Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Intervista a Paola Dallardi
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le vostre Interviste
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
paola dallardi







Età: 54
Registrato: 08/01/08 13:24
Messaggi: 4
paola dallardi is offline 






MessaggioInviato: Gio Gen 10, 2008 1:52 pm    Oggetto:  Intervista a Paola Dallardi
Descrizione:
Rispondi citando

“Incontroluce: la poesia di Paola Dallardi”, a cura di False Percezioni
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


®Tutti i diritti riservati ai rispettivi autori.

N.B.: Si fa presente che per l'utilizzo di questa INTERVISTA è assolutamente necessario richiedere il consenso della Redattrice e dell'Autore intervistato.

*************************

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Può la poesia assurgere a valore assoluto, in questi nostri giorni affannati, dominati come siamo dalla fretta, dalla superficialità e dalla mortificazione della dimensione interiore? Credo che la risposta non possa che essere affermativa, almeno nel caso di Paola Dallardi, giovane poetessa di Cremona. Dopo avere partecipato con successo a diversi concorsi di poesia nazionali e internazionali, e avere pubblicato poesie e racconti su importanti riviste letterarie, l'artista ha dato alle stampe la sua prima raccolta di versi. Si tratta di "Incontroluce", edita da La Riflessione, un volume agile, il cui peso specifico è inversamente proporzionale alla qualità e allo spessore delle liriche in esso contenute.

*************************

"Incontroluce": vorrei cominciare la nostra intervista dal titolo, così particolare, che hai assegnato alla tua ultima raccolta di versi, Paola. Qual è il suo significato?

Premetto che per me il titolo di un libro, di poesia o di narrativa, ha un’importanza fondamentale, perché riassume in pochi vocaboli il contenuto dell’opera stessa. L’essenza e la sintesi di ciò che lo scrittore ha voluto condividere con i suoi lettori. “Incontroluce”, in verità, racchiude due titoli che rappresentano le due parti del tutto: l’ombra (In – Controluce) e la luce ( Incontro - luce). Uno non esiste senza l’altro.

Le tue poesie sembrano a volte scaturire da un’esigenza di chiarezza interiore, quasi aspirino a divenire l'esito di una sofferta introspezione. La poesia costituisce per te un'esperienza catartica?

Come hai giustamente osservato, le mie poesie sono il prodotto di un’esperienza molto profonda di cambiamento e di ricerca interiore. Ma la poesia non rappresenta per me un’esperienza catartica, bensì un mezzo per condividere e “segnalare” (concedimi il termine) agli altri questo mio intimo cammino.

Il tema socratico del “Conosci te stesso”, o addirittura l’incitamento agostiniano – “Noli foras ire, in te ipsum redi, in interiore homine habitat veritas” (Non uscire fuori, rientra in te stesso: nell'uomo interiore abita la verità) - sono temi a mio avviso presenti nella tua poetica. Credi siano queste le strade da seguire per l'uomo moderno, che sembra avere smarrito il senso della vita?

Penso che non si possa vivere, pensare, amare, odiare, conoscere e accettare “il fuori”, se prima non si è fatto questo percorso “dentro”.

Che valore ha la poesia nella tua vita?


La poesia "è" un valore della mia vita.

Una tua poesia, "Flash", mi ha fatto pensare al celebre Urlo di Allen Ginsberg. Diversi però gli esiti ai quali approdi...

“Flash” è una poesia che racconta di ciò che era soltanto illusione e menzogna. La scoperta e l’annullamento di tutto ciò, nella sua stessa accettazione, aprono infine le porte per la conoscenza della verità interiore.

Abitualmente quanto tempo dedichi alla scrittura?

Direi che seguo l’onda di flusso e riflusso senza forzarmi, né mentalmente, né spiritualmente. Quindi può capitare che passino due mesi senza che abbia scritto una riga, poi , d’improvviso, “produco” cinque, dieci poesie in pochi giorni.

Quali sono i tuoi modelli di riferimento, se ne hai?


Ho molto amato Ungaretti, Saba, Montale, Quasimodo, Gozzano e Pirandello. Ma non posso affermare che siano i miei modelli di riferimento, piuttosto una sorta di tesoro dal quale, quasi inconsciamente, attingo al momento del bisogno

Il tuo libro è pubblicato da una piccola casa editrice. È stato difficile trovare un editore disposto a pubblicare una raccolta di poesie?

“Incontroluce” è la mia prima raccolta di poesie . Ho impiegato tre anni a scriverla e a selezionare i testi da utilizzare. Una volta pronta ho cercato in rete gli editori che si occupavano di poesia in relazione a scrittori emergenti. Ne ho individuati una decina che avevano le carte in regola (nel senso che non pubblicavano a pagamento e che avevano il codice ISBN) ho inviato altrettante raccolte e nel giro di tre, quattro mesi ho avuto diverse risposte affermative, tra cui quella della casa editrice “La Riflessione” di Cagliari.

A cosa stai lavorando oggi?

Ho ultimato altre tre raccolte di poesie e ne ho iniziate altre.

Progetti futuri?

I progetti prendono forma a mano a mano che il tempo passa e la strada s’illumina. Non porto mai oltre tutto ciò, il mio pensiero

Chi è Paola Dallardi oggi?

Oggi sono una persona consapevole, ma cosciente che il mio cammino è soltanto all’inizio…

Grazie Paola, che la poesia non abbandoni mai la tua vita.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Gen 10, 2008 1:52 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le vostre Interviste Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008