Indice del forum

Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio.

"Scritturalia" è la terra delle parole in movimento, il luogo degli animi cantori che hanno voglia di dire: qui potremo scrivere, esprimerci e divulgare i nostri pensieri! Oh, Visitatore di passaggio, se sin qui sei giunto, iscriviti ora, Carpe Diem!

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

happy log out
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> I vostri Racconti
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
miaghi







Età: 50
Registrato: 13/10/06 18:08
Messaggi: 88
miaghi is offline 






MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 1:01 am    Oggetto:  happy log out
Descrizione:
Rispondi citando

- Insolito posto per la presentazione di un libro non trovi Uffina?
- Direi che insolito è il connubio di eventi …
- Tristezza, allegria ed auspici… la sua tril(l)ogia narrativa…
- Sì, Cri, ma è comunque triste
- Ci sono le nuvole, avrebbe gradito…vero Dani?
- Magari gradisce!
- Lui non credeva…
- Sì ma sperava, Ros…
- Che vuoi dire?
- Che secondo me, Pat, sta facendo capolino dall’impossibile per raccogliere il primo dei nodi del suo famosissimo pettine.
- Ma quanti siamo?
- Non lo so, Chiara. Tutto sembra fuorché un…
- Vero, del resto non sembra nulla… cosa sembra?
- Lui, ad esempio, avrebbe trovato le parole…
- Ha sempre detto che le prendeva semplicemente in prestito, quindi sforziamoci di non essere banali e diciamo, se proprio dobbiamo, cose dedicate…
- Ma, Principe, chi è tutta ‘sta gente?
- Amici, persone, scrittori, parenti, parentesi, curiosi, ipocriti, clown, comici spaventati guerrieri. Era un gran figlio di puttana con la penna in mano, disarmante. Disarmato senza!
- Hai visto quello, Sonia, tu lo conosci?
- No, dovrei conoscerlo? Dovremmo conoscerlo?
- E’ SteB.
- Sei sicura Marvy? Sarà felice di saperlo qui, alla presentazione del suo libro.
- Ma non potrà stringergli la mano...
- Che te ne fai di una mano ristretta? Ci scrivi sugli scontrini?
- Sei un coglione Massimo, esattamente come lui (solo per questo te la lascio passare)
- Hai visto, c’è Paolo?
- Certo, ci sono molte persone, per l’occasione hanno firmato una tregua…
- Un meeting trasversale ad unire i suoi cazzo di cerchi della sua infinita spiaggia del cazzo.
- Esatto, Rospa, i suoi cerchi.
- Dovevamo scrivere una cosa insieme, non aveva mai tempo…
- Niente rimpianti. Ci è stato chiesto all’ingresso. Non si parla di rimpianti, vietato l’abito scuro, si può essere tristi, ma serve a confrontarsi per venirne fuori rallegrati, al limite si può canticchiare.
- E’ pazzo, solo un pazzo organizza un “happy-log-out” così.
- Lo era e lo sarà sempre…
- Quante cose ha scritto MT?
- E chi lo sa? Paccodono non l’ha mai scartato nessuno. Vai a capire quanto c’aveva dentro.
- Onestamente molti editori l’hanno scartato.
- Se ne fregava degli editori. Lui non li ha mai cercati. “Se devi sognare” diceva “sono loro che debbono desiderare la tua scrittura, altrimenti la meraviglia è finta!”
- Tu, da che sito vieni?
- Io? Da nessun sito, vengo dal cerchio degli amici.
- Anch’io, ma da quale cerchio?
- Era Il più grande blogger trasversale, collezionista di persone, tracciantenato della grande bisettrice, somma dei diametri dei cerchi di una vita. Deus ex machina condannato a non giocare al gioco che tanto amava.
- Vero Ale. Lui era l’omino degli scambi. I suoi nodi in fondo erano punti di intersezioni con tutti noi.
- Avete sete? Posso offrirvi un bicchier d’acqua? Mi ha delegato il compito di non farvi aver sete, la gola secca inibisce la comunicazione, “il silenzio oggi” – mi ha detto – “sarebbe un peccato mortale”.
- Grazie Rossella, io ne prendo uno volentieri.
- Ma che facciamo? A quale cerimonia assistiamo prima?
- Credo prima ci sia la presentazione del libro, poi…
- …troppo tardi. Ci siamo ritrovati troppo tardi.
- Però ci siamo ritrovati Anna Maria. L’importante è che, non quando. Ho visto Esse, ho visto Emme, e poi Enne, e Diamante Pazzo, ho visto gente che di solito non esce fuori nemmeno dall’avatar. Un bel “big fishing”, lui avrebbe detto così. Ora sono tutti qui. Di questo dobbiamo dargliene atto
