Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Crop Circles
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Grandi Misteri
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Mar Mar 15, 2005 4:13 pm    Oggetto:  Crop Circles
Descrizione:
Rispondi citando

Crop Circles

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Oggi parliamo e approfondiamo l'argomento degli ormai famigerati "cerchi nel grano"... Argomento anche trattato sul mio libro (II Vol.) "La Dama Bianca", del quale (se vi va!) potete saperne di più, clickando qui:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


******************

Per anni hanno fatto impazzire gli scenziati e gli studiosi! Ufo? Bolle d'energia? Mutazioni genetiche? Chi o cosa si cela dietro i "cerchi di grano"?

Dicono che i cerchi nel grano siano frutto dell'atterraggio di astronavi... Comunque se avete deciso di recarvi in Inghilterra, e magari di visitare la campagna inglese, fate attenzione ai campi che vi circondano. Potreste vedere di persona un “cerchio del grano”. Si trovano prevalentemente in Inghilterra ma esistono eccezioni in tutto il mondo, come ad esempio uno dei più noti a Neilburg in Canada.

Le teorie sul significato dei disegni si sprecano: mappe, simboli o formule? Cerchiamo di capire qualcosa di più sui misteriosi cerchi nel grano!


***************

-Cosa sono?-

I crop circles, detti in Italia “cerchi nel grano” sono quelle figure geometriche, dalle misteriose origini, che si osservano prevalentemente nei campi inglesi. Dalla fine degli anni ’70 il loro numero è aumentato costantemente: nella sola Inghilterra ne vengono scoperti ogni anno da 300 a 400. In Italia ne sarebbero stati osservati solo 6 - di cui uno recente
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
- ma in tutto il mondo sono migliaia.

Vengono generati soprattutto nelle notti estive, e i disegni che riproducono sono sempre diversi. All’inizio erano estremamente semplici, per lo più circolari, in seguito sono diventati sempre più complessi, tanto da far sembrare riduttivo il termine cerchio di grano. Oggi si parla di "pittogrammi". Appaiono per lo più in campi di grano dove le spighe si presentano piegate e deformate mentre gli steli sono intrecciati in modo da assumere una forma a spirale.

**************

-Che cosa rappresentano e da cosa sono provocati?-

Le teorie sono molte e le persone disposte ad accettare le spiegazioni più fantasiose e inverosimili si sprecano. Il gruppo più nutrito è rappresentato da quelli che li ritengono opera degli alieni. A loro sostegno affermano che i disegni siano troppo grandi e complicati per poter essere realizzati da umani, nottetempo e in poche ore. Senza contare che nei campi in questione vi sarebbe un livello maggiore di radioattività: di circa 600 volte superiore alla norma. A questo proposito viene citato lo studio di W.C. Levengood, un biofisico americano che ritiene di aver trovato in diversi casi particelle di ferro meteorico semi-fuso. L'autore ipotizza che il fenomeno sia dovuto a un vortice di plasma ionizzato. Non manca poi chi ritiene si tratti di manifestazioni di contatti con altre dimensioni e civiltà e interpreta i cerchi come mappe stellari, riproduzioni di molecole e simboli religiosi. Infine esiste un gruppo persone che si contraddistingue per il proprio atteggiamento critico
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
e guarda con scetticismo alle teorie sostenute dalle pseudoscienze. I fondi per finanziare le ricerche utili a chiarire il fenomeno dei crop circles, sono per lo più utilizzati per raccogliere prove a sostegno della teoria dell’origine aliena. Gli studiosi inglesi in passato hanno beneficiato della generosa donazione di Laurence Rockfeller, un miliardario americano appassionato di Ufo. In Italia i finanziamenti mancano e finora solo il Cicap, in collaborazione con la rivista Focus, ha riprodotto un cerchio di grano. In Gran Bretagna la realizzazione è diventata una vera e propria forma d’arte, tanto che nel ’92 si è tenuto addirittura un concorso
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
a West Wycombe Bucks per premiare il creatore più bravo e fantasioso. In ogni caso è difficile pensare che chi crede alle teorie aliene e new age sia disposto ad accettare una banale spiegazione rigorosamente scientifica.

********************

-Le origini-

La vicenda dei cerchi nel grano comincia sulla fine degli anni 70 nell'Inghilterra meridionale. Ma ci si accorse della loro presenza solo a partire dal 1980. Quando i giornali cominciarono a parlarne, i cerchi aumentarono progressivamente di numero (da 3 nel 1980 a 700 nel 1990) e cominciarono a presentare forme sempre più complesse. Non più semplici cerchi, ma cerchi collegati tra di loro, con tratti rettilinei, corone e appendici varie; triangoli, rettangoli e speroni combinati in modo da creare degli elaborati e spettacolari "pittogrammi", come vennero definiti. Grandi fino a venticinque metri di diametro oppure piccoli come una ruota, questi misteriosi cerchi comparivano di notte, durante l'estate, e al loro interno le spighe erano piegate a spirale e non spezzate. Immediatamente, furono avanzate ipotesi di ogni tipo dai "cereaologi" - così, infatti, si facevano chiamare gli esperti nei cerchi di grano: "Campi di forza", "vortici di plasma" e, naturalmente, "tracce di UFO". Due di questi esperti in particolare, Pat Delgado e Colin Andrew, sostenitori dell'ipotesi ufologica, divennero i più noti studiosi di cerchi e pubblicarono una serie di libri che li resero ricchi.

