Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Friedrich Schiller
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storie di vita vissuta...
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Gio Set 14, 2006 1:55 pm    Oggetto:  Friedrich Schiller
Descrizione:
Rispondi citando

Friedrich Schiller

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Friedrich Schiller nacque a Marbach (Württemberg) nel 1759, scrittore e drammaturgo tedesco, autore di drammi, poesie e saggi storici e filosofici, che s'iscrivono, per il forte accento posto sulla libertà fisica ed etica dell'individuo e per il vigore drammatico, nella cornice del movimento noto come Sturm und Drang.

Figlio di un ufficiale dell'esercito, studiò legge e medicina per poi entrare al servizio del duca del Württemberg. Esordì nel 1782 con la fortunata rappresentazione I masnadieri (tragedia poi pubblicata nel 1781) al teatro di Mannheim, che metteva in scena le avventure di un fuorilegge idealista in rivolta contro una società ingiusta e crudele. Allontanatosi, senza autorizzazione, dal ducato in occasione delle prove della rappresentazione, Schiller diede il pretesto alle autorità di attuare il suo arresto; inoltre, ricevette il divieto di comporre altri drammi di spirito sovversivo.

Riuscito ad evadere visse clandestinamente in varie città tedesche. Ai Masnadieri seguirono le tragedie in prosa La congiura di Fiesco a Genova e Intrigo e amore, entrambe rappresentate nel 1784. Intanto, lo scrittore tedesco, aveva cominciato a lavorare al Don Carlos (nel 1787 ci sarà la stesura definitiva) con la quale opera Schiller abbandonerà la prosa per la pentapodia giambica e che segnerà il passaggio verso la seconda fase dell'attività schilleriana, caratterizzata dal classicismo.

Negli anni seguenti lo scrittore si dedicò prevalentemente agli studi storici. La Storia dell'insurrezione dei Paesi Bassi contro il governo spagnolo (1788) e l'interessamento di Johann Wolfgang von Goethe (che incontrerà soltanto due anni dopo) gli valsero la cattedra di storia all'università di Jena nel 1790. Tra Schiller e Goethe nacque un'amicizia che si rivelò intellettualmente proficua per entrambi. Nel 1799 Schiller terminò un'opera considerata tra i maggiori drammi storici, una trilogia in versi, il Wallenstein: L'accampamento di Wallenstein, I Piccolomini, La morte di Wallenstein, cui fanno da sfondo le vicende della guerra dei Trent'anni.

Verso la fine del 1799 lo scrittore si stabilì permanentemente a Weimar. Qui videro la luce le sue opere della fase considerata classica: Maria Stuarda, La pulzella d'Orléans (entrambe rappresentate nel 1801), La sposa di Messina (1803) e Guglielmo Tell (1804). Come traduttore, Schiller fece conoscere al pubblico tedesco il Macbeth di Shakespeare e la Fedra di Racine. Come storico ci ha lasciato l'imponente Storia della guerra dei Trent'anni (1791-1793). Fra i trattati filosofici vanno ricordati Lettere sull'educazione estetica dell'uomo (1795), in cui l'autore esprime la sua fede nella perfettibilità dell'uomo attraverso l'esperienza artistica, e Sulla poesia ingenua e sentimentale (1795-1796).

Importante fu anche la sua produzione poetica, della quale si ricordano le poesie mitologiche e filosofiche (tra queste ultime, L'ideale e la vita del 1796); le Ballate (1798), dai temi più lievi; la Canzone della campana (1800) e l'Ode alla gioia (1785), che fu ripreso da Ludwig van Beethoven per il coro finale della Nona sinfonia. Schiller morì a Weimar nel 1805.

(Note biografiche a cura di Michela Pisu)

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Gio Set 14, 2006 1:55 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storie di vita vissuta... Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008