Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Viaggio a Madrid. (Sergio De Angelis)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Reportage di Viaggio
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Aquilone







Età: 59
Registrato: 30/11/06 21:21
Messaggi: 597
Aquilone is offline 

Località: Roma
Interessi: Tutto per vivere meglio
Impiego: Progettista
Sito web: http://aquilonedellepa...

MessaggioInviato: Dom Nov 04, 2007 1:04 pm    Oggetto:  Viaggio a Madrid. (Sergio De Angelis)
Descrizione:
Rispondi citando

Viaggio a Madrid,
eccomi qui dopo la mia breve vacanza a Madrid, sono tornato carico di energia e tante cose da raccontare.
Il diario di viaggio sarà molto sintetico, anche se meriterebbe tutte le sfumature del caso, ma per non renderlo noioso ho deciso di sintetizzare tralasciando le emozioni e i sentimenti provati che lascio a voi interpretare nelle foto che sono postate nella sezione “Fotografia”. Velocemente voglio raccontare il mio viaggio in tappe e i commenti delle foto nella sezione fotografie. La partenza da Roma FCO prevista per le 11:15 , per motivi di ritardo in arrivo dell’aeromobile è stata posticipata alle 13:20 con volo Veling VY6033 ( compagnia low-cost spagnola costo del volo per andata e ritorno pari a € 43,00 a persona ) a Madrid siamo atterrati alle 15:40. Presi i bagagli ci avviamo verso l’uscita per prendere la efficiente metropolitana che conta ben 12 linee pulite e perfette, ci avviciniamo al posto informazione per domandare i biglietti, il colloquio si svolge in italiano per loro molto comprensibile, anche lo spagnolo è intuibile e per certi versi abbastanza comprensibile se l’interlocutore lo pronuncia lentamente. Dalle indicazione apprendiamo che i biglietti sono disponibili nelle macchine distributrici, il biglietto metro compreso supplemento aeroporto costa 2,00 € la metropolitana prevede due fermate all’interno dell’aeroporto la considero una comodità estrema e soprattutto molto veloce.
La linea 8 è quella che ha il capolinea al terminal T4 e poi fermerà anche al Terminal T1-2-3.
La nostra fermata della metro 8 colore rosa è con l’incrocio della 4 colore marrone fermata Mar de Cristal dopo 4 fermate. Raggiungiamo la metro 4 e proseguiamo fino alla fermata Goya dove si incrocia la metro 2 colore rosso che ci porterà fino a Sol nostra meta più precisamente Puerta de Sol. Dopo neanche 30 minuti dall’aeroporto siamo già in albergo in Calle Espoz de y Mina dove abbiamo prenotato da internet presso Hostal Ana Belena, ( costo della stanza 75€ consigliato da sito
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ottimo qualità prezzo ) accogliente famigliare e molto pulito, nonostante la vicinanza con il centro a pochi passi dalla metro e dalle vie pedonali del centro storico. Sistemati i bagagli procediamo alla consultazione della mappa ritirata nei tanti centri informazione sparsi per la città, decidiamo vista l’ora di addentrarci nelle vie vicine pedonali. Raggiungiamo Calle Arenal, una strada pedonale che parte da Puerta de Sol ed arriva fino al teatro dell’opera, ci soffermiamo alla metà per visitare la Iglesa di San Gines molto bella costruita con piccoli mattoncini antichi, un bel cortile accoglie il fedele che si accinge alle messe della sera, l’esterno molto curato e si vedono i segni di recente restauro, al suo interno affreschi e colonne di marmo bianco rapiscono un po’ la mente mentre con il naso all’insù guardiamo le alte guglie. A fianco della chiesa l’omonimo Hotel San Gines, e a fianco il ristorante da Ginos dove decidiamo di fermarci per la cena, locale accogliente, ma attenzione non sapendo le abitudini dei Madrileni dobbiamo aspettare, infatti l’accesso per la cena è dalle 20:00 alle 24:00 per il pranzo dalle 14:00 alle 16:00 e per la colazione dalle 08:00 alle 10:00. I madrileni sono molto rispettosi di questi orari quasi come orologi svizzeri. In questo locale si possono gustare piatti anche Italiani ( toscani ) un po’ rimaneggiati, il menù è scritto con il nome del piatto in Italiano ma poi la descrizione è in spagnolo e inglese. Decidiamo per la pasta e un contorno di verdure ottima scelta alla fine per il vino un bicchiere di Tinto ( vino rosso locale ) prezzo medio per due persone circa 25-30 € di media anche qui qualità prezzo vantaggiosi pensando di essere in pieno centro. Usciti dal ristorante decidiamo di addentrarci in un’altra via pedonale Calle Preciados dove all’inizio la statua che raffigura la mascotte di Madrid un orso in piedi vicino ad una pianta di corbezzoli, piante che in grandi vasi adornano anche la piazza Puerta de Sol. In questa via ci sono diversi centri commerciali di pelletteria e calzature, sono molto frequenti e con prezzi davvero vantaggiosi. Stanchi dal viaggio decidiamo di rientrare in albergo per riposare, oggi è venerdì 26 ottobre 2007.