*****************

-Il meccanismo-

I Cerchi sono migliaia in ogni parte del mondo e vengono generati la notte; sono rilevati al mattino in campi coltivati a cereali dove la sera prima non c'era assolutamente nulla. Ogni stagione, dal 1991, ne conta tra i 300 e i 400 nella sola Inghilterra. Ogni formazione autentica presenta delle costanti ben riconoscibili agli occhi di un esperto. Gli steli di grano non sono pressati al suolo mediante schiacciamento, ma la loro posizione sembra generata da un campo energetico che agendo sul grano ne modifica la struttura molecolare, con un'azione di rigonfiamento sul primo modulo del gambo. Questa deformazione provoca la piegatura della spiga che continua a crescere fino alla maturazione. Inoltre gli steli sono intrecciati fra loro e assumono un movimento a spirale oraria e/o antioraria. Ciò indica che nessuno ha calpestato la zona interessata dalla formazione. Tutto questo ha trovato la spiegazione grazie agli studi di scienziati che hanno proposto nuovi metodi di ricerca ma i cui risultati sono del tutto sconosciuti all'opinione pubblica italiana. Bisogna inoltre aggiungere che nel 1999 il magnate americano Laurence Rockefeller ha finanziato uno studio scientifico sul fenomeno con analisi di laboratorio sui campi di terreno, di grano e sui dati strumentali rilevati durante l'intera stagione. Il personale, formato da scienziati americani, diviso in due gruppi di studio con strumenti e metodi differenti, ha preliminarmente raggiunto le medesime conclusioni. E' stato determinato senza possibilità di errore che il fenomeno presenta un'origine non adducibile all'opera umana, sebbene alcune formazioni siano addebitabili a falsificatori. E' confermato che le spighe presentano segni di irraggiamento intenso e repentino. Sono state rilevate a livello microscopico cavità di espulsione nei noduli delle spighe, con rigonfiamenti dovuti ad un campo energetico anomalo e di grande potenza che ha agito sul grano. Gli scienziati impegnati nella ricerca presumono trattasi di microonde, che sembrano avere una particolare efficacia sul primo e secondo nodulo dello stelo, gonfiandosi a dismisura. Una caratteristica, questa, dovuta ad un'espansione indotta delle pareti di ogni singola cellula vegetale. Le spighe più giovani, il cui tessuto è ancora morbido, riescono a resistere, manifestando un aumento del volume interno, mentre nelle più mature i noduli scoppiano, generando micro danni esplosivi definiti "cavità di espulsione" in seguito ad una crescente pressione interna, proprio come accadrebbe ad un uovo in un forno a microonde. In seguito a ciò, come detto, le spighe si piegano sul nodulo deformato, continuando a crescere in orizzontale. L'americana Nancy Talbott del BLT Research, ha confermato questo dato affermando che "non c'è modo che un'azione umana possa produrre queste cavità di espulsione, se non una trasformazione repentina nella struttura della spiga, ottenibile in laboratorio solo all'interno di un forno a microonde". Inoltre l'acqua all'interno della formazione risulta completamente evaporata, a dispetto del fatto che, in alcuni casi, la sera precedente l'apparizione del disegno, avesse piovuto.

*****************

-Una bufala?-

Nel luglio 1990, diversi gruppi di volontari appartenenti al VECA (Voyage Etude Cercles Angles), un'associazione di ufologi francesi, si appostarono sulle colline di Westbury, uno dei luoghi a più alta concentrazione di cerchi, per vari giorni con la speranza di essere testimoni della nascita di un cerchio. Una notte si notò del movimento e furono effettuate delle riprese con una telecamera agli infrarossi. Il giorno dopo si scoprirono nuovi cerchi, ma la telecamera rivelò che erano stati presenti degli esseri umani nel campo. L'ipotesi che si trattasse di una burla cominciò a circolare, ma fu costantemente respinta da esperti come Delgado e Andrew come impossibile. Questo nonostante un gruppo del VECA fosse riuscito a dimostrare come fosse possibile entrare in un campo di grano e realizzare un cerchio con un rullo da giardiniere. Nel settembre 1991 Delgado fu invitato dal quotidiano inglese Today a ispezionare un nuovo cerchio misteriosamente comparso. L'esperto esaminò il grano con cura ed esclamò entusiasta: "Questo è senza dubbio il momento più bello della mia ricerca. Nessun essere umano può avere realizzato un'opera simile!" A quel punto il colpo di scena: i giornalisti gli presentano due pensionati inglesi, David Chorley e Douglas Bower, che quella stessa mattina avevano realizzato il disegno, usando delle corde e un paio di bastoni, sotto gli occhi attenti dei giornalisti.

******************

-La burla-

Nel 1991 due arzilli pensionati inglesi David Chorley e Douglas Bower ammisero di essere gli autori dei cerchi e per dimostrarlo ne realizzarono uno, usando corde e bastoni, sotto la visione dei giornalisti del quotidiano Today. Una volta terminata la dimostrazione, Pat Delgado, che si era guadagnato la fama di cereaologo, ossia di esperto dei cerchi del grano, nonché noto sostenitore della teoria ufologica, fu invitato a esaminare il campo. Delgado alla visione del disegno fu tanto entusiasta da affermare che nessun uomo avrebbe potuto realizzare nulla di simile e rimase senza parole quando gli vennero presentati i due pensionati. Successivamente Chorley e Bower, ritrattarono la loro ammissione dichiarando di esser stati pagati.

