- Se invece non lo hai ancora letto, ma vorresti farlo, per poi commentarlo qui di seguito: maggiori delucidazioni (come ad esempio di cosa tratta e dove trovarlo) ed ogni altra sorta d'informazione, potrai trovarla qui, su questa stessa Sezione del Forum, intitolata appunto: "Il mio libro Edito".

GRAZIE AI COMMENTATORI! GRAZIE AI FUTURI LETTORI!

Ringrazio con il cuore in mano chi mi ha inviato queste bellissime lettere, attente recensioni e commenti più che completi e graditi!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Caramente, Monia Di Biagio.
Monia Di Biagio - Lun Giu 09, 2008 11:15 pm
Oggetto: Commento ricevuto da Boriassi Matteo.
Commento ricevuto da Boriassi Matteo.

From: Bur
To:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Sent: Tuesday, July 12, 2005 9:16 PM
Subject: From my Web!

Citazione:
Gentile Monia Di Biagio,

Stavo girovagando per la rete alla ricerca di notizie su un argomento a me piuttosto caro, il fantasma del Castello Malaspina a Fosdinovo; argomento a me caro oltre che per il mio retaggio giovanile di appassionato di queste storie anche come "compaesano" della fu suddetta dama.

Dunque durante la scarsa ricerca di questa iformazioni sono al fine piacevolmente carambolato nel suo sito, dove ho potuto constatare il suo interessamento per un' altra apparizione nella provincia, di cui personalmente, so molto poco: la Dama Biancha di Massa, appunto.

Non ho quindi minimamente indugiato a mandarle questa mail per ordinarle se possibile una copia del libro.

Indico sotto i miei dati e la ringrazio in anticipo.

Saluti da Boriassi Matteo.

Monia Di Biagio - Lun Giu 09, 2008 11:26 pm
Oggetto: Commenti dal Produttore: Leonardo Breccia.
Commenti da parte di Leonardo Breccia, Produttore televisivo: Soc. Polivideo ed Autore del programma "Presenze", in onda su SKY.

-1° messaggio-

From: Leonardo Breccia
To:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Sent: Thursday, January 12, 2006 5:25 PM
Subject: La Dama Bianca

Citazione:
Gentile Signora Di Biagio,
ho ricevuto, come su mia interessata richiesta, la Sua "Dama Bianca", nonchè il racconto che l'accompagna, e la ringrazio di cuore.

Come ho avuto modo di accennarle per telefono, però il mio atteggiamento nei confronti dei fenomeni cosiddetti paranormali è di sostanziale scetticismo.

Ma dopo averla sentita parlare del suo lavoro, delle esperienze e delle emozioni da lei vissute, sono certo che il suo libro sarà per me una lettura appassionante.

Ancora grazie e spero di sentirla nuovamente.

Un cordiale saluto,
Leonardo Breccia.



-2° messaggio-

From: Leonardo Breccia (Produttore Polivideo)
To: Monia Di Biagio
Sent: Tuesday, January 17, 2006 3:10 PM
Subject: La Dama Bianca

Citazione:
Gent.ma Monia,
grazie ancora per il bel libro e per la sua disponibilità a collaborare eventualmente con noi.

A proposito dell'ultraterreno, dei mondi paralleli o per dirla "a modo suo" del "tutt'uno", trovo affascinante il suo approccio e la sua "fede?" in questi fenomeni diciamo cosi' "fantastici".

Concordo pienamente con lei solo quando dice che "todo depende, da che punto guardi il mondo, todo depende".

Quando invece cita Icaro come esempio mitico di scetticismo smentito mille e mille anni dopo dal volo degli uomini sulla luna, non posso che concludere che lei è una vera artista e, in quanto tale, ha il raro dono di una stupefacente fantasia.

Sapesse quanto l'ammiro e la invidio. Per questo. Io ahime', sono banalmente prosaico: non riesco a volare neppure con la fantasia.

Un caro saluto, Leonardo.



-3° messaggio-

Da: Leonardo Breccia, Soc. Polivideo.
A: Monia Di Biagio
Inviato: giovedì, 2 febbraio 2006 11:42
Oggetto: La Dama Bianca

Citazione:
Carissima Monia,
ma forse, dopo aver letto il suo affascinante romanzo e lo scritto aggiuntivo, dovrei dire carissima Dama Bianca.

Già, proprio cosi'. Perchè ormai nella mia testa la sua immagine e quella della eterea Dama tendono a confondersi. Tanto grande mi pare, leggendo il suo libro, l'itentificazione della scrittrice con la sua creatura.

Cosa comune agli artisti del resto. Non era forse Flaubert che diceva "Madame Bovary, c'est moi"?

Non me ne vorrà quindi se dico che comincio a considerare lei e la Dama Bianca due "Presenze", stavo per dire due aliene, ovvero due esseri che vivono o vengono da mondi a me ignoti.

I mondi delle leggende e delle favole, del sogno e della fantasia.

Mondi ai quali non credo, ma che mi affascinano, come mi affasciano tutti i miti in generale. Di Omero non amo tanto le epiche battaglie di Achille ed Ettore o le avventure dell'astuto Ulisse, quanto invece le vicende fantastiche degli dei coi loro amori e i tradimenti, le passioni e le debolezze, le ire e i capricci. Amo le ninfe e le naiadi, Teseo e il minotauro, Giasone e il vello d'oro, Prometeo e il fuoco.

Tutto cio' lo amo perchè sono fiabe appunto e altro non vogliono essere, almeno per noi uomini del 21.mo secolo.

Se i fantasmi quindi li interpretiamo in chiave di mito, mi vanno benissimo; se invece si vogliono leggere come "presenze" che sono in qualche rapporto con l'adilà, ebbene allora si', sono scettico, quanto suo marito o forse anche di piu'.

Cio' non significa che io non rispetti quanti, come lei, invece credono anche se non vedono. Diro' di piu', li invidio.

Invidio la loro anima "fanciulla", la loro disponibilità all'incanto. E invidio particolarmente chi, come lei, trova del tutto normale "pilotare i sogni".

E come potrebbe essere diversamente per un vecchio barbogio come me che crede solo in cio' che vede, e i sogni non solo non li pilota, ma non riesce neppure a farne. Ne' ad occhi chiusi nè ad occhi aperti.

Lei afferma di possedere, della sensitiva, tutti i requisiti dell'elenco fatto da Di Grazia, ma se capisco bene, non vuole andare oltre. Pur senza essere scettica, vuole restare "distante". Non so se è un bene o un male.

Posso solo dirle di lasciarsi guidare dalla sua sensibilità e dal suo intuito che devono essere, mi pare, a un livello molto alto. Si lasci andare e non abbia paura di apparire diversa o di essere considerata pazza. Lei ha un dono: quello di stupirsi.

E come lei stessa scrive "lo stupore nasce quando la Fantasia si trasforma in Realtà. A noi la scelta." Sono parole sue che trovo bellissime e che condivido. Non sciupi questo dono, se lo tenga stretto.

Lei per arrivare a questo punto ha compiuto un buon tratto del percorso, mentre io, come lei stessa dice, non ho neppure iniziato. E credo che non iniziero' mai, anche se la sua conclusione che "un giorno capiremo tutto", mi espone alla tentazione.

Monia carissima, temo che, per colpa sua, stia per addentrarmi su un terreno scivoloso. Temo di essermi dilungato troppo, ma volevo solo darle una piccola prova che il suo libro l' ho letto e anche con grande attenzione. E allora smetto, anche per non annoiarla oltre.

La lascio alle sue poesie, alle sue Dame Bianche, ai suoi stupori, alle sue fantasie, alle tante cose belle che abitano il suo animo.

Un caro saluto, Leonardo.

Monia Di Biagio - Lun Giu 09, 2008 11:37 pm
Oggetto: Cara Monia, La dama Bianca per me…
Cara Monia, La dama Bianca per me…

Commento ricevuto da RAFFA - Inviato: 16 Ott 2006

Citazione:
Parto dalla fine per spiegarti cosa mi ha lasciato dentro, la lettura de “La Dama Bianca”.

