Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

Scriviamo un libro insieme? - FUORI LIBRO: "Vita Mia!"

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:06 pm
Oggetto: FUORI LIBRO: "Vita Mia!"
moniadibiagio ha scritto:
Fuori Libro: Matt sei un mito!!!!!!! Scrivi da paura! Penserò profondamente al 4° paragrafo in onore del tuo 3° stupendo! Grazie della partecipazione.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:08 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Fuori libro ragazzi scusate...ma jennyfer chi è? la moglie morta?! ed elisa?! Quella che ha incontrato dopo il funerale alle poste?! No perchè io avevo capito che Luca alle poste aveva conosciuto Jennyfer e che stesse ripercorrendo il passato ... poi è comparsa questa Elisa e non c'ho capito più niente...! Aiuto!

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:10 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
Fuori Libro: :wink: Eh,eh in effetti hai ragione Matt. Inizialmente non avevo capito neanche io chi fosse Elisa. Ho interpretato il paragrafo di Max e con il mio consecutivo ho voluta renderla ancora più reale ed ormai fortemente ed involontariamente presente nella vita di Luca.

In pratica Luca: Jennyfer ed Elisa le ha conosciute nello stesso identico modo. Alla posta, per una raccomandata. Anche se i modi delle due da subito si capiscono essere totalmente diversi. Ecco i corsi e ricorsi storici. Ecco il destino.

Jennyfer invece, nome che ha scelto sempre Max, è proprio la moglie recentemente scomparsa di Luca. Che come ci spiega Max aveva 36, era irlandese ed è morta in un tragico incidente.

Il mio ultimo paragrafo finiva con una decisione repentina, rabbiosa, ma profonda di Luca: lasciare quella casa che troppo lo teneva legato ai ricordi, al fantasma della moglie, ad una vita ormai irremediabilmente finita.

Prosegue Max con un nuovo flash back, che ci può anche stare: Jennifer è viva in questa immagine e gli sta portando quel caffè, quello stesso appena scaraventato nella realtà attuale.

Anche se immagino che dopo aver preso una decisione del genere, ovvero di andarsene chiedendo perdono alla moglie morta (per quello che lui già sa avverrà) non è proprio esatto che Luca si metta a ripensare a lei. Un altro sarebbe uscito e come minimo si sarebbe andato ad ubriacare, visto che quello era veramente l'ultimissimo addio alla moglie.

Io quindi a mio avviso, poi ditemi voi, salterei questo ulteriore flash back, farei uscire Luca di corsa da casa e nel pub dove si rifugia a bere solo nei suoi pensieri, per caso gli farei cadere trea le braccia Elisa. Ancora una volta il destino. A questo punto potremo dare anche adito ad un flash back da inserirlo nel racconto della sua vita e della sua presente ubriachezza che Luca farà ad Elisa.

Che ne dite?

Ad ogni modo Accettando di buon grado l'idea e l'ultimo paragrafo di Max il successivo potrebbe essere.......(lo scrivo sotto):

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:12 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Fuori libro Ok! Ora sì! Allora mi metto a scrivere il prossimo... :D

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:14 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro Ah!
Io invece non avevo capito che tu hai voluto che Luca avesse conosciuto anche Jennifer alle poste, credevo stesse ripensando alla giornata.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:15 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro
Citazione:
Anche se immagino che dopo aver preso una decisione del genere, ovvero di andarsene chiedendo perdono alla moglie morta (per quello che lui già sa avverrà) non è proprio esatto che Luca si metta a ripensare a lei. Un altro sarebbe uscito e come minimo si sarebbe andato ad ubriacare, visto che quello era veramente l'ultimissimo addio alla moglie.

Il flash back non è un ricordo di Luca, o meglio, non ci sta pensando in quel momento.. è semplicemente un flash back, una scena dal passato.
Con questi flash sarebbe carino raccontare di Jennifer.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:16 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Fuori libro Max l'hai scritto tu al secondo paragrafo intitolato jennyfer che Luca e Jennyfer si conoscono alle poste! :o
Ok...raga non scrivete niente èh! Che stasera posto il prossimo paragrafo che è pronto! :lol:

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:18 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Fuori libro La parte dove dice "dove cazzo sei maledetto?! Dove cazzo sei?!" potrebbe riferirsi a chi forse ha causato l'incidente della moglie jennifer o potrebbe essere solo il delirio di un povero ubriaco che non sa a chi dare la colpa per una perdita tanto terribile! Dipenderà da come si svilupperà la storia! Notte amici! :D

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:20 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
Fuori Libro: :wink: Vai Matt, non toccheremo tastiera!

Difatti i flash back ci stanno bene, benone Max! E nel prossimo paragrafo mentre Luca si confida, ubriaco sulla panchina con Elisa ci starebbe benissimo, speriamo Matt lo abbia inserito :wink: ! D'altronde non si dice: in vino veritas?

Mi sembra poi stia uscendo fuori un buon lavoro, certo in finale da rivedere e migliorare, prendiamo queste come bozze prima della "pubblicazione" almeno sui nostri siti, se poi decideremo per altro tipo andrà benone, insomma questo lo vedremo poi. Per ora diamoci da fare :D .

Altro punto: sin qui mi sembra che stiamo seguendo un pò troppo la linea Harmony o Rosamunde Pilcher. Io direi che dopo aver raccontato la passata storia d'amore ed introdotto questa nuova con Elisa, dovremmo iniziare a pensare a qualche colpo di scena, che risconvolgi il tutto e rimischi le carte....

Tipo, pensateci, e se di qui a poco scoprissimo che è Luca ad essere morto? Un pò stile "The sixt sense" un pò stile Divina Commedia? Insomma Elisa non potrebbe essere la guida virgiliana di Luca che lo sta riportando dal "Purgatorio" al "Paradiso" a reincontrare la sua Jenny? Nel caso in quell'incidente sarebbero morti entrambi, ma lui non lo sa....Insomma iniziamo a riflettere sulla svolta e sul titolo "Vita mia". D'altronde quando si muore, non si mormora che si ripercorra la propria vita come in un film :wink: ?

Ciao Ragazzuoli, aspetto vostre nuove, conferme, idee!

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:21 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Fuori libro Grande monia! Sì dai facciamo che alla fine scopre di essere morto con lei! Però Elisa facciamola reale, in carne ed ossa, solo per caso o per destino a contatto con Luca che in realtà è solo spirito, intrappolato nella dimensione di mezzo. Elisa non sa che Luca è uno spirito, dopo il racconto dei suoi ricordi fatto di episodi che condividono e flashback potrebbe rendersi conto che qualcosa non va ed indagare e dopo vicende e colpi di scena scoprire che in quell'incidente non è morta solo jennyfer! E che Luca è un fantasma in cerca di pace! :lol:
Fatemi sapere se vi piace il paragrafo della panchina che ho inserito ieri!
Tocca a voi! :lol:

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:22 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro:
Citazione:
Max l'hai scritto tu al secondo paragrafo intitolato jennyfer che Luca e Jennyfer si conoscono alle poste!

Santo cielo!
Scusate, sto proprio fuso sti giorni...

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:24 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro:Boh, a me piacerebbe svilupparlo giorno per giorno, senza prefiggermi la meta finale.
Come un botta e risposta, proseguire di volta in volta.
Per esmpio: magari Monia lo vuole sviluppare come harmony e tenta in quel modo, poi arriva Matteo che vorrebbe che Luca sia morto con Jennifer e tenterà di portare il filo in quella direzione, poi arrivo io che preferisco le storie più realistiche etc etc

Credo sia questo scrivere a più mani, altrimenti, se il tema è definito, è solo una collaborazione per abbreviare i tempi di stesura e non credo sia ciò che vogliamo.

Il bello è trovarsi ogni giorno di fronte ad un nuovo inizio dal quale continuare secondo il nostro gusto.

Ma forse mi sbaglio.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:26 pm
Oggetto:
Miki ha scritto:
Fuori Libro:Concordo con Max.
Posso inserirmi anch'io?
Peró dovete lasciarmi un attimo per rileggere, pensare e scrivere la mia parte. Torno tra poco!

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:27 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro:Heylà! Che bella sorpresa!

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:29 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
Fuori Libro: per prima cosa ciao Miki benvenuta grazie di essere qui e di partecipare al "Libro a + mani". Ok ora che ho sentito i vostri pareri credo che possiamo continuare come abbiamo fatto sinora. La mia idea del finale poi rivista da Matteo, mi è giunta improvvisa e non ho potuto tacerla. Ad ogni modo il finale potrà di certo essere diverso.

Riscrivo qui di seguito tutti i vari paragrafi scritti finora, anche per dar la possibilità a chi come Miki si inserisce ora di leggerselo tutto di continuo, senza dover saltellare da un post ad un altro :wink: !

Chi prosegue il paragrafo di Matt? Io se siete d'accordo lascerei la parola a Miki :) !

Copio ed incollo....

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:32 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro:
Monia, che ne pensi di usare questo topic per elaborare e scambiarci idee e di aprirne un altro parallelo in sola lettura con solo i paragrafi?
In questo modo, in quell'altro topic, possiamo andare a rileggere senza spulciare tra i "fuori libro".

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:33 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Fuori libro:
Rileggendo con più attenzione, mi sono accorto di aver fatto proprio un bel casino tra Jennifer ed Elisa, quindi ho dovuto rimettere mano ai miei interventi, modificando anche i titoli.
Matteo, dovresti rinominare il tuo "Paragrafo 3" in "Paragrafo 4".
Io il mio "4" l'ho rinominato in "3" così la cosa ha finalmente un senso.
Andrà rivisto qualche dettaglio, soprattutto nella conversazione tra Luca ed Elisa nel tuo paragrafo, ma credo che siano piccoli ritocchi.
Spero mi perdoniate, farò più attenzione.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:35 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
:shock: Aspetta Max così non ci si capisce più nulla.

:arrow: Matt non può rinominare il suo capitolo spostandolo sotto perchè quello era legato e sequenziale al tuo: tu finisci con "Luca sorrise" Matt riprende con "Cosa sperava di ottenere con quel sorriso?" Se li sposti non c'è più sequenzialità. Almeno che come hai fatto tu anche matt non ci rimetta mano per legarlo al tuo 3° e non pù al tuo 2°....

:arrow: Allora aprirò un nuovo topic solo con i paragrafi e lascerò questo per gli scambi d'opinione.

Adesso nel nuovo topic lascio i paragrafi come sono mettetevi d'accordo con Matt per renderli nuovamente sequenziali, e non solo cambiando il numero :wink: ...

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 7:49 pm
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


PRIMA DI CONTINUARE LEGGETE CON ATTENZIONE!

:arrow: Ho aperto un nuovo topic per i nostri "Fuori Libro";

:arrow: Dopo le modifiche effettuate da Max sui suoi paragrafi questi non sono più sequenziali...Soprattutto per quanto concerne il n° 2 di Max ed il n° 3 di Matt.

:arrow: Ho provato io ad aggiustarli alternandoli ed intersecandoli tra di loro. ANDATE A CONTROLLARE SU "FUORI LIBRO" se può andare.

:arrow: Qui sono ancora scritti nello stesso modo, vi renderete conto da soli che leggendoli ora ci si perde....Alternati già suonano meglio.

:arrow: Solo quando queste modifiche verranno da voi accettate e confermate potremo proseguire.

:arrow: Nessun problema per gli altri capitoli.

:arrow: Maggiori ragguagli su quanto accaduto potrete averli leggendo gli ultimi post su "Fuori libro".

:arrow: Nel caso la nuova suddivisione, per dar senso alla storia altrimente perduta nell sua scorrevolezza, vi vada bene, scegliete voi i nuovi titoli dei vostri paragrafi.

Monia Di Biagio - Mer Apr 20, 2005 8:12 pm
Oggetto:
:arrow: NUOVA SEQUENZA PARAGRAFI.

:wink: LEGGETE E VERIFICATE SE COSI' PUO' ANDARE!


MONIA-INCIPIT: “VITA MIA”

Una giornata uggiosa di Novembre, fece da cornice alla cerimonia funebre che tristemente era appena terminata.

Luca solo, ormai terribilmente solo, chiuso nel suo paltò, con i pugni fermamente chiusi nelle tasche, si stringeva nelle sue stesse spalle, quasi a cercar conforto da quel gelo che non era più solo intorno a lui, ma dentro di lui!

Una pioggia leggera ed insistente continuava a martoriare le sue stanche membra, ma lui sembrava non accorgersi più di nulla, perchè il nulla era ora suo compagno di strada. Mentre come un automa si riavviava sul percorso di sempre: quello dei bambini festosi che escono da scuola, quello delle casalinghe che con carrelli strabordanti di mercanzia escono dal supermercato, quello del vigile che continua a fischiare a chi imbocca quella via sulla quale ora c'è un divieto di transito, quello del parco deserto e desolato con gli alberi spogli, quello che lo avrebbe condotto nella sua casa ormai vuota, troppo vuota....Proprio come vacua era quella stessa strada dove il viavai di gente attorno a lui era inverosimilmente scomparso.

Sempre la stessa strada, da anni, eppure ora così diversa, che lui, senza saperlo ancora, sperava nel più profondo del suo cuore, che lo conducesse ad una vita nuova, peggiore, o forse migliore solo se in questa esistenza, che ancora si doveva delineare, fosse stato possibile anche dimenticare.....Sì, l'oblio, lo stesso nulla più completo, e penoso, che in un solo istante aveva spazzato via tutti i suoi pensieri solo due parole ancora vivide nella sua mente, quelle stesse che fortemente aveva voluto fossero incise sulla gelida lapide marmorea della sua amatissima moglie: "Vita Mia".

MAX-Paragrafo 2: Flash back 1 (Jennifer).

Jenny, così la chiamava lui.
Era nata in Irlanda 36 anni prima di quel tragico incidente e si conobbero per caso alle poste, dove lui doveva spedire una raccomandata e lei ritirare un vaglia.
L'addetto allo sportello aveva combinato il solito casino con la carta nella stampante, Luca era impaziente e stava imprecando sottovoce, Jennifer ascoltava della musica nelle cuffie e sembrava non rendersi conto di nulla.
Luca si accorse di lei perchè batteva a tempo il piede e cominciava ad infastidirlo, quando si girò per capire chi fosse, restò di stucco.
Jennifer era ad occhi chiusi e stava mimando la canzone con le labbra.
Quando aprì gli occhi, arrossì.
Luca le sorrise.

MATT-Paragrafo 3: Coincidenze.

Cosa sperava di ottenere con quel sorriso?
Gli bastò un attimo per sentirsi squallido e farsi pena. Il tempo di veder comparire, su quel volto impaziente, l’espressione disgustata da primo impatto che, ora, mentre calpestava l’asfalto bagnato, ricordava malinconicamente.
Le coincidenze fanno sorridere e creano esistenze e ora sorrideva, perché lui l’amore vero l’aveva conosciuto, perché i ricordi erano ancora troppo vivi per afferrare il significato di un’assenza da quell’istante eterna.
Ricordò quanto l’attesa davanti allo sportello delle poste si fosse fatta sperata.
Il tempo, che fino ad un battito prima avrebbe voluto accelerare senza limiti, si era trasformato in un dolce scorrere, lento e gustoso, perché lui voleva così.
Sulla pelle riaffiorò l’impossibile desiderio di bloccare il corso di mani, parole, gesti, per restare lì, intrappolato in quell’immagine eterea, sbarazzina, collocata dov’era lui e altre persone, solo comparse del suo film appena all’inizio.

MAX-Paragrafo 4: Preludio

Alle Poste la vita sembra seguire sempre lo stesso copione, scritto da qualcuno con del sottile umorismo.
La solita stampante inceppata, la solita aria carica di imprecazioni sommesse.
Normale amministrazione.
Normale anche il "tap tap tap" di un piede che batte il tempo, normale il fastidio quando sei già nervoso di tuo.
Luca si girò e la vide.
Era ad occhi chiusi e stava canticchiando a bassa voce una canzone e proprio in quel momento le uscì il ritornello: "Shock the monkey!".
Quando li riaprì, si rese conto di essere al centro dell'attenzione e che Luca la fissava curioso.

MATT-Paragrafo 5: Scambio di sguardi...

“Perché mi fissi?”
Lei aveva spento il lettore cd e in un batter d’occhio, con tre parole ad alta voce ed un tono indagatore, aveva attirato gli sguardi di tutti: vecchietti armati di bastoni di cui, a loro dire, non avevano alcun bisogno, giovani coppie sommerse di vocine e bacini e ciccini e amorucci e tesorini e manine incastrate, donne con carrozzine urlanti e uomini rivestiti di completi giacca-pantalone-cravatta, esasperati dalla fila interminabile per una stupida commissione e dal lavoro a cui dovevano tornare. Milioni di occhi puntati su una fotografia che rubava la scena alla battaglia epocale tra l’uomo sudato e la stampante, ormai senza più storia.
“Non lo so!”
Luca non riusciva a connettere parole, appiccicare suoni credibili. Quegl’occhi più scuri del nero più nero scavavano nel profondo e arrivavano al cospetto dell’anima; sentiva il fiato scappare via senza possibilità di trattenerne almeno un po’. Continuava a guardarla nel suo silenzio mischiato a quello degli spettatori e a qualche voce distante che parlava di latte e pane da comprare.
“Di quanto tempo hai bisogno per capirlo?”
Non c’era più pena sul suo viso.
Le labbra socchiuse e composte per ammaliare, il fascino della mano che sfiorava i capelli scuri e lisci, lunghi fino a mezza schiena, la lucentezza dello sguardo che si era fatto provocatorio e divertente.
“Prego!”
Una voce stridula, davanti a lui. L’uomo aveva vinto, era o non era l’addetto allo sportello?! La stampante stampava, e l’aria del paradiso aveva salutato tutti senza che nessuno se ne fosse accorto.
Tempo scaduto.

MAX-Paragrafo 6: Elisa.

Nel frattempo, l'addetto riuscì nell'impresa di far funzionare l'antiquariato.
"Un caffè" pensava Luca mentre sbrigava la raccomandata.
- Buona giornata! - augurò l'addetto, cercando di sembrare cortese e scusarsi dell'intoppo.
Lasciò il posto alla donna, cercò il suo sguardo ma lei era immersa nel caos della borsetta a cercare il codice per incassare il vaglia.
"L'aspetterò fuori e glielo chiederò..."
Attese qualche minuto fuori e lei uscì.
Era lei a cercarlo e sempre lei gli chiese allegra: - Allora? Perchè mi fissavi?
"Elimina il caffè!" pensò, poi rispose: - Perchè mi piace la canzone che cantavi...
- Ah sì? e qual era?
- Sh... shock the money!
- Quasi, ritenta!
- Ok, non ricordo le parole, ma il motivo era quello.
Lei stava per continuare, ma da una macchina arrivò una voce: - ELISA! SONO QUI!
Era una donna, forse sua madre.
- Ciao! - gli disse al volo, riparandosi dalla pioggia con la borsetta; poi sparì nell'auto dopo avergli mandato un bellissimo sorriso.

MONIA-Paragrafo 7: "Beffardo Destino!"

Corsi e ricorsi storici. Stessa strada, stesso ufficio, stesso sportello, stessa raccomandata, stessa stampante inceppata, stesso addetto, ma una donna completamente diversa: sbarazzina, giovanissima, spregiudicata nei modi....diversa da Jenny, ecco cosa contava: "diversa dalla mia Jenny, troppo diversa!" continuava a ripetersi Luca tra sè e sè, ancora inceppato come la stampante di poco prima, immobile e perso nei suoi pensieri su quel marciapiedi, proprio davanti porta dell'ufficio postale: "Un altro pianeta....Come posso pensare a questa donna...come l'hanno chiamata? ah sì: Elisa. No Luca calmati vai piano. Il destino ha voluto tirarti un tiro mancino, tu hai incassato niente più, torna a casa e fatti quel caffè, solo e solo riflettici bene!"

MONIA-Paragrafo 8: "L'ultimo caffè"

Solo, seduto su quel divano, perso nel labirinto della sua mente come non mai, a luce spenta e con il sole ormai tramontato da un pò, Luca sorseggiava, quasi a volersi punire di cotanto rincorrersi di quelli che lui adesso reputava abominevoli pensieri, quell'amaro caffè e intanto pigiava fortemente la mano sul posto vuoto accanto a lui: "il posto di Jenny! E di nessun altra!" Gridò a voce alta, improvvisamente senza neanche rendersene conto, tanto che la luce nel salotto predisposta per accendersi con un battito di mani a quel suono nato dal silenzio più assoluto si accese e Luca scaraventò contro il muro quella tazzina ebbra di quello schifoso caffè e definitivamente pensò, anzi disse ancora a voce alta a sè stesso e non solo: "Perdonami Jenny! Debbo assolutamente andarmene da qui sto diventando pazzo. Perdonami: ti prego."

MAX-Paragrafo 9: Flashback 2 (Jennifer)

Jennyfer preparava in silenzio il caffè per Luca, mentre lui domiva come un bambino nel lettone nuovo in quella camera sempre incasinata.
Quel giorno lei sarebbe partita per sistemare alcune faccende familiari che da troppo andavano avanti.
Era triste.
Non voleva partire.
No, non da sola.

MONIA-Paragrafo 10: Al Pub.

"Basta non ne posso più di questi ricordi!" Urlava ora Luca rabbioso con le mani strette entrambi sulla nuca, quasi a volersi far scoppiare quella stupida testa e guardando se stesso dritto nello specchio "Basta devo andarmene di qui, o dalla porta o dalla finestra...Perdonami Jenny sono troppo codardo per farlo, vorrei seguirti...Anche stavolta te ne sei andata da sola, da sola, da sola...Basta!"

Luca chiuse la porta di quell'ormai gelido appartamento sbattendola dietro a sè. Corse come un forsennato giù per le scale, poi per strada e si infilò, quasi non cosciente di quello che stava facendo nel primo Pub che incontrò sulla sua via.

Era digiuno, completamente digiuno da tutto il giorno. "Un Martini Special" Chiese di soppiatto al barman. Se lo scolò d'un colpo "Fammene un altro...doppio!"

Il ragazzo del bar lo guardò in maniera strana poi pensò tra sè "ma si pover'uomo!", difatti bastava guardare Luca in faccia per carpire tutto il suo raccapriciante dolore. E gli porse il secondo bicchiere, il secondo di una lunga serie. Finchè lo stesso Barman gli si avvicinò e piano all'ennesima richiesta di Luca, gli sussurrò "Basta così per stasera signore!"

Luca arrabbiato di quell'anche troppo materno consiglio, stonato in quel luogo di perdizione, o meglio il luogo che lui stesso aveva scelto per perdersi, gettò sul tavolo un 50 € "il resto mancia!" e si alzò di scatto per andarsene.

Ma si scontrò fortemente con qualcuno. Una donna. "Mi scusi...." Disse lui a testa bassa mentre proseguiva per la sua strada, quella verso la porta al mondo purtroppo reale!

Ma quella stessa donna proprio mentre stava finendo la frase alterata "Che mod..." afferrò quell'uomo ubriaco per un braccio, lo trattenne e gli chiese: "Ma tu non sei quello di oggi alla posta?"

Era Elisa, la solita: sgraziata e risoluta. E lui Luca, un Luca completamente diverso brillo e ebbro fin dentro le ossa.

Ma al destino non gli importa come sei, lui i suoi piani non li cambia. Diede così, come dono momentaneo un barlume di lucidità a Luca che a quella diretta domanda riuscì solo a replicare: "Elisa! Elisa ti prego aiutami..."

E finì per abbracciarla, in realtà voleva solo appoggiarsi a lei per un sostegno quasi fisico. Lei ai suoi amici di serata fece segno con la testa e con una smorfia delle labbra che era tutto apposto e condusse Luca, pesantemente poggiato sulle sue esili spalle inizialmente sulla prima sedia disponibile del Pub, poi non vedendo segno di ripresa lo condusse all'aperto, fuori, all'aria, su d'una panchina. E lì....

MATT-Paragrafo 11: Giusta oscurità.

“Ma come ti sei ridotto?!”
Poche stelle punzecchiavano la notte dell’epilogo, quella che prima o poi tutti incontrano e che in molti accolgono, nell’abbandono di una resa senza scampo.
Gonna di pelle nera pericolosamente al di sopra del ginocchio, calze a rete esageratamente a rete, chiodo stretto, rozzo custode di biancheria che Elisa, sotto, aveva o non aveva. Aggressiva per colpire, per non permettere all’aria di restarsene immutata dopo il suo passaggio, per stampare impronte di viola scuro su guance e bocche scelte, per affogare occhi estranei nel buio dei suoi, mangiati dall’ombretto nero petrolio. Un angelo scuro a fianco ad un essere finito.
“Aiutami Elisa! Aiutami a morire!”
“Ma che cazzo dici?! Che ti è successo?!”
“E’ tutta colpa mia!”
Si accoccolò sulle sue gambe sintetiche, stringendola in un abbraccio infantile, alla ricerca di una protezione abbastanza forte da blindarlo dal mondo, che lo bramava da dietro quella panchina nascosta.
Scena patetica se guardata da pochi metri, da mille chilometri, da un punto che non fosse il suo cuore.
Il fallimento, l’istintivo bisogno di reagire collegato ad un’incredibile voglia di spegnere l’interruttore e smettere, dire: beh, ho perso. Capita a tutti di prima o poi no?! E’ stato un piacere. Arrivo Vita Mia!
Nessuno l’avrebbe rimpianto.
“Perché proprio Jennyfer?!”
Piagnucolava lacrime ubriache, ma lucidamente disperate.
“Cos’ aveva fatto di male?! Dimmelo! Perché Jennyfer?!”
Il suo marrone nel nero di Elisa, in attesa di una risposta mai esistita ad una domanda troppo vecchia e ripetuta.
“Chi è Jennyfer?”
“Jenny è morta. Tutti lo dicevano oggi. L’ hanno chiusa dentro quella bara gli stronzi!”
Sbavava dolore.
“Perché è morta?!”
Ma che cazzo ci faccio io qua con questo tipo pietoso, col doppio dei miei anni, ubriaco fracico?!
“Senti, dove abiti?”
“Là!”
Indicava col dito teso un punto indefinito. Una retta immaginaria collegava l’ indice alla finestra della sua camera. Non dev’essere troppo lontano, pensò Elisa, forse al condominio che avevano terminato in estate. Orribile da fuori. Con quei mattoncini rossi stuccati di bianco le ricordava gli spogliatoi della piscina comunale, e poi quelle finestre verdi pisello che sbattevano agli occhi appena entrati in strada; la perfezione raggiunta nell’obbrobrio per eccellenza.
“Ti faccio pena vero?!”
“No, non mi fai pena, è che devo andare!”
E dove?
Lontano da lì, voleva liberarsi di quel peso ammuffito e derelitto. Tornare dai suoi amici, al pub.
“Sì ti faccio pena invece! Ok non preoccuparti, vattene!”
Mentre pronunciava quelle parole si risollevò combattendo per una posizione almeno dignitosa.
Elisa non potè più godere del calore della sua testa che le accarezzava le gambe e si diffondeva come un mare caldo, fino a raggiungere pelle dietro pelle, protetta, sensibile, stimolante.
“Come ti chiami?!”
“Luca”
“Luca sei sicuro che posso andare?! Ce la fai?!”
“Sì che ce la faccio! Guarda!”
Si alzò con uno scatto. Elisa vide quei due tronchetti flaccidi crollare sotto il peso del suo corpo pieno di alcol. Luca provò ad appoggiarsi alla panchina, ma mancò l’appiglio che si moltiplicava in vortici di ferro battuto ipnotici. Cadde a terra, ricominciò a piangere. Elisa lo guardava in piedi, lui afferrò una pietra poco distante graffiando la terra secca che provava a trattenerla.
“Dove cazzo sei maledetto?! Dove cazzo sei?!”
Urlava indemoniato.
Il buio della notte non concesse all’animo di Luca il sollievo che cercava. In quel sasso neanche la pietà di rendere onore all’illogica necessità di colpire qualcosa, qualcuno, uccidere, lasciar sfogare la rabbia implacabile che masticava, vorace, il suo cuore pulsante.
Di nuovo a terra, compatto come prima, lontano o vicino, in un cespuglio o sotto un albero mischiato ad altri alberi, che importava?!
Essere inanimato felice di non possedere il dono della vita, se vivere significava guardare il mondo con gli occhi disfatti di quell’uomo che l’aveva lanciato. Grigio nella neve nera che un dio, quasi mai imparziale, spargeva tutt’intorno, con la precisa frequenza delle ore, come farina su un presepe sonnolento.
La notte calava per tutti.
Nessun favoritismo, una giustizia triste, almeno una.
“Andiamo, ti accompagno a casa!”
Anonymous - Mer Apr 20, 2005 9:04 pm
Oggetto:
Il "3" di Matteo andrebbe dopo il "6" mio.

La prima riga del mio "paragrafo 6" va eliminata perchè il "5" di Matteo finisce allo stesso modo.

Così il filo è apposto.
Monia Di Biagio - Gio Apr 21, 2005 10:35 am
Oggetto:
:wink: Della frase ripetuta me ne ero già accorta, ma io non ho toccato i vostri testi, li ho solo alternati, prima di cancellare una frase ho aspettato me lo diceste voi.

Il 3° di Matt non può andare sotto il 6° perchè non è riferito ad Elisa, ma a Jennifer. In quel paragrafo Matt ripercorre il ricordo che Luca ha di Jennifer, di quel sorriso e di quel loro primo incontro. Che nel paragrafo sotto si ripeterà nuovamente, ma con un altra donna: Elisa. E questo nuovo incontro trova appunto fine momentanea nel 6° ed ancora con un sorriso. Ma non è a quest'ultimo sorriso a cui Matt fa riferimento, basti leggere le frasi, contenute nel 3°:

Citazione:
ora, mentre calpestava l’asfalto bagnato, ricordava malinconicamente.


oppure

Citazione:
Ricordò quanto l’attesa davanti allo sportello delle poste si fosse fatta sperata.


Matt parla di Luca e di Jennifer, e ci preannuncia quanto a volte le coincidenze nella vita possano essere strane:

Citazione:
Le coincidenze fanno sorridere e creano esistenze e ora sorrideva, perché lui l’amore vero l’aveva conosciuto, perché i ricordi erano ancora troppo vivi per afferrare il significato di un’assenza da quell’istante eterna.


Difatti tu nel capitolo sotto fai rientrare Luca alla posta e ci presenti il ripetersi di una situazione già vissuta e appena ricordata da Luca:

Citazione:
Alle Poste la vita sembra seguire sempre lo stesso copione, scritto da qualcuno con del sottile umorismo.
La solita stampante inceppata, la solita aria carica di imprecazioni sommesse.
Normale amministrazione.
Normale anche il "tap tap tap" di un piede che batte il tempo, normale il fastidio quando sei già nervoso di tuo.
Luca si girò e la vide.


:?: Per quella frase ripetuta ci pensi tu ad aggiustartela nel tuo paragrafo, io non mi permetto. Alternare si, ma modificare pensieri altrui no :wink:
Miki - Gio Apr 21, 2005 3:20 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
Fuori Libro: per prima cosa ciao Miki benvenuta grazie di essere qui e di partecipare al "Libro a + mani". Ok ora che ho sentito i vostri pareri credo che possiamo continuare come abbiamo fatto sinora. La mia idea del finale poi rivista da Matteo, mi è giunta improvvisa e non ho potuto tacerla. Ad ogni modo il finale potrà di certo essere diverso.

Riscrivo qui di seguito tutti i vari paragrafi scritti finora, anche per dar la possibilità a chi come Miki si inserisce ora di leggerselo tutto di continuo, senza dover saltellare da un post ad un altro :wink: !

Chi prosegue il paragrafo di Matt? Io se siete d'accordo lascerei la parola a Miki :) !

Copio ed incollo....


Grazie Monia per il benvenuto e per avermi inclusa in questo progetto.

Visto che la cronologia del racconto é stata cambiata per maggior chiarezza e continuitá, leggeró il risultato di questi cambiamenti prima di fare una mia aggiunta.
Abbiate fede che torneró! :wink:
matto81 - Gio Apr 21, 2005 4:46 pm
Oggetto:
Monia i titoli dei miei paragrafi nella versione modificata sono 3 Coincidenze e 5 Scambio di sguardi ... sì mi pare che funzioni abbastanza! Miki fai presto su! Suggerirei a Max di chiamare Elisa il paragrafo 6 a cui comunque deve assegnare il titolo e di cambiare il titolo al 4 perchè Elisa nel paragrafo 4 non è centrale! :wink:
Ciao ciao!
Anonymous - Gio Apr 21, 2005 6:50 pm
Oggetto:
Hai ragione.

Il 6 si chiamerà "Elisa".
Il 4 invece "Preludio".
Monia Di Biagio - Gio Apr 21, 2005 9:34 pm
Oggetto:
:D Bene allora ci siamo!

Copierò ed incollerò tutto di là, e per mia comodità lo farò in un unico post, dopo il quale proseguiremo singolarmente.

:arrow: Toglierò la frase ripetuta.

:arrow: Metterò i nuovi titoli di Max e Matt

:arrow: E così anche Miki quando vorrà potrà rileggere il tutto e cominciare aggiungendo il suo nuovo paragrafo.

:wink: Grazie ragazzi attenti e disponibilissimi come sempre.