*****************

-I filmati-

Nel corso degli anni, nonostante l’alto numero di cerchi avvistati, sono stati realizzati solo due filmati. Uno è amatoriale ed è stato raccolto dalla Bbc. Poco prima della formazione del cerchio di grano si nota la presenza di due sfere luminose nel cielo. Un secondo filmato è stato realizzato dal Veca, Voyage Etude Cercles Angles, un associazione di ufologi francesi, che per diverse notti si appostarono sulle colline di Westbury, una delle zone a più alta concentrazione di cerchi. Grazie a una telecamera a raggi infrarossi effettuò delle riprese con telecamere a raggi infrarossi. Il giorno dopo nel campo erano apparsi dei cerchi. Nel filmato si vide che di notte nel campo si erano introdotti degli uomini.

**********************

-Ultime affermazioni-

Più recentemente, hanno avuto risonanza alcune affermazioni secondo cui i cerchi avrebbero presentato caratteristiche insolite, non presenti in quelli realizzati "artigianalmente" dagli scettici. In particolare, un fisico olandese, Eltjo Haseloff, avrebbe riscontrato anomalie nel campo magnetico e ritrovato ossido di ferro. Il mensile Focus ha voluto vederci chiaro e ha condotto un'indagine sul posto non appena si è avuta notizia della comparsa dei primi cerchi di grano in Inghilterra: sono così stati raccolti campioni poi inviati ai laboratori delle università di Milano e Bologna. Obiettivo: ripetere proprio le osservazioni di Haslehoff e di un altro studioso, il biofisico William Levengood. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Focus n. 106: anche nei cerchi esaminati sono state trovate particelle di ferro con silicio, manganese, alluminio e altri elementi, anche di forma sferica, ma in una misura normale.
La radioattività non era significativa, anzi in alcuni campioni addirittura al di sotto della soglia normale. E perchè le piante all'interno dei cerchi presentavano più vitalità rispetto a quelle esterne? La ragione è che le piante piegate cercano di reagire e, oltretutto, ricevono più luce che stimola la fioritura. Per quanto riguarda i semi: sono stati analizzati a Milano, senza riscontrare differenze fra quelli delle piante interne ai cerchi rispetto a quelle al di fuori. E i famosi rigonfiamenti che Levengood ha riscontrato nelle piante colpite dal fenomeno? Sono presenti anche nei campioni esaminati a Milano: il punto è che queste piante sono state "strapazzate", probabilmente, da qualcosa di meccanico.

*****************

-Articoli correlati dalla rete:

-Tutti i "cerchi di grano" conosciuti Il database più aggiornato:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


-Misteria I crop circles:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


-Cicap Comitato per il controllo delle affermazioni sul paranormale:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Il CICAP ha creato all'indirizzo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
una sezione speciale dedicata interamente ai crop circles. I contenuti di questa sezione sono frutto degli studi specifici di un gruppo di studio coordinato da Francesco Grassi (Ingegnere Elettronico, Socio Effettivo del CICAP) che da diversi anni studia il fenomeno in maniera analitica e critica. La sezione ospiterà gli articoli prodotti dai componenti del gruppo di studio e anche un'ampia lista di risposte a domande poste sull'argomento al CICAP durante questi anni.

L'indirizzo di posta elettronica è:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Per iniziare vi suggerisco di leggere la sezione delle domande e risposte del CICAP sull'argomento: Frequently Asked Questions (FAQs)

Con la speranza che possiate trovare anche qui di seguito delle informazioni interessanti, vi auguro una buona lettura.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di Monia Di Biagio il Lun Feb 22, 2010 1:59 pm, modificato 4 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Mar Mar 15, 2005 4:13 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2010 12:15 pm    Oggetto:  CROP CIRCLES
Descrizione:
Rispondi citando

CROP CIRCLES

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Oggi sul mio gruppo di F.B. "GRANDI MISTERI IRRISOLTI":
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
stiamo parlando degli ormai famigerati CROP CIRCLES o "cerchi nel grano"... Per anni hanno fatto impazzire gli scenziati e gli studiosi! Ufo? Bolle d'energia? Mutazioni genetiche? Chi o cosa si cela dietro i "cerchi di grano"? Dicono che i cerchi nel grano siano frutto dell'atterraggio di astronavi... Le teorie sul significato dei disegni si sprecano: mappe, simboli o formule? Cerchiamo di capire qualcosa di più sui misteriosi cerchi nel grano!

;0) PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE (già aperta sul gruppo) & NON VI PERDETE IL FOTO ALBUM, CON INTERESSANTI DIDASCALIE!

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di Monia Di Biagio il Lun Feb 22, 2010 2:02 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2010 12:29 pm    Oggetto:  CROP CIRCLES
Descrizione:
Rispondi citando

CROP CIRCLES: tra bufala e realtà...

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


I cerchi nel grano (in inglese crop circles), o agroglifi, sono aree di campi di cereali, o di coltivazioni simili, in cui le piante appaiono appiattite in modo uniforme, formando così varie figure geometriche (talvolta indicate come "pittogrammi") ben visibili dall'alto. A seguito del numero crescente di apparizioni di queste figure (soprattutto in Inghilterra) a partire dalla fine degli anni settanta del XX secolo, il fenomeno dei crop circles è diventato oggetto d'indagine per determinare la genesi di queste figure. Varie ipotesi sono state avanzate per spiegare la creazione di tali figure: dalla spiegazione naturale (ovvero che si tratti di figure create dall'uomo, principalmente come burla o manifestazione artistica) a quella paranormale a quella ufologica. Qualunque teoria si decida di abbracciare, molti cerchi sono palesemente realizzati dall'uomo come ad esempio quelli realizzati da Doug Bower, Dave Chorley e John Lundberg. Bower e Chorley furono poi insigniti del Premio Ig Nobel nel 1992 per l'ideazione della loro burla dei cerchi nel grano.

