Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Intervista a Monia Di Biagio, di PennaD'oca.net
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le mie Interviste.
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Ven Ott 21, 2005 5:24 pm    Oggetto:  Intervista a Monia Di Biagio, di PennaD'oca.net
Descrizione:
Rispondi citando

Intervista a Monia Di Biagio, a cura di Laura Bertoli.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


-Sito Letterario-

***********************

-Per prima cosa le chiediamo una descrizione dei suoi Siti Internet...

...Ha specificato "pluralmente" bene ;0) ! Difatti oltre ad essere presente su innumerevoli siti, di cui ormai ho perso praticamente il conto ed alcuni dei quali sono ricordati e possono essere visionati liberamente sul mio sito personale nella sezione “Links Letterari” (...comunque in continuo aggiornamento) Le dicevo: oltre quelli in cui sono ospite, io ho vari “siti personali” + alcune "pagini personali" + due "Rubriche personali" come ad esempio "L'Intervista" su NuoviAutori o "Allo Specchio" su Speakers Corner della RCS... Ma come si sol dire, per non perderci sin da subito nei meandri della rete (la mia mentale): “cominciamo dall’inizio”!

-Dunque, cronologicamente:

1°- Il primo sito è la mia Home Page vera e propria, dove oltre alla mia Biografia, alle mie Onorificenze Letterarie, i comunicati stampa e le interviste che mi riguardano, troverete gran parte dei miei scritti di narrativa e sillogi poetiche, i miei 3 e-books, oltre alla pagina dedicata esclusivamente al mio libro edito da Prospettiva Editrice: “La Dama Bianca: un fantasma in cerca d’autore”. Se vorrete farmi l’onore di essere miei graditi Ospiti e Lettori, l’ URL della mia Home Page è il seguente:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


N.B. Questo sito però ormai è praticamente una "Pietra Miliare" del Web, che non posso più aggiornare, ma sta lì! E comunque è carino ;0) ! Dunque è stato CLONATO e "ricreato ex novo" su My Space, a questo link:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
che ad oggi è il mio Official Site, e (rispetto al mio primo esperimento di Sito Personale, di cui sopra) è aggiornato quotidianamente!

2°- Mentre il mio secondo sito di cui sono Fondatrice ed Amministratrice è SCRITTURALIA:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
un vero e proprio “Laboratorio di Scrittura Creativa”, al quale è possibile iscriversi e pubblicare i propri scritti, di Poesia o Narrativa, scegliendo come archivio per le proprie pubblicazioni, tra le numerose sezioni presenti. Dando così luogo e voce a un'infinitò di Argomenti trattati dal nostro "gruppo scrittorio" o come qualcuno amabilmente lo definisce “Cenacolo di Artisti”… In effetti le sezioni presenti sono tra le più svariate: si va dalla Teologia, alla Filosofia; dal Libro della Memoria, al Libro a più mani; dalle lezioni di metrica, alle poesie in vernacolo; presenti inoltre un forum, una messaggeria istantanea... E ecco il n 3° (di recentissima creazione):

3°- Una chat, restando in tema col sito, battezzata: "Chiacchieralia", proprio perché noi non vogliamo farci mancare mai niente ;0) ! La trovate qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


...E poi, altro sito "legato a filo doppio" con Scritturalia, ecco il numero:

4°- è “Messaggi dalla Rete” che trovate tra i gruppi di Yahoo, cliccando qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Ovvero il neonato "Gruppo di Lettura" di Scritturalia. Dove, per chi fosse interessato, sarà possibile pubblicare le proprie opere e leggere quelle degli altri, dando vita a un "Circuito di Mailing List" tra tutti gli iscritti, che sin d'ora spero saranno numerosi, sccaniti lettori e d'animo cortese!

5°- ....Più altre svariate pagine personali, messe a mia disposizione da gentilissimi Web Administrator, che non starò qui a nominare uno per uno, (se no finiamo a Natale di un imprecisato anno) e soprattutto per non fare torto a nessuno, dovessi dimenticarmi anche un solo nome... Comunque, dicevo, "Pagini Personali" che sparse per l'intero w.w.w. (se proprio in voi nascesse la spasmodica curiosità di conoscerle) potrete trovare elencate e visionarle, appunto, nella sezione “Links letterari” del mio sito personale:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


-Quando è nata in lei l’idea di creare il suo primo sito? Ma soprattutto come mai e che cosa voleva dare in più alla rete che già non fosse “on-line”?