Devo dire che sono rimasta male nel leggere le “Conclusioni” nelle quali hai detto proprio ciò con cui avrei voluto esordire in questo mio piccolo e modesto peregrinare nella tua storia di un fantasma in cerca di autore.

Credevo inizialmente di ritrovarmi a leggere una storia tra realtà e fantasia, un romanzo, un giallo… mai avrei pensato di lasciarmi prendere e catapultare indietro nel tempo quando, da ragazzina, noi nipoti ci sedevamo intorno alla nonna per sentirle raccontare favole e storie di fantasmi.

Ho riprovato quella sensazione indefinibile di curiosità sempre crescente, quel brivido misto di caldo e freddo che, allora, mi teneva inchiodata alla mia “sediolina di legno e paglia” mentre avrei voluto correre tra le braccia di mamma che guardava, insieme alle mie zie, noi bambini rapiti e spaventati dalle storie di nonna.

Sono cresciuta, ho ascoltato ora il racconto con una maturità diversa e, pur potendo, non mi sono alzata dalla mia “sediolina di legno e paglia” dove sono rimasta, affascinata dalle tue storie!

La tua storia è stata per me conoscenza ed insieme punto di arrivo e di partenza.

La Dama Bianca mi ha fatto conoscere un’altra dama “bella, saggia e di carattere fermo…” come tu dici di Ottavia Thea Porta: quella dama sei tu Monia, di cui ho apprezzato professionalità, umiltà, competenza, intelligenza, umorismo e amore che, ora lo so, riesci a mettere in tutto ciò che fai.

Professionalità e umiltà sono le doti che ti hanno indotto a raccogliere tutto il materiale necessario a percorrere un cammino difficile facendo in modo di esserne veramente all’altezza, senza improvvisazioni che sarebbero state solo una mancanza di rispetto verso chi ti legge.

Competenza e intelligenza sono tangibili in quel modo sempre semplice e chiaro, anche per il lettore neofita, di spaziare dalla letteratura alla filosofia, dalla parapsicologia all’archeologia, dalla storia all’ufologia.

E pure in un saggio così importante viene fuori la Monia che già conoscevo, quella dell’umorismo di “Ciao, grazie a te!” o di “Elettrizzata & 17”, o quella capace di lasciare lì come niente fosse, tra una descrizione geografica e l’altra, piccole verità (…queste storie appaiono credibili perché confermano i timori inconfessati di chi le ascolta) o accenni di poesia:

“…poche spettrali rovine carezzate dal vento marino…”, “…erte viuzze che tante vite hanno saputo accudire e celare, fino a renderle libere, come libero si fa lo sguardo quando dai monti scende verso l’aperto mare e si perde nell’infinito orizzonte…”.

Tanto di cappello dama di ferro!

Ma la Dama Bianca è anche un punto d’arrivo per me, nel senso che, ti dico con molta umiltà, ci sono in questo saggio cose che non conoscevo, attraverso le quali ho viaggiato come portata per mano, senza fatica.

Eppure si è trattato di argomenti importanti che hai saputo dire in maniera esaustiva spalancando la mente del lettore su di un panorama vastissimo nel quale ognuno sceglierà poi un punto di partenza.

Sembra un controsenso ma è proprio così. Tutto chiaro il panorama generale, come meglio non avrei saputo fare se avessi voluto farmi un'idea su tutte le sfumature di un fenomeno così curioso; ma dopo la lettura de La dama Bianca c’è in me il desiderio di approfondire alcune cose, di iniziare la “mia” ricerca avendo ormai tutti gli spunti necessari per soddisfare la curiosità stuzzicata dalla tua storia.

Storia che leggerò ancora, e ancora!

Perché ad ogni passaggio vi troverò nuove verità, oggettive e soggettive in quanto frutto della Tua serietà e sensibilità.

Grazie Monia!
Raffaella, tua grande ammiratrice.

Monia Di Biagio - Lun Giu 09, 2008 11:47 pm
Oggetto: Sinceramente e sentitamente, Grazie.
...Questi iniziali "puntini di sospensione", mi servivano solo per prendere fiato... Per provare a dirti con quello che resta: GRAZIE!

Sebbene "nessun grazie", anche scritto maiuscolo, potrebbe essere degna risposta a quanto ho letto sinora. E che non ho più neanche il coraggio di rileggere. Sono sinceramente commossa...

Il solo leggere, nelle prime righe: "ecco cosa mi ha lasciato dentro, la lettura de “La Dama Bianca”, mi commuove oggi e mi commuoverà per sempre! avresti potuto seguitare con "uno schifio"... ma intanto quelle prime parole "di aver lasciato qualcosa dentro" (qualsiasi cosa seguitasse poi, mi avrebbero commosso comunque!

Quel Lapsus linguistico poi di cui mi parlasti: "massaggio" al posto di "messaggio"... Beh, ora mi sembra perfetto per me: perché in quale migliore "massaggio dell'anima" avrei potuto sperare?

Tu, poi, mi parli di "competenza": ed io leggendo questa parola, invece, ahimè, vorrei solo chiedere sentitamente perdono al lettore... Ed in particolar modo al tipo di lettore quale sei stata tu... Ora qui pubblicamente non posso dilungarmi su quanto vorrei rispondere ad onor del vero, riferito a questa grande parola, velata, me medesima, in questo momento da un alone di pura vergogna.

Tutto quel che posso dire è: che un giorno RIPUBBLICHERO' DEGNAMENTE "La Dama Bianca", e spero proprio esattamente com'è salvata sul mio p.c. Solo allora anche io potrò condividere quella parola, con te, così bella per me stessa "competenza" parola della quale, oggi, questo debbo per forza dirlo, per colpa di altri, mi sento indegna.

Tu hai comunque voluto onorarmi di questa gran bella parola.

E se mai ci sarà una ristampa di "La Dama Bianca" permettimi di fartene dono. Sarebbe per me, questa un'ulteriore immensa gioia, perchè saprò che il libro è tra le mani di chi, anche se "non perfetto" sin da subito ha saputo comunque apprezzarlo. (E ribadisco, il non perfetto, come l'ho scritto, come lo avrei voluto vedere stampato, proprio per quella incompetenza, di altri, che non san fare il loro mestiere e che tanto ancora oggi mi amareggia e mi addolora....)

Ecco dunque che nei confronti di questo sentimento e questa voglia di rivalsa non per me, ma per il libro stesso, che mi accompagna da ben tre anni, sentire parole come le tue, fa bene al cuore, lo ingentilisce, facendolo meno penare.

Ti ringrazio veramente di cuore Raffa. Per essere qui presente, per avermi permesso, con una storia che tanto ho amato, di entrare in casa tua, e credo di aver ben inteso, anche nel tuo cuore.

Cara Raffa, sinceramente e sentitamente, Grazie.
Monia Di Biagio - Lun Giu 09, 2008 11:59 pm
Oggetto: Matteo Grimaldi: era ora no? Che ti commentassi...
...Era ora no? Che ti commentassi...

Matteo Grimaldi, il 04 Aprile 2006, ha scritto:

Citazione:
Ciao Monia! Ti ricordi di me o mi hai rimosso?! Il vecchio Matto! "Una delle 4 mitiche e leggendarie M"!

Volevo lasciarti un commentino sul tuo libro, visto che l'ho letto da parecchio tempo, te l'avevo promesso e ancora non l'ho fatto!

Mi è piaciuto molto. La semplicità con cui tratti argomenti decisamente complicati e pieni di intrighi. Lo stile diretto e coinvolgente permette al lettore di entrare nella storia come se la stesse vivendo lui l'avventura, come se la Dama Bianca l'avesse incontrata lui, in qualche vicoletto di periferia.

Ti dico cosa non mi è piaciuto, perchè io sono sincero, ma credo che non sia tu la responsabile. Non mi è piaciuto il lavoro della casa editrice, a partire dall'estetica. Il libro meritava forse un trattamento migliore!

...Comunque: l'importante è non fermarsi mai!