La mattina seguente 27 ottobre ci svegliamo alla nostra solita ora ma qui per effetto della latitudine sono le otto è ancora non si distingue bene l’alba, alle nove siamo già fuori dall’albergo, la mattina in questo periodo e molto frizzante, oggi abbiamo un grande itinerario da rispettare ci accingiamo a raggiungere la piazza più bella di Madrid Plaza Mayor che si trova alla quarta traversa partendo da Puerta de Sol proseguendo per Calle Mayor, svoltando a Sinistra ci troviamo nel porticato della piazza perfettamente quadrata racchiusa da quattro grandi edifici tra cui uno il più suggestivo dove sulla facciata sono affrescati i segni zodiacali Questo edificio Casa de la Panaderìa, questa piazza fu progettata da Herrera e completata da Diego Sillero nel 1590. Da questa piazza si possono gustare piatti tipici nei ristoranti e ammirare le vecchie vetrine di negozi sotto il porticato, su questa piazza si affacciano tre archi il più importante è l’ Arco de cuchilleros che cone le sue scalette si immette sulla omonima via appunto Calle de cucchilleros a suo tempo nominata così per le tante botteghe di artigianato delle lame i coltellinai appunto dal nome della via. In questa via oltre al teatro Flamenco uno dei tanti, si trova anche il famoso ristorante Botin ristorante da guiness dei primati in quanto il più antico del mondo, si trova al numero 17, e si possono gustare i migliori piatti madrileni ottimo locale accogliente e la maggior parte di esso è conservato come allora come il vecchio forno che entrando in fondo si può anche sbirciare un pochino questo ristorante e dal 1590 adibito a locanda e osteria, il primo restauro avvenne nel 1725. Per mangiare in questo locale necessita una prenotazione almeno 24 ore prima si consiglia per una buona riuscita della serata di prenotare alle 21 ora adatta per gustare il vero calore del locale, il prezzo medio è di 30-40 € e si possono gustare piatti anche non Madrileni e dolci squisiti Tel. 913664217-913663026. Da qui ci spostaimo verso Puerta Cerrado e proseguiamo per piazza Sta Cruz. A questo punto decidiamo di prendere la metro a Sol per andare al palazzo reale passando per il palazzo dell’Opera dove scendiamo come fermata metro la più vicina al Palacio Real, la facciata dell’opera si può ammirare subito uscendo dal metrò s sulla sinistra dell’edificio c’è una via pedonale che conduce su Plaza de Oriente che si affaccia sul Palacio Real a fianco del Palacio Real si può ammirare la Cattedral Nostra Signora de la Almudena il Palacio Real è visitabile e costa 8 € senza audioguida che costa 3,5€. Le stanze del Palacio Real sono molto belle e ricordano un po’ il periodo del re Sole in francia a Versailles. La cattedrale che affianca il palazzo reale racchiude un gioco di colori e luce unici per effetto dei vetri colorati sulle finestre ampie che raffigurano manifestazioni e figure sacre. Da qui a piedi abbiamo proseguito per Calle de Mayor dove a poche centinaia di metri si trova sulla sinistra salendo una caratteristica scultura di bronzo “ uomo appoggiato ad una ringhiera” di grandezza naturale dove turisti e non sono soliti fotografare. Salendo sulla destra a pochi metri si trova la Plaza de la Vila dove si affacciano tre edifici importanti. Proseguendo su Calle Mayor possiamo ammirare le molteplici vetrine di lusso e popolari e si alternano anche edifici d’epoca adibiti a Hotel di lussoo. Quasi alla fine di Calle de Mayor sulla destra salendo