L’idea di "un mio primo sito personale" risale ormai alla notte dei tempi, e per non sentirmi troppo "bacucca" eviterò scrupolosamente di ricordare! Ad ogni modo il "motivo principale" di creazione della mia prima Home Page: è stata appunto un mio sito personale dove mettere “in vetrina” i miei scritti, ma non solo... Difatti come spiego bene nel “Messaggio di Benvenuto” sul mio 1° sito e su tutti quelli che sono venuti poi, anche: "...Seguendo, difatti, pari-passo lo scopo peculiare di Internet anche quello di divulgare i miei pensieri, le mie parole ed avere così un contatto diretto con i lettori, che spero siano numerosi e d'animo cortese, seppur anche le critiche, sono ben accette.... Naturalmente! Siate buoni, però vi prego!”

Questa era l'idea, questo è quanto ancora oggi... Solo un po' più ampliato, in senso numerico, di "Luoghi Internettiani" conquistati e inchiostrati!

Ad esempio tornando al mio "1° -issimo sito personale":
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
è nato qualche tempo fa, quando ancora non conoscevo una virgola di html e nonostante tutto ho deciso di crearlo, tutto da sola e da autodidatta. In effetti la prima versione era molto più retrò, sfiorava, a dir di molti, quasi lo stile liberty, quindi quanto di più anacronistico potesse essere visto sulla rete, ed aggiungo io molto spartano. Ora il tutto è stato perfezionato ed è molto più lineare e contemporaneo.

Rispondendo invece alla seconda domana: cosa volevo mettere on line che ancora non ci fosse?

Naturalmente i miei scritti! Qesti ultimi raccolti tutti insieme e su un unico sito ancora non c’erano. E per leggerli occorreva digitare il mio nome su un qualsiasi motore di ricerca, per poi vedersi comparire una lista assurda ed interminabile di siti internet sui quali ero presente e dove pubblicavo… Ergo per facilitare la ricerca (Anche a me medesima), ho preferito mettermi al lavoro, perdere qualche ora di sonno e di salute psico fisica, e di creare così "un unico luogo virtuale" dove poter far trovare a chi fosse stato interessato, tutta la mia Vita Letteraria dalla A alla Z, come si sol dire!

Per "Scritturalia"
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
invece è stato diverso, e diversa anche la motivazione che mi ha spinto a crearlo, non senza, anche qui, gravosi sforzi iniziali: di tempo, di tecnica e di fantasia per suddividerlo nelle varie sezioni oggi presenti ed in continua fase di aggiornamento, a seconda delle necessità degli iscritti. Dicevo la motivazione iniziale, rispetto alla creazione della mia Home Page o Official Site, qualsivoglia, era totalmente diversa: difatti con "Scritturalia" e oggi anche con “Messaggi dalla Rete” volevo, e poi l’ho fatto, creare un punto d’incontro per tutti quegli scrittori esordienti e già affermati, alla ricerca di un “luogo adatto” dove pubblicare! Dunque anche “loro” e non solo io stavolta, pubblicare on line i propri scritti, di vario genere letterario. In effetti, poi, per molti utenti che si sono susseguiti ed interscambiati nel tempo, e precisamente dal 6 aprile 2003, “Scritturalia” lo è stato veramente il luogo adatto e prescelto a tale scopo! Io ho accettato di buon cuore, perchè scrivere per me come sempre è fondamentale, questo poi è un esperimento molto interessante, che mi permette di conoscere scrittori contemporanei, la cui bravura, ahimè, come sempre accade in questo difficile mondo, è celata ai più! Doppio quindi il mio impegno ed il mio onore a far conoscere un po' di più dei talenti spesso, troppo spesso, sommersi, per le inaccessibili regole dell'editoria Italiana!

-La sua idea originale di Sito Web è rimasta inalterata o nel tempo si è modificata, ed in questo caso in che direzione?

Niente è immutabile, specie su Internet! Il mio sito personale l’ho perfezionato ed aggiornato svariate volte, come già detto sino ad ora che risulta non più aggiornabile... Dunque "clonato" su My Space ecco che la mia idea iniziale, rinnovandosi ha preso un'alta direzione (anche in base agli strumenti tecnici, messi a disposizione, che migliorano di anno in anno) sebbene anche quest'ultimo, mio personale:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
non credo rispecchi ancora totalmente la mia idea di "Official Site", seppur letterario e dunque ancora una volta atto e praticabile all’interscambio con altri autori, questo significa forse che se troverò tempo ed avrò la forza di rimetterci le mani, lo modificherò ancora, non appena mi sarò annoiata di vederlo così come è ora, magari valorizzando maggiormente il blog (all'interno di quest'ultimo) dove "i lettori di passaggio" possano, magari lasciare un loro commento!