Un bacione Monia e alla prossima!
Matto81

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:08 am
Oggetto: Commento ricevuto da Livia
Commento ricevuto da Livia

Il 25 Settembre 2005, Livia scrive:

Citazione:
Alla "Brava Autrice", debbo dire che io ho letto questo libro, (tra l'altro avuto in regalo, a me che sono appassionata di storie misteriose) e che mi è piaciuto e mi ha intrigato moltissimo!

La parte che mi ha più entusiasmato è stata quella dei vari misteri che certo conoscevo, ma non così approfonditamente, tipo la spiegazione sugli O.O.PART... Come non restare poi affascinati dalla stessa "Dama Bianca"?

Non sapevo della sua presenza così massiva su e giù per la nostra penisola. Tra l'altro una appare anche qui vicinissimo a casa mia, che di certo non mancherò di andare a trovare ;)!

Grazie e complimenti vivissimi a te, che hai scritto il libro!

Ciao Livia.

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:14 am
Oggetto: Commento ricevuto da Pallina
Commento ricevuto da Pallina

Il 25 Settembre 2005, Pallina scrive:

Citazione:
Ciao Monia!!
Ho letto il libro tutto d'un fiato, ma non avevo visto questo post dove mettere i commenti, così ti scrivo solo ora... Complimenti, mi ha fatto davvero "impressione" leggerlo, soprattutto se pensi che io quell'anno e in quel periodo ero li in vacanza, mi vengono i brividi solo a pensarci... Io sono una che si può definire "fifona", però sono anche molto curiosa e il tuo libro mi ha davvero "presa", tutte quelle esperienze vissute in prima persona.. brrr.. io sarei morta di paura!! Mi torna in mente la persona che dice di averla vista come se fosse in macchina con lei... mamma mia!! Ehehehe, per fortuna a me non è mai capitato!! Interessante anche l'ultima parte, dove scrivi dove si possono trovare le altre dame... Adesso so quali sonoi posti che devo evitare!!! Complimenti davvero, a me il libro è piaciuto tantissimo!! ciao da pallina.

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:18 am
Oggetto: Commento ricevuto da Syro.
Commento ricevuto da Syro.

Wednesday, May 18, 2005 - From BooKcrossing

Citazione:
Mi accorgo solo ora di non aver fatto la JE per questo e-ring!

(che figuraaaaaaa.....)

Beh, comunque il libro mi era piaciuto, con tanti tantissimi argomenti
appassionanti che mi hanno parecchio incuriosita e stimolata a cercare
altre letture e informazioni.

Adoro visitare castelli, e quelli con fantasma sono davvero i miei
preferiti! Domenica scorsa sono stata a Fosdinovo PROPRIO per incontrare la TUA Dama Bianca... ed è stata una visita proprio suggestiva!

Ciao Monia e grazie per avermi dato l'oportunità di conoscere questo libro!

By syro from Reggio Emilia - Book Rating: 7 out of 10

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:25 am
Oggetto: Commento ricevuto da Black Lilith.
Commento ricevuto da Black Lilith.

Messaggio inviato il 27 Mar 2005, from another Book Crossing Member.

Citazione:
Carissima,
scusami se ho latitato ultimamente e non ho fatto le j.e. del ring. Ma ho letto il libro e mi è piaciuto tantissimo!

Per farti cosa, spero, gradita... guarda a questo indirizzo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Una copia del libro h arrivata oggi ad Arezzo, e verrà letta dalle ragazze
dello staff di un negozio d'abbigliamento giovane.

Già avevo lasciato tempo fa un libro e si sono subito iscritte a Bookcrossing.com!

:-) Sono certa che farà buon viaggio anche questa copia!

Ah, il nastrino bianco a cui si riferiscono, era un semplice nastro con cui avevo legato i due volumi per tenerli assieme... Vedo che hanno gradito!

;-) Un mega abbraccio! Valeria.

BlackLilith:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:47 am
Oggetto: Commenti ricevuti, da Cettina di Milazzo (ME)
Commenti ricevuti, da Cettina di Milazzo (ME)

-1° messaggio di Cettina, inviato il 27 Marzo 2005-

Citazione:
"Inizio a scriverti col scusarmi se ti sono arrivate dozzine di mie lettere tutte uguali sul sito! Già non riuscirai a sopportarmi più, :-)! Ho finito col farmi conoscer subito! :-(

Ho il computer completamente in panne, e non posso assolutissimamente rischiare che non ti sia arrivata alcuna mia lettera, per questo, se fosse stato così, te la rimando dalla mia email originale, a scanso di eventuali problemini, così sto tranquilla, la mia email è più sicura!

Ed ecco la mia lettera. Baci...


-2° messaggio, di Cettina-

Citazione:
(Ecco la lettera precedente a cui facevo riferimeno!)

Buon giorno a te!

:-) Mi scusi, se involontariamente ho cominciato a scriverle in un modo poco consueto, nel parlare con un'autorità come lei nel campo della "Letteratura"!!!

Mi sento quasi, quasi una piccola e simpatica bertuccia!
Haimè, che modo d'iniziare una lettera!

La sento così vicina al mio modo di esser e di scrivere, (magari questo, lasciamo perdere!) che mi vien proprio di darle del "tu"!

Bando alle inutili ciancie, mi perdoni proprio, sento che devo darle del "tu"! Ancora perdono! :-)


-3° messaggio, di Cettina-

Citazione:
Mia cara Monia Di Biagio, ho letto il tuo splendido libro "La Dama Bianca", come non rimanerne colpita?

Ho cercato il prima possibile di potermi collegare e cercare un tuo eventuale sito!

Ed eccomi qui che ti scrivo, che emozione :-) !

Amo scrivere, amo il computer, amo il mistero ed ora amo questo sito! Scusami, troppo ruffiana???

Ho letto il tuo libro, ho letto di te, le cose che più ami, le amo anch'io e ci accomunano!

C'è solo una "piccolissima differenza", col tuo carisma hai sfondato, io col mio modo di pormi al Mondo, le mie poesie e storie non hanno messo naso fuori dai miei immensi diari!

E con questo non credo che se fosse stato il contrario, sarei mai arrivata al tuo livello!!!

Mi presento, (e sarebbe anche ora!)...

Mi chiamo Cettina, ho 22 anni e vivo a Milazzo, in prov. di Messina, una bellissima e ridente cittadina sul mare, con un imponente castello medievale, che la sovrasta!

Figurati... credo che solo questo basti a farti capire quante leggende mi hanno accompagnata durante la lunga strada della mia crescita! :-)
Qui la "Dama Bianca", (perchè non poteva che esserci anche qui!!! Come si dice tutto il Mondo è paese!), ha una storia simile alla vostra discendente dei Malaspina!

Se t'interessa potremmo scriverci. Con questo non voglio solo attirare la tua attenzione, ma penso che sarebbe un immenso onore per me aver l'opportunità di scambiare con te qualche concetto interessante e profondo!

Scriverei fiumi, ma haimè il tempo stringe, ed il lavoro, non può aspettare!

Ti mando i miei più sentiti complimenti, e saluti sinceri dall'antro più nascosto e profondo che ci sia nel mio cuore! :-) Cettina.


Carissima Cettina,
non ti preoccupare ogni tua e-mails è giunta a destinazione e mi ha inebriato il cuore e l'anima. Come ringraziarti per le stupende parole? Non so, ci provo ma sono emozionata... E l'emozione è l'unico sentimento che riesce a sopire la mia innata prolissità, a disciogliere uno dopo l'altro l'infinità di concetti nella mia mente che vorrei riggettare all'unisono su questo foglio elettronico.

Ebbene, iniziamo così: innanzitutto piacere vero di poter fare la tua conoscenza. E grazie infinite per aver letto il mio libro e per ogni tuo complimento che ne è seguito.

Altresì è per me è un onore poter parlare con te e certo anche poterci dare del tu, perchè in fin dei conti sapere le mie pagine tra le tue mani, sotto i tuoi occhi, e le mie parole nella tua mente, inevitabilmente a km di distanza mi fa sentire vicinissima a te. Sono felice di sapere che tanto abbiamo in comune, specie l'amore per la scrittura e per i misteri. E spero che questa nostra corrispondenza appena nata possa continuare.