:P Si riparte: E VAIIIIII!!!!!!!
Anonymous - Ven Apr 22, 2005 3:12 am
Oggetto:
Citazione:
Cosa sperava di ottenere con quel sorriso?

Sono del parere che il "3" di Matteo vada dopo il mio "6".
Perchè il "3" è un flashback di Jennifer, mentre Matt certamente si sta riferendo al sorriso di Elisa, soprattutto in questo passaggio:
Citazione:
l’espressione disgustata da primo impatto che, ora, mentre calpestava l’asfalto bagnato, ricordava malinconicamente.

ma soprattutto in questo:
Citazione:
Le coincidenze fanno sorridere e creano esistenze e ora sorrideva, perché lui l’amore vero l’aveva conosciuto, perché i ricordi erano ancora troppo vivi per afferrare il significato di un’assenza da quell’istante eterna.

è evidente che luca non stà ricordando, bensì si riferisce al dolore provocato dal nuovo incontro.
Miki - Ven Apr 22, 2005 10:19 am
Oggetto:
Ok, se la smettete di cambiare tutto, aggiungo! :lol:
Anzi, mi é venuta una folgorazione!
Miki - Ven Apr 22, 2005 12:25 pm
Oggetto:
Lá!
Fatto!
Spero che la mia "direzione" vi piaccia. :mrgreen:

Se questa fosse la mia storia so esattamente come continuerebbe e quale tematica la relazione tra Luca ed Elisa metterebbe in rilievo.
La mia sarebbe una conclusione di speranza, ovviamente, dove per assurdo proprio attraverso Elisa e il suo "segreto", Luca tornerebbe ad amare la vita.

Ma voi ovviamente potete dare alla storia un indirizzo totalmente diverso!
Monia Di Biagio - Ven Apr 22, 2005 2:32 pm
Oggetto:
:D Grande Miki! Daltronde cosa potevamo aspettarci da te, non lo avevo già dertto di là che sei un'autrice fantastica :wink: ?

Per Max: io resto della mia opinione, forse abbiamo interpretato in due modi diversi le frasi di Matt, ora solo lui può dirci se vuole spostare o lasciare l'ì il suo paragrafo, anche se mi sembra già abbia detto che va bene così...

Ad ogni modo io vado a proseguire, nei pochi minuti che mi restano, poi devo uscire, il paragrafo di Miki che mi ha ispirato e non poco....Grande Miki...Vado!
Anonymous - Ven Apr 22, 2005 6:07 pm
Oggetto:
Citazione:
Per Max: io resto della mia opinione, forse abbiamo interpretato in due modi diversi le frasi di Matt, ora solo lui può dirci se vuole spostare o lasciare l'ì il suo paragrafo, anche se mi sembra già abbia detto che va bene così...

Non credo sia questione di interpretazione, il paragrafo di Matteo è molto chiaro e si riferisce ad Elisa, ora che abbiamo sistemato i miei casini lo so con più certezza.
O meglio, forse Matteo poteva anche lasciar intendere che si parlasse di Jennifer, ma se riferito ad Elisa suona meglio. IMHO :-)
matto81 - Sab Apr 23, 2005 12:14 am
Oggetto:
No io mi riferivo a Jennyfer anche perchè elisa quando ho scritto il paragrafo delle poste ancora non esisteva! :shock: Il mio paragrafo 3 era riferito al primo incontro con Jennyfer che Luca ricorda tornando a casa dal funerale! Comunque va bene così! :D Ora a chi tocca scrivere? Io suggerirei che ognuno dopo che ha scritto passa la palla ad un altro! che dite? Un genio vero? :idea:
Anonymous - Sab Apr 23, 2005 12:37 am
Oggetto:
ah!
Allora non ho capito un tubo! ahahha
Vabè, lasciamo perdere.
Belli gli ultimi due capitoli, complimenti!

"Lasciare la palla" potrebbe essere carino, ma se per qualche motivo l'utente chiamato non si collega per un po' dovremo aspettarlo inutilmente.
Conoscendomi, non lo sopporterei! :D
matto81 - Sab Apr 23, 2005 1:07 am
Oggetto:
Era solo un modo per evitare che mentre uno scrive un paragrafo un altro mette il suo seguito e quindi il primo rimane fregato! :?
Sì complimenti Miki&Monia davvero una svolta!
Vabbè io comunque passo la palla! Domani parto per un campo scout e torno lunedi! A voi! :D
Anonymous - Sab Apr 23, 2005 1:22 am
Oggetto:
Buona scoutata! :)
Ah, per caso sei nel gruppo di Fabio G. o Luca G. ? ;-)
Miki - Sab Apr 23, 2005 1:26 am
Oggetto:
Io la palla la prenderei anche, ma fino a lunedí non se ne parla, per cui se nl frattempo qualcuno vuole continuare io mi rifaccio viva allora! :D
Anonymous - Sab Apr 23, 2005 1:38 am
Oggetto:
Detto fatto ;)
Miki - Sab Apr 23, 2005 10:45 am
Oggetto:
Aggiuntina veloce prima che inizi il week-end da panico!
Passo la palla e a presto! :wink:
matto81 - Sab Apr 23, 2005 1:07 pm
Oggetto:
No Max! Non conosco Fabio G e Luca G!
Io parto ore 15.00!
Torno lunedi primo pomeriggio!
Ciao! E scrivete finchè potete...che poi...tocca a me! :wink:
Anonymous - Sab Apr 23, 2005 6:43 pm
Oggetto:
ehehhe
Anonymous - Sab Apr 23, 2005 6:48 pm
Oggetto:
'ccidenti Miki!
Avevo in mente di scrivere qualcosa di simile al tuo "15 Grazie".
Però tu l'hai fatto meglio, per fortuna... grrrr
Monia Di Biagio - Dom Apr 24, 2005 4:30 pm
Oggetto:
Ciao Max, se ti va il prossimo paragrafo, dopo questo che ho appena postato io, è per te: :wink: solo tu ci puoi parlare di una bella corsa in moto....Leggi e capirai :) .
Miki - Dom Apr 24, 2005 7:21 pm
Oggetto:
Pufff!
Sopravvissuta ad una festicciola di compleanno per mio figlio con un gruppetto di ragazzini chiusi in casa causa pioggia quando avevamo programmato pic-nic e partita a calcio al parco qua vicino!

Torneró alla storia quando mi saró ripresa!


Mi sembra che ci sia una certa unitá di intenti sulla direzione da dare alla storia. :) Unica piccola perplessitá: nell'ultimo paragrafo "Nuova Vita" mi sembra che il cambiamento in Luca avvenga un po' troppo repentinamente. Possibile che dopo una sola notte il profondo senso di sconforto e disperazione, il ricordo di Jenny e il desiderio di morte si siano dissolti cosí in fretta? Io direi che un primo cambiamento possa senz'altro aver avuto luogo, ma forse lascerei trapsarire ancora molta confusione. Non so: voi che ne pensate?
Anonymous - Dom Apr 24, 2005 10:07 pm
Oggetto:
ehehe fatto Monia! :-)

Concordo con Miki.
Monia Di Biagio - Lun Apr 25, 2005 2:03 pm
Oggetto:
:wink: Letto Max, superbo! Mi spiace solo per l'incidentato.... :roll: .

8) Poi un giorno magari farai vedere a Miki e Matt la tua "Belva" :wink: !

Per rispondere a Miki: il cambiamento di intenti, di programmi portato anche avanti da Max, dal mare alla montagna, fa parte della natura incerta e fragile di Luca. Lui non ha più programmi prestailiti: pensa e decide in fretta, ma poi è sempre la vita a decidere per lui. Tra l'altro credo che il pensiero di Jenny non verrà mollato fino alla fine del livbro, o mi sbaglio?

Ciao Raggazzi continuiamo così, credo che insieme siamo delle belle "8 mani" :D !

Sono felice di questa esperienza!
Anonymous - Lun Apr 25, 2005 4:10 pm
Oggetto:
Citazione:
Letto Max, superbo!


Esagerata! ;)

Citazione:
Mi spiace solo per l'incidentato...


Se l'è meritato! :D

Citazione:
Poi un giorno magari farai vedere a Miki e Matt la tua "Belva"


Beh, è sul mio sito ;)

Citazione:
Sono felice di questa esperienza!


Piace anche a me!
Miki - Lun Apr 25, 2005 5:12 pm
Oggetto:
Sí d'accordo sul cambiamento d'intenti, ma mi riferivo piú che altro all'apparente entusiasmo per la vita che viene descritto:

moniadibiagio ha scritto:
una risposta a tutta la sua infelice situazione la trovò, e ne fu da subito talmente convinto che se la ripetè a voce alta: "Voglio una nuova vita! Nuova sì, cominciando da oggi stesso!"

[...]

dopo quella doccia Luca fece molto di più, ora preso da nuovo cocente entusiasmo [...]


Mi sembravano descrizioni un po' forti e in netto contrasto con l'umore delle pagine precedenti. Credo che il nuovo approccio alla vita di Luca dovrebbe avvenire per gradi piú lenti.

L'idea di inserire un altro evento (l'incidente) nel cammino di Luca verso la ricarica emotiva é una buona idea, ma mi sembra di nuovo inserito troppo in fretta. Max, non ti andrebbe di approfondire un po' il paragrafo, magari aggiungendo qualche brano di conversazione o di riflessione interiore durante la visita all'ospedale?

Naturalmente bisogna vedere che tipo di scritto stiamo sviluppando - racconto, novella, romanzo :?:
Io sono notariamente una "romanziera": mi dilungo sempre sulle sfumature e i miei scritti hanno ritmi narrativi abbastanza lenti. Infatti non sono molto portata per i racconti.
In questo senso, in che direzione stiamo andando?
Anonymous - Lun Apr 25, 2005 6:37 pm
Oggetto:
Miki ha ragione, soprattutto nel dire che è una romanziera eheheh
Il cambiamento dell'umore di Luca è troppo veloce, senza dubbio.
L'incidente è troppo precoce, e ci posso stare.
Magari lo annacquo un po'.
Io direi di tenere buone le tracce, inserendo correzioni urgenti se rilevate e magari riflettere in seconda fase sugli approfondimenti.
Buttiamo giù tutto quello che ci viene in mente, correggiamolo e miglioriamolo, ma non badiamo ai dettagli sennò qui non finiamo mai.
Io, purtroppo, scrivo così: faccio succedere tutto in poche pagine e poi, con calma, approfondisco ed annacquo.
Fai bene Miki a riferire le tue impressioni, stiamo lavorando insieme e ne faremo tesoro.
Continuiamo così.
matto81 - Lun Apr 25, 2005 6:40 pm
Oggetto:
Eccomi di ritorno! (intero o almeno in parte!)
Sì, mi piace! La storia sembra viva! Ed è bello!
Stasera scrivo il prossimo paragrafo e lo incollo!
:lol:
Anonymous - Lun Apr 25, 2005 7:06 pm
Oggetto:
Seguendo le istruzioni di Miki, ho leggermente ampliato. ;)

Stai a vedere che imparo a scrivere un romanzo...
Miki - Lun Apr 25, 2005 7:37 pm
Oggetto:
eheh! bravo Max!

Il mio commento non voleva certo essere una critica a nessuno.
Piú che rivedere il "quando" l'evento ha luogo (va bene anche a questo punto) mi riferivo al come viene sottolineata la sua importanza ai fini della vicenda e dello scavo psicologico di Luca.

Interessante cmq esaminare il metodo di scrittura di altri autori.
Io rumino.
Scrivo un pezzetto, rileggo, correggo, aggiungo, poi torno indietro... mi piace sempre mettermi dal punto di vista di un lettore, ascoltare la sua voce che mi fa domande e mette in discussione ció che ho scritto: "Perché il tal personaggio qui agisce in questo modo?", "Come giustifichi questo passaggio? O questo scambio di battute?".
Solo quando sono riuscita a dare un quadro completo di quello che sta avvenendo nella scena che descrivo mi sento soddisfatta.
Anonymous - Lun Apr 25, 2005 8:11 pm
Oggetto:
Di solito faccio come te quando scrivo da solo, forse l'errore qui è scrivere come se fosse una normale conversazione in un forum.
Infatti qui sto scrivendo dalla finestra dell'"invia risposta".
Proverò ad usare word e riversare tutto qui dopo, magari così rientro in modalità "scrittore". ;)

Oggi ho imparato qualcosa... sia da te qui, che da Monia in MSN ;)
Miki - Lun Apr 25, 2005 10:40 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Proverò ad usare word e riversare tutto qui dopo, magari così rientro in modalità "scrittore". ;)


Giusto! :D

Max_72 ha scritto:
Oggi ho imparato qualcosa... sia da te qui, che da Monia in MSN ;)


da me? ma dai! vabbeh, se son stata utile mi fa piacere! :mrgreen:
Miki - Mar Apr 26, 2005 11:54 am
Oggetto:
Ho fatto un'aggiunta cercando di mantenere la direzione presa e recuperare un po' dell'atmosfera dei primi paragrafi, cosí da presentare il cambiamento nell'umore di Luca in modo piú graduale.
Spero che vada bene.
Monia Di Biagio - Mar Apr 26, 2005 12:50 pm
Oggetto:
:wink: Sotto prezioso consiglio di Miki e forse, come dice Max, ormai anche io abituata al "botta e risposta" ed ai tempi brevi del Forum: ho rivisto tutto il mio paragrafo 16°. Perchè in Effetti stiamo scrivendo un Libro, che finora mi sembra si potrebbe ben inquadrare come Romanzo, se ad ogni modo tutti tenessimo conto di una maggiore ampiezza e dettagliatezza dei paragrafi, e quindi della storia.

Ad ogni modo ho cercato di ovviare "al forse troppo repentino cambio di umore di Luca", sebbene come dico all'interno del paragrafo stesso: "proprio questo sia il tipico ragionare di chi preso dalla depressione si ritrovi ad avere repentini momenti di ottimismo, magari dettati da particolari di vita giunti per caso".

Anche se ho ritenuto opportuno dilungarmi nei tempi, che non per tutti possono essere così repentine, tantomeno magari per il lettore, ed allora ho aggiunto dettagli importanti al paragrafo che potessero portare Luca a questo cambiamento, forse momentaneo, forse definitivo, non lo sappiamo...Ma ad ogni modo non più al "cocente desiderio", ma "affannoso sforzo" di poter realizzare quello che invece è un desiderio di Jennifer per lui, giunto al momento opportuno, ovvero quello di: "una vita nuova".

:wink: Ma per saperne di più dovrete rileggervi il mio 16° io intanto vado a leggere curiosa le vostre modifiche ed i vostri nuovi paragrafi.

Buona giornata a tutti!
matto81 - Mar Apr 26, 2005 1:17 pm
Oggetto:
Il paragrafo che ho aggiunto l'avevo scritto prima di quelli di Miki :cry: l'ho un po' aggiustato dopo aver visto che Miki aveva scritto un nuovo paragrafo, ditemi se va bene!
Raga per questo io proponevo di passarci la palla così ognuno scrive un paragrafo e sa quando tocca a lui! Tanto siamo bravi tutti e 4 a continuare la storia no?! In qualunque punto! Quindi perchè non fare così? Poi se uno non può collegarsi per qualche giorno si impegna a dirlo così per quella volta salta il turno no?! Tanto l'abbiamo visto...bene o male ci colleghiamo sempre! :wink:
Monia Di Biagio - Mar Apr 26, 2005 1:28 pm
Oggetto:
Per me può andar bene anche come dice Matt, anche se l'ispirazione su un determinato paragrfo è momentanea e direttamente porta alla frenetica digitazione. Ad ogni modo se prepariamo un paragrafo e poi vediamo che non sia addice molto al precedente appena aggiunto, possiamo sempre rivederlo per farlo ben combaciare.

Miki mi hai commosso. Adesso vado a leggere l'ultimo di Matt. Belle anche le aggiunte di Max, un banalissimo appunto per lui: ricordati a togliere la parentesi quella riferita al busto. E subito sotto hai chiamato "Luca" "Marco" :wink:

Mi rituffo nella lettura con Matt. Tutto bene qui a Viterbo? Contenti i tuoi Lupetti? Peccato il tempo avrete di certo trovato brutto, qui difatti è piovuto di continuo, :( ...sob. Magari il prossimo campo fatelo qui al Lago di Bolsena ed in estate :wink: . Ci sono campi predisoposti allo scopo, dove andavamo anche noi. Sono certa vi divertirete un mondo! Tu magari a guardare i piccoletti scalmanati meno, ma loro qui starebbero benone :wink: !
Miki - Mar Apr 26, 2005 1:31 pm
Oggetto:
Monia, il nuovo Paragrafo 16 funziona MOOOOOLTO meglio! Bravissima!

E Matt, mi spiace di averti "soppiantato" :( ma il tuo paragrafo sta benissimo dopo il mio... Luca che rientra dall'ospedale... sí sí puó andare.
Cmq direi che la tua idea di passare la palla con turni piú precisi renderebbe la vita piú facile a tutti.
A sto punto mi pare che tocchi di nuovo a Monia, no?
Monia Di Biagio - Mar Apr 26, 2005 1:38 pm
Oggetto:
:wink: Ok vado. Penso un pò alle carte da giocare, poi mi rituffo tra le parole. Grazie ragazzi è un piacere scrivere con voi!

:arrow: Sì anche io dico che il paragrafo di Matt va bene anche dopo quello di Miki. Finiscono allo stesso modo, ma non fa nulla, questo ancor più incide sulla "nuova decisione di Luca".

:wink: Sarà forse questa la "Nuova Vita" ora desiderata? Staremo a vedere....Dipende da cosa la mia mente partorirà ora :wink: .
Monia Di Biagio - Mar Apr 26, 2005 4:01 pm
Oggetto:
:wink: Fatto! A voi la tastiera. Spero vi piacerà la svolta nella storia....

Ora scappo. Un abbraccio a tutti.

:arrow: P.S. Stavo pensando ad un produttore cinematografico, che conosco, appena avremo finito. Voi che ne dite? Si tratterebbe del produttore di Montalbano. Potremmo proporgli "La Storia" quando sarà finita. Fatemi sapere se vi va :wink: !
matto81 - Mar Apr 26, 2005 5:48 pm
Oggetto:
Sì il tempo è stato bruttino, vento e pioggia continui, comunque se fai un salto sul blog ti fai un po' di risate! :lol: Ok proverò a vedere se poter fare il campo sul lago di Bolesena...il campo estivo deve essere come Dio comanda! Quindi penso che sia il caso comincarsi ad organizzare! Grazie per il suggerimento! :wink:
Beh sarebbe carino vedere le nostre fatiche in tv!
:D
Ho aggiunto un nuovo paragrafo....a voi! :wink:
M.
Miki - Mar Apr 26, 2005 6:28 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
Stavo pensando ad un produttore cinematografico, che conosco, appena avremo finito. Voi che ne dite? Si tratterebbe del produttore di Montalbano. Potremmo proporgli "La Storia" quando sarà finita. Fatemi sapere se vi va :wink: !


Magari! Sarebbe un bel modo per farci conoscere e aiutare le nostre...ehm...carriere! :P
Anonymous - Mar Apr 26, 2005 8:07 pm
Oggetto:
Sì sì, vai Monia, per me hai carta bianca! ;)
Anonymous - Mar Apr 26, 2005 9:06 pm
Oggetto:
Complimenti, siete bravissimi!
Vi ho letto con piacere, anche se devo ammonire Monia per alcuni piccoli errori ortografici.
Volevo segnarmeli ma ormai stavo leggendo con gusto... quindi arrangiati! :D

Ho sostituito Marco con Luca.
"busto per le costole" l'hai inserito tu o l'avevo messo io?

PS: per la prima volta in vita mia, ho usato word per scrivere in un forum.
Bella esperienza ;)
Monia Di Biagio - Mar Apr 26, 2005 9:43 pm
Oggetto:
Codice:
"busto per le costole" l'hai inserito tu o l'avevo messo io?


:wink: Io no.

Riletto il mio par. trovati i due errori:
-Conme al posto di come
-Capiuvano al posto di capivano

:wink: Grazie della segnalazione Max.
matto81 - Mer Apr 27, 2005 3:32 am
Oggetto:
Ah monia! Ma il tuo romanzo La dama bianca è davvero così bello come dicono tutti?! :wink: Io vorrei leggerlo...dove lo posso trovare?! :wink:
Buonanotte!
M.
Monia Di Biagio - Mer Apr 27, 2005 1:19 pm
Oggetto:
:) Eh,eh,eh....Grazie Matt, mi piacerebbe tu lo legessi!

Puoi ordinarlo, pagando solo alla consegna del pacco,

:arrow: qui su IBS:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:arrow: o qui (direttamente alla casa editrice):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:arrow: oppure a me, mandandomi in mp o via e-mail il tuo indirizzo di casa. Solo in quest'ultimo caso naturalmente potrei aggiungere la dedica :wink:

:arrow: O ancora se preferisci in una qualsiasi libreria italiana, quella più vicina a te, comunicando al libraio: titolo, autore e casa editrice o più semplicemente solo il codice ISBN 88-7418-115-9

:wink: Ed intanto se vuoi saperne un pò di più clicca qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:( Peccato però tu sia arrivato un pelo in ritardo, perchè fino a qualche tempo fa il libro tramite "365 giorni in fiera"
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
lo abbiamo regalato senza neppure spese di spedizione, ad un sacco di persone, veramente tante, e moltissime in Portogallo, Brasile, Svizzera...Va beh, ormai è andata....
Monia Di Biagio - Mer Apr 27, 2005 9:26 pm
Oggetto:
:wink: Miki tocca a te!

:oops: Naturalmente quando vuoi.....

:) Io intanto mi vado a leggere il nuovo capitolo di "Ancora noi", mi affascina sempre più e mi chiedevo quanto c'è di autobiografico? Non è che tuo marito si chiama Danilo :wink: ?
Miki - Gio Apr 28, 2005 8:04 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
:wink: Miki tocca a te!

:oops: Naturalmente quando vuoi.....

:) Io intanto mi vado a leggere il nuovo capitolo di "Ancora noi", mi affascina sempre più e mi chiedevo quanto c'è di autobiografico? Non è che tuo marito si chiama Danilo :wink: ?


ahah!
No, ma posso dirti che in Danilo c'é un po' di un ex-amore mio...vabbeh ma é una storia lunga.
Mi faccio viva al piú presto con la mia aggiunta...abbiate fede!
matto81 - Ven Apr 29, 2005 3:48 am
Oggetto:
Monia...attenta che con le tue supposizioni rischi di rovinare le famiglie! :roll:
Miki - Ven Apr 29, 2005 3:23 pm
Oggetto:
Aggiuntina veloce perché son di passaggio.
Passo la palla fino a lunedí! :P
matto81 - Ven Apr 29, 2005 6:55 pm
Oggetto:
Brava Miki!
Ragazzi mi prendo la palla...stasera aggiungo...! :lol:
Miki - Sab Apr 30, 2005 10:54 am
Oggetto:
Non vedo Monia in giro da un paio di giorni... é via?
Monia Di Biagio - Sab Apr 30, 2005 10:28 pm
Oggetto:
:oops: Ragazzi perdonatemi! Due giorni pure senza pranzo, due tirate lunghe ognuna di 12 ore, dalla mattina alla sera con un caffè! Siamo agli sgoccioli con la casa nuova e mi stanno facendo girare come una trottola: rubinetti, mattonelle, termosifoni, impianti elettrici, mobili da scegliere....Insomma sono finita, ma sono qua....Solo ora sono riuscita a riconnettermi prima di farmi più che volentieri rapire da morfeo. Vi ho letto e lunedì proverò ad aggiungere anche io il mio nuovo paragrafo. Domani ci prendiamo una pausa, io e mio marito, anche se per volontà dei nostri amici si va comunque "fuori porta" e tra bimbi festanti (degli amici non nostri...) sarà comunque sempre un lungo primo maggio di 12 ore consecutive...Ce la farò? Semmai in borsetta mi metto una flebo, me la faccio consigliare da Cannavaro :roll: ?

:D Ciao ragazzi, buona serata, e buona giornata anche a voi per domani!
Miki - Sab Apr 30, 2005 11:45 pm
Oggetto:
Grazie Monia, anche se qui in Inghilterra facciamo festa lunedí...il che vuol dire bambini a casa per tre giorni invece di due...vabbeh, sabato é andato!
Buona Festa dei Lavoratori!
Monia Di Biagio - Lun Mag 02, 2005 10:27 am
Oggetto:
:wink: Beati voi un altro giorno di festa faceva comodo anche qui! Ma visto che non c'era ho approfittato, impossibilitata nei miei soliti giri, per la casa nuova, di aggiungere il 26° paragrafo. A voi il testimone :wink: !
Anonymous - Lun Mag 02, 2005 10:02 pm
Oggetto:
Miki, manca il titolo al tuo paragrafo.
Miki - Mar Mag 03, 2005 12:03 am
Oggetto:
Ops! Scusate! Presto fatto :wink:

Invece vorrei fare un piccolo appunto a matto, dove dici che nella macchina Elisa ci aveva lasciato la "verginitá".
Ma in una conversazione precedente lei dichiara di essere una "che va con tutti" e che per quello "prima o poi le doveva capitare" di infettarsi (vedi paragrafo 12)
Mi pare una contraddizione.

In ogni caso, mi pare sia di nuovo il mio turno.
Ora é tardi.
Aggiungo qualcosa domani.
Anonymous - Mer Mag 04, 2005 12:38 am
Oggetto:
Io credo che Matteo volesse descrivere la scena di quando ha contratto l'aids, come un flashback, la prima volta che ha fatto sesso.
Miki - Mer Mag 04, 2005 9:17 am
Oggetto:
Appunto!
Nel dialogo al paragrafo 12 dice di essersi esposta al rischio per via della sua attivita sessuale piuttosto liberale, non la prima volta che l'ha fatto.
Per lo meno non era quello che intendevo esprimere quando ho scritto quel dialogo. Pensavo si capisse...
matto81 - Mer Mag 04, 2005 4:47 pm
Oggetto:
Eh vabbè...io volevo descrivere il momento in cui ha contratto l'hiv...non è in contraddizione con una sua continua attività sessuale il fatto che l'abbia preso la prima vlta che l'ha fatto...poi sessuale è dire tanto...non è detto che lei ogni volta faccia sesso...non la vedo come una contraddizione se la vedete così possiamo togliere la parte della verginità, come se quella non fosse stata la sua prima volta, ma solo una delle tante! come volete!
Anonymous - Mer Mag 04, 2005 6:41 pm
Oggetto:
Sì Matteo, credo sia meglio. :)
matto81 - Gio Mag 05, 2005 12:31 am
Oggetto:
Fatto Max! Ora dovrebbe funzionare! :lol:

:arrow: Miki misà che tocca a te!

M.
Anonymous - Ven Mag 06, 2005 7:56 pm
Oggetto:
Sì, ora fila meglio.
Miki - Ven Mag 06, 2005 8:50 pm
Oggetto:
Gente non ho avuto il tempo di scrivere e domani parto per l'Italia.
Domenica mi vedo con amici, lunedí sono in Fiera a Torino e martedí viaggio di ritorno.
Mi sa che fino a mercoledí non mi vedete! :?

Continuate voi che poi mi riattacco!

baci baci! xxx
matto81 - Sab Mag 07, 2005 1:37 am
Oggetto:
Ok Miki, buon lavoro&divertimento alla fiera del libro! In bocca al lupo(dico così pur non sapendo com'è la situazione...spero che un giorno lo scoprirò!)e torna con tante nuove idee!
:arrow: allora da bravo vigile che regola il traffico... vai Max tocca a te! :lol:
Miki - Sab Mag 07, 2005 8:55 am
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Ok Miki, buon lavoro&divertimento alla fiera del libro! In bocca al lupo(dico così pur non sapendo com'è la situazione...spero che un giorno lo scoprirò!)e torna con tante nuove idee!
:arrow:


Grazie!
Trovi info qua:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
:wink:
Anonymous - Sab Mag 07, 2005 7:01 pm
Oggetto:
Tocca a me?!
Ma... ma... uffffff


Citazione:
Ci vediamo in piazza Betti, dopo, al solito posto?


Senti Monia, qui Luca intende dopo il lavoro?
Ovvero, di sera?
Monia Di Biagio - Sab Mag 07, 2005 9:43 pm
Oggetto:
Diciamo pomeriggio, difatti ho parlato di colazione e 8 ore di lavoro. Le classiche 8 ore. Ammesso che inizino entrambi a lavorare alle 09.00 Luca ed Elisa dovrebbero incontrarsi in Piazza Betti alle 17.00, minuto più minuto meno per gli spostamenti puoi fare "17.30 al solito posto" :wink: .
Anonymous - Sab Mag 07, 2005 9:48 pm
Oggetto:
ok
Anonymous - Dom Mag 08, 2005 4:12 pm
Oggetto:
Sto tenendo aggiornato un file di testo con tutti i paragrafi, una mia forma di mania per il back-up, quindi se apportate qualche modifica ai vostri post riferitelo qui.

Se volete lo mando a tutti periodicamente.

Piccola curiosità: siamo già quasi a 80.000 battute spazi inclusi! :D
Anonymous - Dom Mag 08, 2005 8:32 pm
Oggetto:
Un'altra piccola curiosità:

siamo il gruppo delle 4 M! :D

Monia
Michela
Matteo
Massimo
Monia Di Biagio - Lun Mag 09, 2005 10:57 am
Oggetto:
:shock: CAVOLO!!! E' vero :D !!!!????

:wink: Fondiamo una Società, la "4M"?

"4 M" che poi potrebbe stare anche per "Four minds" oltre che per "4 mani"!

:P Ma che bella novità!
matto81 - Lun Mag 09, 2005 8:27 pm
Oggetto:
Beh si vede che i nomi che iniziano per M portano bene, segnano un'anima creativa o folle come me!!! (e a follia pure voi non è che state messi tanto bene èh) :lol:
matto81 - Lun Mag 09, 2005 8:30 pm
Oggetto:
4M potremmo usarlo come pseudonimo per il libro, se riusciremo a pubblicarlo! :)
Monia Di Biagio - Lun Mag 09, 2005 9:18 pm
Oggetto:
:wink: Difatti Matt! :D Vedi che allora tra folli ci si intende?
:roll: Non a caso "4M" potrebbe infatti anche stare per: "4 matti" :lol:
Anonymous - Lun Mag 09, 2005 11:31 pm
Oggetto:
Ohibò! Io vengo da una famiglia di M!
Io, mia mamma, mia sorella e mio fratello ci chiamiamo tutti con la "M"!
E siamo tutti piuttosto..ehm...diciamo "originali"! :wink:
Monia Di Biagio - Mar Mag 10, 2005 2:54 pm
Oggetto:
:wink: Eh,eh,eh....Stessa cosa vale per noi: mamma, io e fratello tutti con la "M" e moooooolto, smisuratamente "originali"!

:arrow: P.S. visto che hai postato come ospite spero di sapere presto chi sei, mi farebbe molto piacere, tra strani...ops originali, ci si intende....Sono le persone trooooppo normali che non ci capiscono mai :roll: .....
matto81 - Mar Mag 10, 2005 4:50 pm
Oggetto:
Invece nella mia famiglia di M non ce n'è neanche una! (e si vede!) Infatti l'unico fantastico sono io!!! :shock:
Ho postato il prossimo paragrafo...ragazzi..c'è una svolta! m'è venuta proprio di getto e tacchete! vedete un po' che ne pensate! :)

:arrow: Monia...indovina un po' chi è venuto a suonarmi questa mattina con un camioncino bianco verso mezzogiorno?! E' arrivata La Dama Bianca dritta dritta a casa miaaaaaaaaa!!! Sono contentissimo! Ho letto la prefazione e la tua premessa e mi è salita una curiosità che non ti dico!!! Appena finisco la Casa degli spiriti me lo leggo tutto d'un fiato! :D Una domanda volevo farti...come mai hai deciso di suddividerlo in due volumi?! E' solo una curiosità! Baci! :oops: :D
Anonymous - Mar Mag 10, 2005 6:50 pm
Oggetto:
ehehe le "4 Menti" mi piace!

Speriamo che, se si unisce qualcun'altro alla stesura, si chiami con un nome adatto! ;-)
Anonymous - Mar Mag 10, 2005 7:11 pm
Oggetto:
Miseriaccia Mattè!
Jennifer sul pc di Max?
Tu devi essere proprio malato ahaha!
Bella idea!

Al pensiero della carbonara non ripassata in padella mi si sono contorte le budella, ma alla scritta "Max" sul citofono ho riso da morire, anch'io ho solo "Max" sul citofono ahaha
Oddio, mo crepo! ;-)
Monia Di Biagio - Mar Mag 10, 2005 8:20 pm
Oggetto:
:D Eh,eh,eh ad entrambe le cose ho pensato subito anche io: la carbonara e Jennifer sul P.C. Difatti scrivo proprio per dire a Matt gran bello scoop chissà come andrà a finire: era innamorato o gli manca come amica? Sarà la stessa Jennifer? Non vedo l'ora di scoprirlo, grazie alla terza mente...Aspettiamo almeno un giorno Miki? Poi se non può proseguire lei, perchè ancora impegnata a Torino, ritoccherebbe a Max.