- Matto. Non atto. Era matto. Amava le persone. Solo i matti amano le persone. Chi ha fede ama l’uomo senza distinzione. Lui osservava proprio per poter distinguere. Come è possibile che nessuno sia palesemente triste?
- Perché evidentemente hanno camminato abbastanza tra le sue righe. Essere tristi adesso sarebbe ipocrita. Lo sono stati nell’attimo ultimo, ma ora sono qui per lui e se ne rallegrano, per altro confortati dall’avere una scusa con cui giustificare la stoltezza del proprio orgoglio. Hanno gli occhiali scuri perché la luce del vero è una somma di infiniti “soli” e se non sei abituato a stare in un cerchio, all’inizio è difficile abituare l’occhio.
- I suoi cerchi si stanno fondendo in un unico grande cerchio. Ha finito di cercare. Non deve né andare avanti, né tornare dietro. Siamo tutti qui, seduti in cerchio, uno solo, a sentire una storia. La sua.
- Che dire?
- Nulla, bisogna ascoltare.
- Ma quel tipo, quello con lo zainetto rosso. Non sarà mica…?
- Enrico? Chi può dirlo? Ti interessa sapere come si chiama o sapere che sia qui?
- Vuoi dirmi che è venuto fuori dalle sue storie per rimanere in equilibrio non tra le righe ma sopra le righe?
- Io non voglio dirti nulla, io vedo quello che vedi tu. E non c’è solo lui.
- Vero. Luli ha in mano Rob, il pupazzo di coccio. Micangio gioca con ranocchio e dice alla mamma “a papà gli avevo promesso che mi faceva un regalo”…
- Quella ragazza è Joy Mary, quei clown struccati male sono tutte storie da finire. Dietro a loro c’è Berenice e poi una fila lunghissima di persone strane. Sono le sue persone, le ha inventate lui ed ora sopravvivono a lui.
- Perché non sono triste, Matteo?
- Perché hai capito Madame.
- Cosa?
- Non lo so, ognuno capisce la propria intersezione. La vita è un concetto relativo, ed oggi è solo il punto estremo in cui un numero considerevole di storie si incrociano al margine di una (relativamente) importante per loro.
- Era matto, molto triste ed allegro con tutti. Ho mancato un appuntamento con lui. Ho messo la camicia di seta nera per lui. Avrebbe gradito.
- Tu sei Katia?
- Sì.
- E lo hai mai visto?
- Mai.
- Ma qui in quanti lo hanno conosciuto veramente? Alziamo la mano.
- Uno, due, tre… una quindicina di persone. E com’è dal vivo?
- Dal vivo? Mai sentito cantare
- Dai Marco, taci.
- Era un clown. Neanche troppo consapevole d’esserlo.
- Vero Ard, era una persona come tante altre. Uno come noi. Con i suoi sogni, con le sue paranoie e con un metabolismo di merda.
- Aveva un intero-bolismo, non solo metà.
- Cazzo miaghi, neanche qui rinunci al tuo sarcasmo?
- Perché qui cos’è Sue?
- Qui è...
- Qui è la sua festa, Sue. Ha ragione miaghi. Per una volta. Ha ragione.
- D’accordo con Saia. C’è anche il suo SteB. Comunque parliamo di una persona complessa.
- E quali persone non sono complesse, Paola?
- In effetti, Carmela, come disse Benigni, le persone sono universi su cui affacciandoci vengono le vertigini…
- Ha detto così?
- Più o meno… vuoi farmi un editing?
- E quindi perché siamo qui?
- Per comprare il suo libro.
- Voi conoscete il titolo?
- No!
- So solo che Uffina ne ha curato la Putrefazione.
- La “prefazione” vorrai dire.
- No! La “putrefazione” (ribadisco!). Era una sua idea divertita da sempre.
- Vero, ha ragione miaghi. Dalla memoria di tutti è poi nata una ricca quarta di copertina intitolata Dubbiografia.
- (Ciao Antonio!) In effetti era un buffone.
- Quindi non abbiamo il titolo.
- Il titolo ce lo abbiamo, non lo conosciamo.
- Ma perché non c’è neanche un fiore?
- Perché era allergico. E ha lasciato disposizioni precise.
- Chi te le ha dette?
- Quel tipo!
- E chi è?
- Ennio!
- Quello storpio?
- Sì, un amico del tipo con lo zainetto Rosso. Me lo ha confermato anche la ragazza figlia dei fiori più dietro. Mentre Nauthiz da quel banchetto consegna a tutti una pennetta usb.
- Una pennetta?
- Sì, una pennetta usb da un giga. Ci sono dentro delle canzoni, le sue preferite, e tutte le sue cose scritte. Da consegnare a tutti i presenti indistintamente.
- Che significa?
