Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Due Libri di Simone Togneri
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Libri in Vetrina
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 44
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Mer Set 12, 2007 12:25 pm    Oggetto:  Due Libri di Simone Togneri
Descrizione:
Rispondi citando

-Due Libri di Simone Togneri-

1°-Dio del Sagittario:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Un giallo in una Firenze preoccupata e cupa, impaurita e ancora scossa. Edizioni L’Età dell’Acquario, pag. 384, 19 euro

-Recensione a cura di Tommaso Chimenti-

Un serial killer si aggira indisturbato ed impunito per Firenze. Ma non si tratta del Mostro, anche se più volte viene citato. Alla sua prima prova letteraria Simone Togneri, trentenne lucchese, ha tirato fuori dal cilindro questa intricata storia che miscela arte e delitti, criminologia e fanatismo religioso. “Dio del Sagittario” (Edizioni L’Età dell’Acquario, 384 pag., 19 euro) si svolge alle spalle di una Firenze preoccupata e cupa, impaurita e ancora scossa nel dopo “Compagni di merende”, l’imminente guerra in Afghanistan, un accenno alla tragedia di Ustica. Tracce di Faletti, quel tanto di splatter che non guasta. Il modus operandi dell’omicida seriale ricorda molto la pellicola “Seven”: tre cadaveri massacrati facendo riferimento ad iconografie classiche sul martirio di alcuni santi. Il primo ucciso a colpi di frecce come il San Sebastiano del Mantegna, il secondo arrostito sulla graticola come San Lorenzo, il terzo scarnificato come San Bartolomeo. Ad indagare un commissario con un cognome che è tutto un programma, Mezzanotte, asfissiato dalle telefonate notturne dell’ex moglie vendicativa, e Simon Renoir, l’ater ego dell’autore. Il Simon letterario è docente all’Accademia delle Belle Arti e Togneri si è diplomato proprio a Firenze ed evidentemente il pittore francese è un suo modello artistico. Molti i colori sui quali si sofferma l’esordiente: l’Arno, il cielo, i volti sono per lui incipit per altrettanti permeanti sfumature e pastelli che affondano ora il pennello nella realtà più viva o cruda, ora nel sogno, nel ricordo infantile, nella memoria traumatizzata. Il rapporto tra il poliziotto Mezzanotte e il docente Renoir è comunque, volutamente o meno, ambiguo e lascia uno spazio pruriginoso ad un possibile intreccio omosessuale, un “Brokeback mountain” in salsa fiorentina, un duetto alla Dolce e Gabbana dell’ordine costituito. Tra i due anche un giornalista, che arriva prima della Polizia sul luogo degli omicidi, che viene prima indagato e poi arrestato (e la mente non può non andare a Mario Spezi). Ognuno ha un passato da esorcizzare, un lato oscuro che torna a battere cassa, a bussare insistentemente, a chiedere di pagare dazio. L’assassino si cela dietro sette a sfondo religioso, riunioni plagianti, voodoo ed indottrinamenti stile “Bambini di Satana” con un prete deus ex machina (simile a Muccioli) che comanda i suoi giovani e labili adepti.

*********************

2°-Cose da non dire:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Di tutte le cose sicure, la più certa è il dubbio. Casa editrice: Anteprima di Lindau S.r.l. - 2007 - pagine 240 - prezzo 16,00

-Recensione a cura di Tommaso Chimenti-

E' giovane ma sa quel che fa. Secondo romanzo in due anni per il lucchese di Barga Simone Togneri. Lucchese si ma sia nel suo primo libro “Dio del Sagittario”, uscito per le edizioni Età dell’Acquario, sia in quest’ultimo “Cose da non dire” (240 pag, 16 euro, per i tipi della Lindau) Firenze è molto presente, cupa e desolata in un agosto torrido, bella ma fredda, scostante come una bella donna con l’abito lungo che non si lascia facilmente avvicinare. Le puoi sorridere già sapendo che non riceverai che uno sguardo algido e senza luce. Ecco la città di Dante per Togneri che conosce bene l’Arno ed i suoi vicoli, le pietre sbeccate, gli angoli bui e le strade senza sfondo essendosi qui diplomato all’Accademia delle Belle Arti in Pittura quella che usciva prepotente nella sua prima pubblicazione. Il canovaccio regge, la scrittura è pulita e le pagine scorrono in fretta. Si ha voglia di sfogliare per arrivare a dipanare il mistero. Che invece ad ogni passo s’infittisce. L’attacco è un vero e proprio thrilling: una telefonata nella notte, un uomo insospettabile viene coinvolto in un omicidio. Per fortuna non il solito commissario o ispettore con occhiaie, sigaretta, separato dalla moglie e impermeabile anche d’estate. Insopportabile quanto vincente, scaltro e senza macchia. Un uomo medio, o un mediocre, che si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato. Sembra di essere immersi in un grande errore giudiziario, un abuso di potere dal sapore kafkiano de “Il Processo”. Tutto sembra contro di lui ma il lettore non può far altro che schierarsi al suo fianco. Accanto al perdente per antonomasia, allo sconfitto nella giungla naturale della vita. Potrebbe averlo incastrato il maresciallo che sembra covi un odio imperituro, atavico ed irrazionale nei suoi confronti, l’amica del cuore della fidanzata, l’eterno nemico compagno di classe alle scuole medie, l’avvocato amico fraterno che tenta di salvarlo, il padre fuggito anni prima, la gelosia della segretaria. Sangue chiama sangue e così due nuovi omicidi si uniscono ad uno incrostato nel passato riaprendo un caso archiviato. Tutti gli omicidi hanno a che fare con il nostro sfortunato. Tutte donne. Ognuno di noi ha dei segreti, degli scheletri nell’armadio che è meglio calare sul piatto che conservare come assi nella manica per l’ultima mano. Alla fine risulta illuminante, chiara ed abbagliante la citazione in prima pagina: “Di tutte le cose sicure, la più certa è il dubbio”. Paradosso, certo ma Bertolt Brecht difficilmente si sbagliava.

*************

( Articoli di Tommaso Chimenti, segnalati da Simone Togneri e Tratti da:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Mer Set 12, 2007 12:25 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Libri in Vetrina Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008