Credo poi, di essere molto lunatica da questo punto di vista… Difatti anche “Scritturalia” è in continua evoluzione, in base alle esigenze ed alle richieste degli iscritti, come ad esempio le varie sezioni che si aggiungono con l’ingresso di nuovi utenti, magari perché quest’ultimi oltre ad essere narratori e poeti sono ciò che io amo definire “Artisti completi”, ecco allora che proprio per loro vengono inserite sezioni dedicate all’arte pittorica, alla fotografia, alla musica, alla sceneggiatura, agli aforismi o personali “pillole di saggezza”. Ed io d’altronde amo la sperimentazione: sottopormi a delle interviste rientra senz’altro in questo settore particolare della mia vita letteraria.

-Oggi, dopo tutto questo tempo, quali pensa siano i vostri punti di forza e quali le vostre debolezze? Ma soprattutto quale è il messaggio che vuole trasmettere ad uno scrittore esordiente?

Replicando di primo acchito senza starci a riflettere troppo, risponderei alla prima domanda che i miei punti di forza sono proprio rappresentati dalle mie debolezze, perché è proprio su queste che meglio si può lavorare, costruire, modificare, plasmare, e non affinché scompaiano, ma affinché si migliorino! Intendo, da questo punto di vista, il mettersi ad esempio alla prova con un genere letterario poco apprezzato personalmente o impostare una collaborazione di un certo tipo alla quale non si era pensato prima. Ecco credo in definitiva che “la forza”, intesa proprio come esperienza in campo letterario, nasca proprio dal mettersi alla prova continuamente con se stessi e con quelle che si credono inizialmente essere le proprie definitive capacità, e che invece, con grande soddisfazione si scopre che possono essere ampliate e perfezionate, sempre!

Rispondendo alla seconda domanda: cosa direi ad un esordiente? Debbo innanzi tutto premettere che questa è proprio la 10°, ultima, classica ed immancabile domanda di ogni mia intervista quella che vuol segnare un vero e proprio filo conduttore tra tutte le varie “10°” risposte degli intervistati… Ed ora che devo rispondervi io, senza alcun dubbio, direi da subito ad un esordiente: che se si cerca e si anela alla pubblicazione cartacea, ci si deve da subito rendere conto che il “sistema editoriale” Italiano è una giungla! Non a caso io stessa ho una personale cartellina con su scritto “cannibali”, dove inserisco tutti quegli Editori, che dell’arte hanno fatto il proprio business, e che da me verranno sempre aborrati ed ostacolati. Non a caso sempre su “Scritturalia” ho voluto creare la sezione apposita, che ho chiamato “Vademecum dell’esordiente”, ed altresì a ogni giovane scrittore alle prime armi, che mi chiede consiglio e si mette in contatto con me, dico di frequentare il più possibile, quello che io riconosco come un grande sito dai fermi intenti: “Il rifugio dell’ Esordiente” appunto,
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
del quale anche io sono socia ormai dadata, e sul quale qualche tempo fa, in occasione del uscita del mio libro “La Dama Bianca: un fantasma in cerca d’autore” mi hanno fatto l’onore di mettermi tra “Gli Amici Famosi”. Grazie!

-Passando ad una visione più generale del nostro settore, qual è la sua visione dell'editoria attuale?

La definizione che ho già dato di “giungla” non è sgorgata nel mio animo a caso, ma è stata praticata e quindi pensata e ragionata. Perché io è proprio così che vedo e sento l’editoria Italiana. Dicendo questo, potrebbe sembrare che io faccia, come si sol dire “di tutta l’erba un fascio”, in realtà non è così, io ho ancora speranza di trovare ed incontrare un editore onesto che sappia fare il suo mestiere, che non dovrebbe essere solo quello di commerciante di “Arte a pagamento” bensì, quello di Mecenate, che segue e conduce per mano lo scrittore selezionato dalla propria commissione di lettura, quasi per mano dopo la pubblicazione, nel mondo della pubblicità e della diffusione. Invece spesso e volentieri proprio non è così: pagato quello che in gergo chiamano “contributo alle spese di stampa”, contributo per il quale si parla sempre di qualche migliaio di € da sborsare di tasca propria, quindi in questo senso “contributo” è un vero e proprio eufemismo, tutto ciò che segue, proprio come spiegavo qualche tempo fa, è un libro fantasma, che nessuno o in pochissimi conoscono, mai presente fisicamente sullo scaffale di una libreria, ma celato solo ed esclusivamente in un catalogo librario, quello appunto consegnato a vari librai e che forse solo loro leggono. Insomma se scegliendo una casa editrice, si pensa e si spera di dare, appunto "una casa" al proprio libro, ma direi meglio alla propria creatura, ci si rende conto in seguito, di aver dato a questa non una casa, ma una prigione di cristallo dalla quale è difficile che questa possa uscire anche solo per fare un giretto, e incontrare quel pubblico che da solo di certo non può accorgersi che quell’opera in commercio già c’è!