D'altronde Max che vuoi mettendotici dentro te la sei cercata :wink: e ti è andata pure bene: salvo dall'incidente, bravo cuoco, la tua specialità? La carbonara, difatti è vero...Ora pure il campanello giusto...Ormai la faccia che dò a Max è la tua :wink: !
matto81 - Mar Mag 10, 2005 11:30 pm
Oggetto:
Ah raga sono contento che vi sia piaciuta l'aggiunta! Ha entusiasmato anche me! La storia della carbonara è lunga...non vi dico che incazzatura na sera perchè io dico che si ripassa in padella e una mia amica dice che la vera carbonara se magna con l'uovo fresco così..ma ci stavamo prendendo a botte! :D E quindi l'ho riutilizzata! (della serie traumatizzato dalla carbonara!) :?
Sì sì aspettiamo miki! :D
M.
Miki - Mar Mag 10, 2005 11:31 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
visto che hai postato come ospite spero di sapere presto chi sei, mi farebbe molto piacere, tra strani...ops originali, ci si intende....Sono le persone trooooppo normali che non ci capiscono mai :roll: .....


:shock: :shock: :shock: :shock:

ma...ma...ero io!!!!
MIKI!!!

Scusate! Postavo dal PC di mio papá e ho dimenticato di fare il log-in che a casa non faccio mai perché é automatico!

PARDON! :oops:

Ragazzi! SOn rientrata stasera e sono stracotta!
Giuro che domani leggo quel che avete scritto e proseguo un pochetto!
Torino, tra parentesi, é andata bene.
Poi vi racconteró! :D
Monia Di Biagio - Mer Mag 11, 2005 1:52 pm
Oggetto:
:D Ah,ah,ah sono ancora più felice che l'ospite sia tu Miki! Anche perchè questo conferma non solo 4 volte di seguito, ma anche la mia famiglia più la tua: che questo romanzo poteva essere scritto sola da noi "La M's Company"...Ah,ah,ah,ah :mrgreen:

A proposito di Torino devi dirci tutto, su questo Topic magari che è quello apposito:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

:( Io purtroppo mi sono persa la manifestazione, con tanto di invito per il secondo anno consecutivo....Proprio perchè ogni anno di questi tempi c'è qualcosa che mi trattiene, e come si sa prima il dovere poi il piacere, va beh, raccontata da te sarà come viverla, e mi raccomando non lesinare sui particolari :wink: !

Ciao Miki bentornata a casa!
Anonymous - Mer Mag 11, 2005 7:31 pm
Oggetto:
Citazione:
D'altronde Max che vuoi mettendotici dentro te la sei cercata Wink e ti è andata pure bene: salvo dall'incidente, bravo cuoco, la tua specialità? La carbonara, difatti è vero...Ora pure il campanello giusto...Ormai la faccia che dò a Max è la tua Wink !


Non posso credere che quel Max abbia davvero fatto la carbonara a quel modo... :?

La carboMax è sacra!
Miki - Mer Mag 11, 2005 10:43 pm
Oggetto:
AAAAAAAAAAAAAAAAAAARGH!!!!!!!!!!!
LA CARBONARA NON SI RIPASSA IN PADELLA!
L'UOVO NON SI FA CUOCERE!
SACRILEGHI!
L'UOVO VA CRUDO E DEVE RESTARE MORBIDO E CREMOSO, APPENA APPENA COTTO DAL CALORE DELLA PASTA!
SE NO SI FA LA PASTA CON LE UOVA STRAPAZZATE, ALTRO CHE CARBONARA!!!! :o

BASTA!
Ho detto!


Riprendo io con la storia, ora.
Miki - Mer Mag 11, 2005 10:49 pm
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


e lo stesso dicono tutti i miei libri di ricette.
Anonymous - Gio Mag 12, 2005 10:28 pm
Oggetto:
Miki, io credevo che tu fossi una persona fantastica... ma con la carbonara non ripassata ti sei giocata 3/4 dei punti che avevi... :(
Miki - Gio Mag 12, 2005 11:46 pm
Oggetto:
Max, se tu la carbonara non la sai fare come si deve non é colpa mia! :lol:

Io SONO una persona fantastica! :P
matto81 - Ven Mag 13, 2005 3:23 pm
Oggetto:
Ragazzi col mio paragrafo non volevo creare una catastrofe culinaria!!! :D Monia m'è arrivato il tuo libro(lo ridico perchè secondo me non l'hai letto quando l'ho detto la prima volta!) :o
Ok raga! Allora stasera o al massimo domani aggiungo il prossimo paragrafo! Aspettatemi èh! :O
Buon pomeriggio!
M.
Anonymous - Ven Mag 13, 2005 6:27 pm
Oggetto:
Miki ha scritto:
Max, se tu la carbonara non la sai fare come si deve non é colpa mia! :lol:


Se assaggiassi la CarboMax capiresti dove s'annida il tuo errore... ;)
Anonymous - Ven Mag 13, 2005 6:34 pm
Oggetto:
Monia:
Citazione:
Caso volle che io la incontrassi per l'ultima volta, lì sul lago, dove si era recata con sua madre per comprare la marmellata.


Qui sei tu che parli in prima persona, o ti sei scordata le virgolette?
Opto per la seconda.

...e usa WORD !!!!!! :-D
Monia Di Biagio - Ven Mag 13, 2005 7:30 pm
Oggetto:
Tutto digitato di getto come mio solito :wink: Già mi sono scordata le virgolette!
Miki - Ven Mag 13, 2005 7:32 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Miki ha scritto:
Max, se tu la carbonara non la sai fare come si deve non é colpa mia! :lol:


Se assaggiassi la CarboMax capiresti dove s'annida il tuo errore... ;)


Sono certa che la CarboMax sia ottima...ma non é Carbonara! :wink:

Se non mi credi...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Monia Di Biagio - Ven Mag 13, 2005 7:39 pm
Oggetto:
:roll: Max guarda che ti sbagli, sono andata per correggere ma le virgolette c'erano: sono lì dove dice "il giorno.....ecc.ecc." Vedi che io scrivo bene anche senza Word :wink: ?

Veramente Matt hai ricevuto il libro, me lo stavo appunto chiedendo, non avendo difatti letto la prima volta che me lo avevi detto....E se non l'ho letto è perchè ora il mio browser di posta, che si è impazzito, mi cesitna, invece di archiviarli in posta in arrivo, alcuni messaggi che giungono dal Forum, così certi "avvisi di risposta" mi sono saltati :( . Comunque questa tua conferma di ricevimento posta mi ha fatto molto, molto piacere :D !

Miki io sulla carbonara non dico più nulla l'ultima volta che ho descritto come la faccio io, a modo mio, e comunque per me e chi l'ha assaggiata buonissima, momenti sul forum di Max mi linciano..... :roll: meglio tacere dunque, e continuare comunque a farla come piace a me!

:) L'importante poi in cucina è tirare fuori il Vissani che è in noi, una cucina senza fantasia o varianti è monotona come il rintocco unico di una campana che batte l'una :wink: !
Miki - Ven Mag 13, 2005 7:49 pm
Oggetto:
De gustibus non est disputandem... o qualcosa del genere. :P

Max, come dicono gli inglesi "We'll have to agree to disagree"!
Anonymous - Sab Mag 14, 2005 12:03 am
Oggetto:
Hey bimba, la carbomax è la regina delle carbonare!!!!
matto81 - Sab Mag 14, 2005 2:03 am
Oggetto:
Ragazzi ho aggiunto il paragrafo...ditemi un po'!
Comunque io la carbonara la ripasso in padella! :D
sì sì monia! Ricevuto..una domanda volevo farti come mai hai deciso di sdoppiarlo in due volumi?! (è originale vero?! Scommetot che non te l'aveva mai chiesto nessuno!) E' solo una curiosità! :lol:
M.
Miki - Sab Mag 14, 2005 11:43 am
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Hey bimba, la carbomax è la regina delle carbonare!!!!


ahah!
Ma tu non hai assaggiato la mia e quindi non puoi giudicare! :wink:
Monia Di Biagio - Sab Mag 14, 2005 2:23 pm
Oggetto:
:lol: In effetti Matt la domanda non è originale, anzi è la prima che mi fanno sempre tutti :wink: Ed a tutti rispondo nel medesimo sincerissimo modo: l'idea dei due volumi non è stata affatto mia, anzi io mi sono opposta fin da subito e per tutto il tempo fino all'uscita del libro a questa suddivisione. L'idea è stata dell'editore, in un primo momento proprio perchè voleva vendere il libro separatamente, ma io mi sono ribellata, lui avrebbe speso meno e guadagnato di più, ma io che me ne facevo di un libro diviso a metà quando era nato come un tutt'uno? Poi magari chi come credeva lui avesse comprato il I° volume, chissà se dopo sei mesi avrebbe o si sarebbe ricordato di comprare il secondo? In un modo o nell'altro io sarei stata letta a metà...Quindi alla fine abbiamo trovato una strada di mezzo, il classico punto d'incontro di ogni discussione: il libro è comunque rimasto suddiviso come voleva lui, ma venduto contemporaneamente come volevo io :wink: ! E' tutto.

:) Bello il tuo nuovo paragrafo, le indagini sono il mio forte, ma non tocca a me ora a chi tocca? Max o Miki?
Miki - Sab Mag 14, 2005 2:29 pm
Oggetto:
Probabilmente tocca di nuovo me.
Ci lavoro stasera.

Max, lo dico un'ultima volta e poi chiudiamo l'argomento: sono andata a guardare tutti i miei libri di ricette per vedere se magari effettivamente la tua versione della carbonara é corretta.
Mi spiace dirtelo: TUTTI i ricettari italiani che ho riportano la MIA versione come quella corretta e tradizionale.
Il "ripasso in padella" non lo menzionano nemmeno.
Quindi a conclusione direi che: la carbonara quella vera tradizionale si fa con l'uovo crudo appena scottato dal calore della pasta; versioni "variate" sulla ricetta tradizionale - come la CarboMax :wink: - si ripassano in padella.
Anonymous - Sab Mag 14, 2005 6:09 pm
Oggetto:
Miki ha scritto:
Max_72 ha scritto:
Hey bimba, la carbomax è la regina delle carbonare!!!!


ahah!
Ma tu non hai assaggiato la mia e quindi non puoi giudicare! :wink:


Non ho bisogno di conferme! ;)

Miki ha scritto:

Mi spiace dirtelo: TUTTI i ricettari italiani che ho riportano la MIA versione come quella corretta e tradizionale.
Il "ripasso in padella" non lo menzionano nemmeno.
Quindi a conclusione direi che: la carbonara quella vera tradizionale si fa con l'uovo crudo appena scottato dal calore della pasta; versioni "variate" sulla ricetta tradizionale - come la CarboMax :wink: - si ripassano in padella.


I tuoi libri sono di certo inglesi...
La carbomax, per la cronaca, si ripassa nella pentola dove ha bolito la pasta ;)
Miki - Sab Mag 14, 2005 7:01 pm
Oggetto:
I miei libri sono italianissimi, caro!
Ti posso dare tanto di titoli, autore e codice IBSN, se non mi credi!
Come la fanno gli inglesi la carbonara non te lo dico nemmeno che ti spaventi! :roll:
matto81 - Dom Mag 15, 2005 2:35 pm
Oggetto:
Furbetto l'editore! (Tipico degli editori e non solo...!)
Bhe io credevo fosse stata una tua decisione! E alla fine il suo vantaggio non si è concretizzato quindi che senso aveva comunque pubblicarli separatamente se avevate raggiunto l'accordo di venderli insieme?! Vabbè...alla fine separati o uniti tutti hanno la possibilità di leggerti ed è quello l'importante! :D

:arrow: Sì sì non mi andava che la cosa di jennyfer finisse così...Ragazzi dev'esserci qualcosa dietro! :shock: Vai Miki!
Monia Di Biagio - Dom Mag 15, 2005 3:13 pm
Oggetto:
Citazione:
Matt scrive: quindi che senso aveva comunque pubblicarli separatamente se avevate raggiunto l'accordo di venderli insieme?!


Perchè sai Matt ci sono persone che prima di dire "ho torto, hai ragione tu" si farebbero piuttosto schiacciare la testa da un rullo compressore :shock: ..... eh,eh :wink: ....! Ad ogni modo alla fine visto che quella comunqure sarebbe stata la scelta, pur di non dire "sì è meglio un volume solo...", la divisione a cui mi vedevo costretta me la sono comunque fatta da me, ed in effetti così ti accorgerai leggendo che i due volumi trattano dello stesso argomento da due punti di vista diversi, quello più scientifico, storico e psicologico e quello di indagini mie personali e leggende...Quindi tutto sommato per me andava bene anche così :wink: !

P.S.1 non vedo l'ora di leggere cosa Elisa scoprirà alla cascina!

P.S.2 La carbonara che si finisce di cuocere nella pentola in cui ha bollito la pasta, con l'aggiunta dell'uovo, che appunto deve restare soffice e cremoso e non strapazzato, come appunto diceva Miki: è una cosa, ed è quella giusta.....La carbonara fatta e ripassata in padella è tutta un altra cosa e non si fa, almeno che non te ne sia avanzata un piatto a pranzo e te la vuoi riscaldare per mangiartela la sera, ma non sarebbe comunque la stessa cosa :roll: !
Anonymous - Dom Mag 15, 2005 5:39 pm
Oggetto:
Monia, ti amo!
matto81 - Dom Mag 15, 2005 6:25 pm
Oggetto:
Max non vorrei dire niente, ma mi pare che Monia abbia dato ragione a Miki in fatto di carbonara! :shock:
Miki - Dom Mag 15, 2005 7:35 pm
Oggetto:
eheheh :)

il povero Max é un attimo confuso! :P

Anche se - devo precisare - la ricetta UFFICIALE prevede che le uova+formaggio e pancetta vengano mescolate nel piatto di portata e che la pasta appena scolata venga quindi buttata sopra il condimento, mescolata e servita...ma non voglio essere troppo pedante.
Vada per il rigiro in pentola, purché l'uovo non cuocia!
Monia Di Biagio - Dom Mag 15, 2005 8:45 pm
Oggetto:
In effetti però dicendo "sì" alla brevissima o q.b. giratina in pentola e "no" alla padella credo di aver dato ragione anche a Max :wink: !

Per quanto riguarda invece la ricetta ufficiale ed il condimento direttamente nel piatto di portata, io non l'ho mai fatto si può provare però chissà :wink: ?

Intanto oggi, passando al dolce, mi sono mangiata il primo gelato della stagione calda, cosa che non mi permetto spesso, perchè quelle 10.000 calorie del cono da 2.20€ le assorbo subito ed immagazzino in ogni cmq di ciccia, che sfiga e che bontà però!!!!
Miki - Dom Mag 15, 2005 9:52 pm
Oggetto:
*sigh* i gelati italiani... *sigh sigh*

Ragazzi, dovete scusarmi ma sono sgonfia.
Passo la palla a Max o Monia e riprendo dopo.
Una domanda: com'é che la madre di Jennifer vive sul lago se é irlandese?
Forse c'é bisogno di qualche spiegazione.
matto81 - Lun Mag 16, 2005 12:09 am
Oggetto:
Beh magari qualche dettaglio verrà fuori dalla chiacchierata tra Elisa e il vecchietto della marmellata! vai ragazzi che miki deve digerire! :lol:
M
Anonymous - Lun Mag 16, 2005 1:05 am
Oggetto:
E chi ha detto che vive li?
Sono li solo per comprare la marmellata.

Per la carbonara ho deciso: non vi amo, amo solo me stesso che so compiacermi al meglio... nel senso culinario intendo...

immagino che ora tocchi a me...
Miki - Lun Mag 16, 2005 9:30 am
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Per la carbonara ho deciso: non vi amo, amo solo me stesso che so compiacermi al meglio... nel senso culinario intendo...


masturbazione culinaria! :lol:
Miki - Lun Mag 16, 2005 1:03 pm
Oggetto:
Gente: ho fatto un'aggiunta ma sono di frettissima e l'ho buttata giú senza avere il tempo di riguardarla.
Voi coninuate pure, ma magari piú tardi la ritocco un po'.
A dopo!
Monia Di Biagio - Lun Mag 16, 2005 1:58 pm
Oggetto:
:( Ma ragazzi , ma non l'avete letto il Topic "che giorno è oggi?" scrivete solo qui.... :cry: mi viene da piangere..... :D scherzo ! Io sono qui a gongolarmi nell'attesa che leggiate, speriamo entro le ore 24.00 :lol: .....
Anonymous - Lun Mag 16, 2005 9:50 pm
Oggetto:
Oddio!
Di chi è "quella bimba"?
Il paragrafo è definitivo o devi ancora fare le modifiche?
Anonymous - Lun Mag 16, 2005 9:52 pm
Oggetto:
Miki ha scritto:
masturbazione culinaria! :lol:

Sì, tipo un.. saltimbocca! ;-)

PS: certo che leggere ste cose da una che ha per avatar un profilattico sorridente è il massimo! :D
Miki - Lun Mag 16, 2005 10:24 pm
Oggetto:
ahah!
É una banana danzante!
Miki - Lun Mag 16, 2005 10:26 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Oddio!
Di chi è "quella bimba"?
Il paragrafo è definitivo o devi ancora fare le modifiche?


Di Antonio, no? Pensavo si capisse... ma potrebbe anche esserci un legame che riconduce a Max...dipende da come svilupperemo la cosa. :wink:
Il paragrafo é definitvo nel senso che non cambio il contenuto.
Semmai rivedo e sistemo un po' il linguaggio.
Non stasera perché sono appena tornata dal lavoro e sono fusa!
A chi tocca?
matto81 - Mar Mag 17, 2005 1:02 am
Oggetto:
Monia basta festeggiare...ti vedo tutta ubriaca che canti e balli e spruzzi lo spumante in faccia ai vecchietti!!! :shock: Tocca a te il prox paragrafo! :D
Monia Di Biagio - Mar Mag 17, 2005 1:34 pm
Oggetto:
:wink: Eccomi, eccomi!

:) Fatto ho postato il nuovo paragrafo, come al solito però l'ho scritto di getto, rapita da quella che sempre definisco la mia scrittura "automatica e compulsiva" :roll: ....Ergo non ho avuto modo di rileggere cosa ho scritto: adesso è ora di pranzo e vado a pappare. Più tardi lo riguarderò.

Il contenuto comunque è quello che leggere quindi per me potete anche proseguire :wink: !

Ciao, e se non avevte ancora mangiato, buon pranzo anche a voi!
Monia Di Biagio - Mar Mag 17, 2005 2:56 pm
Oggetto:
:wink: Fatto: paragrafo rivisto e corretto, tocca a voi!
matto81 - Mar Mag 17, 2005 5:55 pm
Oggetto:
Che bello che bello tocca a me!!! :D
Anonymous - Mar Mag 17, 2005 7:36 pm
Oggetto:
Non ce sto a capì 'na mazza...

- Lorraine non va ogni giorno dal vecchio Ugo, ma ogni mese.
- Se il vecchio si chiama Ugo, chi è Antonio?

Credevo che fosse Ugo il padre di Jennyfer...
Miki - Mar Mag 17, 2005 8:17 pm
Oggetto:
Antonio é l'uomo che Lorrain ha amato, il padre di Jennifer, il fidanzato della sua amica Gigliola che poi l'ha abbandonata per tornare da quest'ultima, non é il vecchio.
Il vecchio é un amico.
Sulla regolaritá delle visite di Lorrain al vecchio non mi pronuncio perché non l'ho scritto io.
matto81 - Mar Mag 17, 2005 8:27 pm
Oggetto:
Lorraine è la madre di Jennyfer, il padre è Antonio il marito di Gigliola e non Edward, l'uomo che ha sposato per coprire la gravidanza e che non ha mai saputo di avere una figlia!!! Capito Max?! Ma come Ugo?! Ma se Ugo è un vecchiaccio!!! :shock: Ecco brava Miki!
Monia Di Biagio - Mar Mag 17, 2005 8:36 pm
Oggetto:
:oops: Del tempo degli incontri, onestamente, redigendo il paragrafo non ho tenuto conto, mi è sfuggita quella "una volta al mese", ma presa ad instaurare il "rapporto paterno" fra Lorraine ed il vecchio Ugo, mi è venuto spontaneo parlare di "ogni giorno".

Ad ogni modo, io eviterei di dire "prima" o anticipatamente ogni quante volte andava Lorraine a prendersi la marmellata, di modo che poi quando il rapporto tra Ugo e Lorraine verrà svelato, ovvero nel 36° paragrafo, potrò tranquillamente dire che lei vivendo lì andava a trovare l'uomo ogni giorno, potrei anche dire "quasi ogni giorno", non potrei invece parlare di rapporto paterno, visto che Lorraine ed il vecchio Ugo vivono nel medesimo luogo e si vedono una sola volta al mese.

Comunque a voi la scelta attendo ragguagli a tal proposito.
Miki - Mar Mag 17, 2005 8:59 pm
Oggetto:
ehm... non so se é una svista o un errore di battitura, ma incinta é tutta una parola.

come giá spiegai al carletto trotta una volta che aveva progettato di mettere "in cinta" diverse minorenni. Pensavo le volesse mettere sulle mura della cittá o qualcosa del genere! :lol:
Monia Di Biagio - Mar Mag 17, 2005 9:18 pm
Oggetto:
:oops: Oggi mi sa che mi sono fatta prendere proprio troppo la mano dallo spirito folle che mi governa..... :lol: Quello va da sè, mi fa imbrogliare, va sempre velocissmo, mentre le mie dita sono lentissime, difatti non è colpa sua, ma mia che non so stargli dietro, lui detta bene ed io scrivo male..... :shock: Sto parlando male di me???? E' lui che me lo ha fatto scrivere, anche questo :mrgreen: ...... Va beh, vado a correggere :wink:
Anonymous - Mar Mag 17, 2005 10:20 pm
Oggetto:
Citazione:
Lorraine è la madre di Jennyfer, il padre è Antonio il marito di Gigliola e non Edward, l'uomo che ha sposato per coprire la gravidanza e che non ha mai saputo di avere una figlia!!!


Ora è chiaro.
Ovviamente è Antonio a non sapere di avere una figlia...

Citazione:
Ma se Ugo è un vecchiaccio!!!


Siccome la mia mente geniale è abituata ad andare oltre, ho pensato che ai tempi in cui conobbe Lorraine non fosse poi così vecchio ;)
Legittimo dubbio...

Però non sarebbe male che il padre fosse proprio Ugo.
Monia Di Biagio - Mer Mag 18, 2005 10:22 am
Oggetto:
Citazione:
MAX: Ora è chiaro.
Ovviamente è Antonio a non sapere di avere una figlia...


Citazione:
DAL PARAGRAFO: Da subito invece capì che Antonio Vitali, il giovane amante italiano, non seppe mai la verità su sua figlia, quella bimba che procreata in Italia, di ritorno nei medesimi luoghi, tempo dopo dall'Irlanda, portava il nome di Jennifer. Mai Antonio seppe la verità su quel frugoletto biondo che Lorraine stringeva fra le braccia e che di ritorno in Italia, 13 mesi dopo, portò subito a far conoscere all' anziano amico contadino. Del resto neanche Edward Tompson seppe mai che la piccola Jennifer non fosse realmente sua figlia, quando Lorraine poco dopo la prima, inattesa e fulminea, notte di passione, in un hotel di Dublino, fece credere ad Edward che proprio di lui fosse rimasta incinta, lui le credette senza riserve e subito le chiese di sposarlo. Lorraine era stupenda e dolcissima impossibile farsi scappare una donna del genere. Edward lo sapeva e felicemente, ancor di più al settimo cielo, pronunciò il suo "sì".


Citazione:
MAX: Però non sarebbe male che il padre fosse proprio Ugo.


Citazione:
MATT: Ma come Ugo?! Ma se Ugo è un vecchiaccio!!!


Citazione:
DAL PARAGRAFO: "E' come una figlia per me, Lorraine, quanto le voglio bene....Lei è la figlia che non ho mai avuto, perchè non mi sono mai sposato, troppo preso dalla mia terra così ricca e prolifica...Lei era così giovane ed ingenua, soprattutto quando giunse qui la prima volta e così spaesata, vulnerabile e sbagliò. Tutti l'additarono, c'ero solo io per lei, il suo conforto, così mi diceva giovane e sprovveduta piangendo sulla mia spalla. Io ero già grande, 25 anni di più sono molti. Mi affezionai subito a lei, ma come ad una figlia, da proteggere. E da sempre, poi, sono stato il nonno di Jennyfer, la mia dolce Jennyfer...Perchè la vita si è presa lei e non un vecchio come me?"


:wink: Come direbbe Sconsy: "sono stata spiegata?"
Anonymous - Mer Mag 18, 2005 6:11 pm
Oggetto:
vabbè... un po' criptico ma ok... :D
Monia Di Biagio - Mer Mag 18, 2005 6:22 pm
Oggetto:
Criptico chi? Tu o il racconto? :mrgreen:
matto81 - Mer Mag 18, 2005 6:30 pm
Oggetto:
Max ma tu quando leggi non devi fare come me, devi leggere con attenzione!!! :D

:arrow: Ho inserito il nuovo paragrafo...! :lol:
Monia Di Biagio - Mer Mag 18, 2005 6:43 pm
Oggetto:
:wink: Eh,eh,eh "diavolo di un tramatore" ti ho appena letto :D !

:arrow: Io sto aggiornando un pò il Forum (approfitto della giornata libera da altri impegni) con articoli, credo interessanti, se vi va di darci una svista li trovate di là :wink: .
Anonymous - Mer Mag 18, 2005 11:40 pm
Oggetto:
Citazione:
Max ma tu quando leggi non devi fare come me, devi leggere con attenzione!!!

Mi sa di sì ;-)

Citazione:
Io sto aggiornando un pò il Forum (approfitto della giornata libera da altri impegni) con articoli, credo interessanti, se vi va di darci una svista li trovate di là

Tanto gli ufo non esistono, è inutile che ti prodighi in ricerche accurate! :D
Monia Di Biagio - Gio Mag 19, 2005 9:41 am
Oggetto:
:wink: Eh,eh,eh ho visto che sugli ufo già hai risposto. Ma ho inserito anche molti altri argomenti, a parte gli Ufo. Ad esempio so che potresti trovare interessantissimo, o perlomeno curioso, con te mai sbilanciarsi troppo :wink: l'articolo su una raffigurazione antica ritrovata a Gotland, dal titolo "Quel labirinto è una mappa" oppure quello sul Plimpton 322 , e molto altro ancora ma a voi scoprirlo :wink: !
matto81 - Gio Mag 19, 2005 1:04 pm
Oggetto:
Ragazzi come avrete notato mi sono inventato che Luca fa il consulente finanziario...tanto del suo lavoro non ne avevamo mai parlato no?! Non vorrei essere andato contro qualcosa di già detto prima! Monia...vado a dare un'occhiata alle news del forum!

:arrow: La signorina Miki è desiderata alla cassa 4M! (Un po' come alla Standa!) :D
Anonymous - Gio Mag 19, 2005 6:25 pm
Oggetto:
heheh Monia, ho visto.
Complimenti per l'impegno!
Miki - Ven Mag 20, 2005 10:31 am
Oggetto:
Agli ordini!

Max dá un'occhiata

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:wink:
Miki - Ven Mag 20, 2005 10:36 am
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
- Ciao Ugo. – rispose piatta la scozzese


:shock:

Lorraine é irlandese.
Com'é che adesso all'improvviso ha cambiato nazionalitá?
Max, distrattone! :lol:
Miki - Ven Mag 20, 2005 10:55 am
Oggetto:
Paragrafo aggiunto.
Sotto a chi tocca!
Monia Di Biagio - Ven Mag 20, 2005 12:01 pm
Oggetto:
:wink: A me!

:roll: Inizio a far circolare materia grigia (a trovarla....) nella testolina...Appena mi viene in mente qualcosa di buono proseguo.....Ci sto pensando, mi sto concentrando...Ancora nulla, ma mi verrà almeno un'idea!
Monia Di Biagio - Ven Mag 20, 2005 2:03 pm
Oggetto:
:D Ci sono! Inizio a scrivere. Ma con quello che sto per rigettare su "bianca pagina" direi che non siamo, o meglio non possiamo essere lontani dalla fine.

:wink: Ergo vi chiederei a tutti di iniziare a raccogliere le giuste idee per un'adeguata conclusione. Dilungarci ancora troppo sarebbe inutile, l'ho riletta tutta e la storia è bella e già funziona così. Non so ancora quanto potrebbe mancare, ma credo al massimo uno o altri due dei nostri "giri di Walzer".

P.S. Questo è il paragrafo che più mi ha messo in difficoltà, a differenza degli altri che ho scritto tutti di getto, e sopratutto perchè io non volevo ci fosse "una nascosta verità tra Jennifer e Max". Ma le parole che mi hanno preceduto mi spingono ad altro. Quindi lo farò. Il mio prossimo paragrafo si intitolerà appunto: "La verità" :wink: !
Miki - Ven Mag 20, 2005 2:34 pm
Oggetto:
Io una veritá tra Max e Jennifer l'avevo in mente; non so se poi tu sei arrivata alle stesse conclusioni.
Non vorrei peró che questa storia nella storia ci distogliesse dal fulcro della vicenda, che resta la relazione tra Luca ed Elisa e il difficile cammino di entrambi.
Una parabola sulla morte e sulla vita, in realtá, almeno per come l'ho interpretata io: entrambi, di fronte alla disperazione della morte - che li colpisce in modi differenti - ritrovano insieme il coraggio e la speranza per vivere, una speranza che non é tanto basata sul concetto di morte come passaggio ad una nuova vita, quanto all'amore per la vita terrena vissuta nella sua pienezza anche davanti al dramma e alle difficoltá, perché si puó sempre trovare una ragione per vivere.
Io almeno la vedevo cosí, venata da questo ottimismo, ma magari voi avete altre idee.
So che fin'ora abbiamo semplicemente continuato dove gli altri avevano lasciato, indipendentemente l'uno dall'altro, ma forse a questo punto, prima di arrivare ad una conclusione, sarebbe una buona idea dare piú omogeneitá alla storia e avere una visione comune del dove vogliamo approdare... voi che ne dite?
Monia Di Biagio - Ven Mag 20, 2005 2:45 pm
Oggetto:
:wink: Scusate avevo in mente un solo paragrafo. Però vista la lunghezza del mio pensare lo divido in due. Arrivo alla fine dei miei pensieri poi vi passo la palla!

Miki credo siamo in simbiosi. Tutto esatto quello che pensi.

Per quanto riguarda invece il finale, come non lo abbaimo programmato prima io non lo farei ora. Ad esempio io e Matt avevamo in mente una storia completamente diversa, ma proseguendo è andata così. E va benone. Non precludiamoci.

:arrow: Ergo credo che anche il finale, vero, non quello precedentemente supposto sia ancora tutto da scoprire!

Vado posto, la fine del mio paragrafo, o meglio della mia idea, poi torno!
Monia Di Biagio - Ven Mag 20, 2005 3:32 pm
Oggetto:
E' stata dura ma ce l'ho fatta!
Inserito nuovo paragrafo. Ma la "verità" mi ha "veramente" sfinita.....

:wink: A Voi!
Miki - Ven Mag 20, 2005 3:43 pm
Oggetto:
Orpo! Che drammone!!

No, proprio io l'avevo pensata diversa e la relazione tra Max e Jennifer era tutt'altra cosa nella mia idea!
Cmq brava, Monia. :wink:
Monia Di Biagio - Ven Mag 20, 2005 3:56 pm
Oggetto:
:oops: Avevo inteso che dovevo "proprio farlo" e mi sono sprecata...E sono esausta, finita. Mi avete lasciato, una patata bollente da pelare, ma ce l'ho fatta!

:roll: Ora la mia mente però è presa da altri mille impegni, oltre che quelli letterari, ci son quelli della nuova casa in costruzione...Vi lascio immaginare, dalle lettere ai più antipatici calcoli matemateci......Il mio tempo si ribella. Da di là (soglia d'ingresso) già mi stanno chiamando, fischiando, devo proprio andare...Ma finita la nuova casa avrò nuovamente i miei tranquilli spazi letterari, ve lo giuro...Anzi lo giuro a me stessa!

:shock: Vado, scappo. E' un piacere immenso scrivere con voi. Oh, mio dio eccoli di nuovo..."Il dovere prima del piacere"....Vado!
Anonymous - Ven Mag 20, 2005 6:51 pm
Oggetto:
Miki ha scritto:
Lorraine é irlandese.
Com'é che adesso all'improvviso ha cambiato nazionalitá?
Max, distrattone! :lol:


grrrrrrrrr
Corretto! :-)
Anonymous - Ven Mag 20, 2005 7:09 pm
Oggetto:
Monia, il primo periodo del tuo 41 è strano, dovresti rivedere la punteggiatura.

Citazione:
curva a braccio


A gomito! ;-)

Citazione:
"Che cavolo sto facendo!" Domandò Elisa arrabbiatissima a sè stessa. Mentre la macchina che la seguiva strombazzò con suono lungo e deciso, mentre l'autista con il braccio le faceva il segno di: "che cavolo combini? Pazza!"

Elimina un "mentre".

Citazione:
E se, se lo stava chiedendo era soprattutto per...

Ho perso il filo... :-(

Citazione:
perdonami figlia mia...."

In che senso?