Naturalmente se tu vorrai, mi piacerebbe pubblicare questa tua e-mail tra "le lettere più belle" che sono giunte nelle mia casella di posta dal mio sito.

Ed ora resto in fervida attesa del racconto della Dama Bianca di Milazzo, che spero vorrai raccontarmi.

Grazie ancora per questo gradevolissimo contatto. Ed in attesa di un tuo cordiale riscontro colgo l'occasione per augurare a te ed ai tuoi cari Buona Pasqua!

Caramente, Monia.


***************

-4° messaggio, di Cettina-

Citazione:
Carissima Monia,
ricever la tua e-mail di risposta,
mi ha reso allegra come un gatto che rincorre il suo gomitolo di lana! :-)

Come avrai capito mi piace sì, molto scrivere, ma rendere tutto più allegro, con qualche mia forse un po’ stupida battuta, buttata di getto, un po’ qua e là senza tanto pensarci!

Sono una persona molto allegra e il Mondo della scrittura, fa sì che lo sia ancora di più!

Levatemi tutto, ma non la penna, se proprio, non ho una tastiera e il pc tanto amato!

Scrivere, libera in me, una strana energia che mi fa stare bene, un’energia positiva che sento tutta attorno a me espandersi ed avvolgermi, anche adesso che ti sto scrivendo!

Sento che si emana, man mano che scrivo, è come una sensazione che ti rende soddisfatta!

Soddisfatta di aver impresso i tuoi sentimenti, i tuoi pensieri, su una pagina bianca che man mano prende forma dando vita ad un qualcosa, che rivela te stessa!

Mamma mia!!! :-o

A volte mi accorgo che faccio fatica a sopportarmi persino da me, tutti mi dicono che scrivo sempre troppo, mi dilungo in lungo ed in largo! :-)
Questo mi è piaciuto da subito di te, nel leggere, ciò che hai scritto nella Dama Bianca!

Hai approfondito tanto, tanto, tutti i concetti su cui potevi e sentivi di doverlo fare, senza la minima paura di poter annoiare il lettore, mi hai sconvolto!

Nel senso buono! ;-)

Ho rivisto nel tuo modo di scrivere qualcosa che c’è forse anche solo in piccolo nel mio modo di scrivere, lo dico con molta modestia. Il modo di narrare e approfondire per far sentire chi legge dentro il racconto!

Tutti i concetti che hai approfondito, tutte le più pazzesche teorie affrontatesi nel contesto, di ciò che il “Mondo degli scettici” ritiene inverosimile, se addirittura impossibile, teorie che affascinano l’Umanità dai suoi più lontani arbori, domande alle quali nessuno, o pochi coraggiosi hanno avuto il coraggio di cercarne la risposta!

Mi hai sconvolto! La sera mi adagio sul letto, sotto le coperte, i miei occhi scrutano nell’oscurità, e non riesco a prender subito sonno, migliaia di punti interrogativi aleggiano leggeri nella mia mente confusa, hai risvegliato in me quell’Anima ricercatrice che mi ha da sempre contraddistinto e che da sempre mi accompagna, ma negli ultimi tempi si era sopita, per motivi fra i più comuni, tra i quali, il lavoro, la vita dura e tutto il resto!

Il mio povero pc, che và a rilento, mi fa da testimone di ciò e molto appesantito dall’enorme materiale che ho raccolto in un questi anni, cerca di fare del suo meglio pian piano continuando a sopportare le mie assurde pretese che raccolga ancora un po’ delle mie ultime novità trovate!

Al più presto spero di poter acquistare una “pen-drive”, così da farne uno scrigno personale delle mie informazioni più interessanti!

E poter alleggerire il mio diligente computer permettendogli di tirar un sospiro di sollievo, così sarà anche più veloce nella connessione. Veramente ho anche una graziosa raccolta delle immagini più fantastiche, e fantasiose che ci possano essere! Dalla quantità, pesantuccie anche loro…

Vorrei renderti partecipe, parlarti e accennarti qualcosa riguardante la mia raccolta, in cui ritrovo storie inverosimili di streghe, le così dette Dame nere; storie di folletti, abitanti di castelli e dei più disparati luoghi incantati; fate, le Dame bianche alate; leggende e misteri di tutti i tempi, come Il Santo Graal, Atlantide, e Il mito di Re Artù e la mitica Avalon.
Di tutto un po’ insomma! :-) ma non mancano di certo storie di fantasmi!
Eppur anche se amo molto il mistero rivedo in te come ti sei descritta anche tu nel tuo libro, la mia indole fifona!!!

Ma bando alle ciancie… Non voglio più annoiarti, credo di aver esagerato un pochino, ti racconto la storia delle Dame Bianche del mio bel Paese, Milazzo, così accontenterò anche la tua curiosità!

Hai capito bene, le Dame, sono più di una, almeno due! Ecco le loro storie…

“Non potrai mai avere la completa visione di questo edificio così solitario ed allo stesso tempo palpitante di vita, del Castello di Milazzo, se non si collegassero i misteriosi meandri che si svolgono al suo interno, immensi sotterranei, gli inesplorati passaggi segreti, attraverso i quali fuggirono: un amante segreto, dei prigionieri, i castellani in una cerca di scampo; e poi i maledetti –e pur bramati –tesori, per cui vite umane furono sacrificate e che per tanti anni furono causa di spargimento di sangue. E come ogni importante Castello, anche quello di Milazzo ha il suo fantasma. Si narra dell'esistenza di una bella e sfortunata fanciulla, una tale Elena Baele, di nobile Casato, vissuta nelle terre del Capo di Milazzo, tra i poderi degli ulivi antichi e le scogliere a picco sul mare... La poverina si era perdutamente innamorata del figlio del campiere, che lavorava alle dipendenze del padre... i due giovani si amavano in segreto ed insieme, essendo due cavallerizzi provetti, facevano lunghe passeggiate tra le splendide scogliere del Capo, là dove Milazzo abbraccia il mare tra le spume e si protende verso le isole Eolie... Ebbene, essendosi il padre della bella giovine accorto di quanto accadeva, pensò bene di congedare la famiglia del ragazzo dalle sue terre, data loro una lauta ricompensa di buonuscita... tuttavia Elena, presa dallo sconforto, non trovando più il suo amato, chiese il permesso di fare una cavalcata, e galoppò col suo destriero fin oltre le scogliere del Capo, lanciandosi nel vuoto dalla rupe e finendo tra le spume di quel mare che aveva da sempre ammirato nell'abbraccio amoroso col suo lui. negli splendidi tramonti della Baia... La leggenda narra che nelle notti d'estate il fantasma della sfortunata giovane cavalchi ancora tra le scogliere in cerca del suo uomo... Ma nessun pescatore che la scorge ha paura di lei, anzi si commuove ascoltando i suoi singhiozzi...

Nelle notti di luna di marzo, invece, si racconta di un altro ectoplasma che si materializza nei pressi del Castello, aggirandosi tra i torrioni, in bagliori di luce sinistra, che si accompagnano ad un lamento soffocato, come di singhiozzi strozzati in gola. Si tratta del fantasma di una donna, che scoperta tra le braccia del suo Lui, un soldato, inviso ai familiari di Lei perché appartenente a famiglia del popolo, non agiata, venne costretta a farsi monaca di clausura. La poverina, tuttavia, continuò in segreto ad amare il suo uomo, afflitta nell’animo da questo amore che le corrodeva il profondo delle viscere, non essendosi rassegnata. Tuttavia fu nuovamente scoperta e, come estrema punizione, fu sepolta viva tra le mura del Torrione del Castello. Sembrerebbe, anche, secondo quanto giurano di riferire gli abitanti del luogo che si tappano nelle loro case, atterriti ed ascoltano attoniti, che altre anime dannate le facciano da corteo, trattandosi con ogni probabilità dei morti non consacrati del piccolo cimitero inglese che è nei pressi…”


Spero ti abbiano affascinato, le due storie delle nostre Dame, ci sarebbe altre storie di fantasmi non riguardanti Dame, ma credo che forse col mio lungo scrivere, ti abbia annoiata un po’!!!