**************

-Il "Diavolo mietitore" nel pamphlet del 1678-

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


I cerchi nel grano finirono sotto i riflettori all'inizio degli anni ottanta, con i primi tre cerchi in Inghilterra. La speculazione su possibili atterraggi alieni ebbe risalto sui quotidiani nazionali e da allora i cerchi nel grano iniziarono ad apparire sempre più numerosi nelle campagne inglesi. Il Wiltshire Times fu uno dei primi giornali ad occuparsi dei cerchi inglesi e ad usare nel 1980 il termine crop circles. Tentativi di cercarne la presenza in epoche passate non hanno finora prodotto risultati concreti. Talvolta viene citata la storia del "Diavolo mietitore", un pamphlet del 1678, ma ad un'attenta analisi[5] risulta che la correlazione coi cerchi nel grano è forzata. Un altro fatto riguarda le ricognizioni aeree che venivano fatte su ampie aree del Regno Unito non molto dopo la seconda guerra mondiale, che rivelarono qualcosa di inaspettato, non identificabile dal suolo. Studi seguenti mostrarono differenti livelli di maturazione nel grano, che indicavano differenze nel sottosuolo. Si scoprì infine che questi motivi nel grano erano dovuti ai resti sepolti di antichi edifici. Ricerche archeologiche vennero subito iniziate e vennero rinvenuti diversi siti archeologici prima inaspettati, ma nessun cerchio nel grano.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Col passare degli anni, dai primi pochi cerchi nelle campagne inglesi, il fenomeno si è diffuso in tutto il mondo, anche in Italia. Ad oggi, migliaia di campi di grano hanno ospitato cerchi e figure sempre più complesse. Ai primi semplici cerchi degli anni ottanta, sono seguite forme sempre più elaborate e complesse. I cerchi nel grano sono divenuti infine una vera e propria forma d'arte, da parte di gruppi di persone che hanno realizzato pubblicamente le loro opere. Il 12 agosto 2006 è stato riprodotto fedelmente anche il logo di Mozilla Firefox. I primi esempi di questo fenomeno erano solitamente delle semplici forme circolari di varie dimensioni, il che portò alcuni a speculare che si trattasse di un fenomeno naturale. Dopo alcuni anni invece sono emersi disegni sempre più elaborati e complessi, la cui natura non poteva essere di origine naturale. Ci sono stati molti temi ricorrenti nel corso degli anni. In generale, le prime formazioni (1970 - 2000) sembravano basate sui principi della geometria sacra. Formazioni successive, quelle che compaiono dopo il 2000, sembrano basate su altri principi, scienze naturali e disegni matematici, inclusi i frattali. Col tempo le figure sono divenute sempre più creative, molti cerchi nel grano hanno dettagli finemente sviluppati, con intricate simmetrie all'interno di altre simmetrie e variazioni su diverse scale di grandezza. Talvolta sono apparse persino illustrazioni con personaggi dei fumetti.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Prima che i cerchi nel grano più recenti mostrassero una grande varietà di figure geometrice regolari, erano state proposte delle interpretazioni di natura strettamente fisica che oggi non sono più di grande attualità. Esse vanno dall'azione dei venti e dei tornado, ai fulmini globulari (in inglese BOL o ball of light, sfere di luce), fino a un ipotetico fenomeno chiamato vortice di plasma[11].

All'opposto, una delle ipotesi più estreme che sia stata mai proposta è che i cerchi vengano creati da astronavi aliene atterrati sui campi, appiattendo le messi in un cerchio ben definito. Ma come detto prima, la crescente complessità delle formazioni rilevate a partire dagli anni 1980 permette ormai di escludere con ragionevole certezza tutte le ipotesi più o meno semplicistiche o fantasiose che erano state avanzate in un primo tempo.

Alcuni suggeriscono invece che una spiegazione più plausibile possa essere la cimatica, cioè lo studio delle strutture geometriche che appaiono ad esempio quando si sollecita una membrana tesa con delle vibrazioni o con dei suoni. Secondo questa ipotesi i complessi disegni potrebbero così essere rappresentazioni geometriche visuali di frequenze sonore, assumendo che frequenze risonanti via via crescenti possano aver prodotto pittogrammi sempre più complessi, simili ai mandala.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