-Che possibilità ha secondo lei un autore esordiente di essere letto da un pubblico vero e proprio?

In base a quanto già detto poc’anzi, non ho alcun dubbio nel rispondere che: il numero di possibilità di essere letto da un pubblico più ampio, deve essere calcolato in base alle varie “presentazioni” che si intendono fare, subito dopo l’uscita del libro! D’altronde non è proprio la pubblicità che porta alla conoscenza dei più, dopo l’uscita di un nuovo libro? Ma se la pubblicità (da parte della casa editrice) è praticamente poca o nulla per un esordiente e nessun altro si prende la briga di fartela: come si fa a far conoscere il proprio libro? Come può fare un Esordiente, se i Mass Media sono troppo impegnati a parlare sempre dei soliti nomi noti? Forse, a parte attendere che la voce di chi già lo ha letto inizi a circolare, cosa si può fare nel frattempo? Bisogna organizzarzi e farsi conoscere chiedendo, personalmente, badate bene, senza alcun intermediario, anche se come ripeto l’intermediario in questo senso dovrebbe essere l’editore stesso, dicevo organizzando e chiedendo personalmente, ospitate qua e là in giro per l’Italia, dove il proprio libro possa essere portato all’attenzione degli ospiti presenti. Utilizzare Internet dove possibile per farsi conoscere senza cadere nello spam, penalizzato per legge, ma magari ospitati da siti letterari, fanzines e riviste letterarie on line o cartacee, e tutto questo senza attendere che ci cada come la manna dal cielo, ma impegnandosi in primissima persona a richiedere ed organizzare. E’ dura, ma è così! E poi d’altronde non si dice proprio: "chi fa da sé, fa per tre" ?

-Quali iniziative promuove in sostegno ad un emergente?

Come già accennato su “Scritturalia”: con il “Vademecum dell’esordiente” che contiene tutti quei consigli basilari a cui un esordiente dovrebbe sempre far capo prima di muoversi in qualsivoglia direzione, di pubblicazione on line o cartacea. Ma anche e sempre, quando ricevo ad esempi una qualsivoglia e-mail dove mi si chiede un consiglio pratico o un appoggio morale e concreto, non manco mai di rispondere repentinamente e non mi tiro mai indietro.

-Qual è il ruolo di internet nella diffusione dei nuovi testi? Lei pensa che in internet ci siano tipi di autori e di pubblico diversi rispetto a quelli dell'editoria cartacea?

Su Internet si legge e ci si cimenta a leggere un po’ di tutto, in libreria, invece, proprio da una recente statistica “sullo stato di lettura in Italia” curato e pubblicato come ogni anno da Andrea Giannasi della Prospettiva Editrice: solo l’1% della popolazione italiana c’entra regolarmente! La differenza dunque sta tutta qui: chi è lettore e frequentatore di internet, non sempre lo è anche di edizione cartacee da acquistare in libreria. Dunque le possibilità di essere letti e conosciuti su internet sono di gran lunga maggiori rispetto a quelle che si hanno non essendo pubblicizzati su internet, ma solo attraverso i canali classici di una qualsiasi casa editrice!

-Che modifiche ha portato il W.W.W. nel Mondo della Scrittura? Ha forse cambiato il modo di scrivere e il modo di leggere?