Se t’interessa potrei raccontartele la prossima volta!

Per quanto riguarda le più belle lettere, al solo pensiero “vado in brodo di giuggiole”, che bello!

Ti ringrazio tanto! Sono proprio contenta di aver iniziato questa conoscenza con te, d’intraprendere questo nuovo cammino!

L’ho sperato da quando ho letto il tuo libro, spero che dopo questa lunga, lunga e-mail, non ci rinuncerai quasi da subito alla tua proposta iniziale di conoscerci!

Già non mi sopporti più, lo so!!! :-p

Basta, vai in pace! Sarai stanca e io ho gli occhi che mi bruciano e mi gridano: Pietà per piacere!

Tanti baci e tanti auguri a te e a tutti i tuoi cari di una felice Pasqua!"


-5° messaggio, di Cettina-

Citazione:
Buonasera cara Monia! Come stai?
Sono Cettina di Milazzo, con molta improbabilità hai presente chi possa essere, anche se l’ultima volta che ti ho scritto sarà stata una settimana fa, forse non hai più nemmeno la mia e-mail!

Sono tornata nel tuo sito, mi ha fatto molto piacere vedere le mie due e-mail, pubblicate nelle pagine del tuo sito, anche se la seconda non me l’aspettavo, non mi avevi informato che avevi intenzione di pubblicare sul sito anch’essa! Che sorpresa?!

Mi trovo tra i tanti tuoi ammiratori, "siamo tutti tante piccole voci in coro"!:-)

Spero che ti siano gradite le storie fantastiche sul mio bel Paese! E che ti abbiano anche in qualche modo affascinato!

Ti mando qualche immagine del tetro e bellissimo castello del mio Paese Milazzo, così potrai dare alle tue fantasie scaturite dalle nostre storie paesane, delle immagini correlate, non di sola fantasia ma di pietra è la costruzione, e di fattura le immagine fantastiche diverranno come lo è esso, concrete!

Tanti affettuosi saluti, con la speranza che tu possa ritagliare un piccolo spazzietto di tempo, per una delle tue tante lettrici, con forse l’assurda e non quanto meno sciocca presunzione di una approfondita conoscenza della persona che c’è dietro chi scrive!!!

Sbaglio, pecco un pò troppo di presunzione a volte o solo d’ingenuità, quando in un’utopia spero di esser l'unica o tra le poche ad esser notate e privilegiate, in qualche modo, senza poter dar abbastanza ampio spazio e tempo a tutti!

Continuerò a stare nel mio posto, tra l’umile “silenzio del lettore”, col solo sognare la probabile conoscenza con la lettrice, la quale mi parla di sé tra i suoi racconti, ma non parla di sé tra una lettera e l’altra!

Come speravo potesse esser dopo che t’invitai a scambiar qualche concetto interessante e mi dicesti che l’avresti fatto con piacere!

Scusami ancora, nel tuo immenso da fare, starai componendo qualche altra meraviglia della letteratura italiana, mi raccomando, spero di saperlo presto, in caso vado subito a fornirmi in tempo di una copia quando verrà pubblicato! Scusa la mia curiosità , ma dimmi hai qualcosa in costruzione di nuovo per ora?

Un giorno seguirò le tue orme, io spero! Ricorderai forse, penso di no, la lettrice che con pazienza andava contro il fiume del destino, e cercava di vincere le barriere delle dimensioni, tra le pagine del mio libro, scriverò, di come ho iniziato e chi sono stati i miei più ispirati scrittori, in seguito leggerai nella lista, un nome che ti sembrerà familiare…
Saluti cari....anche se forse gli ultimi…

P.S. Devo stupirmi se troverò anche questa lettera fra le migliori? No, penso che non ci sarà, un saluto, “forse” un ultimo saluto, dipende da te, rimane tale, uffà! Son triste….

Ti mando tanta fortuna che ti rallegri sempre…. l’Anima e il cuore!!!….Ed in allegato una delle mie immagini di fantasia in omaggio, un Dama Bianca!!!!!!!!!!!!!!!

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 12:55 am
Oggetto: Commento ricevuto da Vivena
Commento ricevuto da Vivena

Monday, March 07 2005, from Book Crossing.

Citazione:
"Coinvolgente ed interessante la prima parte, ottimo spunto per la ricerca e l'approfondimento di parecchi argomenti.

La seconda, un po' meno, forse non era quello che cercavo....

...Ma ugualmente, grazie a Monia soprattutto per essere venuta fin quassù a presentarlo e a farsi conoscere."

By vivena from Penia di Canazei, Trentino Alto Adige, Italy.

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 1:01 am
Oggetto: Commento ricevuto da Claudia.
Commento ricevuto da Claudia.

Citazione:
"Ciao Monia... Volevo scrivere sul tuo forum il commento finale al tuo libro che ho anche messo su
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


...Dunque, te lo copio qui di seguito ringraziandoti davvero della tua disponibilità (anche alle critiche)... So che i Bookcrorsari sono molto eisgenti e forse a volte sono un po' duri, ma tu sei stata carinissima con tutti noi. Spero di ritrovarti presto, verrò a curiosare sul tuo sito e tu avvertici dei tuoi lavori, mi raccomando!

Un bacione e in bocca al lupo per tutto!" Falbalà - Claudia

"Finito! ...e passiamo al commento finale:

Il libro nel complesso mi è piaciuto, soprattutto nella parte di indagine vera e propria sulla Dama Bianca. Gli articoli di giornale, le varie apparizioni, la visita al castello e soprattutto le interviste (in quella sel Signor X, avevo anche un po' di prividi di paura) sono davvero interessanti.

La parte più "didattica" in cui viene spiegata tutta la teoria che sta alla base della ricerca fatta da Monia (la classificazione dei fantasmi, l'ufologia, lo zed, Palenque.... ) è altrettanto interessante ma, a mio parere, distoglie un po' da quello che mi aspettavo di trovare.... Ma mi ha comunque dato un sacco di spunti su cose che vorrei approfondire in seguito.

Invece il secondo volume con tutte le Dame Bianche italiane è molto carino, ma più che da leggere è da consultare e spulciare secondo le proprie curiosità.

Grazie a Monia dell'opportunità che ci ha offerto... spero che resterai dei nostri!"


Carissima Claudia,
Voi, per primi, siete stati carinissimi con me ;0) !

Inoltre hai appena fatto le perfette "analisi del sangue al mio libro": 1- qualcosa da leggere e approfondire, nel primo volume. 2- un po' di suspence, la stessa che poi ho provato io nell'incontro dei testimoni oculari... 3- E il secondo volume da spulciare a proprio piacimento o a random, partendo dalla Leggenda della Dama Bianca della propria regione, passando poi alle altre, oppure no!

...Beh, sempre nel secondo volume, ameno "Le Conclusioni", dove ringraziavo per avermi dato la possibilità di essere stata "il vostro cantastorie di turno", spero tu le abbia lette... Altrimenti,te lo ridico ora: GRAZIE!

Caramente, Monia.

P.S. Quasi dimenticavo: certo che sarò sempre dei vostri, ormai mi sento "una corsara" a tutti gli effetti, e... "Liberare i Libri" è una cosa entusiasmante! Certo con l' organizzazione di BookCrossing, dietro... Che è meglio delle poste: si sa sempre da dove partono e dove sono andati a finire i libri ;0) !

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 1:30 am
Oggetto: Commenti ricevuti da Falbalà, BookCrossing, Italia.
Commenti ricevuti da Falbalà, BookCrossing, Italia.

-1° messaggio, Falbalà scrive:

Citazione:
Monia! Aspetta!
...Io non ho ancora finito il tuo libro... Non ci lasciare!
Comunque il secondo libro è proprio interessante e la storia del signor X mette i brividi.... ma non avevi paura mentre ti raccontava dei suoi incontri con la Dama Bianca?