- Significa che ognuno ne farà l’uso che riterrà più opportuno.
- Più che leggere ed ascoltare cosa vuoi farci?
- Beh se tutti leggessero le sue cose e se tutti ascoltassero le “sue” canzoni… ebbene sarebbe una buona cosa per lui. Quanti siamo qui?
- Tanti.
- C’è Flo, c’è Fla, quello in disparte è Ca. Quello che fuma è Fa. Poi Pa e tutti gli altri. Ovviamente c’è anche Elle.
- Elle?
- Sì Elle.
- Io credo che essere consapevoli che tanti si muovono con piedi premurosi tra le tue righe… ebbene sono convinto debba essere motivo di orgoglio.
- A lui piacevano le sue storie, ed era orgoglioso delle stesse purché smuovessero dei sentimenti.
- Perché pubblica un libro? Perché solo oggi?
- Che domande sono? Perché oggi è la fine del dòmino. E’ caduta l’ultima tessera, il gioco è finito. The show must go on, ma non più dal suo orizzonte.
- E tu chi sei?
- Io. Marziapane. E loro sono DiGi e Robbyno. Miei amici.
- Ma siete dei bambini, che ci fate qui da soli?
- Quello che fate voi. Per un esercizio di empatia come questo non c’è mica bisogno di essere grandi o piccoli, importante è essere. L’espressione non conta, dietro il silenzio le anime parlano tutte la stessa lingua.
- (chi è ‘sta tipa?)
- (che ne so? Ha detto di chiamarsi Marziapane e comunque ha ragione…)
- Io non ho fatto in tempo a dirgli cosa pensassi dei suoi attimi distrattati…
- Tu …sei?
- Fabbris.
- Allora, credo possa depositare le tue impressioni nello zainetto rosso di quel tipo vestito di nero.
- Chi è?
- Un ForsEnrico.
- Enrico?
- Forse!
- Ma…
- E’ un forsegreto, tienilo per te Fabbris, mi raccomando.
- Io so come si intitola il libro.
- Come? Chi sei tu?
- Io sono un cartonauta.
- E da dove vieni?
- Vengo dalla nave. Viaggio da sempre. Quando abbiamo saputo abbiamo attraccato in riva alla città. Del resto la nostra nave sta a galla se qualcuno ne ha fantasia. Lui ci ha spinto un po’ ovunque. Ne ha spiegate di cose, tra queste le nostre vele. Svelare la fantasia…
- Lui con te è il comandante, vero?
- Sì. E’ il comandante Archifede, con lui ci sono i topignoli, lupoetico, l’ape miaji, pollicigno, Berenice, Zio, l’albero dei marandini, il piccolo Armando, Amleto, Cescolina, ciuf ciuf, il gestore del cristorante, McRonico, Donna Telling, Fulvia che ride, Virginia, Fava e Pecorino, Glenn, le vongole loquaci, il signore degli anelli di cipolla, due farfalse, una rondine, John, Merlino, Bice, Nunzino, Jolanda, Quintino coi suoi polpi, Rashid, un otto sdraiato, un quattro, un falchetto, un lupetto, dei piccoli secchii di pomodori piccoli secchi e “un’anima non m’anima”. E poi l’intero equipaggio del capitano Tahoma, parlo del mozzo Garamond, del vecchio T. N. Roman, del cartografo Trebuchet, del giovane Arial, e del marinaio semplice Batang.
- E continua ad arrivare gente.
- Ma lei è.
- Si lei è!
- Lei è…
- Insomma chi cazzo è lei?
- Non la riconosci?
- No, dovrei?
- Dovresti.
- In effetti se non canta potrebbe essere non riconoscibile.
- Vero, così bellamente normale, è lei!
- E’…lisa…
- E come si sono conosciuti?
- Non credo si siano mai conosciuti.
- E allora perché è qui?
- Per cantare?
- Anche.
- Per cos’altro?
- Per avere la sua pennetta usb.
- Ne sarebbe orgoglioso. Vero Ale?
- Vero, ne sarà orgoglioso!
- Tutto torna, tutto si chiude. Il cerchio e la spiaggia.
- E quelli che piangono chi sono?
- Forse i suoi familiari.
- Perché piangono?
- Perché non l’hanno mai conosciuto tra le righe.
- E allora?
- Impareranno e si rallegreranno.
- Silenzio! Consegnano il libro.
- Chi sta leggendo la putrefazione?
- Uffina.
- E perché ridono tutti?
- Perché la prefazione di un fazione divertente è già dilettevole.
- Una copia per tutti.
- Cosa c’è in copertina?
- E’ un’avatar… ma sono tutte diverse.
- Questo perché ognuno possa scegliere quella che preferisce. Ognuno dà un volto all’idea dell’uomo.
- Efficace, ma come fa?
- E’ un artistoide. Almeno oggi non facciamoci domande, tanto non avremmo risposte logiche. Lasciamo che il cuore e l’anima danzino senza dover chiedere licenza al cervello.
- Quante pagine?
- Duecento, copertina morbida, edizione economica.
- Ma sono bianche?
- Infatti.