Non so, questi due paragrafi non mi convincono.
Preferirei lasciare che Elisa torni a casa e da lì sviluppare le considerazioni di Miki.

Miki scrive:
Citazione:
No, proprio io l'avevo pensata diversa e la relazione tra Max e Jennifer era tutt'altra cosa nella mia idea!


Mi piacerebbe conoscere la tua versione.
Miki - Ven Mag 20, 2005 7:49 pm
Oggetto:
Io volevo fare che erano in qualche modo imparentati e che lo avevano appena scoperto quando Jennifer era venuta recentemente a sapere chi fosse il suo vero padre... ancora non avevo delineato tutti i dettagli, ma visto che ormai Monia ha dato un'altra piega alla vicenda...

Un altro piccolo errore Monia: "sé stessa" - "sé" da solo prende l'accento, seguito da "stessa", no. :wink:
matto81 - Ven Mag 20, 2005 11:34 pm
Oggetto:
tocca a me...abbiate fede! :lol:
Monia Di Biagio - Sab Mag 21, 2005 11:26 am
Oggetto:
:wink: Corretti i "sè"...non so da dove mi siano scappati fuori, d'altronde io quando scrivo sono in estasi e la grammatica la rivedo solitamente dopo, quando torno in me. Ieri invece non ho proprio avuto tempo di farlo, non di tornare in me, ma di rileggere.

Corretta anche "curva a braccio" va beh, su questo sorvoliamo proprio.... :roll: Riesco a stupirmi da sola!

Alle altre domande che mi hai fatto Max, sono certa riuscirai a risponderti anche da solo, rileggendo con maggiore attenzione.

Per quanto riguarda le idee, credo sia naturale che ognuno ri-scriverebbe i paragrafi degli altri in tutt'altro modo. D'altronde non si chiama "Libro a + mani" o "+ menti" come lo abbiamo definito noi, anche per questo? Non vi succede, forse, anche quando ad esempio leggete un libro o guardate un film di pensare: io qui avrei raccontato la storia così?

Ma proprio questo, invece, deve rimanere il senso del "Libro a + mani" mettersi alla prova continuando dove altri hanno terminato. Accendere il p.c., vedere un'idea a cui proprio non avevamo pensato o che perlomeno non era affatto la nostra e doverla seguire, continuare nonostante i piani mentali ci fossimo fatti in precedenza, per il proseguo dell'intera storia. E tra l'altro proprio come abbiamo scelto, giustissimamente, sin dall'inizio di non pianificare in nessun modo la storia, ma di lasciarla crescere da sè.

Ad esempio, posso dirvi che questa stessa storia cominciata e poi abbandonata su "Messaggi dalla Rete", sin da subito aveva preso una piega totalmente diversa, se non erro, lì addirittura, "Jennyfer" che però non si chiamava così, non era mai realmente morta, e Luca si mise a fare il Detective. Questo per dirvi che uno stesso incipit può dar vita ad una infinità di storie diverse semplicemente tenendo conto di chi le scrive.

Un esempio poi lampante di questo lo trovate sul mio sito, dove appunto, io stessa, da un solo "Incipit in giallo" ho dato vita a 5 finali diversi, tutti scritti per la stessa fiction televisiva, Distretto di Polizia.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
E se non erro per questo stesso incipit arrivarono un migliaio, solo tra quelli selezionati, di continuazioni totalmente diverse l'una dall'altra del medesimo inizio prestabilito dalla regista.

E sono certa che se anche noi domani ricominciassimo la storia, semplicemente passandoci la palla come abbiamo fatto finora e seguendo le idee uno dell'altro, senza un finale prestabilito, ma solo con un inizio prestabilito, la scriveremo totalmente diversa :wink: !
Anonymous - Sab Mag 21, 2005 11:31 pm
Oggetto:
Citazione:
Alle altre domande che mi hai fatto Max, sono certa riuscirai a risponderti anche da solo, rileggendo con maggiore attenzione.

Per quanto riguarda le idee, credo sia naturale che ognuno ri-scriverebbe i paragrafi degli altri in tutt'altro modo. D'altronde non si chiama "Libro a + mani" o "+ menti" come lo abbiamo definito noi, anche per questo? Non vi succede, forse, anche quando ad esempio leggete un libro o guardate un film di pensare: io qui avrei raccontato la storia così?


Beh, le mie considerazioni e le mie domande erano in previsione di una pubblicazione.
Un lettore non si deve fermare a rileggere con più attenzione, a meno che non si tratti di un saggio di fisica.
Il discorso che fai vale se resta tra noi, allora sì, è ovvio che il gioco è così come lo stiamo svolgendo.
Ma forse sono andato troppo oltre.
Monia Di Biagio - Lun Mag 23, 2005 10:29 am
Oggetto:
:roll: difatti ero ironica, Max, nel senso che per le domande che mi hai fatto non c'è proprio bisogno di rileggere....Difatti "il rapporto paterno" tra Lorraine e Ugo mi pare che sia stato da me ben esplicitato e già precedentemente, e dove "ti sei perso" onestamente non so come tu abbia fatto, visto che la frase che hai citato mi pare chiara, limpida e lampante e ben inserita in tutto il resto. Quindi non ti so dire.

:( P.S. causa forze maggiori, nello specifico il p.c. in rianimazione, in quanto dopo due anni di onorato servizio il modem è entrato in coma, e mi sa che non lo salviamo.....Sarò "fuori servizio" fino a data da stabilirsi...Scherzo, spero entro stasera o al massimo domani di farcela, anche perchè da questa postazione, che non è la mia, proprio non mi ci trovo.
Anonymous - Lun Mag 23, 2005 6:50 pm
Oggetto:
ok
matto81 - Lun Mag 23, 2005 8:16 pm
Oggetto:
Ragazzi ho inserito il paragrafo...scusate se v'ho fatto aspettare un po' più del solito, ma sono tornato ieri sera dal campo scout...sti scout!!! E quindi dopo 12 ore di sonno per riprendermi mi sono messo al lavoro!!! A voi!
Dai monia...fai al modem la repirazione bocca a bocca, sono certo che col tuo fascino saprà riprendersi per regalarti 1000 nuove connessioni! ;) Buona cena!
Monia Di Biagio - Mar Mag 24, 2005 10:47 am
Oggetto:
:) Bellissimo paragrafo Matt come al solito.

Per quanto riguarda me ed il mio p.c...... :shock: Roba da matti.....Lo riporto a casa, ovvero me lo riporta mio marito, perchè dovevano lavorarci così tanto sopra che prima delle 19 non ce la facevano..."Corbezzoli e che aveva?" chiedo io, "ma non lo so..." risponde David "dice che ora rifunziona tutto...." solo mi dice subito "il modem non lo hanno cambiato", "va bene" penso io "si vede che può funzionare ancora...." Andiamo a mettere le spine...ed il modem???? Un buco vuoto :shock: Guardiamo dall'esterno dentro lo slot.... :o Niente non c'era, apriamo il case, ed il modem c'era, ma sguazzava libero tra le altre schede :? ... Lo fermiamo con una vite rimediata. Proviamo a fare la connessione....Nulla non va, fa il numero ma non va....Avete presente cosa dirò al telefono fra 5 minuti in merito ai 50€ pagati :x ????
Miki - Mar Mag 24, 2005 10:54 am
Oggetto:
Fatti sentire Monia!
Roba da chiodi! :?



erm...tocca a me o a Max?
matto81 - Mar Mag 24, 2005 1:38 pm
Oggetto:
Grazie Monia! :)
Monia dai ma tu sei una super esperta nel campo!!! Sistemalo tu il modem! :lol:
Ma io dico...ma queste persone che hanno detto che se ne sono occupate e sono state pagate per farlo non l'hanno provato un attimo giusto per vedere se andava?! :o
Ah Monia sto leggendo La Dama bianca...ieri notte non riuscivo a chiuderlo, mentre leggevo gli articoli de La Nazione! Sono andato a dormire alle 3.00! :?

---> Miki dovrebbe toccare a Max!
Anonymous - Mer Mag 25, 2005 10:39 am
Oggetto:
:roll: E difatti come volevasi dimostrare l'ho appena sistemato da me....Altro che buttarlo via....Se solo avessero configurato bene la porta, o magari lo avessere attaccato al case....Anzi a proposito di quest'ultima cosa sapete come mi hanno risposto? Che questo non c'entrava niente con il funzionamento...... :shock: .....No???? Allora stacchiamo pure tutte le schede dagli slots e poi vediamo se il p.c funziona....Ma roba da matti, sembrava un colloqui tra pazzi, una conversazione folle, che è finita, con "noi lo abbiamo provato e funzionava se a te non funziona dipende da te" :o Si va beh, ciao è.....

:wink: Beh, sono strafelice Matt, anche perchè generalmente le donne mi scrivono per dirmi che non sono riuscite a chiudere occhio dalla paura, se tu invece non li hai chiusi fino alle 3 per proseguire nella lettura, beh finalmente direi qualcosa di nuovo sotto il sole, qualcosa di veramente gongolante per le mie orecchie!
matto81 - Mer Mag 25, 2005 1:30 pm
Oggetto:
BRAVA MONIA!!!
(immagino che dopo i puntini del ciao e... seguiva una parola poco carina che hai preferito non trascrivere!) :wink:
No io è difficile che mi metta paura leggendo qualcosa, fin'ora è capitato con qualche racconto di Stephen King! MONIA dimmi che alla fine la dama bianca l'hai vista anche tu! (Quasi quasi mi faccio un giretto per Massa by night...la voglio vedere anch'io!!!) :o

:arrow: MAX CI SEI? SEI CONNESSO?! :D
Monia Di Biagio - Mer Mag 25, 2005 3:26 pm
Oggetto:
:wink: Ma sai che una lettrice poi al Castello di Fosdinovo, per incontrare la Dama Bianca c'è stata veramente? Me lo ha anche scritto su "Commenti Libro" e qui su IBS:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Altri invece sono andati a trovare l'ufologo, proprio a Massa, ma non ti dico altro se no ti svelo troppo, comunque leggerai di chi sto parlando. Altri invece hanno riscoperto luoghi delle loro città che non sapevano essere così intrisi di leggende e resi ancor più fascinosi proprio dai Ghost Tour.

Insomma un libro che con il Bookcrossing sta viaggiando tanto e che ora so faccia anche viaggiare tanto.
Beh, se non altro, interesse che possa suscitare il libro a parte in qualche modo sono riuscita ad egugliare la guida del Touring Club, che non è poco :wink:
Anonymous - Mer Mag 25, 2005 10:02 pm
Oggetto:
Ce sto, ce sto! :-)
Miki - Mer Mag 25, 2005 10:56 pm
Oggetto:
Max!
Quello é un espediente!
Un copia e incolla per evitarti di scrivere il paragrafo. :? :P
Troppo lungo e avulso dal contesto, piazzato cosí.
Io direi che dovresti renderlo parte del racconto mettendoti dal punto di vista del lettore=Luca, intercalando i passaggi con riflessioni ed emozioni suscitate dalla lettura stessa.

Tocca me, vero?
Anonymous - Mer Mag 25, 2005 10:58 pm
Oggetto:
:D
Miki - Mer Mag 25, 2005 11:07 pm
Oggetto:
furbacchiotto!
matto81 - Gio Mag 26, 2005 1:28 am
Oggetto:
Max è una bella idea, però sono d'accordo con Miki! Mettici ogni tanto qualche riflessione di Luca

:arrow: Si Miki tocca a te!!!
Anonymous - Gio Mag 26, 2005 6:35 pm
Oggetto:
Citazione:
Max è una bella idea, però sono d'accordo con Miki! Mettici ogni tanto qualche riflessione di Luca


Non credo che servano.
Non sta leggendo un romanzo, sta studiando, sta apprendendo, non c'è da riflettere. ;)
Miki - Gio Mag 26, 2005 6:45 pm
Oggetto:
Ma Max, noi STIAMO scrivendo un romanzo/racconto e il tuo intervento "scientifico" é troppo lungo.
Interrompe il fluire della lettura.

Sto leggendo un romanzo in questi giorni e uno dei protagonisti si mette a cercare informazioni su internet... le informazioni sono interrotte qua e lá da piccoli accorgimenti tipo descrivere quello che il personaggio pensa, come si muove...piccolezze che non distolgono il lettore dal pathos della storia e non annoiano...cosa che, francamente, il lungo intermezzo sull'AIDS fa - io mi sono interrotta dopo le prime dieci righe - scusa se te lo dico cosí apertamente.
O lo tagli o integri con un ritmo piú narrativo.
In piú Luca ha motivi molto personali per quella ricerca e sebbene stia leggendo un "trattato scientifico" non puó essere totalmente neutrale nei suoi confronti.

Io ti dico quello che penso, poi tu fai come credi.
Monia Di Biagio - Gio Mag 26, 2005 10:10 pm
Oggetto:
:idea: Certamente bella ed importante e addirittura mancante, l'idea della descrizione dell'AIDS, comunque ancora non fatta....

:arrow: Ma sicuramente: TAGLIARE ED INTEGRARE! Sono d'accordo.

:roll: Questo è il tipico paragrafo che leggendolo si salterebbbe "a piè pari".... Invece con qualche riflessione in più, con più pathos, più personalizzato, naturalmente con l'ausilio di Luca, e meno lungo, sarebbe di certo migliore!

Meno specifiche dottrinali, e più interventi personali, io da lettrice e suppongo anche gli altri: ti diciamo più romanzato.

Rivedilo Max so che puoi tirarne fuori del tuo meglio :wink: !
Miki - Gio Mag 26, 2005 10:25 pm
Oggetto:
In altre parole: meno copia e incolla e piú lavoro di materia grigia!
Hop! Hop! :P
Anonymous - Ven Mag 27, 2005 6:09 pm
Oggetto:
Uff che palle!
Vabbè, lo rivedo...

(voglio vedere se farai la carbonara come dico io... grrrrrrr)
Anonymous - Ven Mag 27, 2005 6:53 pm
Oggetto:
Fatto. ;)
matto81 - Sab Mag 28, 2005 1:02 pm
Oggetto:
Ok! Max grazie per il file di VITA MIA che ogni tanto alleghi accuratamente sistemato! :D

Ma Monia è stata risucchiata dall'armadio della sua casa nuova in un varco dimensionale ed ora si ritrova sul pianeta Kir(come gli yogurt!)?!

Ah Monia...ho finito il primo volume della DAMA BIANCA! Quando avrò letto anche il secondo prometto che ti scriverò un bel commentino nella giusta sezione del Forum...solo una cosa...m'è salita una certa angoscia alla fine... per la storia del ritorno degli alieni sulla Terra nel 2012... PANICOOOOOOO!

:arrow: VAI MISS MIKI! TOCCA A TE! :wink:
Miki - Sab Mag 28, 2005 1:25 pm
Oggetto:
Cosí va meglio Max, anche se io personalmente le info scientifiche le trovo ancora molto lunghe...come lettrice salterei paragrafi qua e lá.
Ma questa é una mia opinione personale.

Ragazzi, cerco di aggiungere in serata.
I week-end con i figli a casa sono sempre difficili...e la settimana prox é pure vacanza! HELP!!! :shock:
Monia Di Biagio - Sab Mag 28, 2005 3:31 pm
Oggetto:
:D Già Max GRAZIE per gli aggiornamenti al testo!

Così il paragrafo funge molto meglio. Alcune parti verranno saltate di certo, in lettura, ma potrebbe essere realistico visto che è proprio come se Luca, stesse leggendo e commentando tra sè e sè, man mano.

:arrow: Solo una cosa Max, io avrei lasciato la frase finale, mi piaceva molto: "Avrebbe continuato a studiare ma squillò il telefonino..." O qualcosa del genere, non la ricordo a memoria....Poteva essere un buono spunto d'inizio per il paragrafo che viene dopo, ovvero quello di Miki.

:wink: Anzi Miki AUGURI, ora pure la scuola chiusa, sei proprio apposto, ho pure sentito dei 31° gradi di Londra, beh su un'isola ci stai, quindi il bagno non ti manca, poi lì ad un' ottantina di Km, credo, se non ricordo male, ci sia Brighton. Altrimenti potete sempre rifugiarvi in Scozia: lì io ad agosto stavo con i maglioni ed in stanza con piumone sul letto ed il riscaldamento acceso...Mai stata in città più fredda di Edimburgo e quella mi è bastata. Io solo deserto. Per me qui, nonostante ciò che dicono, è primavera :? Dicono che è caldissimo...Mah....Normale :roll: .

:wink: Matt ci sono, ci sono, ma sto ripartendo, ANCORA, tra viaggi e telefono già sono sotto con l'accuso rispetto al preventivato...Mah...Ogni giorno che passa capisco e mi immedesimo di più in tua madre e la vostra casa nuova. Ancora non mi sono persa nella mia, ma non ne posso più! Non vedo l'ora di finire. Oggi c'ho il mobiliere per la camera da letto. Anzi esco va che se no faccio tardi. :D GRAZIE ANCORA CHE MI STAI LEGGENDO E CHE NON MI HAI GIA' CESTINATA, MAGARI CONTRACCAMBIATA COL "VECCHIETTO DELLE UOVA" :wink: !!!!!!!

:) P.S. AVETE VISTO LA NUOVA SEZIONE "TEST" SU CURIOSITA' ? Io li ho fatti, un pò, sono semplici, brevissimi e dicono, ABBASTANZA, il vero!

:cry: Vi saluto, va, mi tocca proprio andare. Ma domani TUTTO MARE e telefonino spento :D !!!!!
Miki - Sab Mag 28, 2005 3:53 pm
Oggetto:
Paragrafo aggiunto.

Sí ieri faceva un bel caldo, anche se qui sulla costa arrivavamo forse ai 26 gradi e non ai 32 di Londra!
Beh, raga', come ho detto ho i pargoli a casa tutta settimana, per cui vi lascio alla continuazione e ci sentiamo poi...se sopravvivo!

bacibaci!
Monia Di Biagio - Lun Mag 30, 2005 9:40 am
Oggetto:
:D Tocca a me appena ho un attimo mi cimento.

La volete sapere l'ultima? Prima che vada, Fantozzi alla riscossa: faccio richiesta al Sindacato Nazionale Scrittori di iscrizione, dopo un bel vaglio, durato più di un mese, di curriculum ed opere edite, arriva la risposta affermativa posso iscrivermi, invio la cifra annuale, dopo poco mi arriva il tesserino a casa.... :? Ops hanno iscritto mio padre :shock: .... Altra situazione da risolvere al più presto, naturalmente quando hai meno tempo a disposizione, come si suol dire: "piove sempre sul bagnato"!

:wink: Vado, ma torno!
Monia Di Biagio - Lun Mag 30, 2005 2:45 pm
Oggetto:
:wink: Fatto!

:lol: Ho inserito stavolta, come mio solito, nei miei scritti, una piccola, sottintesa, dedica al mio "unico" autore preferito. Era il momento giusto per farlo. Io lo adoro, è bravissimo, un grande Poeta un inestimabile artista. L'ho anche conosciuto ad un premio Letterario ed ho tremato, quando ci hanno presentati, perchè sapevo che era tutto vero, le nostre mani, le nostre anime si stavano sfiorando, ma io aggiunsi anche un altra mano sulle nostre già unite, per fargli sentire tutto il mio affetto e la mia stima. Lui non se lo ricorderà mai, io per sempre.....
matto81 - Lun Mag 30, 2005 3:34 pm
Oggetto:
Eh sì Monia, almeno a noi dì la verità!!! Non sei tu la vera scrittrice, ma tuo padre!!! E' lui che ha scritto tutte le tue opere, il sindacato l'ha scoperto e ha iscritto lui! E mo so cavoli tuoi! :wink:

:arrow: Tocca a me...attendete! :D
Miki - Lun Mag 30, 2005 6:00 pm
Oggetto:
Ci manca una sezione dedicata alla musica da queste parti, per poter parlare degli artisti che preferiamo.
Monia Di Biagio - Lun Mag 30, 2005 9:26 pm
Oggetto:
:wink: Verissimo! La sezione musica mancava, ma l'ho appena inserita, la trovate nella sezione "Parliamo di...."

:D Ed io naturalmente inizierò a farvi una testa tanta con il mio autore preferito, che ormai sapete bene chi è :wink: !
Miki - Lun Mag 30, 2005 9:37 pm
Oggetto:
eheh! Monia!
Non sai quello che ti aspetta, perché la musica é la mia passione!
Ho giá ricoperto il carletto di topics!

Inseriró subito alcuni dei miei artisti preferiti...considerando che sono circa un milione!!! :lol:
matto81 - Mar Mag 31, 2005 1:46 pm
Oggetto:
Ho aggiunto il paragrafo...

Monia brava...w la musica! :D

:arrow: Max tocca a te! 8)
Miki - Mar Mag 31, 2005 4:34 pm
Oggetto:
Ragazzi: la sezione sulla musica sta rapidamente diventando un pezzo forte di questo forum.
Mi raccomando: visitatela! :D
Anonymous - Mar Mag 31, 2005 6:53 pm
Oggetto:
Ottimi paragrafi, complimenti!
Immagino tocchi a me....
Monia Di Biagio - Mar Mag 31, 2005 9:11 pm
Oggetto:
:lol: Ehhhhhmmmmmm.....Ciao Miki, questa è la tua "settimana con i bimbi", lo so, lo sappiamo... :oops: Scusa. Mi sa che siamo stati forse troppo celeri a postare i nuovi paragrafi... :lol: Toccherebbe a te...Ma se non puoi: prendo io la palla, sperando che (almeno io, ancora non lo so) domani abbia tempo, stasera forse ce l'avrei fatta, domani è oscuro...Lascio comunque a te la decisione :wink: .
Miki - Mar Mag 31, 2005 9:14 pm
Oggetto:
Mi sa che accetto all'offerta e ti passo la palla Monia!
E fai pure con calma!
Monia Di Biagio - Mar Mag 31, 2005 9:20 pm
Oggetto:
:wink: O.K. Allora parto ora con la stesura del nuovo paragrafo, il domani è incerto, meglio non rischiare :lol: .... Tanto mi fa compagnia Bocelli, riuscirò a creare, lo so :D !
Monia Di Biagio - Mar Mag 31, 2005 11:00 pm
Oggetto:
:roll: Io ho fatto! Ho approfittato del tempo a disposizione e che ormai ero connessa. Chi voglia supportare ancora Miki, così la lasciamo respirare, visti gli impegni familiari e tutte le sezioni che segue qui sul Forum, si faccia avanti :wink: ....
Miki - Mar Mag 31, 2005 11:23 pm
Oggetto:
Beh...con i pargoli a letto e calcio in TV :roll: ho avuto il tempo di fare la mia aggiunta.
Sotto a chi tocca e io mi rifaccio viva lunedí!
matto81 - Gio Giu 02, 2005 1:29 am
Oggetto:
Raga domani aggiungo la mia!!!! Aspettate èh! :D
matto81 - Gio Giu 02, 2005 6:01 pm
Oggetto:
Fatto! :D
Ora Elisa si trova in un brutto bivio...Monia tocca a te condurla!!! MI RACCOMANDO èH! SCEGLI LA STRADA MIGLIORE!!!
8)

Un saluto a tutti!
M. :D
Monia Di Biagio - Gio Giu 02, 2005 9:28 pm
Oggetto:
:roll: E te pareva...Va bene, facciamo che vi leggerò e proseguirò domani mattina a mente fresca.

:shock: Ragazzi sono caduta! Una botta, fantozzi colpisce ancora...Vado a raccontarla di là su "Il diario":
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
:roll: ....
Anonymous - Ven Giu 03, 2005 5:40 pm
Oggetto:
Bravo Matteo, mi piace!
matto81 - Ven Giu 03, 2005 9:47 pm
Oggetto:
Grazie Max! :D

Chissà che farà Elisa... :o

M.
Monia Di Biagio - Ven Giu 03, 2005 10:12 pm
Oggetto:
Ragazzi come spiegato su "Il diario"
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
.... riesco a stare poco seduta, o meglio solo per poco tempo :( ergo proverò a cimentarmi nel cotinuo del Libro, ma non ora...Per di più domani c'ho pure un matrimonio...Mi cimenterò Lunedì, ma se l'attesa vi sembra troppo ingente, lascio strada libera a chi lo voglia, altrimenti, lunedì proseguo io :wink:
matto81 - Lun Giu 06, 2005 12:57 am
Oggetto:
Vai monia ti aspettiamo!!!
:D
Monia Di Biagio - Lun Giu 06, 2005 11:54 am
Oggetto:
:wink: Postato 53°!
matto81 - Mer Giu 08, 2005 1:39 pm
Oggetto:
Ragazzi in questo periodo sto incasinatissimo, non riesco a scrivere, ad aggiornare il blog... tutto grazie o per colpa di un lavoro che per ora funziona ma chissà! Spero possa essere la luce che mi porterà via da casa miaaaaaaa!!!! A pranzo lo dirò ai miei...praticamente tra un quarto d'ora! :shock:!
Pensatemi!!! :?

Monia come va?! Sei guarita?! :o

:arrow: Max per il paragrafo tocca a te giusto?!

M.
Monia Di Biagio - Mer Giu 08, 2005 3:35 pm
Oggetto:
:roll: Se non faccio mosse brusche, si potrebbe dire che sono quasi guarita, difatti per paura ancora non ho ripreso a guidare, temo la frizione ed il cambio delle marce, soprattutto in mezzo al traffico...Quindi a parte l'accompagnatore sempre presente, direi meglio, sì, GRAZIE!

:shock: Veramente vuoi andartene da quella strepitosa villa che tua madre avrà certamente costruito su misura anche per te? Non vorrei essere al tuo posto ad ora di pranzo.... :D Ti auguro comunque in bocca al lupo per la tua proposta di indipendenza.... :o Ma gli affitti li hai guardati bene, ti conviene?
:roll: Per quanto riguarda la mia è sempre più in dirittura di arrivo ed il portafogli è sempre più vuoto..... :cry: .....

:arrow: Sì, mi sembra tocchi a Max.....Maximuccio.....Se ci sei batti un colpo :wink: !
Anonymous - Mer Giu 08, 2005 6:39 pm
Oggetto:
Ok, allora ORA tocca a me ;-)
matto81 - Gio Giu 09, 2005 1:34 am
Oggetto:
Sì sì me ne voglio andare...a pranzo ho parlato del lavoro...si so incazzati(sorry for the word), per l'università che inevitabilmente rallenterà, ma alla fine non è che ci possono far molto! Che me ne vado ancora non lo dico...sì sì io Monia odio le ville!!! (se abitate dai propri genitori poi non ne parliamo...!) :D
CREPI!!!
Sì gli affitti li ho guardati, qua sono bassi! :D
(ma il tuo autista personale chi è?! Quel poveraccio di tuo marito che si deve scontare la condanna di portarti dove vuoi a qualunque ora del giorno e della notte fino alla tua completa guarigione solo perchè ha avuto la pessima idea di farti squillare il telefono mentre eri nella vasca?!) :lol:

:arrow: Miki vai!
Monia Di Biagio - Gio Giu 09, 2005 2:21 pm
Oggetto:
:D Magari Matt, la tua sarebbe non solo un'idea strepitosa, ma anche e soprattutto la giustissima vendetta :wink: ! Invece no :roll: ....Mio marito si è salvato ancora....Per quanto riguarda l'accompagnatore, trattasi di mio padre, che tra l'altro, tra 10 minuti, il poverino, mi accompagnerà ancora....Ma ti assicuro che parlando di indipendenza, non c'è peggior cosa che essere vincolata agli altri. Quindi almeno da parte mia ben venga la tua nuova casa e spero presto per me il poter RI-FARE tutto da sola...Una pizza se no non puoi capire :lol: ....

:arrow: P.S. La villa: come hai ragione! Ma a me e tua madre quando per la prima volta ci è passata questa brillante idea per l'anticamera del cervello, ancor prima che, aprissimo bocca per pronunciare la fatidica parola, non potevate darci, voi presenti, "una randellata" sulla capoccia, così pronunciavamo "appartamento".....

:arrow: P.S.2: :) Sì tocca a Miki!
Miki ti prego fai dire ad Elisa la verità se no qui diventa "BIUTIFUL" :lol: ....
Anonymous - Gio Giu 09, 2005 7:05 pm
Oggetto:
Citazione:
Miki ti prego fai dire ad Elisa la verità se no qui diventa "BIUTIFUL"


ahahahahhaahh

Miki, resistiiiiii !!!!!!
matto81 - Lun Giu 13, 2005 11:09 pm
Oggetto:
:arrow: MIKI TOCCA A TEEEEEEEE! :o

M.
Monia Di Biagio - Mar Giu 14, 2005 1:49 pm
Oggetto:
:wink: Miki hai resistito troppo, qui noi invece non resistiamo più!
Miki - Gio Giu 16, 2005 10:41 am
Oggetto:
Ragazzi perdono!
Ho avuto una settimana spaventosa; con la chiusura dell'anno accademico mi hanno sommerso di moduli da compilare e ieri son dovuta andare al college per l'Ispezione interna...in pratica ho passato la mattinata ad ascoltare registrazioni di studenti, controllato i file di altre insegnanti per vedere che avessero fatto un buon lavoro e che ci fossero tutti i documenti necessari e scritto giudizi in preparazione dell'Ispezione esterna del mese prossimo (che per fortuna non ha niente a che vedere con noi!) e naturalmente ho dovuto sottoporre i miei file allo stesso trattamento.
Cmq é finita e ho finito anche con le lezioni, per cui ho piú tempo da ora in poi (bambini permettendo).
Vado a leggere quel che avete scritto e aggiungo.

Monia, son contenta di sentire che ti senti meglio.
Matt, in bocca al lupo con uni/lavoro/genitori!
Miki - Gio Giu 16, 2005 11:17 am
Oggetto:
OK, fatto.
Monia, mi spiace, ma secondo me non dev'essere Elisa a fare le rivelazioni.
Ho quindi passato la palla e sta a voi far emergere la veritá.
Sotto a chi tocca!
Monia Di Biagio - Gio Giu 16, 2005 2:14 pm
Oggetto:
:wink: eh,eh,eh Miki non ti preoccupare, nessun problema! C'ho una mamma insegnante e ti capisco non bene, benissimo!
Monia Di Biagio - Gio Giu 16, 2005 2:53 pm
Oggetto:
:D Postato anche io. A voi! Max o Matt?
matto81 - Ven Giu 17, 2005 1:44 am
Oggetto:
Mi prendo la palla!!! :D Domani aggiungo il paragrafo!

M.
Monia Di Biagio - Ven Giu 17, 2005 10:03 pm
Oggetto:
:D Vai Matt! Sei tutti noi: le altre "3 M" sono con te!

Non ti ho più chiesto nulla qui, perchè seguo il tuo Blog, sempre e quindi sono informata. Solo una cosa: i momenti difficili non finiranno mai, te lo assicuro: MAI! :wink: L'importante, almeno così faccio sempre io, è: vedere quel bicchiere sempre mezzo pieno, piuttosto che mezzo vuoto! Ma sono certa tu faccia già così: la tua schiettezza e simpatia lo dimostrano. Comunque vedrai: "chi ben semina, raccoglie!" ed io ci credo fermamente :D !
matto81 - Ven Giu 17, 2005 11:45 pm
Oggetto:
GRAZIE MONIA!

Anch'io credo che chi ben semina poi raccoglie...sì, deve andare per forza così...ed io praticamente sto invadendo la mia città di curricula!!! :shock:
Continua a seguirmi sul blob e a tifare per me! :D

:arrow: il paragrafo domani! :o

M.
matto81 - Sab Giu 18, 2005 5:19 pm
Oggetto:
Fatto ragazzi!
E' successa una cosa non bella(ovviamente parlo di Vita mia!)...e vabbè...mica può essere sempre felicità! :shock:

:arrow: buona lettura! :wink:

M.
Anonymous - Dom Giu 19, 2005 12:47 am
Oggetto:
Continuato :-)
matto81 - Dom Giu 19, 2005 1:11 pm
Oggetto:
Max ma come?!
"Max e Jennyfer non si sono mai toccati se non per raccogliere il seme di Max per l'inseminazione?!"
Ma come...
Ma non era stato detto in qualche paragrafo precedente che Jennyfer era insoddisfatta del rapporto sessuale con Luca e che per questo aveva trovato in Max lo sfogo dei suoi istinti?! :o
E' una contraddizione gigantesca!!! :shock:
E poi se Max nel romanzo è uno squallidone, è uno squallidone!
Così sembra che tu voglia smorzare i suoi comportamenti viscidi...della serie...non si capisce se Max è viscido o no!
Dimmi se mi sbaglio, ma mi pare che sia proprio in contraddizione con un passo precedente!
Se Jennyfer aveva trovato in Max il divertimento sessuale che con Luca non aveva, come può essere che loro due non si sono mai toccati?! :o

M.
Anonymous - Dom Giu 19, 2005 2:33 pm
Oggetto:
Il fatto che Max sia stato descritto come un maialone da sfogo lo ha detto solo Lorraine, convinta di quello che diceva.
Inoltre, dubito fortemente che una figlia si confidi con la madre sulle proprie "maialate".

Per raccogliere il seme di Max è bastato Max... era autoerotismo ;-)
A meno che non ci vogliamo inserire un'infermiera così dedita al suo lavoro da volergli dare una mano, in tutti i sensi. eheheh

Max non è mai stato viscido, finché non è intervenuta Lorraine.