A contrasto di tutte le credenze, il CICAP ha dichiarato che tutti i cerchi nel grano possono essere fatti dall'uomo in poche ore, con pochi mezzi e con tutti o in parte i fenomeni ad essi collegati. Infine, in ambienti vicini alla corrente di pensiero comunemente chiamata New Age (tenendo conto che la grande varietà dei punti di vista che vi fanno capo non consente una facile schematizzazione) si sono fatte avanti le tesi di coloro che suggeriscono una segnata connessione dei cerchi nel grano con fenomeni mistici legati all'evoluzione spirituale dell'umanità. C'è chi ritiene che i vari pittogrammi incisi sui campi di grano contengano messaggi codificati trasmessi in forma grafica da una qualche forma di coscienza superiore a cui saremmo interiormente e geneticamente connessi. Tali messaggi avrebbero in certi casi un ruolo di messa in guardia dai pericoli che un uso devastante delle risorse planetarie potrebbe causare all'umanità e all'intero ecosistema (e in questo senso il riferimento implicito al grano risulterebbe non casuale). Sempre secondo questa visione delle cose che è spesso riconducibile al fenomeno del Channeling, i pittogrammi sarebbero strutturalmente atti a parlare direttamente agli strati più profondi e intuitivi della coscienza umana. Tale fenomeno è stato studiato dal punto di vista antropologico da Andrea Feliziani. Alcuni fanno notare inoltre che molti di tali cerchi, soprattutto quelli del sud dell'Inghilterra, si trovano nei pressi di antichi siti sacri della tradizione celtica, in particolare vicino ai cerchi megalitici come quelli di Stonehenge e ad alcuni tumuli funerari, o nelle adiacenze delle grandi figure animali incise sui pendii delle colline dell'area del Wiltshire.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Alcune persone hanno mostrato come producevano cerchi nel grano, smentendo certe precedenti credenze e supposizioni. È stato così dimostrato che: 1-la realizzazione di cerchi nel grano è fattibile da parte di qualunque persona; 2- non è necessaria una tecnologia sofisticata, in quanto semplici strumenti risultano già sufficienti; 3- qualunque persona è in grado di produrre figure nel grano anche molto complesse e precise e in breve tempo. Nel 1991, due artisti britannici in pensione, Doug Bower e Dave Chorley, annunciarono che i cerchi erano una burla da essi stessi architettata poco più di un decennio prima, a partire dal 1978, usando assi, funi e cavi elettrici come unici strumenti. L'intera vicenda diede origine ad innumerevoli polemiche, che in parte si sgonfiarono quando la BBC britannica riuscì a convincerli a ricreare dei cerchi nel grano sotto l'occhio delle telecamere. I risultati furono modesti rispetto alle figure moderne, ma tutto sommato comparabili ai cerchi semplici degli anni ottanta. Circlemakers.org, oggi il più noto gruppo di creatori di cerchi "artificiali", è invece andato molto oltre. Creato da John Lundberg, si è prefisso di dimostrare che è possibile riprodurre anche forme complesse nel grano con l'uso di semplici attrezzi e ha realizzato molte opere che ha pubblicato nel suo sito. Il gruppo olandese di circlemaker XL D-Signs sostiene di aver realizzato il più grande crop del mondo. Si tratta dell'Atlas, tracciato nei pressi della cittadina di Goes il 7 agosto 2009, con la partecipazione di 60 persone.Il crop raffigura un essere umano (molto simile all'uomo Vitruviano) in foggia di farfalla con le ali dischiuse e misura 530x450 metri. Ove la paternità venisse ufficialmente verificata e dimostrata, l'Atlas dimostrerebbe oltre ogni possibile dubbio che è possibile realizzare crop giganteschi e di straordinaria complessità. Eventualità alla quale i sostenitori delle "teorie alternative" oggi non credono.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


La rivista Scientific American pubblicò un articolo di Matt Ridley (agosto 2002, p. 25), il quale aveva iniziato a simulare la creazione di cerchi nel grano in Texas nel 1991. Egli descrisse le tecniche da lui sviluppate usando strumenti relativamente semplici ma nondimeno capaci di trarre in inganno i successivi osservatori, e riferì il fatto che fonti attendibili come il Wall Street Journal erano state facilmente ingannate. Le polemiche sono sopravvissute nonostante queste dimostrazioni. Alcuni sostenitori di teorie complottistiche ipotizzano per esempio che la creazione di "falsi" potrebbe essere un espediente di qualcuno, che li manovrerebbe per distogliere l'attenzione pubblica da eventi reali. Un'altra critica è che i tanti imitatori e disegnatori di cerchi renderebbero più difficile individuare e distinguere un eventuale cerchio non dovuto all'intervento dell'uomo, nel caso esso venga prodotto.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Un certo numero di testimoni sostiene [senza fonte] di aver osservato la creazione dei cerchi da parte di sfere di luce mobili, dicendo che il fenomeno ha luogo nel giro di pochi secondi. Queste testimonianze sarebbero certo di grande rilievo conoscitivo se si riuscisse a confermarle in modo convincente (vi è un filmato che documenterebbe il fatto, ma è stato dichiarato un falso dalle autorità), ma molto resta ancora da fare per dare loro un valore di prova effettiva. Un'altra fantasiosa ipotesi è che un satellite artificiale in orbita attorno alla Terra stia usando un qualche tipo di emissione energetica (ad esempio un raggio di microonde o Maser) per creare i disegni. È stato osservato che scaldando i gambi degli steli di grano con una intensa emissione di energia a microonde si può produrre afflosciamenti simili a quelli riscontrati nei cerchi nel grano. I gambi appiattiti dei cerchi nel grano risultano spesso piegati appena sotto a un nodo, e possono inoltre presentare delle bruciature annerite possibilmente imputabili a un riscaldamento intenso. Gli assertori di questa teoria ipotizzano che il programma "Star Wars" del Pentagono possa aver sviluppato un satellite in grado di inviare tale tipo di raggi a microonde. I fautori delle ipotesi più fantasiose sulla genesi dei cerchi nel grano affermano che, per quelli ritenuti non creati dall'uomo, gli steli sembrano essere piegati appena sotto una delle giunture, senza che arrivino a spezzarsi, mentre il grano piegato dall'uomo presenta inconfondibilmente una rottura in un punto del gambo. Sarebbe stato inoltre osservato che la crescita degli steli curvati continua anche nella nuova disposizione orizzontale, e alcuni scienziati come W. C. Levengood e E. H. Haselhoff hanno potuto accertare in laboratorio che i semi raccolti all'interno di tali cerchi hanno una curva di crescita notevolmente accelerata rispetto alle normali sementi. A contrasto di quanto citato sulla piegatura nelle giunture, c'è da dire che è un fenomeno del tutto normale: gli steli dei cereali reagiscono alle rotture allungandosi nel punto critico alle prime luci del giorno riuscendo addirittura a proseguire la crescita. È chiaro che tale fenomeno funziona su steli piegati in modo "naturale" ovvero da una ondata di vento oppure una pressione come quella di un asse di legno che flette gli steli ma non li spezza.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2010 12:51 pm    Oggetto:  Crop circles 2009:una chiave di lettura
Descrizione:
Rispondi citando