:D Ma certo che non vi lascio! Onestamente pensavo che non stesse leggendo e partecipando più nessuno all'e-ring, poi la scadenza era il 28 febbraio... Comunque sono felicissima che qualcuno stia ancora leggendo ed abbia qualcosa da chiedere!

Mister X, con il quale di tanto in tanto mi sento ancora, è veramente un personaggio, non solo del libro, ma anche nella vita particolarissimo. Lui e i suoi poteri, impossibile sfuggire a questi quando si è in sua compagnia.

Ogni indagine intrapresa per il libro, di volta in volta mi metteva il timore addosso, che si amplificava quando giungevo in quei luoghi descritti, poi in realtà mi trovavo seduta accanto a persone che nella loro "anormalità" erano gentilissime, sensibilissime e normalissime, e questo mi piaceva, mi piaceva molto.

Io credo che ognuno di noi proprio perché detentore di un'Anima e di un cuore senta, percepisca. Loro sentono, percepiscono tutto di più, l'amore, l'odio. Sono "Anime pure", degli eterni fanciulli e di questi conservono anche in età avanzata la purezza.

Sono rimasta affascinata da loro, come da Mister X, la sua vita non dev'essere facile, a volte "sentire oltre il dovuto" può diventare un vero e proprio ostacolo, specie nei rapporti con chi vive una vita normale, tutti i giorni! Per loro invece ogni giorno è nuovo, una battaglia continua per farsi ascoltare da chi li giudica malamente e non li ascolta mai, e solo perchè non vengono giudicati, forse migliore di noi, in pensieri ed azioni, ma semplicemennte diversi, troppo diversi!

La loro spesso è una vita votata all'aiuto del prossimo. Ma questo non lo vede nessuno, in loro viene solo vista la follia di credere ed ascoltare ciò che non c'è, ciò che la maggioranza non può vedere, sentire e percepire.

Questa è la loro croce, "tutti potremmo essere così", diceva Augusto Adolfo Rol, ma non lo siamo, e chi lo è ci fa paura. Una giornata in loro compagnia, è si una giornata diversa, perchè densa di quelle emozioni che nella vita di tutti i giorni neanche in un mese intero potremmo provare!

:D GRAZIE FALBALA'! Gentilissima e presente come sempre!


***********

-2° messaggio, Falbalà scrive:

Citazione:
...Quando ero piccola mi arrabbiavo perchè volevo parlare con i fantasmi e i morti ma non ci riuscivo... Volevo un contatto a tutti costi, per chiedere cosa poi non lo so proprio. Ora sono felice di non aver mai avuto contatti... Mi piace mia la normalità!

Ah! Altra cosa (forse l'ho già scritta): mi piace tantissimo quando parli dell'energia delle persone, della forza che è nascosta in noi. Ecco, io credo molto più nelle persone e nella loro energia che in Dio, penso che tante cose inspiegabili come i miracoli in realtà siano molto semplici se spiegati attraverso la forza che sappiamo generare (e che certe persone controllano meglio di altre)e che in tanti luoghi "speciali" (come può essere Lourdes, o Assisi) si senta effettivamente l'energia, non divina ma spirituale, che le persone riescono a convogliarvi.
Ecco...tutto qua!

Grazie Monia, sei senpre gentilissima!

P.S. Monia...scusa! Mi ero persa il tuo forum e hai dovuto copiarti i miei commenti! Prometto che li posterò anche qui! Un bacio.


Difatti hai ragione tu, Falbalà!

Proprio come dico sul libro: lo stesso Einstein diceva che noi utiliziamo solo il 10% della nostra mente, quando un giorno riusciremo ad utilizzare il 100% la nostra mente sarà "energia pura"!

Ecco io credo fermamente in questo. Ci sono delle cose che potremmo, semplicemente fare, CHE FACEVAMO, ma che non facciamo più!

Oggi c'è sempre qualcos'altro che pensa, ragione e fa per noi. Siamo come dei parassiti che si spianano la strada, un tempo tutto era più complicato e la starda bisognava spianarsela da soli, senza il minimo aiuto di cervelloni elettronici, telefonioni e via discorrendo.

Le nostre capacità mentali non aumentano, diminuiscono, quello che la nostra mente potrebbe fare è inverosimile, ma non lo fa, perchè non lo fa?

Ad esempio tutti potremmo spostare oggetti con la forza del pensiero. E questo è solo l'esercizio più banale, ma ci proviamo e non ci riusciamo, Perchè? E chi ci riesce, è anormale, ancora perchè?

Basterebbe pensare che l'universo è materia, materia che sprigiona energia, se fossimo meno "nullafacenti", forse riusciremo a capire che siamo un tutto con questa materia, questa energia. Forse io potrei scriverti questo messaggio su un pezzo di carta che hai lì vicino a te senza star qui a battere su dei tasti, per dirti quello che ti voglio dire.

Rol era così. Ed era strano, anormale, un fenomeno da baraccone, ma lui lo era e noi no.

Questo è il punto, qui inizia la pratica, sforzarzi ad imparare quello che ci verrebbe e sarebbe naturale. La paura della diversità però... E' quella che ci fregherà sempre! Noi non vogliamo essere additati come diversi, per stare bene vogliamo essere uguali agli altri, ne più nè meno. E questo modo di pensare ci fregherà sempre. Rol diceva che noi possiamo, basta volerlo!

Chissà forse un giorno mi convincerò anche io, per ora sto bene così: con il mio p.c. , il mio telefonino, gli impulsi elettrici al posto della possibilità di trasformare la materia... Va beh...

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 1:41 am
Oggetto: Altri commenti da BookCrossing
Altri commenti da BookCrossing

Questi che seguono sono gli altri commenti postati dai Lettori ed utenti di Book Crossing Italia, sul Forum:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Citazione:
-Syro (Mer Feb 02, 2005):
Ho letto le prime 40 pagine e ti posso garantire che l'impatto è stato positivo! L'argomento incuriosisce e l'esposizione mi piace! Scusa per la risposta molto telegrafica, ma ora sono di corsa!

-Falbalà (Lun Feb 07, 2005):
Ho iniziato oggi... è presto per fare un commento perchè ho letto solo una decina di pagine ma già mi intriga!

-Falbalà (Mer Feb 09, 2005):
Ciao Monia... io sono in lettura! Leggendo gli articoli che hai trovato sulla Dama Biancha mi sono venuti un po' i brividi... ma a me piacciono i brividi! Ma toglimi una curiosità: la Dama non ti ha fatto visita per ringraziarti di averla portata alla ribalta? E se venisse? Inoltre mi piace il modo con cui parli ai tuoi lettori, sei molto diretta ed è come se invece di leggere sentissi la tua voce che mi racconta la storia. I prossimi commenti quando sarò un pochino più avanti!


Innanzitutto grazie per i bei complimenti. E ci tengo a ricordarvi che gli stessi commenti potete copiarli ed incollarli, (positivi o negativi che siano) ANCHE QUI SU SCRITTURALIA: a me farebbe molto piacere! Grazie.

Detto ciò...

Ebbene no, io la Dama Bianca non l'ho mai incontrata... Almeno credo O_0 e comunque non nella forma in cui si è visualizzata a tutti gli altri!

Chissà magari c'era ma io non la vedevo, in effetti la sensazione di una presenza costante, mentre scrivevo non mancava mai?! E se non l'ho mai vista è ceramente solo perché mi sono sempre categoricamente rifiutata di vederla. Ad ogni modo c'è un bellissimo aneddoto riguardo ad una sua probabile visita nella mia casa Versiliese (Ei fu...)

...Si racconta difatti (è mio marito che lo racconta) che mentre noi due eravamo alle prese con impacchettamenti vari per il trasferimento di casa , di città, di regione che ormai come una spada di Damocle ci pendeva tristemente sulla testa, certamente presi dalla stanchezza di quegli affannosi giorni in cui stavamo praticamente inscatolando tutta la nostra vita... Ebbene, una sera mio marito si rivolse "a me" di schiena seduta placidamente sul divano, davanti la televisione spenta... Ecco ho già i brividi che mi percorrono le gambe al solo doverlo ricordare... Ad ogni modo, io presa come ero non ero affatto sul divano, non ne avrei certo avuto il tempo materiale visto che il giorno successivo sarebbe arrivato il camion dei traslochi... Difatti io non ero lì e mio marito se ne accorse in una frazione di secondo, perchè quando mi pose quella domanda e vide che io non rispondevo, ma restavo seduta di schiena, girò repentinamente lo sguardo verso la camera e vide che io ero lì intenta a svuotare la scarpiera.