Se poi, come è probabile, mi sono riperso qualche pezzo allora correggerò.

Sarei quasi tentato di sputtanare Lorraine che odiava la figlia per qualcosa che ancora non sappiamo, fino al punto di sparare cazzate su Jennyfer mettendo di mezzo Max.

E poi, scusate... ma Max è Max... ;-)
Monia Di Biagio - Dom Giu 19, 2005 9:28 pm
Oggetto:
:P Bravi bei paragrafi! Il colpo di scena di Matt ci voleva proprio! Per quanto riguarda la donazione dello sperma, Max, quello vero, lo scrittore :wink: , forse è stato influenzato dal recente Referendum..... :lol: .....In effetti Max e Jennyfer al letto insieme ci sono antadati veramente, ma ciò non toglie che presto si scoprirà che quella è stata una grande fandonia raccontata all'amico Luca, per non dire tutta la verità e salvarsi ancora una volta!

:idea: Allora vi chiedo chi ha ascoltato le parole di Lorraine? Elisa, dunque forse sarà lei a far aprire gli occhi a Luca sull'intera "vera verità".... :arrow: Opto quindi che per ora questo paragrafo ci possa stare, ma trattandosi di una contraddizione, come dice Matt, quindi di una bugia, come tale avrà le gambe corte, e l'autoerotismo preso come ultimo scudo presto si trasformerà in qualcos'altro :wink: !
Miki - Dom Giu 19, 2005 10:58 pm
Oggetto:
Concordo con Monia.
Max é un pallista :P

E al NOSTRO Max vorrei anche far notare che non si é mai detto di Elisa che avesse l'AIDS.
Se vai a rileggerti la prima conversazione con Luca, Elisa dice di essere sieropositiva, non di avere l'AIDS.
Non é la stessa cosa. :wink:
matto81 - Lun Giu 20, 2005 11:58 pm
Oggetto:
Bene...a chi tocca il prossimo?!
:shock:

M.
Monia Di Biagio - Mar Giu 21, 2005 1:57 pm
Oggetto:
:) E' il turno di Miki. Poi a me, poi a Matt, poi a Max.

:D A proposito Matt, visto che sei "mooooooolto" interessato, la mia intervista ad Andrea De Carlo è appena stata pubblicata sul n° 26 della rivista letteraria cartacea "Orizzonti" della Aletti Editore, ecco il link:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
:wink: La prossima uscita mi verrà pubblicata, sulla medesima rivista, l' intervista a Carmen Covito.

:( Come al solito non si guadagna niente (beh, almeno la rivista me l'hanno inviata gratuitamente...), però come al solito: :P è bello esserci!
matto81 - Mar Giu 21, 2005 3:50 pm
Oggetto:
Monia ma per riceve la rivista devo abbonarmi?! :shock:
Io volevo anche partecipare al concorso di poesia scadenza 30 Luglio ma per farlo bisogna allegare il tagliando presente a pag 71 del numero 26 di Orizzonti! come faccio?! :(
Monia Di Biagio - Mar Giu 21, 2005 4:16 pm
Oggetto:
:roll: Sì Matt proprio così. Cioè non abbonarti, comprarla.....Magari questa volta che serve a te e poi mai più!

Ma andiamo con ordine nella spiegazione, se no non mi spiego bene:

La rivista naturalmente è in vendita, non gratuita (io non c'entro nulla :oops: ....Magari! Io ci pubblico e basta :wink: !)

Ad ogni modo: per partecipare ad ogni concorso di Orizzonti, è necessario comprare la medesima rivista, (edicola o libreria i punti vendita li trovi sul sito o la richiedi a loro via e-mail, poi paghi quando ti arriva) compilare la scheda che trovi nelle ultime pagine di questa e poi inviare il tutto. Qualsiasi loro concorso, diciamo così: è gratuito, ma....la rivista tocca comprarla. Una volta questa strada l'abbiamo già percorsa anche io e Max. Lui pure ti saprà dire in merito....Entrambi, difatti, tempo fa, siamo stati inseriti nella "Enciclopedia dei Poeti Italiani" sempre a cura della Aletti Editore ed io sto pure su due o tre altre loro Antologie. Tutto gratuito. E la tua partecipazione, vittoria, inserimento, oppure no non ti obbliga all'acquisto di nulla, copie ecc. Ma.....per accedere a tutto ciò, sembra un controsenso, forse lo è, bisogna comprare la rivista, dove ci sono i tagliandi per inoltrare la domanda a questo o quello.

Tutto sommato comprare "una tantum" questa rivista per partecipare a questo o quel concorso non è neanche male, in quanto all'interno della stessa gli articoli ed argomenti trattati sono molto belli ed interessanti....Soprattutto i miei :wink: ! Scherzo :lol: .....
Anonymous - Mar Giu 21, 2005 7:05 pm
Oggetto:
Citazione:
Concordo con Monia.
Max é un pallista Razz


Secondo me è Lorraine la pallista.

Citazione:

E al NOSTRO Max vorrei anche far notare che non si é mai detto di Elisa che avesse l'AIDS.
Se vai a rileggerti la prima conversazione con Luca, Elisa dice di essere sieropositiva, non di avere l'AIDS.
Non é la stessa cosa. Wink


Certo, ma Luca è ignorante, infatti si era andato ad informare su internet. ;-)
Miki - Mar Giu 21, 2005 7:09 pm
Oggetto:
E si vede che ci deve fare un'altra capatina! :lol:

Ma allora é ignorante anche il dottore: non conferma forse la diagnosi di Luca? :wink:
Monia Di Biagio - Mar Giu 21, 2005 11:14 pm
Oggetto:
:wink: MA POI MATT, tra tutti i CONCORSI BELLI & GRATUITI che pubblico, di volta in volta, qui sul forum, ti vai proprio a sceglire uno che per parteciparvi devi comprare la rivista??? Ma evitalo proprio! Non comprare proprio niente 8) ! E buttati semmai, con un bel tuffo carpiato, su ciò che di interessante, noto e non scaduto :lol: non comporta proprio alcuna spesa da parte tua o di altri autori! :lol: Ok se domani il forum non c'è più sapete perchè, stavolta è la volta buona che mi querelano. E COMUNQUE PRIMA CHE CIO' ACCADA: :arrow: ABBASSO I CONCORSI CON QUALSIASI FORMA, nota o più intrigante, DI PAGAMENTO!!!!!

:wink: Tornando a bomba visto che questo lo ripeto è il topic del libro ed altre domande e risposte dovrebbero essere postate da subito in altra sezione...Confermo che:
-Max (il personaggio) mente, mi sembra ovvio e verrà scoperto;
-che tocca a Miki, naturalmente appena potrà, nessuna fretta.
-E che, visto che il lettore sa la verità già da almeno 10 paragrafi non sarebbe il caso di dirla anche noi :roll: ? Se no veramenbte qui facciamo "Biutiful": tipo Ridge dimmi la verità....Lo spettatore già la sa, ma prima che ridge apri bocca facendo muovere le mascellone, parte la sigla "tarattattarattatara...." ergo: rischiamo di annoiare chi leggerà, se non lo sta già facendo. A proposito vi siete mai chiesti chi e quanti stiano già leggendo questo libro a più mani in fase di stesura? Ve lo dico io: il conto preciso, visti i miei sporadici momenti in internet non lo posso fare, ma dall'ultima statistica casareccia fatta da me, almeno "qualcun altro" che non siamo noi entra in "Vita mia". Dal mio pannello di controllo posso vedere in quale sezione sono gli ospiti, quando vengono visualizzati appunto come ospiti ed oltre che su "Ancora noi" che ad oggi è arrivato a ben 631 visite e nelle altre varie sezioni del Forum, diversi, con diversi ip, naturalmente, sono proprio, tipo ora, su "Vita mia!"

:) E con questa notizia vi auguro la buona notte & sogni doratissimi!
Miki - Mar Giu 21, 2005 11:19 pm
Oggetto:
Aggiungo domani.
Peró a questo punto Monia, qual é la veritá? Perché mi sembra che Max (lo scrittore) stia andando in una direzione completamente diversa e se ogni volta uno di noi "deraglia", non solo facciamo Beautiful, ma non la finiremo mai questa storia!
matto81 - Mer Giu 22, 2005 12:03 am
Oggetto:
Ok Monia misà che seguirò il tuo consiglio! Lascio perdere il concorso!!! :D
E poi io sto scrivendo un romanzo fantastico!!! Il libro della mia vita! Lo sento e lo sarà! :D

MONIA MA A ME UN'INTERVISTINA NON ME LA FAI?! (Dai se l'hai fatta ad Andrea la puoi fa pure a me no?!)ahuahuhauhuahuahuahuahuahua!!!!!
:D :D :D
Monia Di Biagio - Mer Giu 22, 2005 11:26 am
Oggetto:
:wink: Matt facciamo così appena pubblichi questo bellissimo libro ti intervisto! In realtà noto solo ora che tra i miei intervistati editi mi manca proprio Miki...Miki che ne dici? Ti andrebbe di rispondere a "10 domande a...." ? Se si: mandami al mio indirizzo e-mail:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
una tua nota biografica e bibliografica per la presentazione, io poi ti rinvierò sul tuo, quello con cui mi scrivi, l'intervista redatta, tu la compili, me la rimandi e la pubblichiamo.

:arrow: Per quanto riguarda "LA VERITA'": seguendo semplicemente un filo logico, e quanto abbiamo detto e scritto sinora, "per me" la verità, fino a questo momento, cosa succederà dopo non lo so, comunque finora è che:

Luca innamoratissimo di sua moglie la perde in un incidente, nella sua vita entra a far parte Elisa, e sarà proprio lei a scoprire una Jennyfer diversa da quello che Luca pensa di sapere di lei.

E' morta ed aspettava un bambino, ma questo Luca lo sapeva già, difatti è stato detto in precedenza, quando si è parlato di autopsia. Quello che non sapeva ed ancora non sa però è che quel figlio non era suo. O meglio ora lo sa ma distortamente, in effetti era già stato confermato, da Lorraine e da Max (il personaggio) ad Elisa, che Luca e Jennyfer non avevano più rapporti intimi, che lui stesso era innamoratissimo di Jennyfer, e che la madre era loro complice perchè tutto sapeva. E che durante il soggiorno la mare Jennyfer ne avrebbe voluto parlare proprio con Luca che però non la seguì.

Ecco che sin qui mi sembra tutto chiaro e lineare, quindi è inutile prendersi tempo con altri 250 paragrafi per dire poi ciò che abbiamo qua e là già detto, ripetuto e confermato.

In effetti solo Luca deve ancora sapere tutto. Ma chi legge ciò che deve venire a sapere Luca, prima o poi, già lo sa. E forse a questo punto più che il sapere la verità di Luca, chi legge si aspetta invece maggiormente di vedere la razione che avrà lo stesso di fronte a tutto ciò.

Questo semplicemente è ciò che penso io. Ora come ripeto l'ultima bugia di Max (il personaggio) ci può anche stare bene, perchè per come lo abbiamo descritto finora, questo è solo un ulteriore appiglio all'irrealtà per salvarsi ancora. Ed a questo punto non più dall'Amicizia che si interromperà, ma proprio dalla reazione di Luca che evidentemente teme più di ogni altra cosa.

Anzi in effetti questa storia dell'inseminazione artificiale ci poteva anche stare, e come ripeto ci sta benone, ma per essere vera allora non avremmo dovuto parlare di: assenza di rapporti coniugali, innamoramento di Max nei confronti di Jennyfer, parole irose di Lorraine che a quel punto spiattella giù tutto, foto fissa su un monitor, per non parlare di Jennyfer e la sua gravidanza e del fatto che da Luca non era riuscita ad avere figli....

A questo punto la verità mi sembra quindi una sola. La reazione di Luca invece quale sarà appena anche luitutto questo lo verrà a sapere e da chi?

Ecco le domande sulle quali dovremmo concentrarci per il proseguo e rendere il tutto più scorrevole, senza star troppo a lesinare ancora su questo punto sebbene di fondamentale importanza, ma che tanto spazio ha già preso, e poi andando oltre. :wink: Dove come al solito solo la nostra fantasia ce lo dirà di volta in volta. L'importante ora è uscire da questo punto sul quale mi sembra, che rispetto al solito, ci siamo inerpicati un pò.
Miki - Mer Giu 22, 2005 11:51 am
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
In realtà noto solo ora che tra i miei intervistati editi mi manca proprio Miki...Miki che ne dici? Ti andrebbe di rispondere a "10 domande a...." ? Se si: mandami al mio indirizzo e-mail:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
una tua nota biografica e bibliografica per la presentazione, io poi ti rinvierò sul tuo, quello con cui mi scrivi, l'intervista redatta, tu la compili, me la rimandi e la pubblichiamo.


Ma con piacerissimo! :D

Abbiate pazienza: cerco di aggiungere entro stasera!
Anonymous - Mer Giu 22, 2005 7:42 pm
Oggetto:
Io non sono d'accordo.
Punto su una qualche forma di gelosia, o odio... chiamatelo come vi pare... di Lorraine.
Come dice Monia, il lettore ormai si è abituato a quella verità, ma non per questo deve essere vera solo perchè l'ha detto Lorraine.
Io insisto sul massacrare Lorraine.
Max si è sempre comportato bene.
Miki - Mer Giu 22, 2005 9:06 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Io non sono d'accordo.
Punto su una qualche forma di gelosia, o odio... chiamatelo come vi pare... di Lorraine.
Come dice Monia, il lettore ormai si è abituato a quella verità, ma non per questo deve essere vera solo perchè l'ha detto Lorraine.
Io insisto sul massacrare Lorraine.
Max si è sempre comportato bene.


Che Max si sia comportato bene é un'opinione.
ANCHE AMMESSO che la storia del donatore di sperma sia vera, mi sembra cmq da stronzi andare dietro le spalle di un amico con una cosa cosí grossa come un figlio.
Anche se Max l'avesse fatto per amore di Jennifer, ha cmq tradito la fiducia dell'amico.
Monia Di Biagio - Mer Giu 22, 2005 10:06 pm
Oggetto:
:roll: Ve l'ho detto ragazzi ci siamo impappinati! A questo punto dobbiamo decidere, onestamente non so più che proporre. Se prendiamo per buona la storia dell'inseminazione, Max (personaggio) giustamente non ne uscirà comunque pulito. Il massacrare Lorraine non lo vedo utile, ne abbiamo parlato una volta si e no, è un personaggio secondario, che ha avuto il suo peso ma lì è finita. Che facciamo tradimento carnale o inseminazione all'insaputa di Luca? E comunque Anche Jennyfer ne esce sporca da tutto ciò, perchè si è fatta inseminare, poi che avrebbe fatto? Avrebbe detto a Luca che era il suo? Almenochè prima di morire al lago non volesse dirgli proprio questo...E comunque non credo che la loro storia sarebbe finita con "e vissero felici e contenti!" Ed allora? Su decidiamo. Anche perchè non è giusto che Miki, alla quale spetta il prossimo paragrafo si prenda tutte le responsabilità. Inseminazione vera o bugia? Dite tutti la vostra rispondendo a questa domanda, poi procediamo.
Miki - Mer Giu 22, 2005 10:13 pm
Oggetto:
Allora aspetto di senitre le opinioni.
Ma in caso di discordia, che si fa?
Si va con la maggioranza?
matto81 - Gio Giu 23, 2005 12:01 am
Oggetto:
A ME PIACEVA TANTO LA STORIA DELL'AMICO BASTARDO che andava a letto con Jennyfer! Sono per il tradimento carnale e l'inseminazione come ennesima bugia di Max che conferma il suo viscidume totale!

M.
Miki - Gio Giu 23, 2005 12:20 am
Oggetto:
Per me é solo una questione di tempi.
Qualche paragrafo fa la storia dell'inseminazione sarebbe anche potuta andare bene, ma a questo punto mi sembra un po' forzata come cosa...un colpo di scena di troppo.
Cmq scriveró il prossimo paragrafo in linea con qualunque direzione si voglia prendere, perché qualunque sia la decisione che prendiamo, Luca S'INCAZZA! :P
Monia Di Biagio - Gio Giu 23, 2005 9:02 am
Oggetto:
Va bene Miki tu prova a postare un qualcosa che sblocchi la situazione e ci faccia andare avanti. Poi comunque visto che dopo tocca a me, io seguirò il mio filo logico che poi come già scritto in precedenza è questo:

Citazione:
Per quanto riguarda "LA VERITA'": seguendo semplicemente un filo logico, e quanto abbiamo detto e scritto sinora, "per me" la verità, fino a questo momento, cosa succederà dopo non lo so, comunque finora è che:

Luca innamoratissimo di sua moglie la perde in un incidente, nella sua vita entra a far parte Elisa, e sarà proprio lei a scoprire una Jennyfer diversa da quello che Luca pensa di sapere di lei.

E' morta ed aspettava un bambino, ma questo Luca lo sapeva già, difatti è stato detto in precedenza, quando si è parlato di autopsia. Quello che non sapeva ed ancora non sa però è che quel figlio non era suo. O meglio ora lo sa ma distortamente, in effetti era già stato confermato, da Lorraine e da Max (il personaggio) ad Elisa, che Luca e Jennyfer non avevano più rapporti intimi, che lui stesso era innamoratissimo di Jennyfer, e che la madre era loro complice perchè tutto sapeva. E che durante il soggiorno la mare Jennyfer ne avrebbe voluto parlare proprio con Luca che però non la seguì.

Ecco che sin qui mi sembra tutto chiaro e lineare, quindi è inutile prendersi tempo con altri 250 paragrafi per dire poi ciò che abbiamo qua e là già detto, ripetuto e confermato.

In effetti solo Luca deve ancora sapere tutto. Ma chi legge ciò che deve venire a sapere Luca, prima o poi, già lo sa. E forse a questo punto più che il sapere la verità di Luca, chi legge si aspetta invece maggiormente di vedere la razione che avrà lo stesso di fronte a tutto ciò.

Questo semplicemente è ciò che penso io. Ora come ripeto l'ultima bugia di Max (il personaggio) ci può anche stare bene, perchè per come lo abbiamo descritto finora, questo è solo un ulteriore appiglio all'irrealtà per salvarsi ancora. Ed a questo punto non più dall'Amicizia che si interromperà, ma proprio dalla reazione di Luca che evidentemente teme più di ogni altra cosa.

Anzi in effetti questa storia dell'inseminazione artificiale ci poteva anche stare, e come ripeto ci sta benone, ma per essere vera allora non avremmo dovuto parlare di: assenza di rapporti coniugali, innamoramento di Max nei confronti di Jennyfer, parole irose di Lorraine che a quel punto spiattella giù tutto, foto fissa su un monitor, per non parlare di Jennyfer e la sua gravidanza e del fatto che da Luca non era riuscita ad avere figli....

A questo punto la verità mi sembra quindi una sola. La reazione di Luca invece quale sarà appena anche luitutto questo lo verrà a sapere e da chi?

Ecco le domande sulle quali dovremmo concentrarci per il proseguo e rendere il tutto più scorrevole, senza star troppo a lesinare ancora su questo punto sebbene di fondamentale importanza, ma che tanto spazio ha già preso, e poi andando oltre. Dove come al solito solo la nostra fantasia ce lo dirà di volta in volta. L'importante ora è uscire da questo punto sul quale mi sembra, che rispetto al solito, ci siamo inerpicati un pò.


:roll: E vediamo cosa esce fuori.....
Miki - Ven Giu 24, 2005 12:14 pm
Oggetto:
Ragazzi, scusate, ma non ce l'ho fatta e dubito che avró tempo oggi.
Se avete pazienza cerco di mettermi sotto domani, ma se volete continuare voi, passo la palla a Monia o matt.
Anonymous - Ven Giu 24, 2005 8:18 pm
Oggetto:
Allora facciamo così:
cancello il mio ultimo paragrafo.
Se ne inserisco un altro entro le 22 di oggi ok, altrimenti per un paio di giorni mi tocca passare la palla a chi viene dopo di me.
Anonymous - Sab Giu 25, 2005 10:45 pm
Oggetto:
:shock: Ragazzi sono Monia. Ho nuovamente il P.C. K.O. :evil: !!!!

:cry: Dopo l'ultima connessione riuscita di ieri pomeriggio, ieri sera dopo cena come al solito vado per ricollegarmi, invece mi ha dato una bella SCHERMATA BLU! Inutile ogni tentativo di accedere in modalità normale, provvisoria, con "l'ultima configurazione certamente funzionante", o riavviando con il c.d. di Windows...Niente dà sempre la solita schermata blu, dopo ognuno di questi tentativi. Avevo già avuto dei ragguagli l'altro giorno su qualcosa di strano che stava riaccadendo al mio p.c., ero in linea con Max ed appunto gli dicevo, qui c'è qualcosa di strano...Difatti rieccoci....Ci risiamo! Lunedì lo porterò a far vedere. Non so proprio quando me lo daranno indietro, spero subito, anche se a dire: "grazie, subito, aspetto fuori!" significa prezzo maggiorato di 20€ . Voi comunque proseguite pure, anche se non mi vedete on-line.

:? Max perchè devi togliere? Continuiamo da lì no? Dovrebbe toccare a Miki poi a me, ma se non ce la faccio, a rientrare in tempo, con il mio p.c. funzionante, passatemi pure avanti senza problema.

:( Che pizza 'sti computer. Sicuramente un virus che Norton ha beccato, ma che con gli ultimi aggiornamenti anche se glielo avevo fatto mettere in quarantena, ha cercato di riparare invece di eliminarlo, e lì mi ha fregato....
Miki - Sab Giu 25, 2005 10:56 pm
Oggetto:
Aaah! Monia non me ne parlare!
Il mio PC é posseduto!
Solo che io ci capisco meno di te, figurati! :roll:

Vabbeh...se decidiamo che il paragrafo di Max lo lasciamo com'é domani sera faccio la mia aggiunta e andiamo da lí!

In bocca al lupo col PC Monia!
matto81 - Dom Giu 26, 2005 2:35 am
Oggetto:
Monia dai! Ma ancora a Norton ti affidi?! Norton è come un simpatico buttafuori ubriaco...i virus invece di scacciarli li fa entrare e gli apre pure la porta! :/

A presto! :shock:

:arrow: Miki continua dal paragrafo di Max! :D
Anonymous - Dom Giu 26, 2005 10:47 am
Oggetto:
Il paragrafo l'ho cancellato da due giorni :D
Monia Di Biagio - Dom Giu 26, 2005 10:07 pm
Oggetto:
:arrow: Allora Max se hai poi deciso di cancellarlo RITOCCA COMUNQUE a te, poi a Miki, poi a me, poi a Matt.

:? Veramente Miki anche il tuo fa le beffe, il mio ho riprovato stasera mi son detta: "non si sa mai...." invece solita sgradevolissima "schermata blu"...Ma veramente il Norton è così Max? Io c'ho pure l'ultimissimissima versione....Ma cavolo allora che bisogna fare per salvarsi? Io becco i virus internet come quelli dell'influenza, e per fortuna che ci sto attenta se no, ne beccherei uno ogni "five minuts!"

Comunque domani lo porto in clinica....Ed a proposito di clinica: abbiamo pure il gatto ricoverato. Lo abbiamo portato stamattina, nel pomeriggio sono andata a trovarlo. Non è il mio, non mi piacciono i gatti, ma mi fa una pena...Ho pensato: "se ci fosse stato al suo posto (con tutti gli scongiuri di questo mondo!!!) il mio Prity, ci avrei messo la brandina!" ed allora sono andata. Sta leggermente meglio, non tanto, è parecchio giù, durante il viaggio di andata, 15 minuti di strada, pensavo fosse morto....Lo hanno sicuramente preso sotto, ma si è salvato, solo la zampetta se non fosse tornato a casa dopo 48 ore come ha fatto, sarebbe sicuramente andata in cancrena, lo spettacolo abominevole che ho vissuto non ve lo racconto...E' meglio, anche perchè non ho pranzato nè cenato, lo stomaco mi fa su e giù! Domani verrà operato, poi alla fine pur essendo contrarissimi ad ogni manomissione sulla natura degli animali, abbiamo, cioè hanno, "i proprietari", ma io ho proposto sotto consiglio del veterinario di "castrarlo", se no si metterà sempre in questi guai. Quando è in amore esce il pomeriggio e torna la mattina alle 5 che vuole entrare, Spesso ce le becca dai proprietari delle gatte...Qui non è che siano molto educati e pro animali. Solo qualche giorno fa, deve aver preso una botta talmente grossa (tipo legnata sulla schiena) che non riusciva più a camminare. Poi si è ripreso. E' uscito di nuovo, è tornato zoppo ad una zampa....Ora questa....Insomma per il suo bene, affinchè divenga per così dire più casalingo, e meno girone, i pericoli intorno a lui sono troppi e lui è troppo buono, forse è meglio così. Poi non so....Qui a casa mia, cioè dei miei, la mia è in costruzione, ci saranno stati almeno 200 gatti finora, negli anni. Io non mi sono mai affezionata a nessuno, i gatti mi fanno paura. O meglio le loro reazioni improvvise e mai scontate mi fanno paura. Solo una volta il mio preferito fu Gedeone, morto per il morso di una vipera, anni fa. Poi mio fratello ha continuato a raccoglierli e portarli. Ma non è che poi lui se ne prende cura...No....Poi tocca a me, che manco li posso soffrire! Comunque ora oltre il cane, c'è Miele, che sta così: appunto dal veterinario con trauma cranico e la zampetta in cancrena. Abbiamo buone speranze di salvargli la zampa, speriamo. Ma la cancrena è una brutta cosa, bruttissima. Povera bestia. Domani comunque riandrò a trovarlo, in fin dei conti è sulla mia scheda, dal mio veterinario, cioè quello del mio figlioletto Prity, per cui devo andare, facendo forza su me stessa. Andrò. Sebbene credo fermamente siano "altri" a dover andare. Non si può far sempre affidamento su Monia. Io poi gli Ospedali sia quelli delle persone che quelli degli animali non li reggo, rischio di svenire ogni 5 secondi e mezzo. Quell'odore in entrambi mi fa credere già che stia male anche io. Ma andrò, devo andare, perchè se il mio Prity, il mio piccoletto fosse stato lì io non lo avrei mai lasciato. Ecco cosa intendo per Amore. Cosa vorrei che "qualcun altro" quando decide di prendere un animale provi. E non tanto per....Poi....Chiama Monia e chiede "come sta il gatto?" E tu che diavolo hai fatto finora non potevi andare a vedere tu visto che è tuo?" Va beh, lasciamo stare. Vi farò sapere......
matto81 - Lun Giu 27, 2005 1:46 am
Oggetto:
E già Monia! L'amore va dimostrato e gli animali ne hanno bisogno in abbondanza! :D
Spero che Miele si riprenda e che torni a correre felice! :D
Tanto che ci sei salutami il mio amico Prity! :wink:

M.

:arrow: Vai Max! :)
Monia Di Biagio - Lun Giu 27, 2005 11:12 am
Oggetto:
Il paragrafo di Max già c'è è il 59° ora 58°, quindi tocca a Miki :wink: !

Max avendo però tolto l'ex 58° ora dovresti inserire ad inizio paragrafo un collegamento al 57°: Luca e Max sono in macchina, stanno correndo da Elisa all'ospedale, poi il tuo Flash Back....Vedi comepuoi collegare le due cose il dirigersi verso l'ospedale e Luca che in quel momento non è solo preoccupato per Elisa, ma ha nei suoi pensieri anche Jennyfer e ripensa alle sue ultime parole....

:arrow: Matt vai a leggere su " che giorno è oggi?"
Miki - Mar Giu 28, 2005 11:47 am
Oggetto:
Ho fatto una piccola aggiunta.
Veramente non avevo molte idee su cosa fosse capitato ad Elisa.
Come ho giá detto, di Elisa si é detto all'inizio che fosse sieropositiva, non che avesse l'AIDS.
Ora, ci sono persone che sono sieropositive e non sviluppano mai la malattia, altre che vanno avanti per anni e anni prima di ammalarsi e nel frattempo vivono vite piuttosto normali. Conosco un sieropositivo e a parte il fatto che deve seguire una routine di farmaci, sta bene.

cito:

"Viene definita sieropositività la condizione di una persona che, dopo l'ingresso di un microrganismo estraneo nel suo corpo, ha cominciato a produrre delle sostanze (gli anticorpi) che servono a distruggerlo. Nel caso del virus dell'immunodeficienza umana (HIV) il microrganismo è un virus, cioè un microrganismo che vive e si duplica sfruttando le cellule dell'organismo ospite.

Lo stato di infezione da HIV è condizione necessaria ma non sufficiente perché si giunga all'AIDS. Di fatto, con l'infezione da HIV si determina un danno a carico dei meccanismi che servono a mantenere lo stato di benessere. Con il passare del tempo questo danno determina uno squilibrio dei sistemi biologici e lo stato di infezione può evolvere a stato di malattia.

Perché questo avvenga possono passare molti anni ed è necessaria l'interazione di concause interne o esterne (stato nutrizionale, altre patologie ricorrenti, riduzione delle difese immunitarie, ecc.). I malati di AIDS sono dunque soltanto una piccola percentuale dei soggetti portatori del virus.

Conoscere la proprio eventuale condizione di sieropositività è fondamentale, in modo da poter condurre uno stile di vita sano, proteggere il proprio sistema immunitario, iniziare il prima possibile le terapie farmacologiche adeguate, evitare di diffondere ulteriormente la malattia e limitare i danni.

Limitare i danni, per le persone colpite dall'HIV, significa anche evitare nel modo più assoluto ulteriori contatti ocn il virus e cercare di tenere lontane altre malattie e infezioni. In questo modo, meno sarà stimolato il sistema immunitario e meno il virus sarà indotto a replicarsi.

La velocità con cui vengono iniziate le cure antiretrovirali e uno stile di vita sano sono prerequisiti essenziali per tenere a bada l'AIDS. Oggi, le nuove e più efficaci terapie farmacologiche sono in grado di allungare moltissimo e migliorare la qualità della vita dei pazienti sieropositivi. Per chi si cura bene e subito il tempo di latenza, cioè il periodo in cui l'infezione resta sostanzialmente priva di sintomi, si allunga di anno in anno.

Di fatto, i progressi della ricerca, uniti alla tempestività della diagnosi, hanno di molto ridotto il numero di decessi da AIDS. Ciò nonostante di AIDS si continua a morire: la prevenzione resta fondamentale".


Elisa é giovane, sulla ventina, e ha probabilmente contratto il virus recentemente. Ora, puó darsi benissimo che si sia giá ammalata, ma in luce di quel che ho appena trascritto e di eventi precedentemente descritti, ho preferito puntare sulla vicenda di Danilo e delle sue connessioni con la droga.

A voi ora!
matto81 - Ven Lug 01, 2005 9:25 pm
Oggetto:
Moniuccia ma tocca a me o a te col paragrafo?! :?:

M.
Monia Di Biagio - Ven Lug 01, 2005 9:32 pm
Oggetto:
:lol: Toccherebbe a me...Questi giorni sono stati infernali...Ho dato una "sletta" veloce, forse troppo veloce, tanto che sin da subito non sapevo come proseguire, rileggerò ora, con più calma, e mi farò venire qualche buona idea...Solo domani è un'altra di quelle giornatacce "Off Limits"...Domenica non ci sono...Tenterò il proseguo Lunedì, almenochè stasera ri-leggendo non mi venga un'idea lampate ed istantanea da buttar giù, una di quelle che basta la prima parola ed il resto vien da solo...mai disperare :roll:...forse.
Monia Di Biagio - Ven Lug 01, 2005 10:20 pm
Oggetto:
:) FATTO!

Come detto poc'anzi è bastata la frase "I due in camice bianco". Tutto il resto, a ruota libera, è venuto giù da solo. Spero vi piaccia.

:wink: Ora Matt tocca veramente a te!

Se non riusciamo a sentirci prima: "AUGURO UN BUON FINE SETTIMANA A TUTTI VOI!"
matto81 - Sab Lug 02, 2005 12:46 pm
Oggetto:
Ok! Mi metto subito al lavoro!

Buon week-end anche a te e a Miki e Max! :D

M.
Miki - Dom Lug 03, 2005 8:57 pm
Oggetto:
Monia, ma hai letto quello che ho scritto io?
Avevo parlato di overdose e sei tornata sulla malata terminale.
Il mio paragrafo non ha piú molto senso adesso...
Monia Di Biagio - Lun Lug 04, 2005 11:40 am
Oggetto:
:wink: Certo che l'ho letto! E credevo tu stessi parlando di varie probabilità, pronunciate dai volontari sull'ambulanza: possibile arresto cardiaco, con possibile overdose involontaria per droga tagliata male....Visto che queste informazioni io le ho lette come ipotesi senza risposta, la conferma l'ho fatta dare dai paramedici dell'ospedale: crisi respiratoria. Ma se vogliamo portare avanti la tesi dell'overdose, potrei certamente modificare la crisi respiratoria con arresto cardiaco, e confermare l'ipotesi dell'overdose.