MESSAGGI COSMICI

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


La nuova fase dei cerchi nel grano - di Adriano Forgione.

Gli ultimi cerchi nel grano sfidano ogni spiegazione. Sono spettacolari, un passo ulteriore nel livello espressivo di questo fenomeno. Sembrano segnali dall'Ultramondo la cui lingua ci è sconosciuta. Molto spesso ho parlato di glifi esclusivamente "energetici", il cui scopo è creare una relazione vibrazionale tra la nostra realtà e quella superiore. Forse è questa la spiegazione? Dobbiamo arrenderci al fatto che siamo limitati e non tutto è nelle nostre capacità. Certo vi sono delle forme riconoscibili nelle ultime formazioni: una rondine, un fungo, una medusa, un arco e una freccia, dei numeri maya (il 13 guarda caso) ma si inseriscono in un contesto più ampio impossibile da spiegare. Nello specifico della rondine le sue propaggini sembrano circuiti integrati, ma sono certo sia questa la spiegazione, a meno che non ci si voglia dire che quelle creature, la cui testa è stata riprodotta alla fine della composizione più lunga, che parte dalla coda della rondine, sono esseri artificiali. Alcuni di questi glifi , infatti, presentano, in modo quasi occulto, celati nella piegatura delle spighe, visi alieni, di alieni di tipo grigio. Qual è il significato? Fanno riferimento a quel pittogramma di Crabwood del 2002, quando un viso alieno apparve improvvisamente? Per ora non ci sono spiegazioni. Solo la consapevolezza che il fenomeno è vivo, evolvente e sembra preannunciare qualcosa di non ben identificato. La comunicazione alchemica sembra quasi sparita, almeno per ora, ed e stata è affiancata da qualcosa di incomprensibile, inquietante. Forse non è più tempo di messaggi di richiamo al lavoro su se stessi? Forse siamo passati ad un'altra fase? Quale essa sia il tempo lo dirà. Noi possiamo solo esserne spettatori.

**************

Altro articolo di Adriano Forgione (“I nuovi cerchi nel grano 2009″): una chiave di lettura alle nuove misteriose formazioni nel grano.

La Stagione dei Cerchi nel Grano 2009 sta iniziando ad entrare davvero nel vivo. Voglio proporvi tre formazioni, tra le ultime apparse, in quanto vi ho ravvisato non solo una certa bellezza e forza espressiva, quanto un messaggio comune, sebbene attraverso figure ed immagini differenti.

La Medusa di Waylands Smithy, 29 Maggio – Lettura: SIMBOLISMO DEL CORPO ANIMICO E DELLE ACQUE DI FUOCO.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!



Formazione anomala, e spettacolare. È stata riportata da tutti i media internazionali in quanto dotata di una rara quanto unica energia espressiva. La medusa è un invertebrato dunque non possiede ossa. Inoltre il suo corpo è caratterizzato dal solo 1% di materia organica, il restante 99% è acqua. Questo ci offre una certa sicurezza nell’indicare la medusa marina quale simbolo animale dell’anima, del corpo animico, il corpo acqueo. A conferma di tale interpretazione possiamo definire la struttura basilare della formazione di Waylands Smithy come una coppa, il Graal, simbolo della ACQUE DI FUOCO della tradizione egizia e gnostico-alchemica. In effetti la Medusa è un essere urticante e velenoso (come il serpente), dunque tale associazione simbolica trova riscontro nella biologia della medusa stessa. È Giovanni l’apostolo a offrirci una chiave e una conferma. L’attributo principale di Giovanni è l’aquila, ma quando non è presentato in veste di evangelista è spesso identificato da una coppa da cui spunta un drago, ricordo di una disputa avvenuta a Efeso con un sacerdote di Diana che l’aveva sfidato a bere da un calice in cui la bevanda era stata adulterata con veleno di serpente. Credo che l’associazione MEDUSA-COPPA-GIOVANNI-DRAGO sia da abbinare a questa formazione. Giovanni è spesso associato alla Maddalena, quindi all’anima che è in grado di generare il Corpo di Luce (Acqua di Fuoco) e tutta la formazione della Medusa quindi è riferibile a questo concetto. Da sottolineare la colonna centrale formata da 7 cerchi (i 7 chakra) che saranno discussi nell’ultima formazione, a cui questa si lega.

La Libellula di Little London, Yatesbury, Wiltshire. 3 giugno – Lettura: SIMBOLO DEL MESSAGGERO DEGLI DEI.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!



