Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Agenzie ed Editori
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vademecum dell' Esordiente
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Ven Ott 28, 2005 9:16 pm    Oggetto:  Agenzie ed Editori
Descrizione:
Rispondi citando

Agenzie ed Editori:
Soltanto procacciatori d'affari o validi consulenti letterari?


Articolo a cura di Maria Grazia GRECO -Scrittrice ed Agente Letteraria- per Il Rifugio degli Esordienti:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Gli Editori - ma anche gli Agenti Letterari - conoscono molto bene una realtà non sempre sommersa che caratterizza il variegato mondo della scrittura. Tale realtà si può efficacemente sintetizzare con un'opinione di Leo Longanesi, secondo cui "l'arte è un appello al quale molti rispondono senza essere chiamati".

E' inutile nasconderlo: sul totale dei lavori inviati direttamente dagli autori alle case editrici - ma anche tra quelli proposti alle agenzie per una promozione editoriale - sono davvero percentualmente pochi quelli che effettivamente valgono, e che meritano quindi di essere pubblicati.

Ecco allora la domanda cruciale del nostro problema: la funzione dell'Agente Letterario nei confronti delle case editrici deve consistere nel filtrare tra le innumerevoli proposte di autori, soprattutto esordienti, quelle veramente valide e quindi pubblicabili? Deve esplicarsi quindi in una valida opera di consulenza letteraria? O può risolversi semplicemente nel procacciare affari, vale a dire nel far concludere contratti che siano proficui per l'editore e al tempo stesso "gratificanti" per autori di modesta statura?

La risposta mi sembra chiara, scontata quasi.

Gli editori disponibili a pubblicare qualsiasi cosa pur di concludere contratti economicamente vantaggiosi non hanno certo bisogno di agenti letterari "procacciatori d'affari". L'esperienza infatti mostra che grazie agli innumerevoli invii spontanei effettuati quotidianamente, non è certo difficile per editori in cerca di buoni affari procurarsi materiale che può, in tempi relativamente brevi, trasformarsi in vantaggiosi contratti di edizione. I "procacciatori d'affari" servirebbero semmai a quelle sedicenti case editrici che cercano affannosamente di conquistare un proprio spazio nel sottobosco del mondo editoriale, nella speranza di arrivare, prima o poi, ad essere destinatarie anch'esse di copiosi invii spontanei.

Ma è vero anche che ci sono Editori che privilegiano la considerazione dei testi che arrivano loro attraverso le Agenzie Letterarie o che addirittura, per smaltire la pletora degli invii spontanei, possono dare una parte dei testi da valutare in lettura ad un Agente Letterario. E qui passiamo il Rubicone, e arriviamo all'altro termine del problema. Perché mai infatti un editore interessato esclusivamente a concludere buoni affari dovrebbe privilegiare l'esame di testi proposti dall'agente letterario o addirittura interpellarne uno per svolgere la lettura critica e la conseguente selezione di un certo numero di opere da pubblicare?

La risposta questa volta è davvero ovvia. È chiaro che in questi casi l'Editore ( e stavolta non in corsivo, e per di più con la "E" maiuscola!) intrattiene con l'Agente Letterario rapporti che esulano dal campo degli "affari" e che interessano invece un campo ben diverso: quello della vera e propria consulenza letteraria. Ecco che allora l'Agente Letterario, in casi come questi (ma non solo) diventa per l'Editore un valido punto di riferimento per acquisire testi funzionalmente utili al perseguimento di una linea editoriale non casuale, non improvvisata, ma pianificata e rigorosa, non soltanto per quanto attiene il concreto progetto editoriale che la Casa Editrice intende portare avanti, ma anche e soprattutto per il valore intrinseco di ogni singolo testo.

L'Agente Letterario diventa in questo caso un vero e proprio consulente. Ed è ovvio perciò che una figura di questo genere, oltre che un'adeguata esperienza nel campo, deve possedere precise competenze tecniche, maturate attraverso studi specialistici che dovrebbero sempre far parte della sua formazione. E' necessario poi che tali competenze vengano continuamente coltivate attraverso il loro aggiornamento e approfondimento, che può esplicarsi in attività di vari tipi, quali esperienze dirette di scrittura e rapporti costanti con Editori qualificati e con il mondo della cultura in genere.

È superfluo quindi esortare gli Editori a non dare troppa considerazione a quegli agenti letterari che magari sono abili procacciatori di affari ma che non sono sempre in possesso di precise competenze tecniche: gli Editori (quelli seri e affidabili, non certo quelli a caccia di contratti) sanno bene che non di "procacciatori di affari" hanno bisogno, ma di validi e qualificati consulenti letterari.

E a questi, infatti, fanno sempre ed infallibilmente riferimento."

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Ven Ott 28, 2005 9:16 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Vademecum dell' Esordiente Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008