per Puerta de Sol si trova il famoso Museo de Jambon il famoso prosciutto spagnolo, in questo Museo oltre ad acquistare le specialità del maiale e i relativi derivati si può degustare in piedi su un bancone stuzzichini e assagini con un buon vino rosso. Per i più raffinati in una sala superiore il ritorante dove seduti si possono gustare piatti tipici a prezzi veramente popolari da 7-15 € troppo turistico e molta calca almeno nelle ore di punta. Dopo un breve riposini in albergo ci accingiamo a visitare il famoso Parque del Buen Retiro e la piazza Puerta de Alcalà monumento simbolo di Madri tipo arco di trionfo. Da puerta de sol abbiamo preso la metro per Banco de Espana la più vicina al Parco. Il parco si estende da Puerta de Alcalà fino alla vecchia stazione Atocha. All’interno del parco si possono ammirare le fontane e il monumento eretto in onore di Alfonso XII molto curate sono le piante e i giardini. A metà circa sulla destra del parco si trova il la casa del Buen Retiro e il museo del Esercito, proseguendo su Calle Alfonso XII arriviamo nella Chiesa Los Jerominos a fianco del Museo del Prado che naturalmente visitiamo per il costo di 6 € più audiogiuda a 3,5 € qui risiedono opere d’arte di Tiziano Velasquez e Goya, cito ovviamente i più famosi. Molto bello e grande per visitarlo occorre un giorno intero ma noi ci accingiamo a visitare le sale più belle. Risalendo dal museo del Prado sul viale Paseo del Prado si possono ammirare in successione tre fontane famose la prima quella di nettuno su Plaza de Canovas del Castello con la fontana dedicata al dio Nettuno. Al centro del viale la fontana di Apollo ed infine sulla piazza de Cibeles la Fuente de Cibeles. Su questa piazza si affaccia anche un palazzo d’epoca che è sede del ministero delle telecomunicazioni. Riprendiamo la metro e arriviamo a Sol dove sulle vie interne pedonali si popolano per la notte, la lunga notte Madrilena, Percorriamo Calle Espoz y Mina e poi svoltiamo per Plaza de Ana dove decidiamo di fermarci per mangiare e gustare una buona sangriglia, qui assaggiamo piatti esclusivamente Madrileni un piatto con salmone e una verdura mista alla griglia con varie salse un piatto gustoso è possibile mangiare con poco anche qui con 15-20€ o menù turistico, Ristorante Taverna Vina P . Dopo la cena una passeggiata sulla piazza dove si può ammirare la facciata colorata da luci che in continuazione cambiano colore dell’Hotel “Hard Rock Hotel Madrid”. Con prenotazione obbligatoria il giorno precedente ci avviamo verso il conservatori del flamenco per uno spettacolo unico alle 24 inizia e dura circa due ore percorrendo dalla piazza per Plaza del Angel, poi per Calle San Sebastian attraversando Calle de Atocha giungiamo su Calle de Canizares dove ha sede il conservatorio di Flamenco CASA PATAS qui prenotando ma non consiglio si può anche mangiare il prezzo qualità non merita, prenotare per 31€ lo spettacolo di mezzanotte compreso un piccolo drink lo consiglio ci sono pochissimi posti a sedere prenotare almeno 24 ore prima. Qui si possono vedere la vera danza del Flamenco che è come un parlare del corpo movimenti sinuosi e sensuali compreso l’accompagnamento di una chitarra che arpeggiando ti fa entrare nel calore Madrileno e le voci di donne e lo sbattere dei piedi ti coinvolge molto. Consiglio la visita telefonando +34 914298471 +34 913600843 magari andarci di persona il pomeriggio prima si è sicuri della prenotazione.