(brusio, Uffina prende la parola)

- L’ho esortato più volte ad ordinare le suo cose e lui alla fine mi ha detto, leggo…
“Ordinare? Non sono capace di ordinare niente, mi riesce di obbedire alla mia coerenza. Organizza tutto tu… in fondo sono solo storie, fatte di parole di cui sono usufruttuario. Ora lascio alle persone la nuda proprietà delle stesse…”
Questa è la mera veglia degli attimi distrattati. Che poi è il titolo di questo libro. La dubbiografia, senza dubbio, spiega tutto e nulla. Io sono orgogliosa esegeta del suo troppizzare.

- Orgogliosa cosa?
- Esegeta!
- E’ Segeta?
- No, è Uffina.

Ci rimane da sorridere. Nella pennetta che tenete distrattamente in mano, in tasca o che-ne-so-dove, c’è tutto quello che lui ha scritto. Ma il libro, il suo libro che non è mai stato stampato e che – come potete vedere - non è mai stato scritto, può avere solo pagine bianche, ognuno di voi, le scriverà con la propria memoria.








Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Mi riesce più facile scrivere di vita che non viverla
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 1:01 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 9:05 am    Oggetto:  TO BE CONTINUED...
Descrizione:
Rispondi citando

-E quello chi è?
-Sei tutto scemo? Non vedi che sei tu allo specchio?
-Ah... Già... No, è che senza avatar sulla faccia non mi riconoscevo... E cosa ci son venuto a fare qui?
-Ma forse solo a dire quello che avresti voluto dire da tanto tempo...
-E l'ho detto?
-Si chiaro e forte, temo.
-E Uffina mi avrà sentito?
-Altroché, non vedi che si è anche bloccata nel leggere la putrefazione...
-Opsss... Allora mi sa che l'ho combinata grossa stavolta! Dunque non riceverò più la pennetta in dono e il libro con l'emoticons cangianti?
-Suppongo...
-No sul pongo non mi va, invece andiamocene!
-E dove?
-Ma come dove? Possibile che non cogli mai al volo? In "The Never-Never Happy Log Out", no?
-Ah... E dove sarebbe?
-Lontano da qui! Semmai ci faremo dare un passaggio in barca dal capitano Fritz e dai suoi amici Goduliani.
-Di nuovo in navigazione allora?
-Ma si dai, e prima di uscire fai l'inchino...
-E perché mai dovrei mettermi a 90°?
-Ma così... Non ci era forse stato chiesto di farlo prima di entrare? Allora facciamolo anche prima di uscire. Fa parte del suo gioco, lasciamogli almeno una bella impressione di noi come due bravi giocatori.
-Ok se lo dici tu mi genufletterò... Ma l'omino degli scambi e il ristoratore del cristorante che facciamo li portiamo con noi oppure no?
-Ma no lasciamoli qui, così avrà ancora qualche giocattolo con cui divertirsi.
-Giocare da soli si può?
-Se le regole del gioco sono ben impostate si... E poi gli restano i suoi cerchi e le sue faccine, vedrai che ne avrà di cose da fare.
-Tu credi? Però a me dispiace un po'!
-Mah?! A me no, e poi qui ormai mi sto annoiando, allora si va? Ecco il capitano Achab... Capitano ci conduca in "The never-Never Happy Log Out".
-Con piacere giovanotto!
-Marinai spiegate le vele, si parte!
-Oddio ma stanno salendo tutti a bordo...
-Opsss... Credo di sì... Fai la vaga, mischiati alla folla...
-Ma non vedo SteB?
-Ah, lui no. Lui è rimasto lì ad ascoltare ammirato Uffina che ancora legge... SCCCC... Si mormora che lui con il lucchetto di Ponte Milvio, ci si sia fatto il pearcing sul cuore!?
-Ihhhh, che eroe! Dunque tutto sommato, anche senza di noi: the show anzi the play must go on?
-Mah, finché ci sarà almeno un lettore invischiato tra le righe... Credo di si.