Altra spettacolare formazione dotata di carica espressiva oltre la media. Osservate gli occhi come sono stati ben realizzati con cerchi di steli eretti ad imitazione degli occhi “cellulari” degli insetti. La Libellula è chiamata Dragonfly in inglese, ed è quindi associabile al MESSAGGERO DEGLI DEI secondo le popolazioni pre-Colombiane che loro chiamavano SERPENTE PIUMATO, oppure al LUNG degli orientali, cioè il Drago benefico e portatore di conoscenza e potere spirituale. Interessante il legame con il drago che emerge dalla coppa di Giovanni discusso nella formazione precedente. Il nome Libellula è invece derivato dal latino “libella”, vale a dire bilancetta. Dunque il nome indica la Bilancia, simbolo di Giustizia e quindi del Cristo, il MESSAGGERO DEGLI DEI nella tradizione cristiana. La libellula è capace di dominare il volo ma anche di galleggiare sull’acqua e queste sono caratteristiche del Cristo-Messia, e in generale dell’Uomo perfettamente reintegrato nella sua immagine divina, conoscitore del Volo astrale verso i mondi spirituali e dominatore del corpo acqueo-animico (Gesù cammina sulle acque, come fa la libellula). La libellula è anche un insetto associato alla Velocità, dunque al Mercurio, il MESSAGGERO DEGLI DEI secondo i Greci (questa formazione può anche essere interpretata nelle sue linee essenziali come un caduceo, la verga di Mercurio).

La velocità è tipica anche del Cristo (“Verrò come un Ladro nella notte” – Vangelo di Matteo) e del MESSAGGERO DEGLI DEI secondo gli egizi, indicato dal veloce dio Falco Horus o dall’aquila secondo le tradizioni nativo-americane. E qui entriamo nella lettura della terza formazione da presentare:

La rotazione dei 14 Falchi di Milk Hill, Alton Barnes, Wiltshire. 2 Giugno. Lettura: La rotazione dei Vortici che generano HORUS, il Corpo di Luce.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Questa formazione è più aderente agli stilemi del fenomeno. Geometrica e dotata di un classico spin rotatorio, ad indicare il movimento dell’energia evolutiva universale è caratterizzata dal numero 7. Le sue linee esterne formano un ettagono regolare al cui centro un altro ettagono fa da fulcro ad una rotazione di 7 vortici energetici che si sviluppano in due differenti spin rotatori, uno destrogiro, il più interno e uno sinistrogiro il più esterno. È quasi superfluo dire, ma lo faremo ugualmente, che il numero 7 associato allo spin indica i 7 chakra, o anche chiamati 7 vortici o 7 fuochi o ancora 7 sigilli, i vortici eterici posti lungo la spina dorsale umana, che se attivati in armonia e perfezione danno vita ad un’esplosione subnucleare che genera un effetto quantico in grado di rigenerare l’Uomo Divino nel suo Corpo di Gloria, l’UOMO DI LUCE.

È interessante notare che nella tradizione egizia il Corpo di Gloria o Uomo di Luce era rappresentato dal falco Horus (analogo al simbolo dell’aquila che in Egitto non esisteva. Si leggano le le formazioni precedenti). Allora, osservate bene gli angoli degli spin rotatori all’interno dell’ettagono; sono caratterizzati da teste di falco con occhi e becco in una silouette che ne esprime bene la caratteristica della velocità, rapidità fulminea. Come il lampo appare all’improvviso illuminando l’oscurità della notte, così lo spirito, associato al veloce falco, illumina la materia diradando il caos. Questo particolare VOLUTO dalla fonte del fenomeno ci dice tanto sulla sua ricchezza espressiva e genialità. Il tema della Velocità del fulmine è presente anche nella formazione della libellula. Ricordo che anche Giovanni evangelista, chiamato in causa nella formazione a medusa, è associato all’aquila e crea un parallelismo tra queste due formazioni sia per il comune numero 7 presente in entrambe le formazioni, sia per le sue lettere alle 7 Chiese dell’Apocalisse biblica che altro non sono che i sette vortici in stato di riposo. Per finire, le teste di Horus sono 14, di cui 7 destrogire e 7 sinistrogire, come 14 erano i pezzi del padre Osiride che una volta ricomposti da Iside, lo hanno generato (o rigenerato). Una relazione certamente non casuale.

Fonte: ilblogdiadrianoforgione.myblog.it

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di Monia Di Biagio il Lun Feb 22, 2010 1:21 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2010 1:08 pm    Oggetto:  NUOVI CERCHI NEL GRANO 2009
Descrizione:
Rispondi citando

Crop circles 2009:”La Fenice” di Yatesbury nel Wiltshire (UK).

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


“..Io sono il Bennu, l’anima di Ra” - articolo di Massimo Fratini.