Domenica 28 ottobre, in questa giornata decidiamo per la visita del famoso mercato del Rastro che si svolge solo la domenica mattina e coinvolge una parte del quartiere del Rastro, passando per Plaza Mayor e proseguendo per Calle de cuchilleros si raggiunge facilmente a piedi Calle de Ribera de Curtidores, su questa via e sulle laterali si svolge il famoso mercato che richiama genti madrilene e di città vicine consiglio la mattina presto per evitare la calca e gustarsi le colorate esposizioni. Poi dopo il mercato passando per Ronda de Toledo e raggiungiamo Plaza Gloreta de Ambjadores dove una fontana fa da rotatoria alle auto. Qui decidiamo la visita al quartiere popolare Lavapies dove la notte si sconsiglia passeggiare, per calle Miguel Servet raggiungiamo Plaza Lavapies dove ha sede il Teatro di arte drammatica. Una sosta in un caffè e poi proseguiamo per Calle de Argumosa dove si trova l’altro museo importante il museo Reina Sofia per le arti popolaro e tradizioni ed inoltre sulla Piazza si affaccia anche il conservatorio reale di musica, la facciata del Museo con i suoi ascensori in cristallo e ferro sono opera del particolare architetto Gaudì famoso per aver abbellito la città di Barcellona con le sue particolarità. Da qui ci accingiamo a raggiungere la vecchia stazione che per la sua particolarità ambientale all’interno risiede un vero e proprio orto botanico la vecchia stazione Atocha vittima anche dell’atta terroristico di qualche anno fa. Da questa satzione si possono prendere i treni per le più grandi città della spagna compreso Toledo che invito a visitare a solo 30 minuti da Madrid la sede delle famose lame e ceramiche noi per il poco tempo non siamo andati ma ci siamo documentati e chi ha più tempo lo può tranquillamente programmare. Un piccolo riposino in albergo e poi si riparte per Plaza de Espana prendendo sempre la metro a Sol siamo scesi appunto a Plaza de Espana, all’uscita della metro un’imponente palazzo sovrasta il giardino e la fontana antistante dal nome Edificio Espana. In questa piazza un giardino con due fontane molto belle racchiude anche un omaggio a Cervantes il famoso Don Chischotte della Mancia e il suo scudiero Sancio Panza un bel monumento caratteristico. Da qui inizia la Gran Via tipo via Veneto a Roma con grandi alberghi negozi e edifici d’epoca, inoltre qui si possono ammirare i famosi lustrascarpe Madrileni con il banchetto d’epoca. Sulla Gran Via hanno sede i più grandi e importanti palazzi commerciali e vari ministeri. Su questa via è possibile fare spese di ogni genere, i prezzi sono un pochino più alti rispetto al resto della città. In questa serata dopo la prenotazione della sera precedente mangiamo al famoso ristorante Botin quello già citato precedentemente. Una accoglienza unica e calorosa ci gustiamo il famoso maialino al forno con verdure di carciofi e jambon e agnello sempre al forno con patate un dolce della casa e naturalmente Sangriglia.
Lunedì 29 ottobre giorno della partenza, oggi ci si dedica solo a spese e ricordini fino al primo pomeriggio dove alle 15 prendiamo la metro per l’aeroporto il nostro volo partirà preciso alle 18:30 e arriverà puntuale alle 20:30 a Roma Fiumicino fine del nostro viaggio. Spero di non avevri annoiato e arrivederci al prossimo viaggio.

_________________
L'Aquilone delle parole
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Dom Nov 04, 2007 1:04 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Reportage di Viaggio Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008