Come potevo essere in due posti contemporaneamente? Si rigirò verso il salotto e difatti vide che sul divano non c'era più nessuno :o !

Credo che rimase così scioccato dall'avvenimento che non me lo raccontò subito... Anzi ebbe il coraggio di farlo solo qualche tempo dopo, quando ormai avevamo già lasciato quella casa, che io ho molto amato e la Versilia. Altresì credo che non me lo abbia detto per non spaventarmi o paralizzarmi visto che comunque dovevo continuare a muovermi perchè c'era ancora tanto da fare per il trasloco in corso.

E comunque per concludere mi piace pensare che quello sia stato il personale saluto della Dama Bianca, che ci vedeva si partire, ma ormai la mia missione era compiuta, il Libro uscito e la sua storia raccontata!

Altri Retroscena del Libro potete leggerli in questo racconto "Versilia, il mio portafortuna!" (...racconto che trovate anche qui su Scritturalia, nella sezione "Le Mie Opere" e che ho appunto scritto, appena lasciata la Versilia, e vi stupirete di come in realtà in quei tre anni la presenza certamente della Bianca Dama, mi abbia spinto a fare quello che poi ho realmente fatto!!!

Monia Di Biagio - Mar Giu 10, 2008 2:03 am
Oggetto: Altri commenti da IBS (libreria on-line).
Altri commenti da IBS (libreria on-line).

Questi che seguono sono i commenti inseriti dai lettori che hanno acquistato il libro su IBS.

ToT (31-01-2005):

"WOWWWW... Forse è tutto quello che riesco a dire, dopo aver letto dell'ufologo, la sensitiva e Mister X... Veramente li hai conosciuti? Che storia! Brava, complimenti, bel libro...Poi mi piace come scrivi... Si legge quasi tutto d'un fiato, anche se i volumi sono due, e tra i due non saprei quale scegliere, forse il secondo con tutte quelle leggende alla fine, e pure quella della mia citta' (nel Perginese) che è proprio come l'hai raccontata tu! Ciao da ToT."

Voto: 5/5

***********

Zed (31-01-2005):

"Faccio presente che io ho ricevuto GRATUITAMENTE il libro, per la promozione attiva sino ad oggi su 365 giorni in fiera, per la quale l'autrice aveva fatto una doppia promozione, scontando il suo libro a 8,50€ di modo che anche le spese di spedizione fossero incluse nei 12 € omaggio! Dunque doppi grazie!

Ad ogni modo, a me è proprio particolarmente piaciuta la parte storica trattata dall'autrice, specie quella che personalmente mi riguarda, visto il mio nome! Belle le ipotesi sul diluvio, su Atlantide, e le varie leggende su tutte le Dame Bianche italiane e non solo.

Un libro ben orchestrato a mio avviso perchè prende spunto dalla semplice apparizione, ipotetica sino alla fine, di un fantasma, per poi andare molto oltre e toccare argomenti "tutti" interessanti! Un libro che fa sognare, certo a chi è ancora capace di farlo. E come si definisce l'autrice la ringrazio per esser stata, almeno per me, un "buon cantastorie di turno"! Ciao Zed."
Voto: 5/5

***********

Roberto (04-02-2005)

"Leggendo -La dama bianca- mi sono subito sentito proiettare dentro un bel viaggio emozionale. Si, perchè l'immaginazione e la fantasia, in questo racconto vengono abilmente miscelate con le testimonianze oculari e suggestionali, raccolte da una "cantastorie" molto concreta, capace di portare noi lettori in territori fantasiosi dove accadono fatti inspiegabili e sopra la norma.

D'altronde questo libro vuole ricordarci che la stessa normalità giornaliera ci esorta a cercare sollievo e rifugio energetico nella lettura di storie paranormali, laddove ciascuno può sprigionare ancora quella voglia di fantasticare senza sentirsi in colpa, che invece la quotidianità spesso ci nega, obbligandoci a comportamenti ingessati e spersonalizzanti."

Voto: 5/5

***********

Antonio Messina (06-01-2005)

"Un Fantasma che appare tra le rive di un fiume, una donna affascinante che forse proviene da un mondo lontano, forse da Atlantide, forse anima smarrita alla ricerca di una dimora e del silenzio. Un libro colmo di mistero: da leggere per sognare. 1 solo punto in meno, per colpa di chi lo ha pubblicato!"

Voto: 4/5
Monia Di Biagio - Mer Giu 18, 2008 5:08 pm
Oggetto: Da Roberto Giorni per "La dama Bianca".
Da Roberto Giorni per "La dama Bianca".

Citazione:
Ciao cara Monia, ho iniziato a leggere il tuo libro "La dama bianca" a soli 8 giorni dall'ordinazione by web. Fin dalle prime pagine mi rendo conto che leggerlo sarà un bel viaggio emozionale.

Si perchè l'immaginazione e la fantasia, in questo racconto vengono abilmente miscelate alle testimonianze oculari e suggestionali raccolte da una "cantastorie" molto concreta, capace di portare gioiosamente noi lettori in territori fantasiosi dove accadono fatti inspiegabili e sopra la norma. Salvo poi riscoprire che la stessa normalità giornaliera, ci esorta a cercare sollievo e rifugio energetico nella lettura di storie paranormali, dove ciascuno può sprigionare, di nuovo, quella voglia di fantasticare senza sentirsi in colpa, che invece la quotidianità ci nega obbligando a comportamenti ingessati e spersonalizzanti. Scusa per il disturbo.

Grazie per l'attenzione, Roberto Giorni.

Monia Di Biagio - Mer Giu 18, 2008 5:12 pm
Oggetto: Da Antonio Messina per "La Dama Bianca".
3 messaggi, da Antonio Messina, per "La Dama Bianca".

Citazione:
"Ciao Monia, il tuo libro è sulla mia scrivania. Bella la copertina, un tocco di classe non guasta mai. Comincerò a leggere questa sera. Le tue parole mi hanno commosso, la dedica e il libro che conserverò, come conserverò la tue parole, gli elogi. Grazie: non trovo parole in questo momento, ultimamente ricevo forse troppi elogi, troppi per il mio cuore, troppi e sinceramente a volte credo di non meritarli. Non scriverò per te frasi poetiche, son troppo felice d'aver ricevuto il tuo libro, veramente e sinceramente. Oggi non son bravo a scrivere, oggi vorrei soltanto ringraziarti e augurarti un felice Natale e uno splendido anno. Domani t'invierò il mio L'assurdo respiro delle cose tremule: sono stato impegnato, dunque ho perso tempo. Lavoro a dei racconti d'amore, dal titolo ancora incerto: L'amore sotto la neve. Un caro saluto e non appena terminerò la lettura della DAMA BIANCA di farò sapere. Ti auguro felicità a grappoli e tante stelle nel cuore. Non appena terminata la lettura invierò un commento sul tuo libro su IBS. Un saluto con il cuore Antonio"


-2° messaggio di Antonio Messina-

Citazione:
Cara Monia, sono quasi alla fine della storia (La Dama Bianca). Nulla svelo, proprio nulla, poi t'informerò in dettaglio. Ieri ho letto 80 pagine di fila, senza stancarmi, anzi: questa dovrebbe essere la mia unica indicazione, per il momento e, tu già dovresti percepire ed essere felice. La parte sulle antiche civiltà, sulla nostra provenienza marziana, sul diluvio è veramente straordinaria: adesso basta, ho detto anche troppo. Ancora un felice anno. Ciao, sei proprio in gamba: brava.