Altroché, se il w.w.w. ha portato un cambiamento nel modo di scrivere! Basta leggere alcuni messaggi ed oserei dire anche alcuni pensieri poetici, che si vorrebbero far passare come poesie, per renderci subito conto, che il linguaggio usato potrebbe essere press’a poco quello di un s.m.s o di una chattata! Naturalmente il mio tono polemico in questo, vuol essere confermato dal fatto che secondo il mio personale avviso sempre più ci stiamo disamorando della scrittura, della lingua italiana e del buon scrivere. Il "linguaggio internettiano", espresso con questo mio neologismo inglesizzato, da vita a forme di scrittura: siglate, coniate su misura, non utilizzabili quindi in ambiti diversi dal web! Per questo e soprattutto per la massiccia presenza di Internet nelle nostre vite: sta prendendo così tanto piede, anche nel parlato quotidiano, che forse a poco a poco non sapremo più parlare in modo diverso! Basti pensare che oggi anche mia nonna, di 86 anni, e questo non è solo un aneddoto, utilizza frasi come “attenti a navigare in rete c’è un virus!” espressione utilizzata da lei, con mia grandissima sorpresa, non molto tempo fa dopo aver ascoltato al tg del virus on line di ultima generazione! E questo lo fa una ottantaseienne, mentre i naviganti abituali, usano anche nella vita e nei loro scritti espressioni come: "loggato", "postato", "bannato"... E su My Space, è di norma "digitare": "Grazie per l'Add!" oppure "Grazie per la Req!"... Vi figurate che genere di anacronismo ormai sarebbe rispondere a qualcuno che ti ha appena fatto una "richiesta di amicizia" e dunque concretamente di essere aggiunto alla tua "Lista di Amici presenti sul tuo Sito" se tu invece di aggiungerlo e poi commentarlo con un semplice "10x per la Req!" gli scrivessi: "Ti ringrazio infinitamente, per la richiesta di amicizia, sei appena stato aggiunto alla mia lista di Amici!" Costui come minimo ti prenderebbe per il Fantasma di D'Annunzio! Internet è veloce, così come il linguaggio che in esso viene usato... E oggi anche fuori di esso! E internet non ha cambiato solo il nostro modo di scrivere, di parlare, ma anche quello di gestire gran parte della nostra vita privata: su internet si legge, si pubblica, si fa amicizia, si lavora, ci si fa pubblicità, la privacy va a farsi benedire… Insomma è proprio il ponte per arrivare là, dove in altro modo non si potrebbe arrivare! E’ la globalizzazione degli intenti, dei modi di vedere e di socializzare, ed allo stesso tempo la libertà di azione, in ogni singolo settore della propria vita!

-Un’ultima curiosità: gli e-book, che sono la cosa più vicina ad un libro che funzione e che futuro possono avere?

Io ho all’attivo tre e-books: “Storie per una notte”, “Per Amore” e “Sentimento Nuovissimo” (la mia prima silloge di poesie completa che mai pubblicherò su carta, seppur vincitrice di vari Premi Letterari, ma che ho preferito veicolare gratuitamente, via telematica, perché su carta si sa la poesia è molto poco vendibile ed apprezzata, almeno a detta di alcuni editori che debbono perdere tempo a pubblicarla per poi molto probabilmente non venderne una sola copia!) Tutti questi tre e-books sono visionabili sul mio sito a questo link:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Comunque, gli e-books proprio essendo la tipologia di libro più vicina alla versione cartacea, ma a maggior ragione proprio perché veicolati tramite internet, potrebbero con grossissime possibilità rappresentare il libro del futuro, perché facili da scaricare, da stampare comodamente a casa propria, o da non stampare per nulla, da leggere senza dover uscire per comprarseli o senza dover attendere i tempi per un ordine a ricevere al proprio indirizzo di casa, ma soprattutto perché gratuiti! Uno scrittore però, visti tutti questi pro, che per lui potrebbero rappresentare anche dei contro, dovrebbe saper scegliere cosa far diventare e-book e cosa immortalare su carta! Il lettore invece come sempre è liberissimo di scegliere cosa più gli aggrada! Io onestamente, sia da scrittrice che da lettrice, alla presenza di un libro fisico nella mia libreria, che amerò veder crescere negli anni, non rinuncerei mai!

-Altre note che le sembra doveroso aggiungere:

Credo veramente di aver viscerato tutto e di più! Colgo dunque solo l'occasione per ringraziare cordialmente il sito Penna d’oca e l’intervistatrice Laura, per questa interessante intervista alla quale gentilmente hanno voluto sottopormi. Spero con la mia sincerità, di esser stata per voi intervistata gradita e per i lettori (alcuni di loro fors’anche “addetti ai lavori” nel mio stesso settore) di aver rappresentato quel consiglio spassionato che molti altri, a volte, preferiscono tacere. Grazie, in definitiva, per la possibilità che mi avete dato di esprimere attraverso queste domande il mio pensiero.

E grazie alla Rivista “Inchiostro” per aver voluto cortesemente pubblicare questa mia "Presentazione di Autrice, presente sulla Rete".

Caramente, Monia Di Biagio.

*****************

Contatti con gli Autori:

-Laura Bertoli (Sito Letterario Penna D' Oca):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


-Monia Di Biagio (Sito Letterario Scritturalia):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


******************

N.B. Per l'utilizzo di questa "intervista" è necessario richiedere il consenso al redattore ed all'autore intervistato. Copyright © 2005 [Monia Di Biagio].®Tutti i diritti riservati ai rispettivi autori.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Ven Ott 21, 2005 5:24 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le mie Interviste. Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008