Altro pittogramma, incredibile, affascinante, bellissimo, non trovo aggettivo per descrivere l’ultimo Crop Circle comparso il 12 Giugno 2009 a Yatesbury nel Wiltshire (UK) e che mostra la Fenice simbolo del Fuoco, simbolo di spiritualità universale, purificatore e guaritore, e pure civilizzatore “Quiescit in sublimi”: si acquieta solamente quando ha raggiunto la sommità, la perfezione. La fenice rappresenta molti significati ma quello che più può interessare in questo periodo di grandi cambiamenti e il fatto che questo uccello rappresenta la Rinascita e che la fine di un ciclo non comporta la distruzione di tutto quanto fatto, bensì è permesso ripartire da dove si era arrivati per proseguire il cammino ad un livello superiore. Ma vediamo cosa significava La fenice nell’antico Egitto.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


«..Io sono il Bennu, l’anima di Ra, la guida degli Dei nel Duat… Che mi sia concesso entrare come un falco, ch’io possa procedere come il Bennu, la Stella del Mattino..cantando così divinamente da incantare lo stesso Ra»

Gli antichi egizi furono i primi a parlare del Bennu, che poi nelle leggende greche divenne la Fenice. Uccello sacro favoloso, aveva l’aspetto di un’aquila reale e il piumaggio dal colore splendido, il collo color d’oro, rosse le piume del corpo e azzurra la coda con penne rosee, ali in parte d’oro e in parte di porpora, un lungo becco affusolato, lunghe zampe e due lunghe piume — una rosa e una azzurra — che le scivolano morbidamente giù dal capo (o erette sulla sommità del capo).In Egitto era solitamente raffigurata con la corona Atef o con l’emblema del disco solare. Peraltro si dice anche che dalla gola della Fenice giunse il soffio della vita (il Suono divino, la Musica) che animò il dio Shu (in seguito identificato con Anhur, il cui nome significa Portatore del cielo, diventando Anhur -Shu un Dio barbuto). Anhur – Shu o Ashur era appunto il Dio che gli Assiri veneravano al posto di Marduk (Nibiru) e veniva simboleggiato all’interno di un disco alato.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Horus era associato anche al “Risorgere dalle proprie ceneri” – significa che la fine di un ciclo non comporta la distruzione di tutto quanto fatto, bensì è permesso ripartire da dove si era arrivati per proseguire il cammino ad un livello superiore.Il Ciclo della Fenice è l’opposto di quello del Serpente Ouroboros. Infatti mentre il Serpente si riveste dei viventi per replicare se stesso e li getta come cambiasse la pelle; la Fenice, al contrario, è l’Iniziato che domina l’energia del Serpente e la usa per replicare se stesso e per risorgere ad un gradino di vita superiore…

Chi non sa risorgere dalle proprie ceneri come una Fenice non farà nessun progresso, ma ogni anno tornerà sotto il giogo del Serpente. La Fenice sfugge al Ciclo del Serpente, in quanto non muore alla fine del ciclo per lasciare il posto alla propria discendenza, bensì rinasce dalle proprie ceneri.

Horus era associato anche al “Risorgere dalle proprie ceneri” – significa che la fine di un ciclo non comporta la distruzione di tutto quanto fatto, bensì è permesso ripartire da dove si era arrivati per proseguire il cammino ad un livello superiore.

Il Ciclo della Fenice è l’opposto di quello del Serpente Ouroboros. Infatti mentre il Serpente si riveste dei viventi per replicare se stesso e li getta come cambiasse la pelle; la Fenice, al contrario, è l’Iniziato che domina l’energia del Serpente e la usa per replicare se stesso e per risorgere ad un gradino di vita superiore…

Chi non sa risorgere dalle proprie ceneri come una Fenice non farà nessun progresso, ma ogni anno tornerà sotto il giogo del Serpente. .. La Fenice sfugge al Ciclo del Serpente, in quanto non muore alla fine del ciclo per lasciare il posto alla propria discendenza, bensì rinasce dalle proprie ceneri.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Fenice simbolo del Fuoco – simbolo di spiritualità universale, purificatore e guaritore, e pure civilizzatore “Quiescit in sublimi”: si acquieta solamente quando ha raggiunto la sommità, la perfezione. Rappresenta il Sole che nell’antico Egitto, a mezzogiorno era associato a un falco in volo (Horus) e a volte con un occhio che vedeva tutto e ardeva con giudizio (l’occhio di Horus).

Fonte: segnidalcielo.it

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Feb 22, 2010 1:47 pm    Oggetto:  Crop Circle di Barbury Castle
Descrizione:
Rispondi citando

Lo straordinario Crop Circle di Barbury Castle è stato decifrato: contiene una codifica del Pi Greco!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


E' uno dei più straordinari Crop Circles apparsi nel mondo negli ultimi tempi, e dal momento della sua comparsa in un campo d'orzo che si estende per oltre 45 metri, nei dintorni del castello di Barbury, a Wroughton, nel sud-ovest della Gran Bretagna, il 1 giugno scorso, ha fatto ammattire coloro che si sono applicati per cercare di 'decifrare' l'enigmatica figura.

Ora giunge la clamorosa notizia che il disegno impresso nel campo d'orzo sarebbe una complessa e perfetta rappresentazione grafica delle prime dieci cifre della formula matematica del Pi Greco (3,141592653).

Alla 'decifrazione' è arrivato dopo un lungo lavoro - durato due settimane - un'esperto, l'astrofisico Mike Reed che ha suddiviso il disegno in porzioni, ciascuna corrispondente ad un colore e ad un valore alfanumerico:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Origine 'aliena' o scherzo sofisticato, resta il fatto indiscutibile che questa a giudizio degli esperti è certamente la struttura di cerchi in un campo agricolo piu' complessa della Gran Bretagna.

Mike Reed ha spiegato alla stampa inglese: "L'immagine mostra chiaramente le prime dieci cifre del Pi greco - ha affermato Reed - che e' utilizzato per calcolare l'area del cerchio".

Straordinario.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Ven Apr 08, 2016 5:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

smile 7
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Grandi Misteri Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008