Appena mi fate sapere, modifico, così anche Matt potrà scrivere il suo, in base a come modificherò io :wink: ....
Miki - Lun Lug 04, 2005 2:45 pm
Oggetto:
A me sembra piú plausibile.
Che Elisa passi da sieropositiva ad ammalata terminale di AIDS nello spazio di pochi giorni mi sembra poco realistico.
Poi mi pare anche che si crei una dinamica narrativa migliore.
Luca vorrá senz'altro scoprire cosa possa aver spinto Elisa a mettersi in quella situazione e venire cosí a conoscenza dei veri stati d'animo della ragazza...e farsi piú vicino alla veritá, qualunque sia quella con cui abbiamo deciso di proseguire.
matto81 - Lun Lug 04, 2005 9:41 pm
Oggetto:
Aggiunto!
Il mio paragrafo non è legato alle cause del malore di Elisa, parla dell'attesa e dei pensieri nell'attesa di avere risposte con una piccola svolta sul finale che tocca a voi gestire al meglio!!! :D
Quindi che si sia trattato di crisi respiratoria per via dell'avanzamento della malattia o di overdose non cambia! A VOI! :D

M.
Monia Di Biagio - Lun Lug 04, 2005 10:36 pm
Oggetto:
:P Bellissima l'idea della lettera Matt.

:wink: Anche io ho modificato, due frasi del mio paragrafo, sperando che ora sia più in linea con il precedente di Miki. Anche se onestamente non volevo che Elisa ricadesse "nel girone droga", ma ormai l'ho fatto, l'ho scritto. Povera Elisa però....Io la vedevo forte nei suoi propositi e debole per la sua malattia. Per questo avevo parlato di crisi respiratoria dovuta all'HIV ed al suo stato salutare. Ora comunque ho cambiato ed aggiunto: "arresto cardiaco per overdose dovuto ad una qualche droga di ultima generazione, molto probabilmente dosata male, ecc.ecc." è subito nelle prime righe, comunque.

:arrow: Toccherebbe a Max, ma è qualche giorno che non lo sento e su altro Forum ho letto di un suo recente trasloco....Speriamo che ci legga.....
Miki - Lun Lug 04, 2005 11:32 pm
Oggetto:
La ricaduta di Elisa nella droga era apparsa molte pagine fa, quando non mi ricordo chi ha introdotto Danilo.
In quanto all'HIV...vorrei ancora una volta ribadire che l'HIV non é una malattia! Essere sieropositivi e essere malati di AIDS sono due cose diverse e di HIV non si muore, di AIDS sí. L'HIV puó trasformarsi in AIDS, ma possono trascorrere anche molti anni fra il momento dell'infezione e lo sviluppo della malattia, specialmente oggi con i farmaci a disposizione.
Come ho giá detto, c'é una persona molto vicina alla nostra famiglia che purtroppo ha contratto il virus ed é ora sieropositiva. É qualcuno che vedo quasi ogni giorno e posso assicurarvi che conduce una vita pressoché normale, via appunto per i farmaci che prende.
Il fatto che possa trascorrere molto tempo prima che la malattia vera e propria si sviluppi - e che in alcuni casi ció possa perfino non capitare mai! - ci é di conforto.
matto81 - Mar Lug 05, 2005 12:43 am
Oggetto:
Grazie Monia! :D

Miki hai ragione, ma credo che un particolare così importante come la sieropositività di Elisa vada comunque sviluppato...della serie...
deve accaderle qualcosa o accadere qualcosa a qualcuno per colpa sua! non può restare sieropositiva fino alla fine del libro capito? sennò che è sieropositiva a fare?!
Miki - Mar Lug 05, 2005 10:12 am
Oggetto:
Sarei d'accordo con te se avessimo in programma di estendere la vicenda lungo un arco di tempo che giustifichi realisticamente lo svilupparsi della malattia di Elisa. Che Elisa improvvisamente si ammali gravemente o muoia di AIDS é altamente improbabile a questo punto.
La sieropositivitá di Elisa é un fattore importante sullo svilupparsi delle sue relazioni, anche se non sfocia nella malattia.
Monia Di Biagio - Mar Lug 05, 2005 10:48 am
Oggetto:
Provo a dirla come la vedevo ed immaginavo io l'intera situazione di "Elisa sieropositiva", provando a spiegare anche il perchè del mio precedente paragrafo, quello che poi ho modificato, ma che mi lascia ancora troppo perplessa.....Perchè in completo accordo con Miki su H.I.V. ed AIDS ed il diverso decorso delle due ecc.ecc.

Ma, se Elisa avesse deciso tempo prima di non assumere più medicinali perchè da quando sta con Luca, ovvero ormai alcuni mesi ha sognato, sperato, anelato percepito e desiderato di vivere una vita normale? Nel senso se avesse sentito talmente forte questa normalità, non fatta più solo di scadenze fisse dettate dalla somministrazione di medicinali, ed avesse smesso di prenderli, all'insaputa di tutti, Luca compreso, sarebbe ora veritiera o no una "crisi" di qualunque tipo del suo organismo ed in questo caso "crisi respiratoria" o cardiaca qual si voglia?

Ecco io la vedevo così. E potrei anche aggiungere per allargare l'arco di idee che magari Elisa ha smesso di prendere medicinali, perchè inconsciamente, ora era nel posto giusto dove lasciarsi andare, dove morire in pace....E dopo l'ospedale Luca avrebbe scoperto questa "stupidaggine" che stava perseguendo Elisa a su stesso danno, per Amore, ma mortale!

Avrei sinceramente evitato il "ritorno della droga" nella sua vita, chi vive felicemente, come Elisa negli ultimi tempi, e se quello droga, con la sua forza di volontà è un capitolo chiuso, non mi sembra corretto ritirarlo fuori dal nulla!

Ho dato retta a Miki ma la storia messa così come l'ho riscritta ora non mi convince. Eviterei sinceramente di parlare di Overdose, e parlare di altro, magari proprio di quello che ho detto prima, che poi era proprio la mia idea.

Ma come al solito prima di cambiare ancora aspetto vostri ragguagli a tal proposito.... BUONISSIMA GIORNATA! Qui piove.....
Miki - Mar Lug 05, 2005 10:57 am
Oggetto:
Faró delle ricerche per vedere se la tua ipotesi é plausibile, Monia.
Smettere di prendere farmaci puó accelerare il possibile sviluppo della malattia, ma non porterebbe a crisi respiratorie o cardiache o alla morte in tempi cosí rapidi.
Credimi, ne ho un esempio sotto gli occhi quasi ogni giorno e mi ricordo come stava prima di mettersi in cura.
Se volete continuare per quella strada va bene, ma allora informiamoci bene, perché non si puó scrivere di problemi medici senza essere davvero sicuri dei fatti.
Le idee della droga e del malore di Elisa li hanno creati altri, quindi forse dovrebbero essere loro a spiegare esattamente come intendevano sviluppare la cosa.
Monia Di Biagio - Mar Lug 05, 2005 3:42 pm
Oggetto:
:arrow: Io ho iniziato a leggere ed informarmi, qui:

-
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
;

- molto interessante anche questo che parla delle controindicazioni dei farmaci antiretrovirali:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Quest'ultima poi è proprio la pagina che trovo più interessante....A proposito mai sentito parlare del "Test Elisa"? Esiste veramente ed è un pò quello che stiamo facendo noi :wink:

-Ed anche questo dove tra le altre si risponde anche alla domanda "Quale è l'evoluzione della malattia?":
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


-ultimo letto, per ora:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Miki - Mer Lug 06, 2005 3:24 pm
Oggetto:
Grazie Monia.
Molto utile.

Un paio di altri link:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

matto81 - Gio Lug 07, 2005 9:27 pm
Oggetto:
Allora visto che la droga l'ho introdotta io con la storia di Danilo idem dicasi per il malore di Elisa vi dico un po' cosa pensavo...

La droga non era riferito prettamente ad un presente di droga anzi tutt'altro, la droga era riferita ad un passato che comunque si era capito non essere stato dei più lineari per elisa e quindi un periodo di amizie sbagliate, anche di droga ci poteva stare benissimo e poteva essere ampliato, ma chi ha scritto dopo ha scelto altre strade e quindi è rimasto un po' appeso là...

Idem dicasi per il malore di Elisa, è stato uno spunto che voleva semplicemente complicare ancora la rivelazione della verità e contemporanemante sfruttava lo stato di salute di Elisa che per il momento in tutta la storia è stato irrilevante!

Il libro a più mani prevede che gli spunti poi vengano accolti oppure no, l'abbiamo detto più volte no? ognuno scrive e seguita la storia come vuole quindi non ha molto senso stare a spiegare cos'avrei scritto io se avessi potuto continuare, oppure cosa volessi dire con determinati spunti! A chi tocca scriva senza porsi troppi problemi! E' così che l'abbiamo voluto giusto?! quando io e monia inizialmente provavamo a creare una visione generale della storia anche del futuro degli eventi avete espresso la vostra opinione dicendo che era meglio proseguire così ognuno come voleva e quindi ora a chi tocca prosegue...come si è sempre fatto no?!

M.
Monia Di Biagio - Gio Lug 07, 2005 10:37 pm
Oggetto:
Giusto Matt! Allora io personalmente penso di fare così: modificare un pò il mio paragrafo non parlando di droga (perchè comunque anche io la vedo come una cosa che fa parte del passato di Elisa), di malattia terminale, ma solo di grave malessere dovuto a una "non assunzione di medicinali". Il tuo paragrafo quello che segue, va comunque benissimo così com'è. Toccherebbe comunque a Max di cui attendiamo il ritorno. Ovvero che riattacchi la spina del p.c nella nuova casa. Ma vi siete (ci siamo: tra un pò anche io...) trasferiti tutti???? E che è :wink: ?
Monia Di Biagio - Gio Lug 07, 2005 11:16 pm
Oggetto:
:oops: Allora ho appena rivisto il mio paragrafo, e l'ho modificato con le nuove nozioni apprese sull' HIV.

Ma vi consiglio comunque di rileggerlo, anche perchè, :? forse mi son fatta prendere la mano ed ora..... :lol: ....Elisa è pure incinta...è così che ho voluto spiegare la sua "non assunzione di medicinali da due mesi"....Beh, vi volevo fare una sorpresa (-ccia) ma ormai ve l'ho detto...Comunque leggetelo lo stesso e fatemi sapere dove credete io debba apportare ulteriori cambiamenti.

:roll: E matt, forse ora, alla luce di tutto ciò, e differentemente da quanto ti ho detto prima, potresti rivedere se lo ritieni necessario e aggiungere anche tu qualcosa al tuo.

:arrow: Poi aspettiamo Max.
matto81 - Ven Lug 08, 2005 1:48 pm
Oggetto:
Monia credo che il paragrafo mio stia bene(la lettera per luca potrebbe contenere informazioni sulla paternità del bambino che potrebbe non essere di luca!) Ma luca ed Elisa hanno mai fatto l'amore?! Non si sà! Non credo che Luca sapendo del suo stato di salute possa aver fatto l'amore con lei senza precauzioni!!! Quindi io direi che il bambino non è di luca, ma per esempio di Danilo o di chiunque altro boh vedete voi, ma qualcun altro che non sa della sieropositività di Elisa! Quindi dai il mio paragrafo credo sia ok e spero che chi scriverà dopo tenga presente ciò che ho appena scritto!

per quanto riguarda Londra ciò che penso è scritto nel blog!

M.
Monia Di Biagio - Ven Lug 08, 2005 2:33 pm
Oggetto:
:arrow: Ho spostato tutto il nostro discorso su Londra sull'altro topic: "Parliamo di..."

:wink: Giusto Matt, c'è la lettera....Giusto anche quello che dici sulla ipotetica, coscenziosa prevenzione di Luca...Ma....Ti ricordi la primissima volta che Luca ed Elisa furono insieme? Si risvegliarono nudi sul divano senza ricordare esattamente cosa fosse successo, o meglio Elisa lo ricordava. E se in quel momento non avessero preso precauzioni, travolti dall'alcol e dalla passinìone? E se tutto ciò fosse appunto accaduto 2 mesi prima? Di chi sarebbe il figlio? Io faccio tifo per Luca :wink: naturalmente!
Anonymous - Ven Lug 08, 2005 6:34 pm
Oggetto:
Rieccomi...
Datemi un paio di giorni, voi continuate! :-)
Monia Di Biagio - Ven Lug 08, 2005 8:24 pm
Oggetto:
Ehilà! BENTORNATO TRASLOCATORE :wink: !

Com'è la casa nuova? Bella, comoda, ti piace? Dicci dicci....

:lol: Non ti preoccupare tanto noi abbiamo lavorato sinora su questi tre ultimi paragrafi, che ci hanno dato parecchio filo da torcere, anche se è stato interessantissimo districarlo.....Quindi ti aspettiamo volentieri, con tutta calma :wink: !

:roll: Anzi leggili quando potrai ed anche gli interventi, così conosceremo anche il tuo punto di vista a tal proposito e se la soluzione a cui alla fine siamo arrivati ti sta bene! Ciauz Max. Ma il garage per la moto ce l'hai :wink: ?
matto81 - Ven Lug 08, 2005 8:41 pm
Oggetto:
Bentornato Max, mi raccomando leggiti tutti gli interventi prima di aggiungere il nuovo paragrafo, è importante! :D

M.
Anonymous - Ven Lug 08, 2005 10:23 pm
Oggetto:
Certo che ho il garage per la moto!
E' la prima cosa che ho controllato!

Tranquilli, leggerò tutto con calma, ma non stasera...
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:03 pm
Oggetto:
Ricordatevi di specificare il numero del paragrafo che avete modificato, così lo aggiorno nel file di word.
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:07 pm
Oggetto:
matto81 ha scritto:
Monia dai! Ma ancora a Norton ti affidi?! Norton è come un simpatico buttafuori ubriaco...i virus invece di scacciarli li fa entrare e gli apre pure la porta! :/


Io col norton mi ci sono sempre trovato bene fin dalle origini.
L'unica volta che un virus mi ha fatto buttare la scheda madre (il virus chernobil) avevo il norton disattivato...
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:09 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:

Max avendo però tolto l'ex 58° ora dovresti inserire ad inizio paragrafo un collegamento al 57°: Luca e Max sono in macchina, stanno correndo da Elisa all'ospedale, poi il tuo Flash Back....Vedi comepuoi collegare le due cose il dirigersi verso l'ospedale e Luca che in quel momento non è solo preoccupato per Elisa, ma ha nei suoi pensieri anche Jennyfer e ripensa alle sue ultime parole....


Vedrò.
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:15 pm
Oggetto:
Citazione:
Miki scrive:

Se volete continuare per quella strada va bene, ma allora informiamoci bene, perché non si puó scrivere di problemi medici senza essere davvero sicuri dei fatti.


Concordo.
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:23 pm
Oggetto:
Citazione:
Il libro a più mani prevede che gli spunti poi vengano accolti oppure no, l'abbiamo detto più volte no? ognuno scrive e seguita la storia come vuole quindi non ha molto senso stare a spiegare cos'avrei scritto io se avessi potuto continuare, oppure cosa volessi dire con determinati spunti! A chi tocca scriva senza porsi troppi problemi! E' così che l'abbiamo voluto giusto?!


Esatto.
Ma questo non vuol dire che ciò che è scritto sia eterno, si può modificare o, come nel mio caso, cancellare.
Anonymous - Mar Lug 12, 2005 7:27 pm
Oggetto:
Citazione:
Monia scrive:
la primissima volta che Luca ed Elisa furono insieme? Si risvegliarono nudi sul divano senza ricordare esattamente cosa fosse successo, o meglio Elisa lo ricordava. E se in quel momento non avessero preso precauzioni, travolti dall'alcol e dalla passinìone? E se tutto ciò fosse appunto accaduto 2 mesi prima? Di chi sarebbe il figlio? Io faccio tifo per Luca Wink naturalmente!


Naaa, lo escludo.
Miki - Mar Lug 12, 2005 9:03 pm
Oggetto:
Stavolta Monia dó ragione a Max.
Nel paragrafo successivo si legge:

Miki ha scritto:
Luca si portó la mano alla fronte.
- Che é successo?
- Non te lo ricordi? - domandó lei.
Lui scosse la testa.
Elisa si sedette ai suoi piedi.
- Hai paura di aver fatto qualcosa di cui pentirti? - disse.
Lui non parló.
Era paura quella che provava? O era vergogna?
Era solo la nausea della sbornia o il rimorso di aver in qualche modo sporcato la memoria di Jenny, la purezza del loro amore?
Cazzo! L'aveva sepolta la mattina e quella stessa notte aveva dormito con un'altra!
Che aveva fatto?
Elisa stava aspettando una risposta.
- Dovrei avere paura? - le chiese lui.
Elisa gli rivolse uno dei suoi sguardi tra il cinico e il beffardo.
- Vuoi sapere se abbiamo fatto del "sesso sicuro"? - gli disse senza giri di parole.
Lui deglutí annuendo e lei scoppió a ridere.
- Non fare quella faccia! - esclamó - Se lo vuoi sapere ieri notte non é successo niente. Avevi troppo alcol in corpo.



Ora, potremmo anche pensare che Elisa abbia mentito a Luca dicendogli che nulla é successo tra loro, quando in realtá hanno avuto un rapporto sessuale non protetto conseguito in una gravidanza ed in un possibile contagio, ma mi pare una grave menzogna, in contrasto col desiderio di veritá e franchezza di Elisa.
Monia Di Biagio - Mar Lug 12, 2005 9:24 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Citazione:
Miki scrive:

Se volete continuare per quella strada va bene, ma allora informiamoci bene, perché non si puó scrivere di problemi medici senza essere davvero sicuri dei fatti.


Concordo.


Difatti poi, se leggi oltre, ci siamo abbondantemente informati e le modifiche al mio paragrafo, l'ultimo scritto da me il N° non lo ricordo, è il risultato di tali ricerche.... Questo è l'unico paragrafo che ha subito modifiche, dopo che tu hai tolto il tuo. Si procede?
Anonymous - Mer Lug 13, 2005 6:11 pm
Oggetto:
Suppongo tocchi a me... :D
Miki - Gio Lug 14, 2005 12:03 pm
Oggetto:
eh giá! siamo tutti in attesa! :wink:
Monia Di Biagio - Gio Lug 14, 2005 2:12 pm
Oggetto:
Ragazzi in questo momento sono alle prese con una storia, tutta da inventare e da scrivere "molto importante" per me ai fini futuristici e lavorativi.....Stavolta non ci crederete, ma se la scrivo bene, come cercherò di fare, sarò assunta in un'importante Società. Vi prego perciò e mi scuso, se non potrò intervinire sin da subito nel "Libro a + mani". Appena max avrà postato, vi pregherei perciò di andare avanti voi. Io spero di farcela per il 4° turno...Spero, capitemi! E' troppo importante, e quando invento, elaboro, scrivo, Internet esula dai mie programmi. Cercherò comunque di seguirvi, ma se per ora non scriverò, è solo perchè debbo portar avanti questo impegno, veramente troppo importante per me....Perchè è ciò che ho sempre sognato! Per scaramanzia, potrei portarmi sfiga da me, a parlarne troppo, non aggiungo altro. DITEMI IN BOCCA AL LUPO, vi prego!
Miki - Gio Lug 14, 2005 2:21 pm
Oggetto:
IN BOCCA AL LUPO, MONIA!

Ricordati di noi quando sarai un'autrice di best sellers! :wink:
matto81 - Gio Lug 14, 2005 6:22 pm
Oggetto:
monia in bocca al lupo! E come dice qualcono...non preoccuparti lo vedo quel lupo bastardo...è già là che agonizza!!! :wink:
Anonymous - Gio Lug 14, 2005 7:47 pm
Oggetto:
In bocca al lupo e, per essere sicuri, in culo alla balena! ,-)
Anonymous - Gio Lug 14, 2005 9:37 pm
Oggetto:
Ho inserito un breve paragrafo, senza novità.
Sono a corto di idee. :-(
Monia Di Biagio - Gio Lug 14, 2005 9:56 pm
Oggetto:
CREPIIIIII IL LUPOOOOOO!!!!!!! E per la balena..... :oops: ...Beh si sa, l'ho detto, l'ho pensato ed è come se lo avessi pure sctritto :wink: ! Grazie.
Anonymous - Dom Ago 07, 2005 1:37 am
Oggetto:
Tutti in vacanza? :-)
Anonymous - Dom Ago 07, 2005 8:34 pm
Oggetto:
Io sì, anke se son qui in Italia dai miei e posso usufruire del PC di mio papà.
Ma la mente è in vacanza e per il libro si riprende a settembre...sorry! :mrgreen:
Miki - Dom Ago 07, 2005 8:36 pm
Oggetto:
Shoot!
Ero io!
Come ho detto son sul PC di mio padre e ho scordato di fare il log in che a casa è automatico! Scussssate!
Monia Di Biagio - Dom Ago 07, 2005 9:29 pm
Oggetto:
:wink: Settembre va benissimo Miki, anche per me!

Carino l'avatar. Sei in Italia? Quando vuoi reputati invitatissima con i tuoi sul Lago di Bolsena. Lontanuccio da Milano, lo so, ma ne vale la pena :wink: !

Stasera per me è serata di "rave". :oops: Il mio primo rave in realtà. Ci vado e per curiosità e perchè è una manifestazione veramente bella e ben organizzata, stasera poi è una serata specialissima, l'ultima di 5 giorni, 24 ore su 24. Costoro che adesso sono qui sul lago, e sono in 6-7000 mila hanno letteralmente fatto il giro del mondo e soprattutto vengono da tutto il mondo! E sono in Italia per la primissima volta. E non hanno scelto le grandi città italiane, ma un piccolo paese come il nostro. 1600 anime, ora siamo in 15.000! Prossima tappa del tour Portogallo. Mio marito mi ha fatto cambiare 200 volte perchè diceva che "ero sempre troppo", anche con i Jeans. Ma io l'abbigliamento da rave non ce l'ho, così come sono abbigliata ora dovrei mischiarmi bene al gruppo, non tralasciando comunque quel tocco di femminilità, altrimenti non sarei uscita di casa.... Mi sembra di essere tornata ai tempi di quando si andava in discoteca e "bisognava avere" l'abbigliamento giusto, quello da disco, naturalmente a secondo della moda vigente, se no eri out.

Comunque se volete dare una sbirciatina sto parlando di questo Tour. Una "musicomane" :wink: come Miki di certo li conosce: sono i Sonica, e sono qui
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:D Baci a tutti e buonissime vacanze!
Miki - Dom Ago 07, 2005 10:35 pm
Oggetto:
Altrettanto e buon divertimento per stasera!


ps. qui in paese invece dei rave abbiamo "Estate Anziani" con mazurke e tanghi... :roll: :lol:
Miki - Mar Ago 30, 2005 12:15 pm
Oggetto:
HALLO!!!

Sono tornata a casa ed é incredibile come siano trascorse in fretta queste vacanze!
Quando siete pronti anche voi fatemi sapere che riprendiamo il lavoro interrotto!
Spero abbiate trascorso tutti una piacevole estate! :mrgreen:
Monia Di Biagio - Mar Ago 30, 2005 2:51 pm
Oggetto:
:roll: Toccava a me giusto?

:wink: Comunque io ho fatto, ho appena postato il 63° paragrafo. A voi, dunque!
Anonymous - Mar Ago 30, 2005 8:05 pm
Oggetto:
Ok. :)
Anonymous - Mar Ago 30, 2005 8:13 pm
Oggetto:
Quindi hanno fatto sesso senza profilattico.
Immagino che ora il lettore vorrà sapere se Luca è stato contagiato...
Miki - Mer Ago 31, 2005 9:38 am
Oggetto:
Piuttosto stupido da parte di Luca, considerata la situazione... ma tanto é.
Anonymous - Mer Ago 31, 2005 5:15 pm
Oggetto:
Sicuramente Monia dirà che erano ubriachi quella prima sera e che quindi non erano lucidi :D:D
Miki - Mer Ago 31, 2005 6:12 pm
Oggetto:
A dir poco!!! :shock:

Anche perché nel passaggio successivo Elisa rassicura Luca dicendogli che tra loro non era successo nulla. Vuol dire che o Elisa ha mentito - e non sarebbe una mezogna da poco! - o l'hanno fatto da incoscienti in un'altra occasione.
Monia Di Biagio - Gio Set 01, 2005 1:39 pm
Oggetto:
Mi sembra avessimo già parlato di questo a pag. 20 e 21 del "fuori libro", quando il medesimo dubbio inizialmente sorse e fu introdotto da Matt.

Fu allora che io ipoteticamente e sbrigativamente parlai della primissima sera, che poi escludemmo quando Miki, giustamente mi, ci, fece notare, riporto:

Citazione:
Miki ha scritto:

Stavolta Monia dó ragione a Max.
Nel paragrafo successivo si legge:


Luca si portó la mano alla fronte.
- Che é successo?
- Non te lo ricordi? - domandó lei.
Lui scosse la testa.
Elisa si sedette ai suoi piedi.
- Hai paura di aver fatto qualcosa di cui pentirti? - disse.
Lui non parló.
Era paura quella che provava? O era vergogna?
Era solo la nausea della sbornia o il rimorso di aver in qualche modo sporcato la memoria di Jenny, la purezza del loro amore?
Cazzo! L'aveva sepolta la mattina e quella stessa notte aveva dormito con un'altra!
Che aveva fatto?
Elisa stava aspettando una risposta.
- Dovrei avere paura? - le chiese lui.
Elisa gli rivolse uno dei suoi sguardi tra il cinico e il beffardo.
- Vuoi sapere se abbiamo fatto del "sesso sicuro"? - gli disse senza giri di parole.
Lui deglutí annuendo e lei scoppió a ridere.
- Non fare quella faccia! - esclamó - Se lo vuoi sapere ieri notte non é successo niente. Avevi troppo alcol in corpo.


Ora, potremmo anche pensare che Elisa abbia mentito a Luca dicendogli che nulla é successo tra loro, quando in realtá hanno avuto un rapporto sessuale non protetto conseguito in una gravidanza ed in un possibile contagio, ma mi pare una grave menzogna, in contrasto col desiderio di veritá e franchezza di Elisa.


Detto e ricordato ciò, io non penso che Elisa sia rimasta incinta nè per stupidità, nè che mai in alcun modo abbia mentito a Luca su quella prima sera, e neppure che ciò sia accaduto per la poca attenzione che ci hanno messo.

Mai sentito parlare di preservativo rotto? L'ultimo di mia conoscenza è nato qualche giorno fa :wink: .....

Ecco perchè parlerei pittosto di "un incidente di percorso" che avrà due conseguenze certe: la gravidanza di Elisa e di certo il controllo che Luca farà su se stesso per vedere se è stato contagiato oppure no. E visto che 4 mesi per parlare di contagio, come anche abbiamo già detto in passato sono pochi, Luca aspetterà, (ora ha altro a cui pensare) farà nascere il bimbo/a, si controllerà, sarà a posto anche lui e tutti vissero felici e contenti :wink: ! (questa è una battuta, ma il senso è quello!)
Anonymous - Gio Set 01, 2005 6:10 pm
Oggetto:
Faccio una domanda da ignorante, ma non me ne vergogno:
Una donna infetta può dare alla luce un bimbo sano?
Miki - Gio Set 01, 2005 8:27 pm
Oggetto:
Buona domanda!
Non ne sono sicura nemmeno io.
Di primo acchito sarei tentata a pensare di no, visto che il feto si nutre attraverso il sangue materno, ma di che cosa la medicina possa fare al riguardo non sono a conoscenza.
Bisognerebbe investigare.
Buona l'idea del preservativo rotto. Peró, ragazzi: che SFIGA!!! :P

ps. chi tocca?
Monia Di Biagio - Gio Set 01, 2005 9:39 pm
Oggetto:
Tra le pagine ricercate tempo fa, per avere appunto informazioni mediche a riguardo ed evitare di scrivere così cose inesatte, ricordo bene che c'era anche questa informazione, a chiarire questo nostro dubbio a proposito del passaggio dell'infezione al feto. Se non ricordo male, c'era questa alta percentuale di possibilità, di passaggio dell'infezione tanto che si faceva ad esempio il confronto con altri tipi di virus tipo l' Erpes che viene appunto passato dalla madre al figlio per via congenita, ma solo se la madre al momento del parto ha questo tipo di sfogo, visivo perchè cutaneo o che ha sfogato internamente. Insomma il passaggio del virus si ha nel momento di sfogo del virus stesso. Per quanto concerne l'HIV devo rivedere un attimo. Poi vi elenco come al solito cosa ho letto ed in base alle informazioni decidiamo sul probabile contagio. Mi metto in moto.
Monia Di Biagio - Gio Set 01, 2005 9:43 pm
Oggetto:
:wink: Difatti eccolo da
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Qual'è l'incidenza dell'infezione HIV sulla gravidanza?

I bambini nati da madri con l'infezione HIV possono contrarre il virus HIV durante la gravidanza, le doglie, il parto e l'allattamento al seno. (maggiori info su questi punti:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)

Circa il 20% dei neonati di madri non curate negli Stati Uniti acquisiranno l'infezioni HIV; le percentuali di trasmissione sono più alte in alcune parti del mondo.

Ci sono attualmente alcune opzioni terapeutiche (droghe antivirali) che possono ridurre fortemente l'indice di trasmissione dell'HIV dalla madre al bambino. Se siete una donna incinta infetta dall'HIV, dovreste parlare con il vostro assistente sanitario circa le opzioni per prevenire la trasmissione.

Poiché il virus HIV può anche essere trasmesso attraverso il latte materno, le madri positive all'HIV vengono informate di non allattare al seno i propri neonati. Tuttavia in alcune zone del mondo dove le infezioni infantili sono frequenti e possono essere fatali, il rischio di trasmissione dell'HIV deve essere valutato contro i rischi associati al non allattamento al seno.
Anonymous - Gio Set 01, 2005 9:49 pm
Oggetto:
La vedo dura.
Monia Di Biagio - Gio Set 01, 2005 9:51 pm
Oggetto:
:arrow: Qui invece c'è quello che vi dicevo poc'ani dell'Erper Simplex:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:arrow: Mentre qui di seguito copio ed incollo altre informazioni sull'HIV che potrebbero esserci utili per Luca.

Come fa qualcuno a prendere l'infezione HIV?

L'infezione HIV si trasmette attraverso il sangue e i liquidi corporali (soprattutto lo sperma, le secrezioni vaginali e il latte materno) degli individui infetti. Esso si può trasmettere mediante:

Contatto sessuale (soprattutto rapporti sessuali vaginali o anali). La trasmissione mediante sesso orale può succedere, ma il rischio è molto più basso.
Sangue e altri fluidi corporali, per mezzo di:
Scambio di siringhe, droghe e gli arnesi della droga
Ricevendo trasfusioni di sangue infetto o prodotti di sangue e/o trapianti di organi infetti
Usando strumento di foratura della pelle contaminati (aghi, siringhe, lamette da barba, aghi per tatuaggi, o strumenti di circoncisione)
Dopo una ferita causata da aghi contaminati o altri oggetti acuminati
Dopo aver ricevuto uno schizzo di sangue infetto o di liquidi corporali sulle membrane mucose (come gli occhi)
Metodi perinatali (passati da madre a neonato durante la gravidanza, parto o allattamento al seno)
Alcuni individui potrebbero non presentare sintomi e non sapere di esseri infetti dall'HIV. Tuttavia essi possono ancora trasmettere il virus agli altri. Non si può dire se una persona è infetta dall'HIV solo guardandola. Tuttavia, una persona non può acquisire l'HIV tramite:

Contatto sociale ordinario
Scambio di vestiti
Sfioramento
Scambio di cibo, di pietanze o di utensili per mangiare
Bacio e abbraccio
Strette di mano
Sedili del water
Punture di insetti
Lacrime
Saliva
Sudore
Vivere o lavorare con una persona infetta dall'HIV

Quali sono i fattori di rischio dell'infezione HIV?

Alcuni comportamenti pongono le persone a rischio di HIV. Le persone non sono a rischio semplicemente grazie a quello che sono. I fattori primari di rischio di HIV includono:

Intraprendere sesso rischioso
Fare sesso con più di un partner o con un partner che ha o ha avuto più di un partner o che fa uso o ha usato droghe
Scambio di siringhe, droghe e arnesi per la droga
Ricevere una trasfusione o una terapia di sangue o prodotti di sangue
Farsi fare un tatuaggio o un foro nella pelle
Avere un lavoro (ad esempio un dipendente di un istituto sanitario) che espone una persona al sangue o ad altri liquidi corporali
Anche avere una Malattia Sessualmente Trasmissibile incrementa il rischio di trasmettere o acquisire l'HIV.

Come potete evitare di prendere l'infezione HIV?

La probabilità di essere infettati dall'HIV può essere ridotta evitando comportamenti ad alto rischio. L'astinenza è l'unica maniera di evitare l'acquisizione dell'HIV attraverso l'atto sessuale. Il rischio di infezione dall'HIV facendo sesso è basso se avete una relazione monogama a lungo periodo con una persona non infetta. La migliore maniera di prevenire l'HIV è astenersi da pratiche sessuali malsicure e dalle droghe.

Per ridurre i rischi:

Usate profilattici di lattice o di poliuretano durante i rapporti sessuali
Limitate il numero di partner di sesso
Evitate di scambiare le siringhe, droghe e arnesi per la droga
Evitate di fare sesso con partner che hanno comportamenti rischiosi
Evitate di usare strumenti di foratura della pelle che non sono stati disinfettati
I lavoratori presso strutture sanitarie dovrebbero seguire sempre delle precauzioni ordinarie
Ricordate: non potete dire se qualcuno è infetto dall'HIV soltanto guardandolo.