-3° messaggio di Antonio Messina-

Citazione:
(6 Gennaio 2005) Ecco dunque il mio commento alla Dama Bianca, un commento sincero. Non sono un critico letterario, dunque cercherò di farti"sentire" le mie emozioni. Perdona il linguaggio non proprio aulico, ma ultimamente non riesco a tracciare percorsi di parole, mi sono impantanato, come se fossi sprofondato con la testa in un acquitrino: dunque mi scuso per la mediocrità della mia scrittura, tu comprenderai cara Monia. Il libro è bello, forse l'inizio, forse... Sembrava che tu avessi paura di liberare le parole, sembrava che tu volessi "rullare" per ancora qualche minuto, prima di spiccare il volo. La storia è convincente, accattivante, poi la parte relativa alle antiche civiltà è veramente colma di fascino: Atlantide, la sua scomparsa, gli Egizi, le Piramidi, il fascino degli Alieni, la loro provenienza, noi che siamo i loro"figli". Nella parte centrale della storia, mi sono proprio divertito, il tocco tuo delicato nel narrare è stato da me compreso, assorbito, quasi sublimato. La dama bianca, questo fantasma piano di fascino, in me ha lasciato il segno, un segno delicato e colmo di mistero; poi opportuna è stata la tua spiegazione in epilogo( nel secondo volume). Ecco dunque l'epilogo, ecco dunque le ultime mie parole dedicate alla Dama Bianca. Allora: bello il libro, interessante la storia e, tu sei riuscita a narrare con grande compostezza, senza farti travolgere dalle emozioni, dato il delicato ed etereo tema trattato. Il mio giudizio è positivo, anche se saranno altri, persone più intelligenti di me a regalarti parole più belle ed espressive, io sono un"piccolissimo" autore e dunque la mia voce ha poco spessore. Solo un appunto, non a te naturalmente, ma alla casa editrice: l'editing poteva essere più attento, nel senso che c'è qualche errore di troppo nel tuo testo, errori che si potevano evitare con un più attenta visione del manoscritto: avrai notato anche tu. Invierò un commento sul tuo libro su IBS, sperando di farti cosa gradita. Un caro saluto, un saluto sincero, vero. Spero per te che angeli in miniatura possano librarsi in volo tra i segreti dell'anima tua e luce portare, sempre nel tuo cuore, sempre in volo, sempre, oscillando in un fulgido moto, oscillando in quell'oceano di silenzio che è porta della nostra felicità. Antonio.

Monia Di Biagio - Mer Giu 18, 2008 5:16 pm
Oggetto: Da Carlo Martini per "La Dama Bianca".
Da Carlo Martini per "La Dama Bianca".

Citazione:
Carissima Monia,
sono uno dei tanti (mi auguro che ce ne siano stati molti) lettori della tua "Dama Bianca". Ho accolto la tua richiesta di ricevere a casa gratuitamente i due volumi che tu hai scritto, quindi mi sembra doveroso ringraziarti per questa opportunità offerta, così colgo l'occasione per descriverti le sensazioni che mi hai trasmesso.

All'inizio ho avuto un po' di difficoltà a seguirti, ma poi, pian piano, "conoscendoti", mi sembrava di essere al tuo fianco e ti accompagnavo in questa tua indagine misteriosa... così siamo diventati "amici".

Mi è piaciuto il modo in cui hai scritto, così semplice, spontaneo... alla mano, avvicinando il lettore non alla lettura, ma ad una sorta di dialogo complice tra due persone. Ho letto questi due volumetti con un tono un po' distaccato quando si riportavano le cronache, ma in maniera molto più avvincente quando descrivevi i dialoghi che hai avuto con alcuni personaggi riportati tra le righe e tutti i misteri che hanno sempre circondato l'uomo, la religione, l'aldilà, i fantasmi, gli alieni-o-non-alieni?, e tutti gli altri argomenti correlati.... argomenti per i quali io ho un interesse particolare e che giornalmente mi incuriosiscono. Negli anni passati ho letto qualcosa e mi trovo d'accordo sulle conoscenze e previsioni della civiltà Maya, per cui, quando mi sono imbattuto in quella parte del primo volume, nella quale descrivevi tutti questi misteri affascinanti (dall'Area 51 al Triangolo delle Bermuda, dai Maya all'Egitto, da Stonehenge ai "cerchi sul grano", ecc...), non ho fatto altro che immergermi in quelle pagine che mi hanno catturato e "scomparire" dalla realtà. Quando mi apprestavo ad iniziare il secondo volume speravo di trovare una continuazione di questi argomenti a me tanto cari, purtroppo non è stato così... come accennato prima, ho letto, ma con un po' più di distacco e un po' assente (la mia mente vagava ancora tra tutti quei misteri e soprattutto all'imminente 23 dicembre 2012), ma mi devo complimentare con te per la ricerca così profonda e intensa, le cronache e la minuziosità dei particolari trascritti in questi testi.

Ancora una volta grazie per le sensazioni trasmesse, vorrei essere stato vicino realmente a te quando andavi alla ricerca della Dama o eri in compagnia di questi personaggi dall'esperienza individuale e singolare, e, se posso, vorrei fare un unico appunto: forse i testi dei volumi non sono stati riletti, o non è stata rivista l'impaginazione, prima di dare il "visto si stampi"? Purtroppo ho notato alcuni errori di "distrazione" nella battitura dei testi... lettere invertite o lettere erroneamente inserite per la vicinanza tra i tasti del PC. Ma tutto questo era naturale, normale... come se il dialogo verbale tra due persone non contenga errori?

Grazie ancora per la compagnia che mi hai fatto in questi giorni... a presto.

Con amicizia, Carlo Martini.

Monia Di Biagio - Mer Giu 18, 2008 5:18 pm
Oggetto: Da Silvia per "La Dama Bianca".
Da Silvia per "La Dama Bianca".

Citazione:
Ciao Monia!!
Ho letto il libro tutto d'un fiato, ma non avevo visto questo post dove mettere i commenti, così ti scrivo solo ora...

Complimenti, mi ha fatto davvero "impressione" leggerlo, soprattutto se pensi che io quell'anno e in quel periodo ero li in vacanza, mi vengono i brividi solo a pensarci...

Io sono una che si può definire "fifona", però sono anche molto curiosa e il tuo libro mi ha davvero "presa", tutte quelle esperienze vissute in prima persona.. brrr.. io sarei morta di paura!! Mi torna in mente la persona che dice di averla vista come se fosse in macchina con lei... mamma mia!!
Ehehehe, per fortuna a me non è mai capitato!!

Interessante anche l'ultima parte, dove scrivi dove si possono trovare le altre dame... Adesso so quali sonoi posti che devo evitare!!!

Complimenti davvero, a me il libro è piaciuto tantissimo!! Ciao Silvia.

Monia Di Biagio - Dom Gen 24, 2010 1:39 pm
Oggetto: COMMENTO RICEVUTO DA MARISA AMADIO
COMMENTO RICEVUTO DA MARISA AMADIO

occhiverdi ha scritto:
Breve commento a “La Dama Bianca”

Ho letto con curiosità crescente, questo interessante saggio sul mondo misterioso e affascinante del soprannaturale.
Lo ho trovato molto stimolante e ricco di informazioni, raccolte con cura, e proposte al lettore in modo da consentirgli di spaziare ampiamente tra le molteplici interpretazioni dei fenomeni inspiegabili.
Come le curiose apparizioni della misteriosa Dama bianca, che non pensavo fossero tanto diffuse in ogni parte d’Italia e anche all’estero.
Questa figura femminile sembra un personaggio radicato nell’immaginario collettivo, con vicissitudini e caratteristiche fisiche abbastanza simili ovunque, le cui sventure avvengono in un tempo remoto e indefinito.
Ho scoperto, con mia grande meraviglia, che ci sono state apparizioni della Dama anche in alcune località molto vicine a dove vivo, che visiterò certamente, appena verrà la bella stagione e io mi armerò di un po’ coraggio.
Confesso, però, che non gradirei incontri così impegnativi, ma di gran lunga preferirei leggere le esperienze altrui!
Brava Monia, è stata una lettura molto piacevole e coinvolgente oltre che divertente!!

Marisa

Tutti i fusi orari sono GMT
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB