Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

SEMANTICA
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Linguistica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:07 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Antonomasia

L'antonomasia è la figura retorica che si ha quando ad un nome si sostituisce una denominazione che lo caratterizza. Si può sostituire un nome comune o una perifrasi ad un nome proprio, per personaggi celebri, o viceversa. Nel primo caso si hanno spesso finalità apologetiche e si possono creare soprannomi o addirittura nomi o cognomi, nel secondo si riassumono sinteticamente intere categorie e si possono creare nuovi nomi comuni.

Ad esempio nel primo caso:

-"il poeta" o "il Poeta" al posto di Dante Alighieri
-"Duce" al posto di Benito Mussolini
-"Avvocato" al posto di Gianni Agnelli
-"Malpelo" come nome proprio del protagonista del racconto Rosso Malpelo di Giovanni Verga
-"el pibe de oro" al posto di "Maradona"
-"il mahatma" al posto di "Gandhi"
-"l'eroe dei due mondi" al posto di "Garibaldi"

Mentre nel secondo caso:

-"perpetua" per l'assistente personale di un sacerdote (da Perpetua, il personaggio dei Promessi sposi di Alessandro Manzoni)
-"ercole" o "un Ercole" per un uomo di grande forza (dall'eroe greco Ercole)
-"caruso" o "un Caruso" per un cantante (dal nome del cantante Enrico Caruso)

La parola "antonomasia" è utilizzata anche nell'espressione "per antonomasia", che significa "per eccellenza".

Antonomasia e gergo

In generale le antonomasie sono tali per determinati ambienti, culture e paesi.

Alcune antonomasie sono valide solo in ambienti ristretti e rientrano quindi nell'ambito dei gerghi. Ad esempio Gertrude (la "Monaca di Monza", un personaggio dei Promessi Sposi) era "chiamata per antonomasia la signorina" all'interno del suo monastero.

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Antonomasia" Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:07 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:08 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Enfasi

L'enfasi (dal greco èmphasis, da empháinō, «esibisco, mostro») è una figura retorica che consiste nell'evidenziare e accentuare un termine o una frase, in modo da renderne il significato pregnante e intenso.

Nell'affermazione Lui sì che è un uomo l'enfasi carica il termine uomo di alcuni tra i suoi attributi specifici.

Un esempio in Torquato Tasso:

Vissi e regnai; non vivo or più non regno,

per rendere più intensi i concetti di vivere e regnare (Gerusalemme liberata).

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:11 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Iperbole (figura retorica)

L'iperbole (dal greco ὑπερβολή, hyperbolé, «eccesso») è una figura retorica che consiste nell'esagerazione nella descrizione della realtà tramite espressioni che l'amplifichino o la riducano.

Esempi:

-quella macchina, la desidero da morire
-il prezzo del petrolio è schizzato alle stelle
-oggi cucino due spaghetti
-un attimino
-ti amo da morire
-ti stavo aspettando da una vita
-perdere quell'amichevole fu per noi una catastrofica sconfitta

Dagli studiosi è stato messo in luce che l'iperbole presuppone la "buona fede" di chi la usa: non si tratta infatti di un'alterazione della realtà al fine di ingannare, ma, al contrario, allo scopo di dare credibilità al messaggio attraverso un eccesso che imprima nel destinatario il concetto che si vuole esprimere.

Un'iperbole che ha forma di paradosso è l'adynaton. Ha anche una forma di contrario: understatement.

Troviamo numerose iperboli in Arietta, un poema di Arnaut Daniel:

...Io sono Arnaldo, che corro con il vento, caccio con il bue la lepre e nuoto contro la marea montante...
...Sono io colui che adora la donna più bella del mondo...


Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Iperbole_%28figura_retorica%29" Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:12 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Ironia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L' ironia è una figura retorica, e consiste nel far intendere una cosa mediante una frase di senso esattamente opposto.

Ne sono alcuni esempi:

-"Che bell'auto!" di fronte ad un catorcio
-"Hai avuto proprio un'idea geniale!" nel caso in cui una decisione ha avuto effetti disastrosi


Ironia socratica

L'Ironia socratica consiste storicamente nella pretesa del filosofo Socrate di mostrarsi ignorante in merito ad ogni questione da affrontare, ciò che costringe l'interlocutore a giustificare fin nei minimi dettagli la propria posizione (il che lo conduce sovente a rilevarne l'infondatezza ed il carattere di mera opinione).

Ciò coerentemente con il metodo socratico, che conduce l'interlocutore a trovare da solo le risposte alle proprie domande piuttosto che affidarsi ad una autorità intellettuale in grado di offrire risposte preconfezionate.

La parola greca eironeia si riferisce appunto ad una tale dissimulazione, che Socrate eleva a metodo dialettico.

Essa implica l'assunzione di una posizione scettica, un atteggiamento di rifiuto del dogma e di ogni convinzione che non basi la sua validità sulla ragione.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:17 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Litote

La litote è una figura retorica che consiste nel dare un giudizio usando il termine contrario preceduto dalla negazione.

Ad esempio è una litote la frase "Quell'uomo non è un genio", per indicare che una persona è stupida.

La litote può anche essere per così dire "positiva": affermare "questa non è una pessima idea" significa approvarla.

Generalmente però viene usata per rafforzare un giudizio negativo, lasciando in superficie una versione che sembra più edulcorata.

L'esempio tipico di litote è probabilmente la definizione che Alessandro Manzoni dà di Don Abbondio nei Promessi sposi:

-Don Abbondio (il lettore se n'è già avveduto) non era nato con un cuor di leone.

Oppure un esempio si ha in Foscolo, nel suo sonetto A Zacinto:

-"...onde non tacque (litote)

-le tue limpide nubi (ossimoro) e le tue fronde (sineddoche)

Voci correlate (vedi sotto)

-eufemismo
-perifrasi
-ossimoro
-sineddoche

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Litote" Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:20 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Eufemismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'eufemismo è una figura retorica e consiste nell'uso di una perifrasi al fine di attenuare il carico espressivo di ciò che si intende dire, perché ritenuto offensivo, osceno o troppo crudo.

Ad esempio:

-"questo piatto lascia a desiderare" per non dire che è ripugnante

-"Tizio non è particolarmente intelligente" per non dire che è stupido (anche se in questo caso si parla piú propriamente di litote)

-"mordere la polvere" per non dire essere in una posizione secondaria

-"il caro nonno non è più tra noi" per attenuare una proposizione di senso troppo crudo del tipo "il nonno è morto"

-Il termine deriva dal verbo greco euphemèo, risuonare bene.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:23 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Ossimoro

L'ossimoro (pronunciabile tanto ossimòro quanto ossìmoro, dal greco ὀξύμωρον, composto da ὀξύς «acuto» e μωρός «sciocco») è una figura retorica e consiste nell'accostamento di due termini in forte antitesi tra loro in modo da creare un originale contrasto, talvolta con sorprendenti effetti linguistici.

Esempi:

-"brivido caldo"
-"convergenze parallele"
-"fuoco freddo"
-"ghiaccio bollente"
-"lucida follia"
-"urlo silenzioso"
-"silenzio assordante"
-"disgustoso piacere"
-"buio accecante"
-"attimo infinito"
-"affogare respirando"

La notevole incisività e forza delle espressioni basate su ossimori è stata ampiamente sfruttata nell'arte per produrre, fra le altre cose, titoli a effetto:

-L'insostenibile leggerezza dell'essere, notissimo romanzo di Milan Kundera
Orlando furioso (Orlando era personaggio tradizionalmente associato alla saggezza)

-Eyes Wide Shut, l'intraducibile titolo del film di Stanley Kubrick, unisce la particella wide, generalmente usata nell'espressione wide open, come in eyes wide open, "occhi spalancati" al participio opposto shut ("chiusi").

-Anche nel romanzo 1984 di George Orwell gli slogan ripetuti ossessivamente dal regime del Grande Fratello sono basati su ossimori, quali: "La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza".

Voci correlate (vedi sotto)

-Metasemema

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Ossimoro" Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:26 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metasemema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il metasemema (dal greco metá, che indica trasformazione, e sēmaínō, «significo») è il tipo di figura retorica che modifica il significato di una parola sul piano del contenuto.

Le figure più note di questo tipo sono la sineddoche, la metafora, la metonimia e l'ossimoro.

Voci correlate (vedi sotto)

-Metalogismo
-Metaplasmo
-Metatassi

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:28 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metalogismo

Il metalogismo (dal greco metá, «oltre», e lógos, «discorso») è il tipo di figura retorica che modifica il valore logico della frase violando le regole di veridicità, cioè perdendo un significato letterale, e di conseguenza non ha più restrizioni linguistiche (esempio: «bello da morire»).

I metalogismi fanno appello alla conoscenza che il destinatario ha del referente per contraddirne i dati. Nei discorsi politici e giornalistici è facile riconoscere molte di queste figure retoriche.

Sono metalogismi l'iperbole, il paradosso, l'ironia, l'eufemismo e la reticenza.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:29 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metaplasmo

Il metaplasmo (dal greco metaplássō, «io trasformo») è il cambiamento dell'aspetto sonoro o grafico delle parole o dei loro componenti, come le sillabe o i fonemi.

Può avvenire attraverso:

-l'aggiunzione (protesi, epentesi, epitesi), la soppressione (aferesi, apocope, sincope)
o

-la permutazione (metatesi) di suoni.

Il metaplasmo viene talvolta usato come figura retorica per produrre o intensificare particolari effetti sonori tra le parole (allitterazione, paronomasia, rima, assonanza, eccetera).

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:30 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metatassi

La metatassi (dal greco metá, «oltre», e táxis, «ordine») è il tipo di figura retorica che comporta il cambiamento della struttura sintattica di una frase.

Tra le figure retoriche di quest'ambito si possono ricordare l'ellissi, l'asindeto, l'enumerazione, la simmetria, l'anacoluto, il chiasmo e l'iperbato. Queste figure sono molto frequenti nel linguaggio giornalistico, specialmente nei titoli.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:35 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metalessi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La metalessi o metalepsi (dal greco metálēpsis, «trasposizione») è una figura retorica molto rara che consiste in un particolare tipo di metonimia in cui il termine proprio è sostituito non con il suo traslato immediato, ma attraverso una o più metafore intermedie.

Secondo Lausberg è una manifestazione della sinonimia e consiste precisamente nell'utilizzare un sinonimo come tropo.

Secondo altri, invece, la metalessi è quel fatto retorico che si ha quando, per comprendere il senso o il significato di quanto è detto o scritto, bisogna passare attraverso uno o più anelli intermedi che vengono omessi:

-Quella donna ha passato molte primavere" > primavere = "stagioni" = anni

La metalepsi, rispetto ad un gruppo di parole, può aversi tramite l'utilizzo di una costatazione di fatto per intendere un giudizio di valore:

"Lei dimentica quanto le è stato dato" = "lei non è riconoscente"

Più in generale, la sostituzione può avvenire anche con altre figure retoriche come la litote, l'allusione, l'ironia.

Esempio:

-post aliquot aristas «dopo alcune estati», con il passaggio di significato da «resta di grano» (arista) a «raccolto» a «estate»

(Virgilio, Bucoliche, I, 70)

Voci correlate (vedi sotto)

-Metonimia

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:36 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Metonimia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La metonimia (pronunciabile tanto metonimìa quanto metonìmia, dal greco μετα, che esprime trasferimento, e ονομα, «nome») è una figura retorica in cui un dettaglio o un concetto sono usati per evocare un’idea o rappresentare un oggetto a essi correlato.

Di fatto, nella metonimia la sostituzione dei termini fa sì che si scambi:

-la causa per l'effetto (avere le guance rigate di pianto / di lacrime)

-l'effetto per la causa (guadagnarsi il pane con il sudore / con la fatica)

-la materia per l'oggetto (possedere molti ori / monili d'oro)

-il contenente per il contenuto (bere un bicchier d'acqua / l'acqua nel bicchiere)

-l'astratto per il concreto (confidare nell'amicizia / negli amici)

-il concreto per l'astratto (ascoltare il proprio cuore / i sentimenti)

In tutti questi casi il termine usato indica comunque il concetto da esprimere malgrado la mancanza del termine proprio, in quanto tra le due parole c'è una connessione diretta o indiretta.

Quando tale connessione è di tipo quantitativo, ad esempio la parte per il tutto, la metonimia prende il nome di sineddoche.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:39 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Perifrasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La perifrasi è una figura retorica dove il significato di una parola o di una frase è espresso da una serie diversa di parole o frasi, in genere più lunga.

La parola perifrasi deriva dal greco, perí, intorno, phrázo, dire, mentre l'equivalente termine circumlocuzione viene dal latino.

Entrambe significano "fare una frase attorno".

Le perifrasi possone essere usate nel linguaggio formale per evitare una ripetizione ravvicinata dello stesso termine, per rendere meglio comprensibile un concetto complicato dal punto di vista tecnico, oppure per evitare termini che possono essere percepiti come non rispettosi. In tale ultimo caso le perifrasi possono dar luogo ad eufemismi.

Esempi:

-"il romanziere milanese" sta per "Alessandro Manzoni";

-"andò a ricevere il premio della sua carità", eufemismo per dire "morì" (Alessandro Manzoni, I Promessi Sposi);

-"Forza paese bagnato dal mare Tirreno e dal mare Adriatico" per dire "Forza Italia" (Roberto Benigni)

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Lun Nov 13, 2006 1:40 pm    Oggetto:  SEMANTICA
Descrizione:
Rispondi citando

Sineddoche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La sinèddoche (dal greco synekdéchesthai, «ricevere insieme») è una figura retorica che consiste nell'uso in senso figurato di una parola al posto di un'altra, mediante l'ampliamento o la restrizione del senso.

La sostituzione può essere:

-della parte per il tutto ("la vela" al posto di "nave");

-del tutto per la parte ("una borsa di serpente" al posto di "una borsa di pelle di serpente");

-del singolare per il plurale e viceversa ("l'italiano" -inteso come persona- "all'estero");

-del genere per la specie e viceversa ("il mortale" per "l'uomo").

Si distingue dalla metonimia perché si basa su relazioni di tipo quantitativo.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Linguistica Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008