Quali sono i sintomi dell'infezione HIV e dell'AIDS?

Le persone infette dall'infezione HIV potrebbero non presentare nessun sintomo. Ci vogliono 10 anni o più tra l'infezione HIV e la diagnosi dell'AIDS. Ora, con i progressi nella terapia, questo ritardo di tempo può essere prolungato. Una volta che i sintomi iniziano a svilupparsi, essi possono includere:

Un inspiegabile perdita di peso che dura almeno un mese
Diarrea per diverse settimane o di più
Uno strato bianco sulla lingua
Ghiandole allargate o infiammate nel collo, nelle ascelle e/o in altre parti del corpo
Una tosse che persiste per più di un mese
Febbre persistente e/o sudore nella notte
Infezioni vaginali persistenti
Poiché questi sintomi possono essere causati da altre malattie, un esame deve essere eseguito per confermare la presenza dell'HIV.

Può un'infezione di HIV portare ad altri problemi di salute?

L'HIV indebolisce il sistema immunitario rendendo una persona infetta dall'HIV sensibile a molte infezioni che il corpo è normalmente capace di contrastare. Queste sono spesso referenziate come infezioni opportunistiche o malattie che definiscono l'AIDS. Molte condizioni possono essere particolarmente severe, difficili da curare, e ricorrenti in individui con l'infezione HIV.

Come viene diagnosticata l'infezione HIV?

Vi sono esami del sangue per determinare se una persona è infettata dall'HIV. La diagnosi dell'infezione HIV viene eseguita dalla scoperta di anticorpi all'HIV su uno stesso campione di sangue con due esami differenti, con il secondo esame che permette di confermare il primo. Poiché questi esami cercano gli anticorpi invece del virus attuale, è possibile che durante il tempo tra quando l'infezione accade e quando i livelli di anticorpi sono alti abbastanza per essere rilevati, un esame dell'HIV sarà negativo persino se la persona è attualmente infetta dall'HIV. Questo intervallo di tempo utile varia da persona a persona. Quindi le persone che pensano di poter essere infette devono aspettare 2-6 mesi dalla loro ultima esposizione possibile prima di essere esaminati.

Vi sono altri esami del sangue che possono cercare la presenza attuale e la quantità di virus nel sangue. Tuttavia questi esami sono molto costosi e vengono usati soprattutto in decisioni terapeutiche per persone che si sa essere già state infettate dall'HIV.

C'è una terapia o una cura per l'infezione HIV o per l'AIDS?

Al momento non vi sono cure per l'infezione HIV e per l'AIDS. Tuttavia con l'uso combinato delle nuove droghe antivirali (nota come terapia combinata) come pure droghe per prevenire infezioni opportunistiche, molte persone con l'infezione HIV e l'AIDS hanno esteso e migliorato la qualità delle loro vite e ritardato il progredire dell'infezione HIV verso l'AIDS. Queste droghe possono causare numerosi effetti collaterali che richiedono il passaggio ad un'altra droga o il cessare l'uso di esse. Inoltre la terapia combinata richiede l'assunzione di enormi quantità di pillole su una scaletta complicata. Queste droghe sono anche molto costose e non sono disponibili a molte persone nei paesi industrializzati come pure in molte parti del mondo, dove vive la maggioranza degli individui con l'infezione HIV e l'AIDS.
Miki - Ven Set 02, 2005 6:13 pm
Oggetto:
Ragazzi... pare che tocchi me continuare, ma oggi ho avuto una mattinata a dir poco stressante.
Il marito ed io eravamo in autostrada, sulla via per un appuntamento, quando ho cominciato a sentire odore di bruciato.
"Verrá da fuori..." mi ha detto lui.
Invece pochi chilometri piú avanti il termometro é improvvisamente salito al massimo e vapore ha cominciato ad uscire dal cofano. Una paura!
Abbiamo fermato la macchina sulla corsia d'emergenza, spento il motore e ci siamo messi al riparo al di lá del guard-rail.
Col telefonino abbiamo subito contattato il soccorso, ma ci é voluta quasi un'ora prima che arrivassero e non é stato particolarmente piacevole starsene ai bordi dell'autostrada tutto quel tempo.
Un altro quarto d'ora per stabilire che era successo e alla fine ci hanno rimorchiato fino al garage.
Da lí ci siam dovuti arrangiare a tornare a casa, abbiamo perso l'appuntamento (cosa non troppo grave...siam riusciti a prenderne un altro settimana prossima) e pare che la riparazione dell'auto possa costare fino a £700!
Senza contare che é pure l'auto del lavoro per cui il marito sará a casa per una settimanetta con conseguente perdita di introiti... Insomma, una gran rottura di scatole! :evil:
Mi scuserete quindi se per oggi almeno soprassiedo. Non ho proprio la testa sulla trama al momento.
Mi metto sotto lunedí, quando i pargoli tornano a scuola.
Ma se nel frattempo qualcun altro ha qualche idea e vuole farsi avanti, si accomodi pure.
Ah! Che giornata! :roll:
Anonymous - Sab Set 03, 2005 12:29 pm
Oggetto:
Azz Miki!

Monia, nella lettera dici che Elisa ha smesso di prendere i farmaci inibitori.
L'ha fatto perché non si possono prendere durante una gravidanza o per una sua scelta diversa?
Lo so che qualsiasi farmaco è da evitare in caso di gravidanza, ma visto le circostanze urge questo chiarimento.
Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 2:40 pm
Oggetto:
Temo proprio di si Max. Ma vedo di informarmi maggiormente sull'uso dei framaci inibitori in gravidanza.

Intanto riporto:

Come già detto, circa il 20% dei neonati di madri non curate negli Stati Uniti acquisiranno l'infezioni HIV; le percentuali di trasmissione sono più alte in alcune parti del mondo.

Ci sono attualmente alcune opzioni terapeutiche (droghe antivirali) che possono ridurre fortemente l'indice di trasmissione dell'HIV dalla madre al bambino.

Ed infatti......

C'è una terapia o una cura per l'infezione HIV o per l'AIDS?

Al momento non vi sono cure per l'infezione HIV e per l'AIDS. Tuttavia con l'uso combinato delle nuove droghe antivirali (nota come terapia combinata) come pure droghe per prevenire infezioni opportunistiche, molte persone con l'infezione HIV e l'AIDS hanno esteso e migliorato la qualità delle loro vite e ritardato il progredire dell'infezione HIV verso l'AIDS. Queste droghe possono causare numerosi effetti collaterali che richiedono il passaggio ad un'altra droga o il cessare l'uso di esse. Inoltre la terapia combinata richiede l'assunzione di enormi quantità di pillole su una scaletta complicata. Queste droghe sono anche molto costose e non sono disponibili a molte persone nei paesi industrializzati come pure in molte parti del mondo, dove vive la maggioranza degli individui con l'infezione HIV e l'AIDS.

Ma senti dopo.....

Quali sono le sostanze insalubri da evitare durante la gravidanza?

Durante la gravidanza, è importante evitare alcune sostanze che potrebbero danneggiare il feto in via di sviluppo. Le donne devono consultarsi con il loro medico prima di prendere qualsiasi medicina con ricetta o senza. Le seguenti sostanze devono essere evitate:

• Bevande alcoliche
Uso di droghe
• Fumare sigarette ed altro uso di tabacco
• Raggi X
• Piombo
Comuni medicinali da banco
Altri medicinali (come quelli per le crisi, cancro e acne)

Alla luce di tutto ciò, per me questa è già una risposta. Io fossi stata in Elisa avrei fatto lo stesso, nel senso che comunque avrei smesso di assumere quelle droghe, tentando di portare avanti una gravidanza più normale possibile e rischiando quel 20% di far nascere il bambino hiv positivo, piuttosto che abortire spontaneamente o farlo nascere chissà come per l'assunzione di droghe. Questo è stato il mio personale ragionamento trasmesso sul personaggio Elisa. Ma mi informo meglio sull'uso di droghe inibitorie e gravidanza.....Magari c'è un momento in cui una donna incinta possa riprendere le cure, un altro tipo di cura. E forse è proprio questo il momento giusto per Elisa di riprenderla. Intanto dagli ospedali non si esce mai senza cura. E nello stato di Elisa, a maggior ragione, se si salva qualcosa dovrà far di certo....Tutto è vedere e sapere che? Mi informo e ve lo dico.
Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 3:01 pm
Oggetto:
:wink: Ecco già qualcosa.

:arrow: In questa pagina ad esempio dice che anche gli "inibitori psichiatrici" tipo quelli usati per la cura della depressione debbono essere sospesi in gravidanza. Tanto che poi subentra una "sindrome da sospensione", che visto che si tratta cominque di droghe è simile all'astinenza:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


:arrow: Su questa pagina:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


In gravidanza si deve generalmente evitare l'uso di farmaci.

Gli inibitori vanno evitati. O comunque usati con molta cautela. Il loro uso non è stato ancora valutato in modo adeguato ed è generalmente sconsigliato. Il suo impiego durante l'allattamento non è invece stato studiato. In generale, gli inibitori non sono ritenuti farmaci sicuri durante la gravidanza. Il loro impiego è comunque ritenuto più sicuro nell'ultimo trimestre.

:arrow: Ed ecco invece la risposta che cercavamo:

Citazione:
I farmaci in gravidanza, effetti teratogeni, malformazioni del feto.

I farmaci sono responsabili solo del 2-3% di tutte le malformazioni congenite; la maggior parte è dovuta a cause genetiche, ambientali o sconosciute. L’effetto di un farmaco sul prodotto del concepimento è determinato non solo dalla potenza del dosaggio, ma anche dall’epoca gestazionale.

Le sostanze somministrate prima del 20° giorno dal concepimento possono agire secondo la "legge del tutto o del nulla", cioè o provocano la morte dell’embrione o non lo danneggiano affatto.

Il periodo compreso tra la 3^ e l’8^ settimana, detto dell’organogenesi, è critico per gli effetti teratogeni. In questa fase i farmaci che raggiungono l’embrione possono provocare:
Aborto (assai raramente)
Un importante difetto anatomico
Un difetto permanente di natura metabolica o funzionale che si può evidenziare in un’epoca successiva.



I farmaci somministrati dopo l’8^ settimana difficilmente hanno un effetto teratogeno, ma possono alterare le funzioni degli organi e dei tessuti fetali normalmente formati.

Nelle ore precedenti il parto, i farmaci che passano attraverso la placenta devono essere somministrati con cautela per evitare una tossicità nel neonato, il quale possiede una metabolismo epatico e renale ancora immaturo.

Il 90% delle donne gravide fa uso di farmaci. Elenchiamo qui di seguito quelli di uso più corrente:

Antimicrobici
Tra gli antimicrobici è consigliabile utilizzare la penicillina e i suoi derivati (ampicillina, amoxicillina) più o meno associati al sulbactam. Parimenti risulta essere innocuo l’uso dell’eritromicina, usata spesso nelle gravide allergiche alle penicilline.
Le cefalosporine sono spesso prese in considerazione, ma poiché gli studi nell’uomo non sono riusciti ad escludere la possibilità di danni, tali antibiotici devono essere usati solo se strettamente necessari.
Gli antibiotici chinolonici (ciprofloxacina, norfloxacina) devono essere adoperati con riserva in quanto, data l’elevata affinità per l’osso e la cartilagine, possono causare dolori articolari nel neonato.
Sono invece da evitare in gravidanza:

Tetracicline. Questi antibiotici attraversano la placenta e si depositano nei denti fetali; il periodo più a rischio va dalla 20^ alla 40^ settimana. I denti possono essere permanentemente gialli, meno resistenti alla carie e crescono con difficoltà.
Streptomicina, gentamicina, Kanamicina. Questi antibiotici attraversano la placenta e possono danneggiare il labirinto del feto.
L’aztreonam invece è discretamente tollerato.

Per quanto riguarda i disinfettanti urinari, in gravidanza è particolarmente innocua la fosfomicina, mentre i nitrofurani vanno evitati a termine di gravidanza in quanto possono causare nel feto anemia emolitica.
I sulfamidici possono provocare, se usati in prossimità del parto, ittero neonatale.
In caso di uso di qualsiasi antibatterico, è consigliabile proteggere la flora batterica intestinale (es. Symbiolact, 2 bustine al dì per 30 giorni).

Antiacidi, antimeteorici
Possono essere usati con sicurezza tutti gli antiacidi privi di bicarbonato. Parimenti possono essere usati gli antimeteorici a base di dimeticone e gli antagonisti per i recettori H2. Assolutamente controindicati sono invece gli antiulcera a base di misoprostolo che come prostaglandina può scatenare aborto e parto pretermine.

Antiemetici
Fra gli antiemetici il più sicuro è la vitamina B6 che viene spesso associato allo zenzero.
Anche se non sono stati dimostrati effetti embriotossici, la metoclopropamide deve essere usata con moderazione e solo in fase acuta. Del resto molto efficaci si sono dimostrati i transmetilanti e il glutatione.
Anche le fenotiazine sono state usate come antiemetici, con rischio insignificante per il feto.

Antistaminici, antitosse ed espettoranti
Gli antistaminici vengono spesso usati per i vomiti, le “chinetosi” e il prurito gravidorum. La meclizina è teratogena nei roditori, ma questo effetto non è stato dimostrato nell’uomo. Non avendo dati certi è consigliato utilizzare gli antistaminici nel periodo teratogeno solo se strettamente necessari.
In gravidanza possono essere utilizzati con tranquillità gli antitosse come il destrometorfano; viceversa i preparati contenenti oppiacei come la codeina possono determinare depressione respiratoria del neonato, specie se utilizzati in prossimità del parto.
Gli espettoranti a base di acetilcisteina e ambroxolo sono molto ben tollerati.
Per quanto riguarda i decongestionanti nasali a base di efedrina, nafazolina, imidazolina, ecc., vanno usati con moderazione e per brevi periodi.

Tranquillanti
Il diazepam e i suoi derivati sono gli ansiolitici e gli ipnotici più frequentemente utilizzati. Dati recenti dimostrano che non esiste un’aumentata incidenza di anomalie fetali con il loro uso. Quando questi farmaci sono somministrati alla fine della gravidanza, sono stati osservati nei neonati depressione, irritabilità, tremori ed iperreflessia. Non ci sono dati conclusivi sull’associazione di antidepressivi triciclici e malformazioni congenite.

Analgesici
I salicilati possono provocare nel feto un’ittero nucleare. L’aspirina e tutti i FANS presi in dosi massive e per lunghi periodi possono ritardare l’inizio del travaglio e la chiusura del dotto di Botallo; parimenti possono provocare una diatesi emorragica nella madre durante e dopo il parto. Per quanto sopra esposto, i FANS devono essere adoperati per brevissimi periodi di tempo.
Il paracetamolo è l’analgesico ed antipiretico di scelta in gravidanza.

Antispastici
Gli inibitori dell’aceticolinesterasi possono essere adoperatoi con sicurezza in gravidanza, ma anche per questi farmaci se ne consiglia un uso in fase acuta e per brevi periodi in quanto non privi di effetti collaterali (stipsi).

Anticoagulanti
L’eparina è l’anticoagulante di scelta durante la gravidanza. Tuttavia il prolungato uso può causare nella madre osteoporosi e trombocitopenia. Anche le recenti eparine a basso peso molecolare sembrano innocue per il feto perché il passaggio attraverso la placenta è minimo o nullo. Contrariamente all’eparina, il dicumarolo è teratogeno e tossico per il feto.

Anticonvulsivanti
Gli anticonvulsivanti se prescritti devono essere usati, poiché si possono verificare delle complicanze dovute alle convulsioni.
La donna gravida affetta da epilessia deve essere trattata usando la più bassa dose efficace e controllandola strettamente.

Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 3:10 pm
Oggetto:
:arrow: Altra notizia, molto importante. Ecco il farmaco che deve assumere Elisa in gravidanza: la zidovudina (AZT, primo farmaco usato contro l’HIV) Le donne in gravidanza che risultano HIV positive andrebbero valutate onde determinare l’eventualità di una terapia antiretrovirale con zidovudina (AZT) per prevenire la trasmissione prenatale e perinatale dell’HIV.

Citazione:
Vie di trasmissione

La trasmissione dell’infezione da HIV può avvenire in tre modi:

-per via ematica (trasfusione di sangue infetto, scambio di siringhe)

-per via sessuale (sia omosessuale che eterosessuale)

-per via verticale (dalla madre al figlio durante la gravidanza, al momento del parto o durante l'allattamento)

Per via verticale

La trasmissione da madre sieropositiva al feto o al neonato può avvenire durante la gravidanza, durante il parto, o con l’allattamento. Il rischio per una donna sieropositiva di trasmettere l’infezione al feto è circa il 20% (cioè 1 su 5).

Oggi è possibile ridurre questo rischio al di sotto del 10% somministrando, alla madre durante la gravidanza e al neonato per le prime sei settimane di vita, la zidovudina (AZT, primo farmaco usato contro l’HIV). Per stabilire se è avvenuto il contagio il bambino deve essere sottoposto a controlli in strutture specializzate per almeno i primi due anni di vita.


Le terapie

Nel 1987 è stato introdotto il primo farmaco anti-HIV, la zidovudina (AZT) il cui meccanismo d'azione mira ad inibire l'attività della trascriptasi inversa (enzima virale necessario per tradurre il genoma del virus da RNA in DNA e consentirne così l'integrazione con il patrimonio genetico della cellula umana ospitante).

A questa molecola hanno fatto seguito altre con meccanismo d'azione simile (DDC e DDI). Successivamente si sono aggiunti il 3tc e il D4t, come farmaci sinergici rispetto all'azione dell'AZT. A questi prodotti si sono affiancati recentemente altri inibitori della trascriptasi inversa, detti inibitori non nucleosidici, come la Nevirapina e l'Efavirenz. Nel 1997 viene commercializzata una nuova categoria di farmaci: gli inibitori della proteasi (enzima necessario a sintetizzare il rivestimento esterno del virus), a cui appartiene l'Amprenavir. Le esperienze cliniche successive hanno dimostrato la superiore efficacia della combinazione di più farmaci rispetto alla monoterapia. Sono inoltre in sperimentazione classi di farmaci mirate alla stimolazione e al supporto del sistema immunitario piuttosto che ad una diretta azione antivirale. Accanto a farmaci, sono in corso molti studi in diversi laboratori in tutto il mondo per mettere a punto un vaccino efficace, che possa associare a una azione preventiva anche una possibile azione terapeutica.
Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 3:12 pm
Oggetto:
:arrow: Sindrome comportamentale neonatale dopo assunzione nell’ultimo trimestre di gravidanza degli inibitori della ricaptazione della serotonina

E’ stata identificata una sindrome comportamentale neonatale correlata all’esposizione in utero agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante l’ultimo trimestre di gravidanza.

L’FDA ( Food and **** Administration ) ha imposto la modifica della scheda tecnica degli inibitori della ricaptazione della serotonina, introducendo informazioni riguardo ai potenziali eventi avversi a carico dei neonati esposti a tali farmaci durante la vita intrauterina.
La classe degli inibitori della ricaptazione della serotonina comprende gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) e gli inibitori della ricaptazione della serotonina e della norepinefrina ( SNRI ).

Uno studio, coordinato da Ricercatori della Pittsburgh University, ha analizzato le evidenze riguardanti la sindrome neonatale associata agli inibitori.

Dall’analisi di letteratura sono stati individuati 13 case report che hanno descritto 18 casi.
Un totale di 9 studi di coorte ha incontrato i criteri di inclusione.

Rispetto all’esposizione intrauterina precoce agli inibitori della ricaptazione della serotonina o a nessuna esposizione, un’esposizione tardiva a questi farmaci comporta un rapporto dei rischi ( risk ratio ) generale di 3.0 per la sindrome comportamentale neonatale.

La maggior parte dei case report neonatali correlati agli inibitori della ricaptazione della serotonina hanno riguardato l’esposizione alla Fluoxetina ( Prozac ) ed alla Paroxetina ( Sereupin, Seroxat ).

I neonati hanno mostrato principalmente segni motori, respiratori, gastrointestinali e che interessavano il sistema nervoso centrale.
I segni erano normalmente di lieve entità e sono scomparsi nell’arco delle prime due settimane di vita.


Il trattamento è consistito principalmente di cure di supporto in speciali centri pediatrici.

Una grave sindrome, caratterizzata da crisi convulsive, disidratazione, eccessiva perdita di peso, iperpiressia o intubazione si manifesta raramente nei bambini nati a termine ( 1/313 casi quantificabili ).

Non sono stati riportati decessi neonatali attribuibili all’esposizione agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante la fase neonatale.

Le evidenze disponibili indicano che l’esposizione nell’utero materno agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante l’ultimo trimestre di gravidanza fino al parto può comportare una sindrome comportamentale neonatale auto-limitata che può essere trattata con cure di supporto.

I rischi ed i benefici dell’interruzione del trattamento con tali farmaci devono essere accuratamente valutati per ogni singolo paziente.


( Xagena_2005 )

Moses-Kolko EL et al, JAMA 2005, 293 : 2372-2383

GravidanzaOnline.net

MedicinaNews.it

XagenaFarmaci_2005
Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 3:33 pm
Oggetto:
:arrow: Sindrome comportamentale neonatale dopo assunzione nell’ultimo trimestre di gravidanza degli inibitori della ricaptazione della serotonina

E’ stata identificata una sindrome comportamentale neonatale correlata all’esposizione in utero agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante l’ultimo trimestre di gravidanza.

L’FDA ( Food and **** Administration ) ha imposto la modifica della scheda tecnica degli inibitori della ricaptazione della serotonina, introducendo informazioni riguardo ai potenziali eventi avversi a carico dei neonati esposti a tali farmaci durante la vita intrauterina.
La classe degli inibitori della ricaptazione della serotonina comprende gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) e gli inibitori della ricaptazione della serotonina e della norepinefrina ( SNRI ).

Uno studio, coordinato da Ricercatori della Pittsburgh University, ha analizzato le evidenze riguardanti la sindrome neonatale associata agli inibitori.

Dall’analisi di letteratura sono stati individuati 13 case report che hanno descritto 18 casi.
Un totale di 9 studi di coorte ha incontrato i criteri di inclusione.

Rispetto all’esposizione intrauterina precoce agli inibitori della ricaptazione della serotonina o a nessuna esposizione, un’esposizione tardiva a questi farmaci comporta un rapporto dei rischi ( risk ratio ) generale di 3.0 per la sindrome comportamentale neonatale.

La maggior parte dei case report neonatali correlati agli inibitori della ricaptazione della serotonina hanno riguardato l’esposizione alla Fluoxetina ( Prozac ) ed alla Paroxetina ( Sereupin, Seroxat ).

I neonati hanno mostrato principalmente segni motori, respiratori, gastrointestinali e che interessavano il sistema nervoso centrale.
I segni erano normalmente di lieve entità e sono scomparsi nell’arco delle prime due settimane di vita.


Il trattamento è consistito principalmente di cure di supporto in speciali centri pediatrici.

Una grave sindrome, caratterizzata da crisi convulsive, disidratazione, eccessiva perdita di peso, iperpiressia o intubazione si manifesta raramente nei bambini nati a termine ( 1/313 casi quantificabili ).

Non sono stati riportati decessi neonatali attribuibili all’esposizione agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante la fase neonatale.

Le evidenze disponibili indicano che l’esposizione nell’utero materno agli inibitori della ricaptazione della serotonina durante l’ultimo trimestre di gravidanza fino al parto può comportare una sindrome comportamentale neonatale auto-limitata che può essere trattata con cure di supporto.

I rischi ed i benefici dell’interruzione del trattamento con tali farmaci devono essere accuratamente valutati per ogni singolo paziente.


( Xagena_2005 )

Moses-Kolko EL et al, JAMA 2005, 293 : 2372-2383

GravidanzaOnline.net

MedicinaNews.it

XagenaFarmaci_2005
Monia Di Biagio - Sab Set 03, 2005 3:48 pm
Oggetto:
:arrow: IMPORTANTE! A proposito della zidovudina

Sottocommissione clinica della Commissione federale per i problemi inerenti l'AIDS, dal "Gruppo dei pediatri svizzeri per i problemi inerenti l'AIDS" e dalla Società Svizzera di Ginecologia e Ostetricia:

Raccomandazioni provvisorie per il trattamento antiretrovirale durante la gravidanza


(Bulletin des Bundesamtes für Gesundheit 1998;49:18-23, 30. November 1998)

Introduzione

Per il trattamento dell'infezione HIV in età adulta sono disponibili oggigiorno terapie farmacologiche molto efficaci. I principi, la composizione e gli obiettivi di tali terapie sono ben documentati.

Raccomandazioni in merito sono state pubblicate in Svizzera, come pure a livello internazionale (1, 2).

Durante la gravidanza la terapia antiretrovirale deve rispondere a svariate esigenze: deve essere in grado di ridurre il rischio della trasmissione verticale al livello minimo possibile, senza però compromettere né lo sviluppo intra-uterino, né la salute del bambino durante la gravidanza e dopo il parto.

Nel 1994 il "Gruppo dei pediatri svizzeri per i problemi inerenti l'AIDS", in collaborazione con un gruppo di medici ostetrici e con la Sottocommissione clinica della Commissione federale per i problemi inerenti l'AIDS, aveva pubblicato delle raccomandazioni per la prevenzione della trasmissione verticale del HIV (3), basate principalmente sui risultati dello studio americano PACTG-076 (4).

Questo studio aveva dimostrato che la chemioprofilassi con la zidovudina durante la gravidanza riduceva il tasso di trasmissione perinatale del HIV del 70% ca. L'efficacia della profilassi con zidovudina, somministrata alla madre (per os durante la gravidanza e endovena durante il travaglio) e al bambino durante le prime 6 settimane, è stata nel frattempo confermata da ulteriori studi (5-7).

Tale raccomandazione non poneva problemi in relazione alla terapia della madre, poiché anche per la terapia dell'infezione HIV in età adulta erano disponibili solo la zidovudina e alcuni altri inibitori della trascrittasi inversa.

Dal 1994 nuove acquisizioni scientifiche hanno rivoluzionato i concetti inerenti la patogenesi dell'infezione HIV. La dinamica e il grado di replicazione del HIV si situano ad un livello molto elevato, come non si era supposto in precedenza. Sono stati inoltre resi disponibili due ulteriori gruppi di medicamenti, gli inibitori della proteasi e gli inibitori non-nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI). Utilizzando i farmaci appartenenti ad entrambi i gruppi citati in combinazione con gli inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa (NRTI), si ottiene un'efficacia maggiore rispetto a quella degli NRTI usati singolarmente. La miglior comprensione della patogenesi dell'infezione HIV e la disponibilità di nuovi farmaci antiretrovirali, hanno fatto sì che nell'adulto la terapia sia iniziata precocemente e con una combinazione di più farmaci, allo scopo di sopprimere il più possibile la replicazione virale. Con ciò si mira da un lato alla diminuzione del rischio di resistenze virali, dall'altro alla conservazione dello stato immunitario della persona trattata (1, 8). Il vantaggio dal punto di vista clinico di quest'approccio è stato nel frattempo confermato sia da studi clinici, sia da studi epidemiologici con osservazione a lungo termine dei pazienti (9-11).

I medesimi vantaggi di una terapia antiretrovirale combinata sono prevedibili anche durante la gravidanza. Non è noto per contro se sia svantaggioso posticipare l'inizio del trattamento o interrompere la terapia per alcuni mesi.

Una monoterapia con la zidovudina, utilizzata per ridurre la trasmissione verticale, comporta il pericolo dell'insorgenza di una resistenza alla zidovudina con conseguenze potenzialmente negative per la madre.

Non è noto se altri medicamenti antiretrovirali, somministrati singolarmente o in combinazione, siano più efficaci della zidovudina nel prevenire la trasmissione verticale. La zidovudina è probabilmente ideale a tale scopo, poiché si accumula nella placenta.

La combinazione della profilassi con zidovudina e del taglio cesareo prima dell'inizio delle contrazioni e con la sacca delle acque intatta, riduce il rischio di trasmissione verticale del HIV ad un tasso molto basso di ca. 2% (12, 13). Non vi sono però ancora dati consistenti sulla morbilità associata al taglio cesareo nell'ambito di un'infezione HIV (infezione o ritardo nella guarigione della ferita).

Svariati studi hanno dimostrato una chiara relazione tra viremia della madre ed rischio di trasmissione del HIV (14, 15). Si può dunque postulare, che la riduzione della viremia ottenuta grazie alle terapie antiretroviali combinate, potrebbe contribuire ad una riduzione significativa della trasmissione verticale. Il grado di questa riduzione non può però essere quantificato ed un paragone con la profilassi a base di zidovudina, con o senza taglio cesareo elettivo, non è ancora possibile.

Inoltre non vi sono ancora dati sufficienti sulla sicurezza nell'utilizzo dei nuovi farmaci antiretrovirali in gravidanza (16) e in particolare sugli effetti degli inibitori della proteasi e dei NNRTI, sull'embrione, sul feto e sul neonato. Alla luce delle conoscenze attuali, occorre perlomeno sconsigliare l'uso dell'efavirenz (un NNRTI non ancora approvato in Svizzera) durante la gravidanza, poiché ha provocato malformazioni in 3/13 feti di primati.

In conseguenza delle precedenti considerazioni, vi è oggi un dilemma nel proporre la terapia dell'infezione HIV alle donne incinta. La terapia ottimale per la madre non è sufficientemente documentata né riguardo alla sicurezza per il bambino, né riguardo ad un possibile vantaggio su zidovudina e taglio cesareo nella prevenzione della trasmissione verticale. D'altra parte l'uso della zidovudina in monoterapia durante la gravidanza è inadeguata e probabilmente svantaggiosa per la madre.

Alla luce dei dati disponibili non è ancora possibile formulare delle raccomandazioni concernenti la terapia antiretrovirale durante la gravidanza suffragate da studi scientifici. La Sottocommissione clinica dell'EKAF, il "Gruppo dei pediatri svizzeri per i problemi inerenti l'AIDS" e la Società svizzera di ginecologia ed ostetricia, propongono le seguenti raccomandazioni a carattere provvisorio:

Raccomandazioni per il trattamento antiretrovirale

La prescrizione di una terapia antiretrovirale durante la gravidanza comporta un conflitto tra gli interessi della madre e quelli del bambino. Per tale ragione è di fondamentale importanza informare la donna nel modo più esaustivo possibile su tutte le opzioni terapeutiche e sui rispettivi vantaggi e svantaggi, aiutandola a prendere una decisione responsabile. Una scelta consapevole è anche particolarmente importante per favorire la compliance ottimale al trattamento. Infatti, la paura di un effetto negativo dei farmaci sul bambino potrebbe comprometterne l'assunzione corretta, già di per se difficile durante la gravidanza (nausea, iperemesi!).

In linea di principio la zidovudina prescritta secondo lo schema del protocollo PACTG-076, dovrebbe sempre essere parte integrante della terapia prescritta durante la gravidanza. Occorre considerare gli scenari seguenti:

Donna con infezione HIV, già in trattamento con una triterapia, nella quale è riscontrata una gravidanza:

Opzione 1: Continuare la terapia antiretrovirale; qualora il trattamento in corso non contempli la zidovudina, uno degli inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa (NRTI) dovrebbe essere sostituito con la zidovudina in accordo con il protocollo PATG-076. Se l'anamnesi induce a sospettare una resistenza alla zidovudina, alcuni esperti propongono di attendere fino alla 34esima settimana di gravidanza prima di sostituire un NRTI con la zidovudina. In questo caso dopo il parto la zidovudina dovrebbe essere nuovamente sostituita con un altro NRTI. La zidovudina non deve essere prescritta in combinazione con la stavudina. Nel caso in cui l'efavirenz fosse parte del trattamento antiretrovirale in corso, occorre discutere con la paziente il potenziale teratogeno del farmaco e la possibilità di un'interruzione della gravidanza.

:arrow: Opzione 2: Sospensione di tutti i farmaci antiretrovirali almeno fino al termine del primo trimestre di gravidanza. In seguito proseguire scegliendo la più conveniente tra le possibilità elencate sotto. In nessun caso è raccomandabile la sospensione di singoli farmaci o la riduzione della dose. Questa opzione potrebbe implicare dei rischi considerevoli per la salute della madre e quindi anche del bambino, qualora l'infezione HIV sia sintomatica e/o vi sia una situazione di laboratorio sfavorevole (linfociti CD4 < 500/mm3 e/o viremia >5'000-10'000 copie/ml).


Gli intervalli dei valori dei linfociti CD4 e della viremia indicati sopra, sono l'espressione del consenso attuale degli esperti che hanno partecipato all'elaborazione delle raccomandazioni.

Le opzioni 1 indicano il trattamento ottimale e quindi desiderabile per la madre. Le opzioni 2 tengono conto dell'incertezza riguardo alla sicurezza del feto ed eventuali rischi di danni alla salute del bambino e offrono un'alternativa ragionevole alle madri, per le quali il potenziale rischio per il bambino appare inaccettabile.

:arrow: L'opzione 3 può essere consigliata alle madri che non riescono a decidersi in favore di una terapia antiretrovirale, oppure presso le quali una compliance alla terapia non è prevedibilmente ottenibile. Questa opzione ha lo scopo di impedire nel modo più efficace possibile una trasmissione del virus al bambino, e contemporaneamente mantenere il rischio teorico per la madre al livello più basso possibile.