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
miaghi







Età: 50
Registrato: 13/10/06 18:08
Messaggi: 88
miaghi is offline 






MessaggioInviato: Gio Giu 18, 2009 1:23 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

grazie Monia...

il lucchetto sul cuore è una bella immagine... ma tutto mi sembra un lavoro dedicato... grazie

rob

_________________
Mi riesce più facile scrivere di vita che non viverla
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Monia Di Biagio

Site Admin


SCRITTURALI


Età: 43
Registrato: 06/02/05 16:39
Messaggi: 5976
Monia Di Biagio is offline 

Località: Viterbo
Interessi: Scrivere & Viaggiare
Impiego: Scrittrice & Giornalista (Free Lancer)
Sito web: https://www.facebook.c...

MessaggioInviato: Gio Giu 18, 2009 9:44 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...Beh d'altronde avevi già fatto tu riferimento al personaggio di Moccia chiamandolo SteB, dunque l'immagine del lucchetto vien da sé. Ad ogni modo non dovresti propriamente ringraziarmi se questo mio raccontino di risposta è DEDICATO (si) a te e al tuo, in quanto più che altro ho voluto dare un finale e un senso positivo alla tua storia, diciamo alla Monia o alla Scritturalia (fa lo stesso), a quanto di tuo avevo letto sopra: che oltre a rattristarmi, ho anche colto come una solenne presa, per quanto di tondeggiante vien subito sotto il coccige ;0) !

PERO', c'è un però, c'è sempre un però: leggendo il tuo grazie, ho provato a rileggere il tuo racconto dandogli una interpretazione e soprattutto un protagonista diverso... Beh, la sensazione di rattristamento è rimasta, anzi forse si è raddoppiata, perché suppongo sia difficile immaginarsi il proprio "Happy Log Out", ma suppongo che il mio finale, come messaggio di speranza ci stia bene ancora, anche così, rilettoTI appunto con un'ottica diversa :0) !

In definitiva diciamo che leggendoci: o tu non hai capito me, o io non ho capito te o entrambi non ci siamo capiti... D'altronde, però: le miglior storie non son forse quelle che nascono dal nulla?

E poi d'altronde quale lettore non si impersonifica sin da subito nelle parole dell'autore, e pensa che queste siano state scritte proprio per lui, ancor prima di arrivare a pensare che l'autore l'abbia scritte per se stesso? Di qui, il mio sentore di solenne presa per "puntini-puntini"...

_________________
I Miei Siti On-Line: (profilo su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(pagina personale su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(gruppo Scritturalia su FaceBook)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
miaghi







Età: 50
Registrato: 13/10/06 18:08
Messaggi: 88
miaghi is offline 






MessaggioInviato: Gio Giu 18, 2009 1:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

dici bene...

ti confesso però che SteB era un velato riferimento a Stefano Benni...


ancora grazie

rob

_________________
Mi riesce più facile scrivere di vita che non viverla
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> I vostri Racconti Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sito Letterario & Laboratorio di Scrittura Creativa di Monia Di Biagio. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008