Opzione 3: Profilassi contro la trasmissione del HIV con zidovudina, iniziando al più presto dalla 20esima, ma al più tardi dalla 34esima settimana di gravidanza. In considerazione del rischio di sviluppo di resistenze, alcuni esperti raccomandano di iniziare tardi con la terapia. Al contrario, in presenza di fattori di rischio o segni di un parto prematuro, si sceglierà preferibilmente di iniziare precocemente con la zidovudina.
Le opzioni, che corrispondono alla situazione personale della donna gravida, dovrebbero essere discusse in modo approfondito. Si renderà attenta la paziente dei vantaggi e svantaggi per lei e per il bambino delle rispettive opzioni, e, soprattutto nel caso si decida di iniziare con una triterapia, dovrà essere sottolineata l'importanza della compliance al trattamento.


Raccomandazioni supplementari

In occasione del controllo di routine all'inizio della gravidanza si deve consigliare un test HIV di depistaggio a tutte le donne incinta.

:arrow: Sulla base delle conoscenze attuali, nelle donne gravide con infezione HIV deve essere raccomandato un parto cesareo elettivo (prima dell'inizio delle contrazioni e con la sacca delle acque intatta) alla 38esima settimana. Nel limite del possibile si deve evitare sia il parto vaginale con forcipe o ventosa, sia il monitoraggio invasivo del feto.

:arrow: La profilassi con zidovudina per via endovenosa dovrebbe essere iniziata 4 ore prima del taglio cesareo o all'inizio del travaglio: dose di carico di 2 mg/kg durante la prima ora, poi 1mg/kg/ora fino al taglio del cordone ombelicale.

:arrow: Nel neonato si raccomanda la profilassi post-esposizione con zidovudina 2 mg/kg ogni 6 ore p.o., iniziando 8-12 ore dopo il parto fino al termine della sesta settimana (neonato prematuro < 34esima settimana: 1,5 mg/kg p.o. o i.v.ogni 12 ore per 2 settimane, poi 2 mg/kg ogni 8 ore). Qualora nella madre vi sia una resistenza sospetta o dimostrata alla zidovudina (lungo periodo di monoterapia!), si dovrebbe discutere con un pediatra esperto nel campo dell'infezione HIV l'opportunità di una profilassi combinata (ad esempio aggiungere la lamivudina 2 mg/kg ogni 12 ore). Occorre sapere che sotto trattamento combinato i test diagnostici dell'infezione HIV possono diventare positivi in ritardo (Ch. Rouzioux, comunicazione personale).

:arrow: L'allattamento è fortemente sconsigliato per il rischio di trasmissione del HIV. Non vi sono dati né sull'influsso di una triterapia sul rischio di trasmissione con l'allattamento, né riguardo effetti collaterali nel bambino.

:arrow: Dopo il parto alla madre deve essere offerto in ogni caso un trattamento antiretrovirale ottimale. Se il trattamento somministrato durante la gravidanza è considerato subottimale per la madre, occorrerà prescrivere nel limite del possibile una combinazione di nuovi farmaci (cave: resistenze incrociate).

:arrow: Poiché un effetto teratogeno o fetotossico di una terapia antiretrovirale combinata non ha ancora potuto essere escluso con certezza, si deve raccomandare una contraccezione efficace durante una triterapia fino all'ottenimento di dati sicuri. Nel caso della scoperta di una gravidanza dopo l'inizio di una terapia combinata, si dovrebbe discutere con la madre l'opzione di un'interruzione di gravidanza (in particolare se la combinazione di farmaci comprende l'efavirenz).

:arrow: Le informazioni e le raccomandazioni su vantaggi e svantaggi di una terapia antiretrovirale durante la gravidanza devono avvenire in un contesto interdisciplinare, con coinvolgimento di specialisti nel campo dell'infettivologia, della ginecologia e pediatria.

:arrow: La decisione ultima sulla terapia antiretrovirale spetta alla donna incinta, dopo un'informazione dettagliata su vantaggi e svantaggi del trattamento e con l'accompagnamento del medico curante nel processo decisionale.

Le riflessioni contenute nell'articolo, che forniscono la base decisionale per l'impostazione di un trattamento antiretrovirale durante la gravidanza, sono anche riportate in modo esaustivo nelle raccomandazioni della US-Public Health Service Task Force pubblicate all'inizio del 1998 (17) e in un articolo apparso sulla rivista svizzera Therapeutische Umschau (18).


Autori principali: Ch. Rudin, R.Malinverni und C. Kind

Wir danken den Mitgliedern der von der SKK eingesetzten paritätischen Expertenkommission (Fr. Dr. I. Hösli, Basilea, Dr. O. Irion, Ginevra, PD Dr. R. Malinverni, Berna, Dr. L. Kaiser, Ginevra, PD Dr. C. Kind, San Gallo e PD Dr. Ch. Rudin, Basilea) sowie weiteren beigezogenen Experten, insbesondere Frau Dr.Claudia Kamber, für ihre wertvolle Mitarbeit.

Sottocommissione clinica (SCC) della Commissione federale per i problemi inerenti
l'AIDS (EKAF), membri ed esperti: PD Dr M. Battegay, Basilea, Dr H. Binz, Soletta, Dr E.
Bernasconi, Lugano (Presidente), Dr M. Flepp, Zurigo, Prof P. Francioli, Losanna, Prof B.
Hirschel, Ginevra, Dr J. Jost, Zurigo, Frau Dr C. Kamber (UFSP), Prof R. Lüthy, Zurigo, PD
Dr R. Malinverni, Berna, Dr L. Matter, Berna, PD Dr Ch. Rudin, Basilea, PD Dr. A. Telenti,
Losanna, Dr P. Vernazza, San Gallo.
Anonymous - Sab Set 03, 2005 6:29 pm
Oggetto:
Brava Monia, ottimo lavoro.

Citazione:
Per stabilire se è avvenuto il contagio il bambino deve essere sottoposto a controlli in strutture specializzate per almeno i primi due anni di vita.


Io non so cosa significhi avere un figlio, ma di una cosa sono certo: non potrei mai accettare di averne uno in queste condizioni.
Se alla nascita sembra sano e dopo quei due anni si scopre sieropositivo?
Come glielo spiego, ammesso che cresca, che per tutta la vita dovrà sottoporsi a pesanti terapie, facendo attenzione quando esce la sera con gli amichetti?
E all'asilo?
E a scuola?
Non tramanderei mai un mio errore, o la mia sfortuna, a un figlio sperando nella sorte.
Questo sarà poco, ma è dannatamente sicuro.
Miki - Dom Set 04, 2005 1:26 pm
Oggetto:
Cavoli! Qui ci stiamo addentrando in un terreno pericoloso.
A parte la massa di informazioni che, francamente, trovo pesante "assorbire", stiamo entrando in problemi etici non da poco.
Ah, le decisioni granitiche del tipo "Io non farei MAI..." ecc ecc...
Fosse cosí facile prendere decisioni quando si tratta di vita e morte, soprattutto di vita altrui!
Io credo che almeno che non ci si trovi in una situazione sia molto difficile se non impossibile prendere chiare posizioni in materia.
Ringrazio il cielo di non essermici venuta a trovare fin'ora!
Non so cosa farei nel caso dell'AIDS.
L'unica cosa che so é che é difficile prevedere come sará la vita di qualcun altro e decidere per loro se vale la pena di vivere o no.
In TV ho seguito non molto tempo fa il caso di una bambina africana nata con l'AIDS.
Rimasta orfana, viene cresciuta da un centro di accoglienza fondato da volontari.
Quello che ho visto era una persona molto giovane, con grosse difficoltá da affrontare, ma allo stesso tempo con una grande voglia di vivere, uno spirito forte e tanto amore da riversare su chi le stava intorno.
In altre parole, una vita difficile sí, ma non "sprecata".
Sarebbe stato interessante chiedere a quella bambina se avrebbe preferito non essere mai nata, piuttosto che convivere con la malattia.
La risposta potrebbe anche averci sorpreso.
Anonymous - Dom Set 04, 2005 3:25 pm
Oggetto:
Ognuno ha le sue idee che rispetto.
Miki - Dom Set 04, 2005 4:15 pm
Oggetto:
Il fatto é che non credo che un malato di AIDS SCELGA di avere un figlio in barba ai problemi. Penso che la maggior parte delle persone A PRIORI concorderebbe con te, Max. Anch'io. Se sapessi di poter trasmettere una malattia mortale ad un figlio, non andrei certamente a cercarmerlo!
Ma se capita, come nel caso di Elisa e Luca, una volta che il figlio c'é, dopo é piú difficile prendere decisioni di questo tipo.
Io ho avuto due figli e li ho sentiti "vivere" dentro di me.
Sarebbe stato difficile, drammatico perfino, trovarmi nella situazione di dover decidere se portare a termine o no una gravidanza.
Io credo che qualunque donna, qualunque sia la decisione che prende alla fine, si sentirebbe allo stesso modo.
Anch'io rispetto il punto di vista di ciascuno, perché immagino i tormenti che sicuramente ci sono dietro questo tipo di situazioni.
Per questo sono contenta di non essermi mai trovata nella situazione di dover decidere, di non aver saputo in anticipo cosa mi aspettasse.
Spero di non trovarmici mai.
Anonymous - Lun Set 05, 2005 10:42 am
Oggetto:
Citazione:
Il fatto é che non credo che un malato di AIDS SCELGA di avere un figlio in barba ai problemi. Penso che la maggior parte delle persone A PRIORI concorderebbe con te, Max. Anch'io. Se sapessi di poter trasmettere una malattia mortale ad un figlio, non andrei certamente a cercarmerlo!


Nel mio discorso ho implicitamente incluso l'aborto, credendo fosse scontato.
La prossima volta sarò più chiaro.
Monia Di Biagio - Lun Set 05, 2005 11:35 am
Oggetto:
:shock: Ragazzi secondo me non avendo voi, ben letto, quanto riportato sopra e siete così arrivati a parlare di una cosa che neanche era stata presa in considerazione!

Gli articoli "scientifici" e non "ideologici" riportati parlavano di tutto meno che di aborto. E se li ho inseriti era per rispondere a Max alla domanda : se fosse possibile l'abbinamento gravidanza e cura. :? Max, che giustamente si è posto e ci ha posto il dubbio: quale tipo di cura sulle donne in gravidanza, MA che a questo punto neanche avrebbe più dovuto fare le successive domande, portando l'argomento in tutt'altri lidi, perchè in questi articoli c'era già la risposta chiara e tonda!

:roll: Preferisco quindi riassumervi punto per punto di cosa gli articoli trattavano, prima che veramente il discorso si sposti su tutt'altra ottica!

:arrow: La risposta alla domanda di Max dunque, in sintesi voleva essere questa:

:arrow: PREMESSA: E' dimostrato che il 20% delle donne con HIV, non curate o che smettono la cura, trasmettono in gravidanza la malattia al feto.

:arrow: Questa percentuale si abbassa al 10% se in stato di gravidanza ci si cura, ma non con gli inibitori, che è provato debbono necessariamente essere interrotti, pena la malformazione o la morte del bambino.

:arrow: Piuttosto dopo le prime 26 settimane si inizia a prendere una nuova medicina la Zidovudina.

:arrow: Questa medicina sarà la stessa somministrata al bambino alla sua nascita per i primi 6 mesi di vita.

:arrow: In molti casi seguendo questo percorso il bambino viene curato, e pur nascendo sieropositivo, già dai primi mesi non mostra più segni del virus.

:arrow: La parola aborto, sulla quale invece voi vi siete a lungo soffermati, è stata tirata in ballo quando, si è parlato della possibilità di una madre incinta e malata di hiv di proseguire la cura. Anche perchè come detto negli articoli: la scienza ha fatto passi da giganti, ma ancora sono sconosciuti gli effetti di un proseguo della cura in donne in stato di gravidanza.

:arrow: Detto questo, sapendo che comunque l'hiv si trasmette anche per via verticale (mamma bambino) è e deve essere comunque una scelta della madre di continuare la terapia con gli inibitori oppure no.

:arrow: E visto che questi ultimi comunque portavano all'aborto se non interrotti, o a gravi malformazioni del bambino se arrivava a nascere, tutte le donne sceglievano naturalmente di interromperli.....Di interrompere la cura non la gravidanza!

:arrow: Ecco perchè la scienza medica è poi fortunatamente riuscita ad introdurre questo nuovo farmaco, la zidovudina, appunto, che può essere assunto in stato di gravidanza ed anche dopo da madre e bambino.

:arrow: Oltre alla zidovudina, che comunque deve essere concordata da madre e medico e la scelta è diversa da caso in caso, oltre questa medicina la prassi è: parto cesareo e no allattamento al seno.

Questo è tutto :wink:
Miki - Lun Set 05, 2005 3:31 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Citazione:
Il fatto é che non credo che un malato di AIDS SCELGA di avere un figlio in barba ai problemi. Penso che la maggior parte delle persone A PRIORI concorderebbe con te, Max. Anch'io. Se sapessi di poter trasmettere una malattia mortale ad un figlio, non andrei certamente a cercarmerlo!


Nel mio discorso ho implicitamente incluso l'aborto, credendo fosse scontato.
La prossima volta sarò più chiaro.


No, avevo capito.
Anch'io parlavo di aborto.
Premesso che, in principio, io sono contraria, penso che sia difficile dire "io SICURAMENTE farei o non farei..." quando non ci si trova nella situazione.
In piú credo che sia piú facile dire "abortirei" di quanto non lo sia poi infatti farlo, almeno da un punto di vista femminile.
Chiunque abbia portato avanti una gravidanza sa di cosa parlo.
Ringrazio Monia per i chiarimenti: cosí riassunte, le informazioni risultano molto piú digeribili. :wink:
Anonymous - Lun Set 05, 2005 6:17 pm
Oggetto:
Avevo letto attentamente l'articolo.
L'aborto è una mia considerazione successiva.
Miki - Lun Set 05, 2005 6:32 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Avevo letto attentamente l'articolo.


Eh, lo so che tu sei bravo a seguire. :wink:
Io nelle spiegazioni troppo tecniche dopo un po' mi ci perdo!
Anonymous - Mar Set 06, 2005 10:46 am
Oggetto:
Ho capito ragazzi che sono spiegazioni troppo tecniche, ma se le avessi riassunte subito, avreste anche potuto chiedermi: "come hai fatto a giungere a tali conclusioni?"

Quindi ho preferito riportarvi gli articoli, che ho ho trovato e letto man mano e che tutti rispondevano alla domanda: "inibitori e gravidanza".

Quegli articoli erano il risultato di tale ricerca, a dire il vero ce ne erano molti di più, mi sono fermata ai principali che rispondevano al nostro dubbio.

:roll: Purtroppo ancora una volta non stiamo parlando di una gravidanza normale, ed in molti casi come già spiegato l'aborto giunge da sè e spontaneo, noi tra l'altro ancora non sappiamo se magari questo sarà proprio il caso di Elisa!

Lei ha semplicemente cercato di evitare l'aborto spontaneo non assumendo più gli inibitori, che comunque è la scelta maggiore delle donne in queste condizioni, la maggior parte delle quali NON SCEGLIE AFFATTO DI ABORTIRE, perchè sa che ha "solo" il 20% di possibilità che il figlio nasca sieropositivo se fino ad allora si è curata.

Questo 20% "nostro", nei paesi del terzo mondo arriva naturalmente al 100% dove come saprete medicine per l'hiv scarseggiano e le donne non si curano a sufficienza, entrando quasi tutte in aids conclamato.

Non è il caso di Elisa. Lei sinora si è curata. Delle medicine che deve prendere, del suo rigore di vita da tenere ne abbiamo parlato sin dai primi paragrafi.

Ora è rimasta incinta e come la maggior parte delle donne in stato di gravidanza farebbero, (se felici di avere quel figli, ed Elisa credo che lo sia) ha scelto di smettere la cura, anche a suo discapito certo: ricordiamoci che senza inibitori il virus ha un atticchimento molto maggiore, e la sua ascesa all'aids si velocizza.

Ora però c'è anche da tenere conto che dopo le prime 26 settimane di gravidanza, ci si può ricominciare a curare. Questo è quello che verrà certamente detto e consigliato ad Elisa, naturalmente: sempre se ne esce viva e sempre se anche il suo bambino si salva. Questo dovremo sceglierlo noi! Se così fosse lei potrà ricominciare con un unica medicina la Zidovudina, e seguire il percorso, lei e nascituro descritto sopra.

:arrow: Questo significa che Elisa avrà il 10% di possibilità che suo figlio nasca hiv positivo o che PER IL RESTANTE 90% non lo sia affatto!!!
Monia Di Biagio - Mar Set 06, 2005 11:10 am
Oggetto:
:idea: Tutto questo discorso, + il mio precedente potrebbero essere proprio i discorsi che Elisa e Luca si sentiranno fare dai medici. Quando e se entrambi salvi (madre e bambino) Elisa e Luca verranno informati sul da farsi in questi casi e dovranno scegliere la strada da intraprendere per portare a termine la gravidanza e nel modo consigliato.
Anonymous - Mar Set 06, 2005 9:02 pm
Oggetto:
Secondo me, dovremmo tornare a qualche paragrafo fa e riprendere la storia della morte di Jennifer e della SUA gravidanza.
Credo che se ripartissimo dal 60 verrebbe fuori una storia migliore.
Stiamo deviando dal filone che fino a quel momento scorreva alla perfezione.
Miki - Mar Set 06, 2005 10:14 pm
Oggetto:
Sí, concordo.
Jennifer é un personaggio fondamentale della vicenda, pur essendo morta... come la "Rebecca" di Daphne Du Maurier!
Non possiamo lasciarla indietro.
Intravedo un sacco di emozioni contrastanti da parte di Luca... paura, ricordi, amore, disperazione, rabbia, gioia, dolore... poveretto!
Dai, ci penso e domani butto giú qualcosa!
Monia Di Biagio - Mer Set 07, 2005 10:15 am
Oggetto:
E' naturale che Jennifer sia uno dei personaggi principali! Ma cosa c'entra questo con vita ed azioni degli altri personaggi? Logicamente in un romanzo inevitabilmente è tutto legato, e mettere in primo piano di volta in volta l'uno o l'altro personaggio non implica che questo rinneghi o faccia scomparire gli altri! Anzi questa mi sembra la trafila più giusta e normale di raccontare una storia, se no bisognerebbe scrivere un libro con un personaggio solo.

Rivedere la storia e cambiarla a posteriori lo escludo sin da subito. A posteriori verrà migliorata la forma questo è certo, non la storia in sè. Come già detto questa storia deve proseguire "spontaneamente", nonostante delle ricerche che per forza abbiamo dovuto fare. L'evolversi del racconto dipende dalle idee momentanee, ragionate ma momentanee di ciascuno di noi. Inoltre questi difetti che vede Max io no li vedo proprio.

Spiegati meglio Max quali sono i tuoi dubbi a tal riguardo ovvero dal paragrafo 60 in poi?

:?: Ma Matt, voi lo avete sentito?
Miki - Mer Set 07, 2005 10:26 am
Oggetto:
Ci siam persi Matt! :shock:

A proposito di "tanti personaggi"... un altro autore su un altro Forum ha cosí commentato la sinossi del mio romanzo "Di qua del ponte":

"Così d'acchito, cmq, c'è già una cosa che mi fa storcere il nasino, cioè mi dà come l'idea che tu abbia usato uno dei tanti trucchetti per gonfiare quantitativamente la scrittura di un trama: descrivere e narrare su più personaggi, senza averne uno centrale."

Primo, che non ci sia un perosnaggio centrale non si puó stabilire senza leggere il romanzo, e secondo non vedo l'avere piú di un personaggio e diversi fili nella trama come un "trucchetto", ma solo un modus narrandi come un altro, tra l'altro, come gli ho fatto notare, utilizzato da grandi nomi della letteratura come Dickens o Tolstoj.

Voi che ne pensate?
Siete d'accordo con la sua opinione?
Anonymous - Mer Set 07, 2005 12:23 pm
Oggetto:
Miki, sai bene che non faccio complimenti immeritati, ma il tuo libro mi è piaciuto moltissimo... diglielo a quello lì: che lo leggesse prima.

Citazione:
Rivedere la storia e cambiarla a posteriori lo escludo sin da subito.
...
Come già detto questa storia deve proseguire "spontaneamente", nonostante delle ricerche che per forza abbiamo dovuto fare. L'evolversi del racconto dipende dalle idee momentanee, ragionate ma momentanee di ciascuno di noi.

Beh, scusa, ma io ho eliminato un mio paragrafo solo perchè non eravate d'accordo.
Mi aspetto un minimo di coerenza ora.
Hai fatto un gran lavoro di ricerca, ma se non va non va, rassegnati.
Che Elisa sia malata mi sta bene, mi sta bene che le giriamo attorno, ma stiamo andando altre.

Citazione:
Logicamente in un romanzo inevitabilmente è tutto legato, e mettere in primo piano di volta in volta l'uno o l'altro personaggio non implica che questo rinneghi o faccia scomparire gli altri! Anzi questa mi sembra la trafila più giusta e normale di raccontare una storia, se no bisognerebbe scrivere un libro con un personaggio solo.

Stai estremizzando.
Non va bene parlare di un solo personaggio, come non va bene scrivere troppo di altri che, seppur importanti, non sono principali.
Esiste la via di mezzo che fino al 60 paragrafo, a mio giudizio, andava bene.
Senza offesa, ma stiamo discutendo di un qualcosa che ritengo bello e importante, quindi non regalo cortesie gratuite.
E' il mio modo di operare.
Miki - Mer Set 07, 2005 6:12 pm
Oggetto:
Max_72 ha scritto:
Miki, sai bene che non faccio complimenti immeritati, ma il tuo libro mi è piaciuto moltissimo... diglielo a quello lì: che lo leggesse prima.


Eh! Perché magari non vieni tu a darmi un po' di sostegno...e a farmi un po' di pubblicitá positiva? :P
Miki - Mer Set 07, 2005 10:30 pm
Oggetto:
Lá! Ho fatto la mia aggiuntina.
Max, ora non puoi piú defilarti: tocca a te! :P
Anonymous - Gio Set 08, 2005 10:42 am
Oggetto:
Letto.
Prima di contribuire vorrei prima aspettare i commenti delle altre 2M.
Monia Di Biagio - Gio Set 08, 2005 12:08 pm
Oggetto:
Allora in sequenza:

-MATT: ho provato a ricontattarlo, sono talmente impegnata che ultimamente non ho fatto in tempo ad andare a leggermi il suo blog, dove di certo c'è scritto cosa sta combinando, lo scrive sempre. So comunque che ultimamente è stato super impegnato con il lavoro, forse non riesce più neanche ad accendere il pc :lol: . Povero Matt....

-COMMENTO UTENTE: Miki naturalmente io sono in linea con il tuo pensiero circa i personaggi di un libro, e non con "la critica" dell'utente che ha voluto farti notare questa strana cosa. Anzi a dire il vero mia ferma convinzione è che ogni libro che deve ancora nascere abbia già dentro sè un determinato numero di personaggi, che mentre l'autore si accinge a comporre, zompettano fuori quando è il loro turno, ed alla fine della storia, non sono nè uno in più nè uno in meno di quuanti in realtà avrebbero dovuto realmente essere. D'altronde a smentire questa mia convinzione, proprio ultimamente mi è capitato di scrivere una sceneggiatura, per una nota trasmissione televisiva che andrà in onda ad ottobre, e per quella mi hanno fatto aggiungere oltre i miei, che erano già molti, su richiesta altri tre personaggi. Come vedi a volte è proprio il numero che fa la Storia stessa ed aggiungerli o toglierli, aumentarli o diminuirli, cambierà comunque la trama nella sua totalità. A volte migliorandola a volte peggiorandola. Chi può dirlo? Il lettore, ultimo giudice, o nel mio caso un regista, certamente sì :wink: .

-PARAGRAFO MIKI: letto e mi sta benone che tu abbia puntato "l'occhio di bue" su Luca, sul suo mondo interiore sconvolto del momento, giustissimo. Ma tu che sei amante dei dettagli e dei paragrafi scritti con cura (questo vuol essere un complimento!) mi sembra strano non abbia detto dove si trovi Luca a provare quei sentimenti descritti, cosa stia intanto accadendo in ospedale, mentre lui è preso da mille pensieri post lettura della lettera. Il mondo intorno aui evidentemente si è fermato. Quando riprenderà a muoversi dove si troverà Luca cosa accadrà? Cosa è successo mentre lui era in un altra dimensione? Niente, tutto? Questo comunque può anche essere detto nel prossimo paragrafo. Quindi come ripeto il tuo totalmente introspettivo va benone così :wink: !

-DULCIS IN FUNDO, MAX: secondo me, sincerissimamente (la falsità è una cosa che non mi appartiene) come è già successo in passato durante la stesura di questo libro, anche stavolta ti stai ostinando, e come ti ho chiesto sopra mi piacerebbe sapere il perchè, che comunque ancora non hai precisato, su un problema di trama inesistente.

:?: Mi dici tu dove è il problema di storia sino ad ora, quando leggi di :

-due giovani innamorati, lei muore, lui si mette con una nuova ragazza, con grossi problemi: un passato di droga ed ora una vita scandita dai medicinali perchè hiv positiva;

-inizialmente i due vanno a convivere, lui per aiutarla, poi si innamorano;

-si scopre che la defunta moglie era incinta: non di lui, ma del suo migliore amico;

-la nuova fidanzata, unica detentrice di questa scomoda verità che non sa come rivelare e che divide i due giovani, improvvisamente, sul punto di rivelare tutto, non sta bene, viene ricoverata in ospedale;

-e tra la vita e la morte si scopre, tramite una lettera scritta di suo pugno, oltre la verità, che anche lei è incinta;

-si scopre anche, sempre tramite la lettera, che la ragazza proprio perchè incinta ha smesso di prendere i suoi medicinali inibitori e vista, lei stessa, all'orizzonte, la concreta possibilità che senza quei medicinali sarebbe potuto sopraggiungere per lei un possibile mancamento e che in un suo stato di sua incoscienza, i medici nelle sue condizioni forse avrebbero suggerito al padre l'aborto, lei scrive: "non pensare a me salva il bambino!"

Detta e raccontata così, come poi è, come direbbe la Miki d'oltre Manica: What's the problem? O Which's...dubbio infernale devo andare a controllare subito.....
Anonymous - Gio Set 08, 2005 7:09 pm
Oggetto:
Mi sto ostinando perchè è nel mio diritto di libero autore.

Citazione:
Mi dici tu dove è il problema di storia sino ad ora


L'ho già spiegato ampiamente.
Miki - Gio Set 08, 2005 8:25 pm
Oggetto:
moniadibiagio ha scritto:
-PARAGRAFO MIKI: letto e mi sta benone che tu abbia puntato "l'occhio di bue" su Luca, sul suo mondo interiore sconvolto del momento, giustissimo. Ma tu che sei amante dei dettagli e dei paragrafi scritti con cura (questo vuol essere un complimento!) mi sembra strano non abbia detto dove si trovi Luca a provare quei sentimenti descritti, cosa stia intanto accadendo in ospedale, mentre lui è preso da mille pensieri post lettura della lettera. Il mondo intorno aui evidentemente si è fermato. Quando riprenderà a muoversi dove si troverà Luca cosa accadrà? Cosa è successo mentre lui era in un altra dimensione? Niente, tutto? Questo comunque può anche essere detto nel prossimo paragrafo. Quindi come ripeto il tuo totalmente introspettivo va benone così :wink: !


Mah, io me l'ero figurato ancora in ospedale e il paragrafo semplicemente prosguiva il tuo, ma visto che non ho dato indicazioni precise, utilizziamolo come link e lasciamo a chi segue la decisione di collocare Luca dove preferisce.

moniadibiagio ha scritto:
What's the problem? O Which's...dubbio infernale devo andare a controllare subito.....


WHAT'S THE PROBLEM é la forma corretta Monia :wink:
Anonymous - Dom Set 11, 2005 8:32 pm
Oggetto:
Ragazzi sono Matt!
Scusate ma non ce la faccio proprio a continuare il libro a 4M! In questo periodo della mia vita ho pochissimo tempo e riesco a malapena a scrivere il blog! E mi dispiace, ma arrivo alla sera peggio di un vecchio straccio usato! Quindi scusatemi, ma non ce la faccio! In bocca al lupo davvero!!! :D

M.
Miki - Lun Set 12, 2005 10:49 am
Oggetto:
:shock: :( :cry:

In bocca al lupo anche a te, Matt.
Anonymous - Lun Set 12, 2005 7:54 pm
Oggetto:
Ok Matt, spero non ci perderemo di vista.
Anonymous - Gio Ott 06, 2005 6:17 pm
Oggetto:
Appena finisco una serie di lavori, proverò a continuare.
Però insisto sul tornare indietro di qualche capitolo ;-)
Anonymous - Dom Ott 09, 2005 3:12 pm
Oggetto:
Ogni tanto vengo a dare un'occhiatina! Sono io Matt! Allora ragazzi? Tutto ok?! Io stremato dalla fatica e dal lavoro,mi hanno mesos a gestire il reparto frutta di un supermercato che va a rotoli perchè: "con al tua intelligenza e la tua voglia di fare sicuramente riuscirai a risollevare un po' le sorti!"
eeeeeeeeeeeeeeeeeeee!
Sicuramente! :shock:
Speriamo di riuscire a far qualcosa...
Per il resto ho comprato la machcina e giovedi o venerdi la vado a prendere...il trasferimento alal casa nuova è fissato per la settimana prox e spero di trovar eil giusto equilibrio per conciliare lavoro studio e scrittura del blog e del romanzo!!! Per assurdo il romanzo è l'unica cosa che vorrei fare davvero e allora come faccio visto che in ordine di ufficiale importanza sta forse all'ultimo posto?!
Bel dilemma!
Alla prossima allora e buona domenica!!!
Monia tu che fai?
Quali sono i tuoi progetti futuri?
Arriva qualche altra bella pubblicazione?
Dai su! :D
Anonymous - Dom Ott 09, 2005 6:09 pm
Oggetto:
Hey Matt, ben riletto!
Quale supermercato?
Ti vengo a portare una birretta va! ;-)
Anonymous - Dom Ott 09, 2005 9:07 pm
Oggetto:
Di Meglio a Sassa. Una birretta?! Sai quanti cartoni di birra ci saranno là?! ;P :shock:
Anonymous - Dom Ott 09, 2005 11:05 pm
Oggetto:
Ci farò un salto ,-)
Imbosca un cartone che poi me lo porto via ;-)))
Miki - Lun Ott 10, 2005 9:58 am
Oggetto:
Ciao boys!
Ho recentemente ricevuto una mail da Monia la quale si scusa di non essersi fatta viva ultimamente, ma é stata impegnata con alcuni "problemi", incluso il fatto di non avere al momento facile accesso a internet.

Anch'io ultimamente sono stata stra-presa e prevedo che lo saró ancora per un po', ma abbiate fede e pazienza che prima o poi le 4M si rimetteranno all'opera!

bacibaci!
Monia Di Biagio - Lun Ott 10, 2005 12:07 pm
Oggetto:
Ciao Matt, ben ritrovato. In bocca al lupo per tutto. Saluti anche a Max e Miki naturalmente :wink: . Grazie Miki per la precisazione, in effetti per me è esattamente come hai scritto tu, e da quell'ultima e-mail non è cambiato proprio nulla.....Va beh, non ci pensiamo, passiamo ad altro...."Di Meglio" sarà, presto, prima o poi, speriamo prima che poi, anche il mio supermercato a due passi da dove, forse, credo, speriamo....andrò a stare. Già ci ho fatto un giretto e mi piace molto come supermarket, c'è tutto, un unico salto lì e la spesa è tutta fatta....Come mi piacciono questi posti che non fanno perdere tempo tra parcheggi e spostamenti da un negozio all'altro. Bene che dotta disquisizione che ho tirato giù....

In realtà voleva solo essere un modo come un altro per salutarvi tutti con estremo affetto. Verrà anche il momento buono, per tutti, in cui ci ritroveremo, ne sono certa, e riusciremo a portare avanti tanti bei progetti letterari insieme.
Anonymous - Lun Ott 10, 2005 9:15 pm
Oggetto:
:-)
Miki - Sab Feb 04, 2006 8:48 pm
Oggetto:
Ultimo messaggio: lunedí 10 ottobre smile 11
Monia Di Biagio - Mar Feb 07, 2006 10:19 pm
Oggetto:
smile 1 Già, già, già Miki....Tempi strettissimi e risicati per tutti, credo, per me di sicuro, oggi più che mai, e tra un pò di giorni non avrò nemmeno più internet finchè non faccio il collegamento telefonico nella nuova casa.....Comunque, "Vita mia" è lì che ci aspetta e certamente prima o poi lo finiremo! Se non può essere proprio oggi sarà di certo "domani".....Anzi lo dobbiamo assolutamente finire, anche perchè c'è chi è in fila ormai da tempo memore per iniziare il prossimo "libro a + mani".
Massimo Baglione - Gio Feb 09, 2006 5:53 pm
Oggetto:
Per me va bene sia continuare Vita mia che iniziarne un altro ;)
Tutti i fusi orari sono GMT
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB